domenica 4 novembre 2007

Il giorno dopo: la divisione e il sospetto

Articolo tratto da il manifesto

Consultazione in Vodafone: lavoratori divisi e sospettosi
A Padova (ampiamente) e Milano (di misura)prevalgono i «sì»; a Roma i «no». Contestate le modalità di voto a Ivrea

Sono in corso le assemblee e le votazioni sull'accordo raggiunto tra sindacati e azienda sulla «cessione di ramo d'azienda» decisa da Vodafone. 914 i lavoratori interessati. L'accordo prevede il passaggio a una nuova società costituita appositamente, la Comdata Care, cui Vodafone affiderà una commessa per almeno sette anni. Prevede la «non licenziabilità» dei lavoratori, ma le garanzie sono state giudicate - dai dipendenti stessi, ma anche da diversi legali - formulate in modo molto labile. La società Comdata Care è controllata totalmente dalla Comdata spa, e le due società - nel testo - sembrano avere ruoli spesso sovrapposti. In ogni caso, spiegano alcuni dipendenti molto critici con l'accordo, non è stata affatto presa in considerazione l'eventualità di un fallimento di Comdata Care («la più probabile, operando in regime di mono-commessa»).
Ma perplessità sono state avanzate anche sulle modalità della consultazione. Le cinque sedi interessate all'esternalizzaione dovevano votare negli stessi giorni, ma soltanto in tre di esse ciò è avvenuto. A Padova ha prevalso nettamente il «sì«, con 91 voti contro 16 («ma nella rsu non c'era nessuno che esponesse le ragioni del no», dicono alcuni ex iscritti alla Cgil); a Roma hanno vinto i «no» 108 a 91, e a Milano i «sì», ma solo per tre voti di scarto. A Ivrea si votava ieri, con molte proteste perché non è stata formata una commissione elettorale «bipartisan». A Napoli si voterà lunedì, ma è anche la sede dove il «no» è dato per facile vincitore. Come si vede, il voto di Ivrea rischia di essere insieme decisivo e contestato. Non poprio il massimo, per un accordo che - ben che vada - vedrà i lavoratori divisi quasi esattamente a metà.

116 commenti:

Anonimo ha detto...

Vodafone People
lavoratori in balia dell'involuzione di un'azienda .
Così si chiama il blog del triveneto.... Dovrebbero però aggiungere:Vodafone People
lavoratori in balia dell'involuzione di un'azienda E DEI SINDACATI... per rigor di onestà e Democrazia (parola con cui si sono subdolamente sciacquati la bocca fino ad oggi!!!).

Anonimo ha detto...

Che ne pensate di questo annuncio? L'ho trovato in un bollettino di lavoro (novembre).

Tutti in linea con Vodafone
Vodafone, uno dei più grandi gruppi di telecomunicazioni al mondo, presente in 25 Paesi e in altri 40 con accordi di Network Partnership, cerca personale da inserire nelle proprie strutture italiane. Le sedi di lavoro si trovano a Milano, Padova e Napoli

Che dite noi esternalizzati proviamo a fare domanda di assunzione?

Anonimo ha detto...

a proposito di assunzioni, io sono un ragazzo di catania e dovrei essere assunto molto presto in vodafone dopo aver fatto un corso di formazione in azienda di 2 settimane. pensate che per la christmas card ci saranno assunzioni? qual'è il periodo della christmas card?

Anonimo ha detto...

ogni tanto una buona notizia:


(Teleborsa) - Roma, 1 nov - Giornata "no" per la Vodafone, che segna a Londra un decremento dell'1,53% a 186,1p, deprimendo anche il comparto dlele tlc europeo il cui Stoxx mostra un calo dello 0,90%. Il titolo risente delle idierne indiscrezioni di stampa che parlano di una possibile multa in India. Secondo il Financial Times, le autorità indiane starebbero portando avanti un accertamento fiscale sulla comapgnia di tlc, che potrebbe portare al pagamento di ben 2 mld di dollari in tasse, relativamente ai capital-gain scaturiti dall'acquisizione dell'indiana Hutchison Essar.

Mi dispiace per coloro che hanno votato si sperando di mettersi in tasca 2000 euro tra azioni e stock option

M (BO) ha detto...

Ragazzo di catania delle 11.50, è da una settimana che publichi questo stesso commento; scrivendo qui non stai dimostrando si essere intelligente, per cui credo che non ti assumeremo in Vodafone, noi vogliamo solo gente in gamba.

So benissimo che ci stai mettendo alla berlina, o come dice mio zio ci stai prendendo per il culo, però cerca di non farlo qui. Se invece sei davvero un ingenuo ragazzo di catania che cerca lavoro in vodafone allora rivolgiti alla vodafone o alle agenzie interinali della tua città.
Ciao.

Proposta ha detto...

Il 9 Novembre i sindacati di base hanno indetto uno sciopero generale nazionale.



Premesso che ho ancora la tessera della Cgil, nonostante le clamorose schifezze che han fatto, perche' ho ancora la speranza di poterli condizionare da dentro: ad esempio con la minaccia di disdire la tessera;

oppure, meglio ancora, come non possono fare una profonda autocritica se tanti dipendenti Vodafone aderiscono ad uno sciopero indetto da altre sigle?



Ma non e' certo questo il punto principale che mi fa aderire con entusiasmo allo sciopero.

E' il fatto che i 9 punti posti a tema sono quasi tutti condivisibili e riguardano integralmente la nostra lotta, dicono esattamente le cose che stiamo chiedendo dall'inizio della vertenza.



Quindi io aderisco. Incondizionatamente, a prescindere cioe' se saremo 10 o 10.000.



Ma AUSPICO, fortemente, che saremo tanti.

Essendo, tutti -noi, azienda, sindacati, governo- abituati ad adesioni scarse alle manifestazioni non indette dai confederali, OGNI persona in piu' che sciopera, ha un significato simbolico enorme:

dice (ricorda!) al governo: LA LEGGE 30 VA ABROGATA al piu' presto e comunque va corretta urgentemente nei suoi punti piu' devastanti.

dice ai sindacati: avete dichiarato (e non vi crediamo: l'accordo secondo me sara' studiato nelle Universita' come obbrobrio giuridico: "come tradurre in finte garanzie uno spot aziendale") di spendervi per uno sciopero di settore, per far riassorbire con tutti i mezzi l'esternalizzazione, di rivedere le procedure di mandato (vi siete spaventati della grinta con cui siete stati accolti nelle assemblee?), ebbene noi non aspettiamo e teniamo alto il livello della lotta, perche' questa esternalizzazione non doveva passare.

All'azienda: fai il tuo lavoro e noi facciamo il nostro, ma fallo bene, "eticamente" come ti piace spacciare, senza "approfittare" della debolezza dei sindacati confederali, dei giornali compiacenti, della loro soggezione al tuo potere economico (quanto spendi in pubblicita'? quantifichiamo in acquisti -ops.. vendite- di societa' come Comdata Care?), dei ricatti cui e' soggetto il governo. E basta con i tuoi spot vergognosi interni. Basta



Vi allego il volantino dei Cobas.

Io spero che saremo parecchi, con un nostro spezzone nelle diverse citta', e magari, sogno, coinvolgendo i colleghi di Tim, Wind, etc.. spingendo dal basso questo fantomatico sciopero di settore.



Non arrendiamoci: la battaglia sembra persa, ma abbiamo disturbato i colossi e ancora possiamo ottenere molte cose.

Baci Bologna (e scusate la lunghezza del post)





9 BUONE RAGIONI PER SCIOPERARE

IL 9 NOVEMBRE

<< OLE Object: Picture (Metafile) >>



» SE HAI VOTATO NO nella consultazione sul protocollo del 23 luglio e vuoi scioperare contro questo provvedimento (oggi disegno di legge) che ritieni iniquo: quello del 9 novembre è l’unico sciopero che ha questo obiettivo



» SE NON HAI VOTATO perché hai ritenuto che la consultazione sindacale fosse “dopata” e consideri la vittoria del sì scontata per le modalità di gestione del voto ma non altrettanto condivisa dalla maggioranza dei lavoratori e delle lavoratrici e vuoi manifestare la tua contrarietà: quello del 9 novembre è l’unico sciopero che ha questo obiettivo



» SE PENSI CHE I GOVERNI SI GIUDICANO DAI PROVVEDIMENTI CHE PRENDONO, Se ritieni che le misure economiche e sociali di questo governo siano assai simili a quelle del governo precedente e che le condizioni dei lavoratori dipendenti continuano a peggiorare e vuoi invertire questa tendenza: quello del 9 novembre è l’unico sciopero che ha questo obiettivo



» SE VEDI SEMPRE PIU’ LONTANA E PIU’ POVERA LA TUA PENSIONE, se pensi che il protocollo del 23 luglio peggiora addirittura lo scalone anticipando al 2013 il requisito dei 62 anni, previsto da Maroni nel 2014, se trovi inaccettabile che dal 2010 sia prevista una ulteriore riduzione dei rendimenti pensionistici per tutti e vuoi dirlo a chiare lettere: quello del 9 novembre è l’unico sciopero che ha questo obiettivo



» SE NON VUOI SCALONI O SCALINI ma pensi che l’unica scala utile è la scala mobile per tutelare salario e pensione dall’inflazione: quello del 9 novembre è l’unico sciopero che ha questo obiettivo



» SE DICI « BASTA PRECARIETA’» per davvero, se sei convinto/a che il protocollo del 23 luglio non cancelli il precariato ma incentivi le aziende a utilizzare lo straordinario invece di fare nuove assunzioni con la conseguenza che aumenterà la richiesta di padroni privati e enti pubblici dello “straordinario obbligatorio”, se vuoi provare a fermare tutto ciò: quello del 9 novembre è l’unico sciopero che ha questo obiettivo



