martedì 6 novembre 2007

Cobas Napoli: "Il caso Vodafone non è chiuso"

Si sono concluse oggi, con le votazioni svolte a Napoli, le consultazioni sull'ipotesi di accordo sull'esternalizzazione operata da Vodafone.

Il percorso attraverso il quale le strutture sindacali ci hanno condotti a questa fase è inqualificabile e rende superfluo qualsiasi aggettivo: basti pensare al fatto che i sindacati abbiano realizzato quest'ipotesi malgrado non abbiano ricevuto alcun mandato dai Lavoratori, che un voto tanto importante non è stato organizzato con spoglio contemporaneo in tutte le sedi di modo che i voti di nessuno venissero influenzati da dati già noti, che noi della sede di Napoli siamo stati portati a votare con un risultato già acquisito, paradosso questo degno delle peggiori dittature, e la stessa modalità scelta per le nostre assemblee con relative votazioni (suddividendo i Lavoratori in due assemblee), è stata realizzata ancora una volta in totale spregio di ciò che chiedevamo, cioè di fare un'unica assemblea; ma ormai il totale menefreghismo dei sindacati confederali verso la volontà dei Lavoratori non è più neanche descrivibile!

Le consultazioni hanno dato i seguenti esiti:

[..]

Le informazioni che subito risaltano da questi dati sono soprattutto due:
1. I Lavoratori di Napoli hanno nuovamente testimoniato con forza la loro contrarietà all'ipotesi.
2. Un accordo fondamentale per il futuro immediato di 914 persone sarà siglato malgrado non venga approvato neppure dal 50% dei Lavoratori impattati (solo il 44,42%!).

C'è ancora qualcosa che emerge, questa volta non dalle cifre: in un momento in cui, grazie alla nostra lotta, si era raggiunti un elevatissimo livello di visibilità, in un momento in cui tutta l'opinione pubblica e' più che mai attenta al tema del lavoro precario, i sindacati decidono di frenare l'ascesa del nostro movimento sedendosi ad un tavolo di trattative mai chiesto nè voluto dai Lavoratori di Vodafone Italia, offrendo un grande vantaggio ad azienda e istituzioni.

Come ci siamo sempre detti, questa non era solo la battaglia contro la prima esternalizzazione di Vodafone, questa era la prima battaglia per bloccare la vendita di 914 persone oggi ed evitare quelle che domani sarebbero seguite: deve essere ancora questa la battaglia!
Già circolano voci sulle prossime cospicue esternalizzazioni (si parla ancora di svariate centinaia di Lavoratori), da realizzare a Gennaio prima e a Marzo dopo, è ancora questo il momento ideale per evitare lo smantellamento di tutta Vodafone, per lottare ancora tutti insieme, per difenderci l'un l'altro, esternalizzati di oggi e quelli di domani.

Il primo appuntamento per dare continuità a quello che e' stato un bellissimo movimento spontaneo è già fissato per il prossimo Venerdì 9 Novembre.
Per quella data e` stato proclamato, dai COBAS e tutti i sindacati di base, uno SCIOPERO GENERALE E GENERALIZZATO PER L'INTERO TURNO DI LAVORO, il cui oggetto sarà la lotta al protocollo del 23 luglio, al pacchetto treu ed alla legge 30, una lotta fondamentale contro tutti gli strumenti di precarizzazione selvaggia del lavoro.
Sarà l'occasione per tornare nelle piazze, con i nostri cartelli vendesi, a gridare la nostra rabbia, a gridare ai signori che ci governano e a quelli che fingono di rappresentarci che con questo spregevole accordo non hanno sopito la lotta, che la questione Vodafone non è chiusa, resta un caso sociale rispetto al quale le istituzioni devono dare le risposte che noi pretendiamo.
Sarà il primo grande sciopero nel quale potremo unire la nostra protesta a quella di tutti gli altri Lavoratori, in attesa del momento ormai indispensabile dello sciopero di settore verso il quale dobbiamo arrivare, perchè l'unico modo di contrastare seriamente la piaga del precariato che flagella appunto il nostro settore, è che tutti i lavoratori che vi operano si rendano conto di essere una cosa sola, e tutti assieme si muovano nella stessa direzione.

