venerdì 28 settembre 2007

28/09 - Aggiornamento raccolta firme

Milano: la raccolta firme comincerà lunedì, organizzata dalla RSU locale.
Ivrea: la raccolta firme è in corso, organizzata da lavoratori autorganizzati; già raccolte 300 firme.
Padova: la raccolta firme comincerà lunedì, organizzata dalla RSU locale.
Bologna: la raccolta firme è in corso, organizzata dalla RSU locale; già raccolte 300 firme.
Pisa: la raccolta firme è in corso, organizzata dalla RSU locale; già raccolte 100 firme.
Roma: la raccolfa firme è in corso, organizzata dalla RSU locale.
Napoli: la raccolta firme è in corso, organizzata unitariamente da RSU locale e COBAS.
Catania: la raccolta firme comincia oggi, organizzata dalla RSU locale.

9 commenti:

Anonimo ha detto...

CARI COBAS E CARE CGIL CISL E UIL, PER ORA STIAMO ANDANDO BENE, A PARTE I CASINI COMBINATI SUL LUOGO DELLA MANIFESTAZIONE. MA NON C'E' UN ORGANISMO CHE LO DOVEVA DECIDERE? COMUNQUE IL PRIMO CHE SI AZZARDA A FARE COMPETIZIONI DI SIGLA SI BECCA I POMODORI O I BULLONI... SIA CHIARO!!! UNITI RAGAZZI, UNITI!!!

Gio ha detto...

In riga seduti testa bassa e sguardo spento, mani sulla tastiera e tanta paura di perdere il posto di lavoro, dietro di loro la ronda continua di chi controlla ogni cosa con un paio di cuffiette in mano e l`ordine di "fare fuori" chiunque non raggiunga il TARGET qualitativo fatto di IPOCRISIA E NUMERI SEMPRE PIU` GRANDI

Quasi mille persone vengono al lavoro ogni giorno con la paura di esternare le proprie insicurezze, paura di perdere presto il lavoro, paura di perdere con il tempo 100/200 euro in busta paga, paure giustificate per chi conta i centesimi al supermarket, non viaggia su una macchina aziendale, non gode di benefit aziendali e sfama i propri figli con i buoni pasto.

Questa e` una cessione evitabile, perche` non ha una causa.

Nessun obiettivo è cosi importante da giustificare metodi indegni, tantomeno il presunto profitto che qualcuno, sopra la tua testa, crede di intascare.

914...dietro a questi numeri, ci sono vite reali che in un mondo ultra moderno tremano ogni giorno.

914 persone che perdono le proprie sicurezze lavorative è un’emergenza!

914 persone che vengono cedute nel silenzio tuo e dei media e` una porta aperta per tutti gli uomini avidi che gestiscono un potere che il tuo silenzio alimenta.

Non è questione di destra, non è questione di sinistra.. è la vita della gente! E questo non può e non deve essere accettato nè dalla destra nè dalla sinistra!

La domanda numero UNO a cui dobbiamo rispondere è: CHE COSA POSSO FARE PER AIUTARE?

Non stiamo cercando i vostri soldi, noi stiamo cercando la vostra voce.

Da oggi, tu puoi fare una cosa in più di ciò che avresti potuto fare ieri...Certa gente vede. Ma non vuole guardare. Non fare anche tu quest'errore.

Smettila con i sorrisi di circostanza, quelli non ti garantiranno il posto di lavoro.

Smettila con gli atteggiamenti remissivi difronte alle prepotenze sul posto di lavoro, quelli non ti faranno piu gradito ne rispettato.

Smettila di contestare l`operato di chi fa del suo meglio per aiutarti.

Che questa cessione avvenga o meno smettila.

E in questi tempi pericolosi, come noi rispondiamo a questa manovra con il nostro atteggiamento sul lavoro, con le nostre parole, con i nostri gesti creiamo opportunità per mostrare ciò che tolleriamo, così come ciò che non sopportiamo.

Se avremo successo, non trasformeremo solamente la nostra vita, trasformeremo il modo in cui queste persone ci vedono… e a sua volta, il mondo in cui viviamo.

Anonimo ha detto...

Sei un/a grande.
Perdona l'irriverenza, ma il tuo post dovrebbe essere stampato e appiccicato in ogni bagno dell'azienda, cosi' da poter permettere a chiunque, da solo/a e in silenzio, fuori per qualche minuto dalla frenesia dei clik del mouse, di poter pensare che in quello stabile e in altri come quello, sta accadendo qualcosa che riguarda anche lui/lei, il suo presente e il suo futuro e che, piaccia o meno, siamo tutti coinvolti, tutti... Rifugiarsi nella falsa sicurezza del non fare nulla, del non esporsi, del non opporsi a chi "vende" mille di noi e intanto ci dice che ci ha a cuore, mentre in realta' pensa solo ai dati e ai bilanci, e' proprio cio' che non gli conviene fare, cio' che va contro i suoi interessi, cio' che va contro i suoi diritti.

Anonimo ha detto...

Ma a Ivrea non ci sono le RSu che la raccolta firme la fanno dei lavoratori auto organizzati? E dire che è la sede più colpita!...boh!...a pensare male si fa peccato ma ci si azzecca...

Anonimo ha detto...

non starai mica dicendo che a ivrea le rsu boicottano una iniziativa nazionale vero...?

Anonimo ha detto...

Sì, è quello che sta accadendo. Si stanno preoccupando solo di apparire all'interno della propria organizzazione per ottenere il distacco sindacale e salvarsi...loro, mentre lasciano i lavoratori nella merda!

Anonimo ha detto...

Io non lo so cosa sta succedendo a Ivrea, pero' se i delegati non sono attivi come dovrebbero le persone devono farsi sentire. Se non si capisce che e' con il nostro culo che l'azienda sta giocando allora diciamocelo subito... perche' poi diventa tardi. Non mi sembra difficile da capire.

Anonimo ha detto...

ci sono Milano, Bologna e Napoli che fanno partire la raccolta firme da domani.

A Catania son partite il 28...

Volete dirmi che tutte le RSU si stanno preoccupando solo di apparire?

Continuo a dar fiducia alle RSU e non a chi FACEVA PARTE dei sindacati per poi dargli contro come sta accadendo ora.

Anonimo ha detto...

l'iniziativa era sul blog da lunedi'. errore: non e' vero' che bologna partira' domani, e' gia' partita martedi 25, cosi' come altre sedi. bisogna solo ringraziare quei lavoratori che dedicano il loro tempo libero a fare cose che dovrebbero essere fatte da chi ha le ore sindacali.
scoop: iniziativa nazionale? alcuni delegati di ivrea non hanno nemmeno firmato