» SE FAI FATICA AD ARRIVARE A FINE MESE e sei convinto/a (come sostengono Eurispes e molti altri) che i salari italiani sono tra i più bassi d’Europa (grazie alla politica concertativa e di moderazione salariale di Cgil-Cisl-Uil che ci ha portato a questo punto), se pensi che occorra far cambiare politica ad un Governo che trova - con la Finanziaria 2008 - le risorse per concedere ulteriori sgravi alle imprese (che già avevano ottenuto una consistente riduzione del cuneo fiscale con la scorsa Finanziaria) mentre non trova le risorse per i contratti pubblici scaduti: quello del 9 novembre è l’unico sciopero che ha questo obiettivo



» SE PENSI SIA MEGLIO TAGLIARE LE SPESE MILITARI per il 2008 (oltre 23 miliardi) e trovare così la copertura finanziaria per permettere il pensionamento anticipato a tutti quelli che hanno fatto lavori usuranti e non solo a 5000 come nel disegno di legge: quello del 9 novembre è l’unico sciopero che ha questo obiettivo



» SE PENSI SIA GIUNTO IL MOMENTO DEL RISARCIMENTO delle lavoratrici e dei lavoratori per le perdite subite negli anni scorsi: quello del 9 novembre è l’unico sciopero che ha questo obiettivo



9 NOVEMBRE SCIOPERO GENERALE

dell’intera giornata per tutti i dipendenti pubblici e privati

MANIFESTAZIONI REGIONALI

Anonimo ha detto...

Fatelo voi questo sciopero
Voi che ci avete illusi dicendo che erano tutti con noi!
Basta guardare le firme dell'accordo, i comunicati stampa, le interrogazioni parlamentari.
Ci avete fatto credere che eravamo forti e che eravamo tanti...si è visto! Qualche centinaio in piazza su 9000 lavoratori.
Siete dei perdenti nati, non volete ammetterlo e adesso volete riportarci in piazza magari per fare bella figura con quei dirigenti politici che prima dovevano aiutarci e che poi hanno firmato l'accordo.
NO! NON CI STO PIU'

Anonimo ha detto...

Guardate cosa dice Alfonso Gianni di Rif.Comunista

Alfonso Gianni «… il ricorso alla cessione di ramo d’azienda ha funzionato come forma di licenziamento mascherato», secondo il parlamentare, «gli strumenti della politica per intervenire nel campo dell’economia sono stati fortemente ridimensionati nel corso degli ultimi 15 anni». «Prendendo ad esame le modifiche all’articolo 2112» afferma Gianni, «possiamo verificare come, proprio nel corso di questi anni, si è assistito ad un vero e proprio assalto estrinsecatosi con varie novazioni giuridiche culminate infine con la cd L. 30, con la quale si è reso possibile effettuare una cessione di ramo d’azienda anche senza la pre-condizione dell’autonomia di quel ramo». E’ stato dunque inevitabile in questo modo dare all’imprenditore una formidabile opportunità di operare scelte orientate unicamente al soddisfacimento delle proprie convenienze. Basta considerare infatti come le condizioni del lavoratore peggiorano sia da un punto di vista normativo sia salariale nel momento immediatamente successivo alla esternalizzazione. Il sottosegretario ha quindi ribadito che è compito del Governo superare la L. 30, in quanto risulta essere un impegno assunto dall’attuale maggioranza e riscontrabile nel programma presentato agli elettori. Dal punto di vista giuridico poi, la L. 30 si sta rivelando uno strumento debole e lo dimostrano le numerose sentenze emesse dai vari gradi della magistratura del lavoro a favore dei lavoratori ricorrenti. Per A. Gianni è doveroso procedere in una riflessione approfondita nei confronti della “madre di tutte le privatizzazioni”, quella di Telecom Italia, giudicata dallo stesso una pessima manovra che ha prodotto una serie innumerevole di fenomeni negativi, da quelli più eclatanti recentemente saliti alla ribalta della cronaca a quelli meno noti, ma non per questo meno angosciosi, rappresentati dall’esternalizzazzioni e dalla conseguente potenziale perdita del posto di lavoro.

E POI HA FIRMATO IL NOSTRO ACCORDO!

Complimenti amici del NO vi siete messi in buone mani.....

M(BO) ha detto...

Cosa vuol dire la frase "Complimenti amici del NO vi siete messi in buone mani..."?

In che mani ci saremmo mai messi?
Ci siamo messi nelle mani di chi ha votato SI'. Perchè pensi che ci siamo messi nelle mani di Alfonso Gianni, scusa? Che dinamica hai in testa, che ruolo ha per te il ministero in una trattativa tra azienda e sindacati?

Dispiace che sia impossibile leggersi sempre tutto il blog per confutare le sciocchezze che vengono scritte in questi commenti; questa è la democrazia e, pur dolorosamente, fra gli strafalcioni di chi si sente in dovere di aggiungere qualcosa purchessia, aiuta a crescere. Sia chi vota NO, che chi vota SI'.
C'è un po' di confusione nella testa di chi da un mese ha cominciato a interessarsi di sindacato, politica, leggi... Tutto OK, non è mai troppo tardi ed è sempre positivo, e mi fa piacere che la persona qui sopra abbia finalmente cominciato a leggere giornali.

Così questa confusione, questa "crisi di crescita", adesso addirittura fa pensare che l'accordo non sia stato firmato da azienda e sindacati ma da Alfonso Gianni, sottosegretrio che non sarà un genio (infatti proprio come te, amico del SI, ha giudicato questo accordo il migliore possibile) ma che certo non ha deciso un bel niente in questa storia.
Se davvero lo pensi, commentatore delle 15.38, ti dico una cosa di te che forse non sai: sei della Cisl.

La Fistel Cisl, nella persona del funzionario Grignanin, a Bologna sta provando dall'inizio di questa storia a strumentalizzare la battaglia che molti lavoratori stanno facendo per convincere il sindacato a cambiare rotta. Con il sorriso sornione di chi pensa "Fiuuu, ce l'hanno solo con la Cgil", Grignanin aspetta il finale dei nostri inutili show assembleari per una delle sue solite boutades: "i soldi ve li dà Rifondazione", "ditelo chi siete" e cose del genere.

Grignanin, pensi davvero che ci sia più gente che si vergogna di stare in mezzo ai comunisti che gente che si vergogna ad andare su un pullman organizzato dalla Cisl?

Anonimo ha detto...

... per non essere strumentalizzati da nessuno, noi lavoratori di bologna ci incontreremo in una saletta condominiale (affittata) per discutere dello sciopero del 9 senza cobas e rifondazione, ma liberi di decidere come abbiamo sempre fatto, al contrario di ciò che si dice da certi loschi figuri...
noi siamo lavoratori liberi e pensanti!

Anonimo ha detto...

per anonino 15.06
sono di ivrea. ho votato no. ho fatto campagna informativa per far capire la debolezza e lo schifo dell'ipotesi. aderiro' allo sciopero del 9 e andro' fieramente e convintamente alla manifestazione.
tu rimani a casa, continua a dire che non abbiamo fatto proproste, che ti abbiiamo illuso ecc ecc ecc. sono solo cazzate da bambina/o viziato che non sa cosa voglia dire lottare per il proprio futuro, assumersi la responsabilita' di prendere posizione. hai fatto una scelta, vile e perdente, non addossare a noi la colpa.
abbiamo la schiena dritta. da domani lottereno solo per noi. faremo le cause, non cercheremo piu' di far capire cosa e' meglio fare secondo noi, cosa ci e ti tutela di piu.
abbiamo tenuto testa all'azienda, non ci siamo risparmiati ne' in tempo ne' in energie, ma tanti, come te, hanno preferito mettere la testa sotto la sabbia e il sedere bene in alto a disposizione di azienda e sindacato.
siate contenti e godetevi il risultato.
noi sapremo cosa fare...non veniteci piu' a cercare. non ho, non abbiamo piu' tempo per voi.

Anonimo ha detto...

Sveglia!!
Siamo stati usati per riempire la piazza con rifondazione e cobas !

E finita la festa gabbato lo santo!

Anonimo ha detto...

Hai ragione, qui con il nostro culo ci hanno giocato in tanti, forse troppi.
Io a roma sono andato, ma il 9 non mi fottono più
NAPOLI

Anonimo ha detto...

x il colegga di bologna che ieri chiedeva la comessa.....hai indovinato da solo ierie.E.care!ho finito!

Anonimo ha detto...

ragazzi cerchiamoci un altro lavoro
prima che ci inculino

Anonimo ha detto...

dobbiamo tutti andare allo sciopero il 9 almeno quelli che hanno votato di no è il minimo non ci arrendiamo chi vuole aderisce gli altri lumaconi stanno bene al loro posto credo come sempre.... come hanno votato si..... come non hanno fatto una manifestazione.contro questo schifo

Anonimo ha detto...

Bravi... sarete in tanti!

Anonimo ha detto...

"Sveglia!!
Siamo stati usati per riempire la piazza con rifondazione e cobas !
E finita la festa gabbato lo santo!"

Ma non ci hai mai pensato che forse volevamo riempirle le piazze?! Io non mi sento usato perchè ho deciso liberamente, come liberamente gli altri hanno deciso di entrare...
Il tuo pensiero è quasi offensivo per chi come me ha deciso di aderire alla lotta e andare in piazza, non mi sento usato ne perdente, ma unito a tutti gli altri che credono nella battaglia e non nella rese (la resa diciamocelo pure è solo la scusa per tirarsi indietro)... 2 scioperi sono costati soldi e fatica e capisco che chi non ha dei principi forti si arrende e dice che si è stati usati, troppo comodo...
Il mio comunque non è un attacco a te ma è solo il mio libero pensiero...