Lo sciopero del 9 sarà strutturato con presidi e manifestazioni nelle diverse città, qui a Napoli l'appuntamento sarà a piazza Mancini alle 9:30.
Forza, il nemico si aspetta che pieghiamo le ginocchia e che ci lasciamo sopraffare dallo sconforto:
SORPRENDIAMOLO ANCORA UNA VOLTA, PERCHE' NAPOLI E' PIU' VIVA CHE MAI, E CON LEI TUTTI I LAVORATORI CHE IN TUTTA ITALIA NON STANNO SMETTENDO DI LOTTARE!!!!

21 commenti:

Anonimo ha detto...

A Bologna ci stiamo organizzando.
Con assemblee autogestite (Mercoledi' la prossima), tam tam, e contatti col mondo degli esternalizzati.
Dovremmo riuscire a fare uno spezzone di corteo.
Stiam provando a prendere contatti con altre fabbriche Tlc ma siamo forse indietro.
Comunque ci saremo, spero in numero cospicuo.

Anonimo ha detto...

a milano vodafone sfilerà con i ceduti del call center wind di sesto san giovanni. ci vediamo tutti il 9 novembre. ma in generale non perdiamoci di vista. organizziamoci per costringere comdata a mandarci indietro per disperazione

PUPA ha detto...

scusa ma essendo al 44,42% e non al 51%, non si puo' invalidare?

Anonimo ha detto...

x pupa:
non esistendo regole in materia (è tutto "autogestito") non c'è nulla da invalidare. c'è solo da fare casino!!!

estrernalizzati ha detto...

vodafone e wind, insieme il 9 novembre a milano.

http://directstrike.noblogs.org/

call strike ha detto...

iniziativa interessante. intasiamo la linea di chi esternalizza!!!!

http://directstrike.noblogs.org/

Anonimo ha detto...

A noi è successa la stessa cosa. Dicevano che senza l'accordo di armonizzazione mancava la tutela, chi era per il SI pensava di garantirsi un pò di più per il futuro.
Quando abbiamo capito che era l'esatto opposto, cioè che l'accordo di armoniozzazione serviva per garantire all'azienda i nostri licenziamenti, anche quelli del SI li hanno diffidati. Abbiamo raccolto oltre l'80% delle firme, oltre l'80% dei lavoratori ha estromesso i sindacati venduti dalla trattativa.

Nessuna ipotesi di accordo è passata.

La nostra cessione non è stata trattata. Abbiamo fatto un muro contro muro appoggiati dai sindacati di base.
Ci hanno trattenuto per ricatto pezzi di salario e benefits, ma non abbiamo ceduto, nessuna firma.

Dopo 2anni e 4mesi, con le cause ancora in corso, le aziende si sono accordate per il nostro reintegro, siamo tornati in Telecom.

Spiegate che chi non diffida e accetta accordi sottoscrive la sua condanna.

Questa ipotesi di accordo, vi consigliamo di farla divenire cartastraccia, anche se nei fatti lo è già.
Nonostante le finte consultazioni, solo 400 di 914 interessati avrebbe detto SI.

Come si fa a cedere 914 persone quando solo 400, per di più con l'inganno, risulterebbero a favore?

Siamo con voi.

Finto ex "ramo" CTS Telecom.

Anonimo ha detto...

MI SEMBRA MOLTO STRANO SECONDO ME è TUTTO INSIEME ...NE PARLAVAMO OGGI AL LAVORO NOI COLLEGHI GUARDA CASO LA TELECOM VINCE LA CAUSA ....E LA VODAFONE PERò CON TANTI SOTTERFUGI RIESCE AD ESTERNALIZZARE ..........MA PER FAVORE CI VOGLIAMO SVEGLIARE MA ERA TUTTO PREPARATO CHI CI GUADAGNA A DESTRA CHI CI RIMETTE A SINISTRA SCUSATE MA FATALITA LA TELECOM ORA VINCE LA CAUSA???MA CI VOGLIAMO PENSARE....IO TI AIUTO X QUESTO TU MI AIUTI X ALTRO???NO VERO??....ERA TUTTO UN ACCORDO MA SOLO I CRETINI NON LO CAPISCONO SVEGLIAAAAAAAAAAA QUESTI FANNO COME GLI PARE CON LE PERSONE!