Anonimo ha detto...

non gli rispondere nemmeno scusa...tu credi che è un collega??ma non vedi come cerca di provocare con i suoi post...evidentemente fai solo questo il giorno???noi lottiamo per un nostro diritto di lavoratori cacciati via dopo che hanno fatto tutto di nascosto continua a scrivere la gente ha il cervello da evitare persone come te .

Anonimo ha detto...

x 15.06

voi chi scusa?

guarda che al tavolo ci sono andati i sindacati e mica i COBAS.

lo sciopero di Roma è stato organizzato dai COBAS e dai lavoratori.

percio perche dici cazzate?

se allo sciopero di Roma non ci volevi venire nessuno ti ha costretto, io ci sono andata e mi sono pure fatta 1000 km non perche mi hanno detto andiamo che siamo in tanti, ma perche sapevo che una persona in piu avrebbe aiutato .

perche ci credevo e ci credo che l unica nostra possibilita e l opinione pubblica e il Governo.

che non varera una modifica in due mesi, ma di certo non puo rimanere insensibile ancora x molto, soprattutto dopo lo sciopero che faremo il 9 novembre.

ti ricordo che lo sciopero del 9 non e lo sciopero Vodafone con pic nic sotto le prefetture, ma è uno sciopero a cui parteciperanno tanti precari!

TU SE UN PRECARIO CARO MIO! ED E ORA CHE TE LO FICCHI IN TESTA!

fatti raccontare le storie di qualcuno e cosi, invece che criticare, ti darai da fare, per aiutarti e aiutarci a cambiare quest Italia.

dalla poltrona sicuramente non potrai fr altro che accrescere la tua rabbia MA NON AVRAI FATTO UN CAZZO per meritarti qls se noi ci riusciremo!

Anonimo ha detto...

Sciopero generale,rischio trasporti
9 novembre:fermo anche pubblico impiego

Dalle ferrovie al trasporto locale, dal pubblico impiego alle aziende private, fino alla scuola. Si preannuncia un difficile 9 novembre a causa dello sciopero generale che rischia di paralizzare mezza Italia. Stop di 24 ore per trasporto locale e amministrazioni, mentre il personale del trasporto ferroviario sarà fermo dalle 9 alle 17. Disagi anche per chi viaggia in aereo. E altre agitazioni sono previste nelle prossime settimane.

Per il trasporto locale e il pubblico impiego, l'agitazione è stata indetta dai sindacati RdBcub, Cub, Confederazione Cobas, Cib Unicobas, Slai Cobas, Al Cobas, Usi Ait e Sdl Intercategoriale. Sempre il 9 novembre, chi viaggia in aereo dovrà fare i conti con uno sciopero dei lavoratori Eurofly (ore 12-16) e Alitalia (ore 10-18 indetto da Cisal Assovolo e ore 10-14 indetto da Uilt).

Ma a novembre, gli scioperi non finiscono qui. Sono previste inoltre altre quattro giornate di protesta: per l'8 sono in programma 24 ore di stop per il personale del trasporto marittimo, il 16 e il 19 invece sarà la volta dei Vigili del Fuoco (dalle 10 alle 14). Infine, il 22, i piloti Alitalia si fermeranno per 4 ore, dalle 10 alle 14.

Anonimo ha detto...

saranno tempi duri..e dovremo combattere per vincere.ALMENO STAVOLTA facciamolo TUTTI insieme,TUTTI I LAVORATORI d'ITALIA.

Anonimo ha detto...

chissa se le RSU si decidono a far uscire un comunicato x lo sciopero del 9 oppure il loro lavoro è finito e ora vanno in ferie

Anonimo ha detto...

Vediamo un po' cosa vi viene in mente se leggete questo annuncio :

http://lavoro.annunci.tiscali.it/?http://lavoro.t.subito.it/li?l=3&q=&c=26&ca=15_s

Anonimo ha detto...

Volevo complimentarmi con anonimo di ivrea delle 15.06,sono pienamente d'accordo con tutto quello che hai detto,
la lotta ormai potremmo vincerla solo noi che crediamo fermamente in cio' che pensiamo ed agiamo di conseguenza,
percio',ai cari colleghi che hanno votato si e che sanno solo colpevolizzare,che hanno sempre agito nel loro interesse,mossi come burattini consapevoli e felici..bisogna ricordare che tutto quello che hanno,che perderanno e che riguadagneranno,sarà soltanto merito di noi tutti che,dopo aver speso soldi,tempo,salute,continueranno a camminare a testa alta per aver contribuito positivamente al futuro dei nostri figli,ma soprattutto fieri di aver protetto cio' che hanno costruito con fatica e lotta i nostri genitori!!

Anonimo ha detto...

Ve lo riporto l'annuncio comparso su TISCALI perche' il link non va' :

Hr manager settore telecomunicazioni
Questo è un annuncio di un'azienda.

Inviato da randstad italia spa 31 ott, 16:03.


Orario: Full time Contratto: Tempo indeterminato

RANDSTAD ITALIA SPA, AGENZIA PER IL LAVORO, STA CERCANDO UN HR MANAGER PER CONTO DI UNA PRESTIGIOSA AZIENDA OPERANTE A NAPOLI.
LA RISORSA GESTIRA' UN TEAM DI 90 RISORSE GARANTENDO IL RISPETTO DI OBIETTIVI E FATTURATO.
SI RICHIEDE ESPERIENZA IN ANALOGA MANSIONE; DOTI MANAGERIALI E DI DI LEADERSHIP. SI PREDILIGE LA PROVENIENZA DAL SETTORE TELECOMUNICAZIONI.
SI OFFRE CONTRATTIO A TEMPO DETERMINATO; LIV. QUADRO; RAL: DAI 35.000 AI 45.000 € ANNUI.

LE CANDIDATURE VANNO INOLTRATE TRAMITE E-MAIL AL SEGUENTE INDIRIZZO: napoli.porzio@it.randstad.com

Anonimo ha detto...

RAGAZZI CREDO DI AVERE UN AMMIRAORE SEGRETO SUL BLOG CHE LEGGE TUTTI I MIEI POST CARO ANONIMO MI DICI CHI SEIIIIIIIIIIIIIIIIIIIII ??'E XCHè LEGGI I MIEI POST DI MAMMA VODAFONE???

Bartolomeo ha detto...

Per le cose da fare:
1) impariamo a volare da soli, possiamo realizzare qualunque cosa, purchè lo vogliamo.

2) Dobbiamo coordinarci, tutte le zone dove ci sono Lavoratori che vogliono continuare seriamente la lotta (possiamo fare e ottenere ancora molto), devono organizzarsi tra loro e scegliere alcuni nominativi che faranno da contatto con tutti gli altri di Italia. Scambiamoci indirizzi privati e numeri di telefono (la mia mail è Bartolomeo.Cobas@gmail.com).

3) Lo sciopero generale del 9 novembre: diamogli grande forza e facciamo risaltare ancora anche il caso Vodafone.

4) il 10 novembre, assemblea nazionale di settore: arricchiamo questa assemblea con più territori possibile; lì dove si dovessero avere difficoltà ad essere fisicamente presenti per un problema di lontananza, sentiamoci e troviamo soluzioni alternative.

5) in poche parole, creiamo un nostro movimento, diventiamo QUELLI CHE LE ESTERNALIZZAZIONI LE BOCCIANO, NON LE ARMONIZZANO!

6) In questo movimento saranno ben accette solo persone propositive, tenaci, attive, concrete.

7) Per i disfattisti, pessimisti, passivisti: lasciate stare, non perdete tempo a provare ad aiutare l'azienda contrastando la creazione e le azioni di questo movimento, saremo costituiti da gente di cui al punto 6, il che vuol dire: non vi consideriamo nemmeno!

Infine, domani VOTO NO!

Anonimo ha detto...

Ma il TEMPO DETERMINATO del manager HR per Napoli quant'è?

Più o meno 7 anni????

Anonimo ha detto...

Bart come sempre sei un grande!!!!in questi pochi momenti disponibili ( i miei figli dormono)ho la possibilita' di aggiornarmi su quello che accade,anche se in questi gg.non sono stata fisicamente presente al lavoro....la cosa sicura e'che tu sei una certezza...ci sei sempre e con mio grande piacere ti ritrovo anche qui!ho risposto alla collega di ivrea,mi sembrava doveroso..sempre a lei dico...domani noi abbiamo Bart...stai pur tranquilla!!!
STANNO PROVANDO IN TUTTI I MODI A TOGLIERCELO...NOI CE LO RIPRENDEREMO,con tutti i mezzi,come ci riprenderemo tutti gli altri 913 colleghi,proprio perche' siamo persone propositive, tenaci, attive e concrete come lui!
gio'

Continuiamo a lottare ha detto...

Un po' di cose:
Automoderiamoci un poco: evitiamo di insultarci tra di noi volgarmente.
La posta in gioco e' tanta, ma credo che le ragioni di un SI (per quanto anche secondo me sbagliate) sono diverse da quelle di un Krumiro (Ops.. Miceli si stara' offendendo!).
Continuiamo a lottare. Le strade possibili perseguiamole.
Diffide.
Sciopero del 9.
Ricorsi alla magistratura, se fattibili.
Continuiamo.

Voglio dire una cosa anche ai "ho scioperato inutilmente".
Mai inutile.
Supponiamo per assurdo
-e' la frase fatta di alcune dimostrazioni matematiche-
che la partita fosse gia' venduta
-lo so che non e’ ipotesi assurda-,
ebbene gia' solo le nostre mobilitazioni han costretto i "firmatari"
a pubblicizzare delle gran garanzie.
Si, si, son tutte false
-a partire dal punto 1 delle premesse dove si dichiarerebbe una forte opposizione alle esternalizzazioni, e dove invece c'e' giusto un debole parere negativo-
ma han dovuto spendersi non poco per colorarle: le dichiarazioni sui 7 anni, sulla "piena stabilita' occupazionale", tutte cose che una mobilitazione piu' scarsa comunque non avrebbe ottenuto.
Poi Vodafone e Comdata continueranno comunque la loro ristrutturazione, ma a costi economici e di immagine ben piu’ importanti.

Ma noi non vogliamo questo accordo.

E le premesse per "abrogarlo" ci sono.
E i "buchi" dell'accordo, se riusciamo a pubblicizzarli (e qui un grazie a Piccioni che ha fatto un ottimo articolo), possono essere la leva con la quale annullare la svendita e mandare a casa qualche dirigente sindacale che non sa scrivere, non sa leggere, e che pensa di essere circondato da delle capre.
Continuiamo.
Ogni cosa buona che possiamo fare aiuta la nostra causa e complica i piani di lor signori per il futuro.
Ciao

Anonimo ha detto...

Il mio licenziamento non si VOTA.
Le VOTAZIONI (farsa) servono a legittimare l'accordo.
L'accordo serve a dare una sponda legale alla cessione.
Quindi, nessun accordo durante e dopo.
Senza le DIFFIDE si pregiudicano i ricorsi ed è certo il licenziamento.
Con le DIFFIDE resta aperta la possibilità di vittoria.
Il resto sono chiacchere e imbrogli.
Solo con l'estromissione dalla partita dei sindacati è possibile porre le basi per proseguire.
Questo accordo è una condanna certa alla perdita del posto.
Forza! almeno 458 diffide e si parte!

Anonimo ha detto...

Esulta il sindacato con toni entusiastici, il sindacato che ci ha "venduti" rispettando i tempi che voleva l'azienda, con le modalità che voleva l'azienda!
Con votazioni "anomale" tipiche di una dittatura!

Il nostro precariato la crea il sindacato amico del nostro nemico!!!

Anonimo ha detto...

Proposte:
Io non sono tra i 914 esternalizzati: suggerite di inviare lo stesso documento di diffida? O qualcuno ha previsto delle righe diverse?
Il 9: facciamo tam tam fra di noi e con gli altri call center; qualcuno ha contatti in Tim, Telecom, Wind, etc? POssiamo comunicare il link a questo blog e a quello "sorello" che ha discussioni analoghe?
Proviamo a fare spezzoni Vodafone o addirittura Tlc nei cortei?

Chi ha competenze giuridiche o contatti con studi legali, puo' valutare:
se nell'accordo possono esserci dei punti che ne determinano la non validita'?
se le molte balle dette nelle assemblee e nei comunicati da parte delle strutture sindacali possano essere spedite ai mittenti con gli interessi?
se quanto fatto nel voto di mandato ad Ivrea e Napoli, e poi nel voto definitivo di Ivrea sia impugnabile?

E poi, se queste informazioni si stanno raccogliendo valuteremo come condividerle. A me interessa intanto sapere se lo stiamo facendo.
Ciao, Bologna

Dragon ha detto...

napoli ha terminato:

votanti 74
schede nulle 1
No 62
Si 11

Anonimo ha detto...

http://www.marxismo.net/content/view/2504/191/

e

http://www.portel.it/news/cronaca/11-2007/esternalizzazione-vodafone-l-accordo-e-fatto.html

bisogna continuare

MR

sulpo ha detto...

Sarebbe il caso di ritrovare un'unione fra noi lavoratori; senza la quale è del tutto inutile sperare in qualcosa di diverso da quello che sta accadendo.

Dato che il vero avversario, il mondo imprenditoriale, non ha forma, non ha persona, ho visto persone scagliarsi contro chi non era daccordo sull'accordo.

Forse non dovremo approcciarsi a questi argomenti con la stessa superficialità e la stessa veemenza di quando si parla della Roma e della Lazio.

Per quale cazzo di motivo mi dovete far ripensare ai Promessi Sposi (Manzoni), che mi sta ampiamente sulle palle, all'episodio di Renzo che porta le galline, e queste si beccano fra di loro!?
Penso che molti lo conoscano, fa parte dei primi capitoli, che a scuola si fa sempre in tempo a leggere.

Una cosa è certa: El pueblo unido jamás será vencido

unido, appunto.

Cose buone a tutti.

Anonimo ha detto...

406 SI
303 NO
3 NULLE
7 BIANCHE
--------------
719 TOTALE

DOVE SONO ANDATI A FINIRE GLI ALTRI 195 ESTERNALIZZATI CON DIRITTO DI VOTO????

Anonimo ha detto...

MAGARI HANNO GIA' SPEDITO LE DIFFIDE E NON SI SONO FATTI PRENDERE IN GIRO :)

Anonimo ha detto...

anonimo 1427
BELLA DOMANDA!!! LO VOGLIAMO CHIEDERE AI SINDACATI, GUINDANI E CO.
FORSE CHE FORSE PENSAVANO DI BUTTARE DENTRO QUALCUNO ALL'ULTIMO MOMENTO???

Anonimo ha detto...

Infatti nell'ANSA titolano: Sindacati, maggioranza lavoratori coinvolti ha aderito.
Quello a cui puntavano era legittimare il colpo di mano, poi il risultato non conta, si può sempre "sistemare".
DIFFIDE SUBITO!

Anonimo ha detto...

ok per le diffide ..ma qua ci vogliono mail e proteste inviate a tutti i mass media, governo, trasmissioni televisive, giornali e co..
tutti devono sapere, la pubblicita' negativa fa molto..

Anonimo ha detto...

dragonnnnnnnnnnnnnnnnnnnnnnnnnnnnnnnnnnnnn sei vivo ??pechè ci sono 11 si???????????????'

CresceNet ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
Dragon ha detto...

ci sono Tl e manager + 4/5 persone che la pensavano diversamente da noi perche` appartenenti alle sigle sindacali che hanno firmato l`accordo.Noi siamo pienamente soddisfatti dell`esito della votazione.E ora siamo gia proiettati verso lo sciopero.

rox ha detto...

volete vedere che i mancanti 195 spunteranno da qualche parte e si tramuteranno in altri SI?

Dragon ha detto...

potremmo sempre trasformarli in NO!
se solo alzassero il culo dalla sedia e andassero alle Poste a fare la raccomandata!Cosi` si che ci sarebbe un bel colpo di scena!

Soby ha detto...

io il 03 e anche oggi, ho mandato mail all' ansa per intimarli di cambiare il titolo della loro notizia, altri miei colleghi lo hanno fattO. non va bene che scrivano: Vodafone si alla cessione, va rettificato che il si è all' arminizzazione, va sottolineato come hanno ottenuto questo accordo e le modalità discutibili del voto e va , a questo punto ricordato che hanno reso noto il 02 Novembre che era uscito SI all ' accordo ( anzi hanno scritto si alla cessione !!!) quando ancora doveva essere terminata la votazione!!!Per chi vuole, l ' ind. mail della redazione ansa è:redazione.internet@ansa.it.In nome di una informazione giuta corretta e trasparente!!Non facciamoci continuare a passare sopra da chi detiene il pòotere !!!

UNA CHE NON CE LA FA PIU' ha detto...

Prendo questo blog come valvola di sfogo.
Sono profondamente amareggiata, ed ho questo rospo che dal 14 di settembre non va giù... mi ha risucchiato di ogni energia, ha colorato di nero ogni mia singola giornata, ha reso tesi i rapporti con mio marito, ed ha aumentato il mio nervosismo anche con mio figlio...
Ho lottato con tutte le mie forze per far ragionare la gente, e non perchè volevo inculcare quella che era la mia idea altrui... volevo solo che pensassero in termini pratici e con obbiettività a quello che stava succedendo... Questo non è successo... hanno preferito ascoltare quello che velatamente (ma non troppo) veniva imposto dall'azienda, per arrivare al punto in cui siamo...E' passato l'accordo, ed è cominciato lo smantellamento...
Non parlo solo di tutto quello che di rosso vodafone c'è in area, ma parlo anche dei rapporti tra colleghi.
Bisogna stare sempre attenti a quello che si dice, o a quello che si pensa perchè loro lo sanno... e puntano il dito ogni volta che gli viene richiesto.
Mi sento impotente di fronte ad un sistema che favorisce sempre di più il soppruso, il lucro, e l'ingiustizia a scapito di quelli che hanno fatto dell'onestà e del diritto una ragione di vita... come me...e puntualmente devo fare capo alla sconfitta... perchè non c'è giustizia a questo mondo.. perchè bisogna essere cattivi, egoisti ed arrivisti per restare a galla... ed io non ce la faccio più... voglio andare a fondo.. vorrei urlare tutto il mio dissenso verso tutto, vorrei avere la forza di gesti eclatanti e rappresentativi, ma la mia responsabilità di madre me lo impedisce..Servirebbero oltretutto a ben poco e tutto continuerebbe a procedere per la stada intrapresa..
E' da una vita che e così.. ed io non ce la faccio davvero più..non ce la faccio davvero più... più.. Sono stanca di tutto e di tutti. Non posso sperare neanche in una giustizia divina perchè sono atea... Cosa mi rimane? Un copione da recitare.. fino al chiudersi del sipario. APPLAUSI!

rox ha detto...

x dragon: per quanto mi riguarda ho gia provveduto ad inviare le raccomandate a TUTTI gli indirizzi indicati ed a tutt'ora non ho ricevuto la ricevuta di ritorno...mi puzza qualcosa anche perche su 914 non tutti hanno votato mi pare...possibilita di brogli? qui gatta ci cova...

lolandesina ha detto...