Anonimo ha detto...

x 17.19

ok m VOI SIETE PASSATI SENZA ARMONIZZARE E DIFATTI DOPO UN ANNO VI HANNO CACCIATI.

A ME RISULTA CHE NON SIETE ANCORA STATI REINTEGRATI GIUSTO?

Anonimo ha detto...

MA SI CERTO E' UNA SEMPLICE COINCIDENZA CHISSA' LE AZIENDE CHE CHE STANNO A Fà E I SINDACATI PURE ....DOPO 2 ANNI LA TELECOM VINCE LA CAUSA E MAMMA VODAFONE ESTERNALIZZA APRITE GLI OCCHI GRAZIE...............

Anonimo ha detto...

x 18.36

Siamo già reintegrati.

Anonimo ha detto...

e adesso che siete reintegrati come vi trattano?

il mio dubbioè che se vinciamo la causa magari siamo reintegrati in un'azienda che trovera qualche altro modo x esternalizzarci

Anonimo ha detto...

Al momento non ci hanno ancora restituito quello che hanno indebitamente trattenuto in questi 2 anni e mezzo, ma almeno siamo tornati ad avere il nostro posto di lavoro.
Se accetti accordi da esternalizzato, nel giro di pochi anni (per alcuni si è trattato di mesi), ti ritrovi in strada senza lavoro.
ciao

Dragon ha detto...

e noi faremo un altra guerra caro anonimo 19.20

per quanto riguarda invece l'atteggiamento che avrebbe l'azienda nel caso in cui dovessimo vincere le cause ed essere reintegrati,per la mia esperienza,chi fino ad oggi ha vinto una causa contro Vodafone in seguito al proprio licenziamento,al suo rientro e' stato trattato col massimo rispetto e con tutte le dovute cautele.
CHI VINCE contro loro che si ritengono imbattibili,dimostra solo di essere una PERSONA da RISPETTARE perche' non teme il potente e non si piega ai soprusi e ai ricatti ne' tantomeno si fa comprare per 2000 euro.
Mandate le diffide che il tempo passa inesorabile..

http://directstrike.noblogs.org/

Anonimo ha detto...

le diffide debbono essere mandate entro il 60 esimo gg dalla ricezione della R/R?

Anonimo ha detto...

La diffida la devi mandare subito perchè serve a non far trattare e siglare accordi in via definitiva ai sindacati.
Entro 60 gg. devi mandare a Vodafone e al D.P.L. della tua città la raccomandata dove dichiari che non intendi aderire alla tua cessione, per l'esperimento del tentativo obbligatorio di conciliazione.

Anonimo ha detto...

ma se si passa il 9, giorno dello sciopero, comdata quando ci consegnerà lettera???!
bhà
un abbraccio all'italia che ci supporta!
collega mi

Anonimo ha detto...

Stanno iniziando ad arrivare le raccomandate a casa....

Anonimo ha detto...

Mi piacerebbe sapere se c'e' un modo per far dimettere quelle facce di merda delle RSU... non so, raccolta firme o cose del genere...
Questi ci guadagnano solo, alle nostre spalle..Ci credete che Caterina Agostini non lavora dal mese di agosto? Sti bastardi hanno avuto 52.000 ore all'anno di permessi sindacali ed io mi devo fare il mazzo al telefono...
A questo punto non voglio che elementi del genere possano spacciarsi per rappresentanti dei lavoratori..io lavoro, loro no!!!!

rox ha detto...

si sono fatti eleggere SOLO per non presenziare al lavoro e SICURAMENTE per farsi gli affaracci loro, si devono vergognare e prima o poi verranno costretti alle dimissioni...fuori dalle palle sta gente !!

Anonimo ha detto...

http://it.youtube.com/watch?v=IQebvyIQPSk

bologna resiste