Urgente per Una che non ce la fa più delle 18,15.
Non puoi scrivere che non ce la fai più già adesso, ancor prima di essere ceduta!! Non è tempo, nè luogo.....adesso devi alzare la testa e cercare la forza per reagire guardando tuo figlio, parlando anche per ore con chi sta male come te, se questo serve a farti star meglio. Quello che vogliono è annebbiare la ns forza di volontà facendoci schiacciare da queste azienducole di merda.....
Dai, sei mamma di un bimbo piccolo sicuramente, vuoi insegnare a tuo figlio la bellezza di una battaglia per la tutela dei propri diritti o vuoi farti vedere distrutta da una legge sbagliata e applicata pure illegalmente??? Non credo proprio che tu voglia questo, stiamo lottando (io da anni) per creare un mondo migliore per noi e se non facciamo in tempo, per i nostri figli. Ce la facciamo, devi solo convincerti che questo è il primo set.....la partita non è ancora iniziata, conta le diffide prima di abbatterti....aspetta la cessione e impugna ancora l'atto......scrivi raccomandate ogni volta in cui non ti danno ciò che devono, appena avuto l'atto di cessione richiedi immediatamente tutto ciò che è previsto, fino alla penna, non esitate e chiedere tutto ciò che era vostro in Vodafone. Non puoi mollare ora che siete agli inizi, sfogati pure ogni volta che credi, su questi blog o se vuoi anche in privato, ma NON PERDERE LA FIDUCIA......è un ordine!!!!
Un abbraccio da una mamma pazza di 2 bimbi, che era con voi il 20 ad urlare in piazza....

Una che non ce la fa più ha detto...

GRAZIE PER LE PAROLE DI CONFORTO LOLANDESINA...
Non mi abbattto, ma la situazione a >Padova è davvero pietosa... siamo i 16... Ti rendi conto 16 su 148.. una goccia in un mare.. Io non mi piegherò mai.. ma ti giuro che non è facile.. ho votato no, ho fatto diffida e vado avanti, ma è dura...

rox ha detto...

X Una che non ce la fa più delle 18,15: ciao sono un tuo collega di Napoli, non devi assolutamente mollare (cosi come tanti di noi) abbiamo una dignita da difendere, un lavoro che non puo' e non DEVE assolutamente piegarci e intristirci; i colleghi che hanno votato SI probabilmente non hanno capito (e, forse, non capiranno mai) tutto cio' che sta dietro a quell'accordo che giudicare penoso e' fare un complimento... siamo NOI e dobbiamo combattere sino in fondo..

lolandesina ha detto...

Non sono venuta alla vs assemblea a Padova a causa di un infortunio e mi è dispiaciuto un sacco.....
Io non sono nei dintorni ma sono sempre vicina a voi, in qualsiasi momento, se chiedi alle CETS il mio indirizzo di Email sarò felicissima di aiutarti a trasformare i 148 no in ni....li sommergeremo di così tante sentenze e informazioni che per forza di cose dovranno accettare un altro punto di vista!

rox ha detto...

mai mollare mai....via tutta questa gente sindacalista-filoaziendalista-emiliofedista, sono tutti sporchi ed inutili..

una dei 16 di padova!! ha detto...

Ciao una che non ce la fa piu' ,
non mollare.
Sono una dei 16 a casa in maternita'.
Pensa ,solo per essere donna e avere dei figli ti sbattono fuori da una azienda che pure non e' in passivo!!
Leggi l'accordo del 16 dicembre 2004 di cui vodafone si e' vantato tanto..tutto per le pari opportunita'..alla fine le donne devono stare a casa a fare la calza mi sembra chiaro,no?
Non mollare e non lasciare che vodafone distrugga la tua sfera privata.Non glielo permettere!!!
a proposito vado a fare la pappa ai miei angioletti...un abbraccio e ci vediamo presto!!

Anonimo ha detto...

basta ragazziiiiiiiiiii è diventato un mortorio cribbio se ci arrendiamo adesso è finita sveglaiteviiiiiii ma dove sono finiti ivrea e bolognaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa alloraaaaa???? nessuno parla tutti zitti tutto va bene nessuno è incaxxato???se me lo dite ripasso tra un mese a trovarvi via col lo sciopero del 9 intanto organizziamoci!!!

federico ha detto...

Ebbene si,

sembrerebbe che a Roma sia arrivata la prima lettera che avvisa che lunedì si va a COMADATA!

Anonimo ha detto...

ma va??????ma che sei sceso dalle nuvole???

Dragon ha detto...

Ragazze,sono proprio queste le parole che mi piace leggere, e' proprio questa l'energia che noi richiediamo alle persone che vogliono unirsi a noi per lottare fino all'ultimo degli ultimi atti che compongono questa sceneggiata fatta di imbrogli e false vittorie.
Un giorno probabilmente chi oggiicrede di aver vinto tornera' a cercarci per chiedere copia di qualche sentenza anche a noi.Per ora ringrazio come sempre lolandisina.
Capisco come possa essere dura trovarsi per tante ore al giorno circondata da persone che non la pensano come te e che davvero sperano di essersi bene o male salvate.Ma per 16 persone non e' cosi' ed io sono certo che voi 16 diventerete a breve un punto di riferimento per tutte le altre!..di questo sono convinto ma non dovete mai mollare.
Io non tollero questa indifferenza ed e' per questo che ce la mettero' tutta per provare coi FATTI che non bisogna mai credere alle parole,soprattutto se pronunciate da un colosso che vuole sbarazzarsi di te.
Inviate le diffide tutti.E se ci credete,non abbassate la guardia e non perdete colpi perche' ci serviranno.
In comdata avremo la fortuna di sentirci piu' uniti di quando eravamo vodafone perche' non sarete piu' solo in 16 e nemmeno sarete solo 148 ma saremo almeno 300 e destinati solo a CRESCERE.
Troveremo (o chiederemo a red rep) di avere un forum piu' grande e magari condividerlo coi colleghi di altre aziende di telecomunicazione.TIM,WIND,TELECOM,TELE2,Vodafone (tutti quelli che restano)e condividere anche file o documenti.Ripeto,visto come stanno le cose e qual'e' la politica delle aziende,possiamo solo CRESCERE.
Fino ad un mese fa erano pochissimi i colleghi che avevano rapporti con colleghi di altri call center invece ora siamo diventati una FORZA sparsa a macchia d'olio su tutto il territorio.e il giorno 9 possiamo di nuovo dire che tutto questo non ci sta bene

per Rox
le ricevute arriveranno e se non dovessero arrivare faremo un esposto.

Anonimo ha detto...

VERAMENTE LE HANNO SPEDITE OGGI NON è VERO ARRIVANO DOMANI E MERCOLEDI CON RACCOMANDATA A CI è ARRIVATA??? OGGI PURE LA SEDE SONO ANDATI A VEDE!IO SE TROVO QUALCUNO DOMANI CI VADO A FARE UN SALTO!!!
DA LUNEDI è UFFICIALE SIAMO IN cOMDATA !!

Anonimo ha detto...

evviva..che culo

D

Anonimo ha detto...

GRAZIE DRAGON LO SO!
BOLOGNA MI DEVO SPIEGARE DOVE CAVOLO SO' FINITI ....SVEGLIA????FATE LO SCIOPERO OPPURE NO??

federico ha detto...

Da i dati presenti su vodafonepeople su 914 hanno votato "solo" 707 pari al 77,35%.

Ma se le altre percentuali le riferiamo a 914 (e non a 707) esce che:

SI = 406 voti = 44,42%

NO = 291 voti = 31,84%

i non votanti = 207 = 22,65%

ora premesso che non si è arrivato neanche al 51% dei lavoratori e calcolando che la differenza tra i NO e i SI è solo del 12,58%...

...il 22,65% di quelli che non ha votato farebbe sicuramente la differenza (per il SI o per il NO si intende) ma comunque una cosa così importante dovrebbe comunque essere approvata dal 51% degli impattati.

Dragon ha detto...

beh che dire...IMPECCABILE
andiamoci a prendere questi voti!

Anonimo ha detto...

SCUSA TANTO FEDERICO MA A CHI è ARRIVATA QUESTA LETTERA AL CREDITO X CASO??SI VOCIFERAVA COSI MA è STATA SMENTITA LA COSA DOPO

Anonimo ha detto...

da lunedi in comdata???????????????????? ma come fate a dirlo?

rox ha detto...

questo calcolo dei voti mancanti mi puzza di schifoso imbroglio bello e buono.. da denuncia penale..mancano una miriade di voti!!

Anonimo ha detto...

AHAHAHHA DOBBIAMO RIDE?????CMQ NAPOLI è STATA PROPRIO IN GAMBA...SE MAGARI PURE A ROMA ERANO COSI SVEGLI E VOTAVANO SOLO 11 SI MA ALLA FINE IL VOLTAFACCIA TE LO FANNO SEMPRE!!!

Anonimo ha detto...

AHAHAHHA DOBBIAMO RIDE?????CMQ NAPOLI è STATA PROPRIO IN GAMBA...SE MAGARI PURE A ROMA ERANO COSI SVEGLI E VOTAVANO SOLO 11 SI MA ALLA FINE IL VOLTAFACCIA TE LO FANNO SEMPRE!!!

federico ha detto...

Io ho detto sembrerebbe...

ma se l'urlatrice è più aggiornata allora mi fido di quello che dice lei!

Anonimo ha detto...

MA INFATTI PARTONO DOMANI!PURE A ME ARRIVA NON MI LASCIANO SCAMPO!MA TANTA GENTE CHE STAVA SUL BLOG è PROPRIO SPARITA...VABBè CHE è UNA FACCENDA IMPORTANTE PROPRIO PER QUESTO DOVREBBERO FREQUENTARLO ...QUI NON FREGA NIENTE A NESSUNO

Anonimo ha detto...

QUI NON C'è SOLUZIONE SE LE PERSONE NON VENGONO NEL BLOG FEDERICO DOBBIAMO FARE QALCOSA HAI CAPITO????

lolandesina ha detto...

Per Dragon e Rox e anche per tutti gli altri.....se andate qui: - http://www.poste.it/online/dovequando/controller?action=start&subaction=raccomandata
inserendo il codice a barre e la data di spedizione potete verificare immediatamente se la vs raccomandata preziosissima è stata recapitata e quando!!
Basta un minuto....se entro un mese poi non vi arriva la ricevuta di ritorno andate all'ufficio postale con la ricevuta vs e la stampa del sito "dovequando" delle poste e richiedete un duplicato della ricevuta di ritorno, lo fanno al momento !!!
Besos

Anonimo ha detto...

IO NON POSSO MANDARE AVANTI UN BLOG DA SOLA QUINDI ME NE VADO
X FEDERICO SEI COERENTE DALL'INIZIO ALLA FINE BRAVO ORMAI NON MI MERAVIGLIO PIU' CONTINUA COSI...
PER DRAGON SCORDATI LA MIA E.MAIL ....
CIAO VADO A Fà UN GIRO LO PREFERISCO

federico ha detto...

Ah, la tecnlogia!

La adoro!

:-D

federico ha detto...

Ciao urlatrice ci sentiamo domani!

Anonimo ha detto...

X FAVORE FEDERICO POI NON LO SO ' COSA SCRIVOOOOOOOOO QUINDI X FAVOREEEEEEEEEEEEEEEEE!!!

Anonimo ha detto...

Ciao Urlatrice (anche se non mi piace definirti tale)...

Non penso che le persone che venivano sul blog siano sparite, credo piuttosto che stanno elaborando il "lutto" del sì.

Vedrai che pian pianino torneranno tutti capendo che la nostra non è stata una perdita e che abbiamo ancora tante carte da giocare.

Il 9 ci sarà lo sciopero a cui parteciperò, domani farò il mio primo consulto con un legale e a breve spero mi arrivino le ricevute delle 6 raccomandate inviate.

Per il momento sono in ferie ma ancora non ho ricevuto la conferma della mia cessione e nessuno mi ha chiamato per andare a firmare il
"contratto".

Concludo richiedendoti di non andare, a tutti richiedo di non andare, NOI abbiamo bisogno di tutti NOI!

MR

Anonimo ha detto...

MR GRAZIE TANTE NA IO NON VADO VIA PER I RAGAZZI ANZI IO PER LORO CI SONO SEMPRE E LOTTERò SEMPRE CON TE E LORO ...VUOL DIRE CHE IN QUESTI 2 MESI NON SONO PASSATA INOSSERVATA NON ME NE POSSO ANDARE... NON CI RIUSCIREI STò CON VOI FIGURATI E SONO CONVINTA ANCHE IO CHE TRA UN Pò TORNERANNO I VECCHI RAGAZZI PER CONTINUARE A LOTTARE!!!! VADO VIA SOLO PER FEDERICO E DRAGON LORO SINCERAMENTE MI HANNO STUFATO!MA CI SARò SEMPREEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEE COME L'INIZIO!GRAZIE MR DI NUOVO

Anonimo ha detto...

ma i bolognesi dove sono finiti???
FATTE LE VOTAZIONI FINITA LA LOTTA??
VERGOGNA...

Anonimo ha detto...

dragon rox e company andate a dormire, che tra poco vi tocca lavorare.

Dragon ha detto...

poi quando dico che e' FOLLE si offende pure.Notte a tutti anche se qui NULLA DORME

Anonimo ha detto...

come mai ci sono stati 11 si a napoli?

non erano tutti x il no?

PUPA ha detto...

lo facciamo uscire o no sto comunicato dello sciopero del 9?

le RSU si sono addormentate?

credono di essere superiori?

e giusto che partecipiamo e nn che veniamo a lavorare come cretini!

NOI SIAMO DEI PRECARI!

tortellini in brodo ha detto...

I bolognesi ci sono, come no!

Mercoledì 7 novembre seconda riunione degli autoconvocati, sempre in via Aimo, probabilmente in una sala più grande così ci stiamo tutti.
L'invito è aperto come sempre a tutti, come l'altra volta, dalla Cisl agli anarchici! :-)
Ovviamente al centro della discussione il proseguimento della mobilitazione - primo appuntamento sciopero generale del 9 novembre.

Bologna presente ha detto...

Ora che hai postato l'appuntamento pubblicamente c'e' pero' il caso che ci venga a trovare Grignanin (territoriale della Cisl per i non bolognesi) non pago degli insulti presi in assemblea. E io farei volentieri a meno di vederlo! :)

Tornando a cose serie: oggi c'e' stata in sala Farnese del municipio la presentazione dello sciopero:
siamo intervenuti a spiegare la nostra situazione -ma gia' la conoscevano- e a promettere la partecipazione al corteo, spero, con un gruppo nutrito di colleghi in abito classico (cartello vendesi)!
poi una collega esternalizzata di Telecom ci ha avvicinato e ci fornira'un po'di materiale delle loro vertenze sindacali, e soprattutto delle loro cause vinte o in corso. Ci aiueranno.

A noi tocca resistere, tener duro.
La battaglia e'lunga.

Bisogna salvaguardare i 914 e sara' piu' facile per quelli che mandano entro -mi pare- 60 giorni la Diffida
(direi ai SI, per coerenza, di non mandare la Diffida, e vedere se la "salvaguardia" che han votato sara' sufficiente; ma il voto e' segreto..).

Bisogna contrastare mediaticamente Vodafone e triplice che pur potenti soffrono l'offuscamento dell'immagine.

E bisogna fare modo e maniera perche' venga abrogata questa legge infame fatta unicamente per creare un vuoto legislativo che permetta il bello e il cattivo tempo alle aziende -si dice deregulation?- anche se fatta "male", tanto per cambia', perche' comunque si stan vincendo diverse cause con reintegro.

Partiamo dal 9. Poi continuiamo. Studiamo le strade giuste. Lunghe.

Certo, se ottenevamo con 2 scioperi la marcia indietro di Vodafone saremmo tutti a pensare alle ferie (a proposito "l'azienda della migliore armonizzazione" ha approfittato dell'attenzione alla vertenza per fare delle gran schifezze anche nella gestione delle ferie), ma e' VODAFONE e non torna indietro per cosi' poco.

Io dico: siamo forti e abbiamo costretto Vodafone e direzione sindacato ad impelagarsi in un inciucio che potremmo riuscire a ribaltare.

Proviamoci, insistiamo. Saluti a tutti e per i bolognesi, a Mercoledi'! ;)

Anonimo ha detto...

ragazzi ho una domanda importante, qualcuno sa dirmi
Oggi e` arrivata la mail con le info per esercitare le all shares... (quindi venderle o conservarle)...
Come dobbiamo comportarci noi interessati alla causa? Accettandole implica una conseguenza negativa ai fini della causa? Potrebbe essere considerato un "appiglio" a cui attaccarsi da parte di Vodafone?
Dobbiamo rifiutarle? Oppure essendo un diritto acquisito nel 2006 e nel 2007 e` nostro cmq e possiamo esercitarlo riscuotendo la somma in denaro che verra` accreditata nello stipendio di novembre?
Riusciamo a sapere qualcosa in merito?

Anonimo ha detto...

Che strani precari, con il grande problema di vendere le azioni o di comprarsi l'alloggio.

PRECARIO VERO !

Anonimo ha detto...

x 8.36 non centra nulla con la causa quelle ti aspettano di diritto le azioni non fare nulla e te le ritrovi in busta paga a novembre...invece se accetti il bonus di 2.000 euro non puoi fare causa ...xche` la vodafone vuole darci un bonus per i danni subiti se accetti quei soldi niente causa ...ma per le azioni non centra nulla tranquilla!

Anonimo ha detto...

ma da qualche parte c'e' scritto perche; i votanti non sono quanto i dipendenti ceduti??
dove sono finiti i colleghi?? xche' hanno dichiarato 914 invece con la somma degli aventi diritto al voto non ci troviamo per niente??

Anonimo ha detto...

ragazzi questa cosa e` grave ci arriveranno le lettere deLla cessione che non dobbiamo firmarea A cAsa....poi COMNDATA CI CHIAMERA` PER LA LETTERA DI ASSUNSIONEEEEEEEEEE COME CAXXO LA FACCIAMO CAUSA SE E` COSI.....MI HANNO DETTO SAI TU COSA FARE SEI GRANDE GROSSA E VACCINATA SE FIRMARE OPPURE NO QUANDO TI CHIAMERANNO NON C`E UN SINDACALISTA A PAGARLO OROOOOOOOOOOOOOOO OGGI!MA A UNA CESSIONE NON SI FIRMA UNA LETTERA DI ASSUNSIONE VEROOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO

Anonimo ha detto...

da quanto ho capito se ci costringono a firmare bisogna indicare "per presa visione" e poi apporre la firma.

Solo in questo modo non avvalliamo l'assunzione e possiamo andare per vie legali.

Correggetemi pure se sbaglio

MR

Anonimo ha detto...

è vero che lo schiavismo è stato abolito non si riesce a capire per quale ragione una persona debba essere trattata alla stregua di una macchina o di un qualsiasi mezzo di produzione, e quindi essere venduta.

Inoltre è nutritissima e rilevante la produzione di sentenze che vanno nella direzione di individuare l’autonomia produttiva, come requisito imprescindibile, per definire un ramo di azienda e differenziarlo da un reparto produttivo.

Quando si parla della capacità autonoma del ramo venduto, intendiamo la capacità di fare produzione, acquistando materia prima e vendendo il prodotto da e a chi vuole senza nessuna sorta di condizionamento.

Ad esempio: qualche anno fa la Fiat ha venduto le centrali termiche in vari stabilimenti. La centrale termica sta al centro normalmente dello stabilimento. E’ però molto probabile che, nonostante stia li al centro dello stabilimento, la centrale termica sia effettivamente un ramo d’azienda. Infatti: non ha rapporti diretti con i reparti di produzione, produce energia elettrica che certamente va alla produzione ma che astrattamente può anche cedere a soggetti esterni. Quindi, niente da dire.

Un ragionamento diverso deve essere fatto per il servizio di movimentazione dei materiali (per venire a un'altra grossa cessione che è stata fatta in Fiat), cioè l’attività di chi preleva materiali da reparti di produzioni, li immagazzina oppure li trasporta su altre linee di produzioni. Questo servizio si colloca all’interno di un processo che a monte e/o a valle ha necessariamente attività dello stabilimento principale e pertanto questa attività non può essere considerata un ramo d’azienda, perché essa verrebbe meno se venisse a mancare ciò che c’è a valle e a monte.

Al contrario, i trasporti esterni, quelli che effettuano coloro che portano il camion e caricano i prodotti finiti ai clienti, sono un’attività che potrebbe essere anche svolta per altri .

Probabilmente è un ramo d’azienda.

Invece in questo periodo stanno proliferando forzate vendite di settori produttivi che non sono ramo d’azienda.


Ma come dicevamo l’appiattimento dei sindacati (sia quelli governativi che quelli antigovernativi) sulle logiche padronali è sconcertante, pertanto le uniche lotte di resistenza alle esternalizzazioni si sono svolte nelle aule dei tribunali e purtroppo non sempre gli esisti sono stati quelli desiderati.


Ma al di là di queste considerazioni tecniche su cui comunque ritorneremo, visto che il governo ha dichiarato, in fase si stesura del patto per l’Italia, di voler "migliorare" la normativa sulla cessione del ramo d’azienda, vi è da registrare un deciso cambiamento nelle dinamiche che in questi ultimi anni hanno portato alla riduzione del personale nelle grosse e piccole aziende.

Infatti le procedure di mobilità, dei licenziamenti collettivi per capirci, che dopo l’emanazione della legge 223 del 91 sull’utilizzo degli ammortizzatori sociali in caso di processi di ristrutturazione hanno avuto un’accelerazione notevole, si è potuto verificare, dopo alcuni anni, ed è un dato statistico, che le procedure di mobilità erano e tuttora sono adottate principalmente da piccole e medie imprese.

Le grandi aziende praticamente non attuano quasi mai procedure di mobilità, tranne quelle che sono volontarie o quelle ( anche lunghe) che accompagnano alla pensione.

Lo strumento principe di cui le grandi aziende si stanno attrezzando a servirsi per procedere ai veri licenziamenti collettivi è proprio la cessione dei cosi detti rami d’azienda


Gli esempi che finora si sono fin qui realizzati, dimostrano tutti quanti che le aziende che hanno acquisito i cosi detti rami d’azienda dopo alcuni anni nella migliore delle ipotesi hanno dimezzato la forza lavoro occupata.

A chi va in giro a dire " … che ve ne frega se sulla busta paga avete intestazione Fiat piuttosto che Pinco Pallino o Tizio Caio " occorre dire che se è vero che al momento della cessione vengono date delle garanzie , resta da vedere cosa succederà dopo qualche anno.

Lo scenario possibile da non escludere è quello in cui l’appalto viene a cessare e l’azienda madre finisce col decidere addirittura di riprendersi le produzioni cedute utilizzando i giovani a Cfl che ritiene esuberanti negli altri reparti, abbandonando i lavoratori precedentemente ceduti alla ditta che se li è presi.

La morale non è quindi molto difficile da trarre: per quanto è possibile e sulla base dei rapporti di forza che si è in grado di mettere in campo i sindacati e le RSU hanno il dovere di respingere la manovra della vendita di rami di azienda attaccandosi anche s tutti quei cavilli legali che esistono ancora.

Non è vero che un padrone vale l’altro e che in definitiva ciò che conta è il mantenimento dei diritti acquisiti, perché se così fosse non ci sarebbe nessuna ragione per esternalizzare e scorporare; ciò che i padroni vogliono è proprio farla finita con tutti i lacciuoli costituiti da conquiste di anni di lotta dei lavoratori, e la strada che stanno percorrendo con la cessione di ramo d’azienda ha proprio questo obbiettivo.

lolandesina ha detto...

Se andate sul sito www.esternalizzati.it nella colonna a sx c'è un link "LETTERA" , è pubblicata una lettera ricevuta da un dipendente telecom ceduto: non è prevista la firma nè per ricezione nè per accettazione e viene spedita cmq a mezzo raccomandata.
L'azienda cessionaria invece la consegna pro manibus il giorno della cessione e cmq non è mai per accettazione, molti hanno rifiutato di firmare anche la ricezione, ma non è rilevante, firmarla per ricezione non significa accettare la cessione.
Cmq non è una lettera di "assunzione" ma una comunicazione in cui l'azienda cessionaria vi informa di aver acquisito il ramo di azienda a decorrere dal xx.xx.xxxx e che la cessione è avvenuta ai sensi dell'art. 2112 e quindi senza soluzione di continuità.
La legge non prevede il consenso del lavoratore in caso di cessione per questo non avrete una lettera da firmare per accettazione. Il consenso del lavoratore è previsto solo in caso di "esternalizzazione" di servizi.Infatti tutti i giudici ordinano il reintegro dei lavoratori dopo aver appurato che il trasferimento non rientra nella previsione del 2112 ma è una mera esternalizzazione di servizi, che necessita del consenso esplicito del lavoratore per potersi perfezionare.

Anonimo ha detto...

Care colleghe e cari colleghi,

oltre un mese fa vi comunicavo l’intenzione dell’azienda di affidare alla societa’ Comdata la gestione dei processi amministrativi e del credito a supporto della nostra clientela. Vi avevo anticipato che, a conclusione della procedura di consultazione sindacale, vi avrei aggiornato sui termini dell’accordo. Riassumo dunque la situazione attuale e rispondo a tutti coloro che in questo periodo mi hanno indirizzato personalmente messaggi email.

Come gia’ comunicato dalle Organizzazioni Sindacali e dalle precedenti lettere di Michele Verna, l’operazione e’ stata definita, nelle sue modalita’ di attuazione, con una ipotesi di accordo tra le parti interessate, Vodafone, Comdata e Organizzazioni Sindacali, siglata presso il Ministero dello Sviluppo Economico, con la partecipazione del Ministero del Lavoro e della Previdenza Sociale.

Per dare massima trasparenza al rapporto tra l’azienda, i Sindacati e le persone, tale ipotesi di accordo e’ stata sottoposta al giudizio dei lavoratori interessati e approvata a maggioranza dai partecipanti al voto. Le Organizzazioni Sindacali di categoria hanno dunque sciolto ieri la riserva e l’ipotesi di accordo e’ ora pienamente efficace. Su tale base, procederemo in questi giorni all’effettuazione della cessione del ramo d’azienda, al perfezionamento del contratto di servizio tra Vodafone e Comdata ed al trasferimento delle persone interessate.

Si chiude dunque un momento di confronto che ci ha visto tutti coinvolti, anche emotivamente, nel valutare le motivazioni alla base del cambiamento e le modalita’ secondo cui gestire nel modo migliore tale cambiamento.

Secondo i termini dell’accordo, Vodafone e Comdata si impegnano a garantire la piena stabilita’ occupazionale per tutta la durata del contratto di servizio pari a 7 anni; in prossimita’ di tale termine Vodafone, Comdata e Sindacati valuteranno le prospettive occupazionali allo scopo di preservarne la continuita’, fermo restando la natura di rapporto di lavoro dipendente a tempo indeterminato delle persone interessate. Durante la vigenza del contratto, sono state previste tutele specifiche in casi eccezionali, quale ad esempio la risoluzione anticipata del contratto di servizio. Vengono pienamente mantenuti i trattamenti individuali e riconosciuti i trattamenti collettivi derivanti da accordi sindacali di secondo livello e successive armonizzazioni (quali ad esempio il premio di risultato, il Fondo di Solidarieta’, ecc.).

A conclusione della trattativa sindacale, di cui qui ho richiamato solo i termini principali (l’accordo e’ stato inviato a tutti i dipendenti dalle Organizzazioni Sindacali via EDMS ed e’ inserito nel banner Vodafone-Comdata nella Intranet), possiamo dire che i principi ispiratori che avevamo dichiarato sono stati confermati nei fatti.

E’ confermato il principio delle stabili condizioni di lavoro, criterio che e’ stato fin dall’inizio l’elemento base su cui e’ stata disegnata questa importante riorganizzazione. Alle persone interessate al trasferimento viene assicurata continuita’ di trattamenti senza modifiche, stabilita’ occupazionale nel tempo e una chiara prospettiva professionale nell’ambito di una azienda che in questo campo di attivita’ e’ un operatore stimato e leader di mercato.

Quanto a Vodafone, il trasferimento delle attivita’ in questione a Comdata e’ un’ operazione che consentira’ alla nostra azienda di fruire dei servizi di una societa’ specializzata in questo campo, con un impegno tra le parti a migliorare nel tempo la qualita’ complessiva dei processi e il servizio offerto ai nostri clienti. Per Vodafone dunque non e’ una operazione di disimpegno o di riduzione costi per far fronte a difficolta’ aziendali. E’ invece una operazione di concentrazione delle proprie risorse sulle attivita’ che assicureranno lo sviluppo e la crescita futura, ricorrendo ai servizi specializzati di una azienda terza per lo svolgimento di attivita’ cruciali per la gestione del cliente e che richiedono un grado di specializzazione e focalizzazione superiore a quello possibile in Vodafone.

Comdata, che ha il proprio “core business” nel campo della gestione dei processi a supporto del cliente e nella gestione documentale, cogliera’ questa occasione come opportunita’ di sviluppo della propria attivita’, ponendo le basi per un ulteriore allargamento della clientela, grazie alle esperienze specifiche ed alle competenze che acquisira’ lavorando per Vodafone. Il lavoro che Comdata svolgera’ per Vodafone e che, con la qualita’ dei propri servizi, sviluppera’ con altri clienti, sara’ nel tempo la migliore garanzia per la continuita’ e la stabilita’ dell’occupazione. In questo senso tra Vodafone e Comdata vi e’ una assoluta continuita’ di Valori: la qualita’ del servizio al cliente finale e’ per noi sempre stata e cosi’ sara’ anche per Comdata il fondamento dello sviluppo aziendale, dello sviluppo professionale individuale e della sicurezza occupazionale.

Le ragioni industriali dell’accordo tra Vodafone e Comdata, nonche’ l’accordo sindacale, di cui vi ho richiamato i termini principali, sono stati oggetto di un attento esame, non solo da parte delle Organizzazioni Sindacali che lo hanno sottoscritto, ma anche da parte di esponenti del Governo, nonchè delle amministrazioni locali ed e’ stato valutato in modo positivo.

E’ stato un momento impegnativo per tutti, azienda e Organizzazioni Sindacali, ma ritengo che abbiamo dato risposte condivise e corrette rispetto alle esigenze delle persone coinvolte e alle potenzialità di sviluppo delle imprese interessate.

A conclusione, esprimo l’apprezzamento nei confronti di tutti gli interlocutori coinvolti per avere insieme all’azienda affrontato e dato soluzione a questo importante momento di cambiamento aziendale.

Auguro a tutti i colleghi Vodafone buon lavoro. Ai colleghi che a giorni lavoreranno in Comdata esprimo il mio personale ringraziamento per il lavoro fatto con passione e qualita’ in questi anni ed auguro di proseguire ad operare con la stessa attenzione al Cliente che ha fatto di Vodafone l’azienda che tutti conosciamo.

Cari saluti,

Pietro Guindani

Anonimo ha detto...

Se si firmava Miceli era uguale...

Anonimo ha detto...

Cara olandesina tu che sei un'esperta di esternalizzazioni, perchè non sei ancora ritornata in Telecom? e da quanti anni sei fuori? e infine che tempi prevedi per una possibile conclusione positiva e il reintegro in telecom?
Ho paura che si invecchi prima di veder riconosciuti i nostri diritti.

Anonimo ha detto...

Io non le ritirerei...

Anonimo ha detto...

Ritirare le all shares significa dare seguito all'accordo e ti freghi la causa...
Macche'! Si tenessero questi scarsi 1000 euro!
La mia vita costa di piu'!

Anonimo ha detto...

BASTA!CI AVETE ROTTO CON LE VOSTRE AZIONI DEL CAVOLO!

BOLOGNA ha detto...

sAI DOVE TE LE PUOI METTERE LE TUE SHARES..........

Anonimo ha detto...

per favore evitate commenti su chi chiede informazioni per le all shares.

lolandesina ha detto...

Per anonimo 14,09
Se non la smetto di pensare alle esternalizzazioni di tutti gli altri, a parte la mia, non depositerò mai !!!!
Scherzi a parte, sono fuori da 3 anni e mezzo e sto per depositare finalmente ma non nella mia città altrimenti divento vecchia davvero .....
Telecom in ogni caso non reintegra se non costretta i vincitori di ricorso, prosegue fino alla Cassazione in caso di sconfitta; adesso iniziamo a toccare il penale per i reintegri...però vuoi mettere? Lavorare per una società fantasma con una bella sentenza di reintegro appesa alle tue spalle è un'altra cosa!!!
In questi anni ho fatto un bel pò di cose cmq e questo giustifica il ritardo del mio ricorso;io non ho fretta di vincere!! Il lavoro di supporto e di coordinamento svolto anche tramite l'associazione mi fanno sperare che Telecom stia rivedendo oggettivamente tutte le cessioni effettuate e faccia una valutazione oggettiva di costi e ricavi relative a queste operazioni, comprendendo anche le spese legali e il livello di servizio per nulla soddisfacente in alcune società.
Per alcune partite il costo del servizio fornito dalla soc. esternalizzata è doppio rispetto a quello di mercato quindi penso possa arrivare a decidere il reintegro, così come ha fatto il 1° novembre per la soc. Tecnosis, anche di altri gruppi ceduti, compreso il mio.
Anche se dovessimo metterci una vita per vedere i ns diritti riconosciuti e fatti rispettare sarebbe una vita ben spesa....l'alternativa di subire passivamente non è per me!
Il mio sogno è di vedere tutti i 3000 esternalizzati di Telecom rientrare in azienda, senza sentenza!! Solo col rientro di TUTTI giustizia sarà fatta!

Dragon ha detto...

lolandesina tempo fa ti chiesi la documentazione in vostro possesso.
Ora stiamo facendo il punto della situazione e la prossima settimana o proprio venerdi dopo lo sciopero dovremmo incontrare nuovamente i legali che ci stanno seguendo.
Tu hai tutta la documentazionene sulle esternalizzazioni in formato trasferibile tramite mail?

lolandesina ha detto...

e io ti avrò risposto sicuramente che sul sito ci sono un bel pò di sentenze, quindi puoi scaricartele subito da esternalizzati.it, iscrivendoti come simpatizzante (gratis) e accedendo all'area riservata soci
Cmq scrivimi all'indirizzo:
Lolandesevolante04@libero.it
dimmi la città e il nome del legale, se ha già cause ns ha tutta la documentazione che ti serve e non devi fare nulla.

Anonimo ha detto...

ok provero`.
quando mi rispondesti mi chiedesti cosa mi serviva e io non sapendo ancora cosa occorresse esattamente decisi di aspettare ancora.
Sono gia iscritto al sito esternalizzati.it e ho lasciato un post anche li.
Lo studio legale al quale facciamo riferimento (per ora) non ha trattato vostra cause.Io scrivo da Napoli

Dragon

lolandesina ha detto...

Per Dragon,
Ok, allora inizia a stampare quelle pubblicate, mandami la tua email e ti mando un prospetto aggiornato di tutta la giurisprudenza.Molte sentenze sono abbastanza "pesanti" e non sempre si riescono a mandare in email.
By

lolandesina ha detto...

Per Dragon.....
Ooops!!! ogni tanto dovrei farmi pure i blog miei!!!!! ;-))

Anonimo ha detto...

vodafogne@gmail.com per file grossi
vodafogne@email.it per roba light

grazie come sempre

Dragon

Anonimo ha detto...

errata mail gmail:
l`indirizzo giusto e`
vodafone914@gmail.com

D

Anonimo ha detto...

Ragazzi per chi parla delle azioni ci Hanno detto che si puo' fare causa lo stesso non centra un cavolo è un diritto mentre se accettate quel schifoso bonus da 2000 euo... per i danni subiti allora vuol dire che vi sta' bene l'accordo con amareZza dico che a ROMA QUALCUNO VUOLE QUEL BONUSSSSSSSSSSSSSSSSS SPILORCIIIIIIIIIIIIIIIII SIETE DEI SPILORCI CHE SCHIFOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO

Anonimo ha detto...

MI SEMBRA MOLTO STRANO SECONDO ME è TUTTO INSIEME ...NE PARLAVAMO OGGI AL LAVORO NOI COLLEGHI GUARDA CASO LA TELECOM VINCE LA CAUSA ....E LA VODAFONE PERò CON TANTI SOTTERFUGI RIESCE AD ESTERNALIZZARE ..........MA PER FAVORE CI VOGLIAMO SVEGLIARE MA ERA TUTTO PREPARATO CHI CI GUADAGNA A DESTRA CHI CI RIMETTE A SINISTRA SCUSATE MA FATALITA LA TELECOM ORA VINCE LA CAUSA???MA CI VOGLIAMO PENSARE....IO TI AIUTO X QUESTO TU MI AIUTI X ALTRO???NO VERO??....ERA TUTTO UN ACCORDO MA SOLO I CRETINI NON LO CAPISCONO SVEGLIAAAAAAAAAAA QUESTI FANNO COME GLI PARE CON LE PERSONE!

Anonimo ha detto...

Scrivo da Milano.Oggi hanno iniziato a consegnare i nuovi badge di Comdata.Volevo solo condividere con i colleghi di tutta Italia che oggi le persone esternalizzate ( per fortuna non tutte,c`e' ancora qualcuno a cui e' rimansta un po' di dignita.. )hanno organizzato un rinfresco. E adesso sono li tutti contenti che mangiano pasticcini con i manager.Ho il disgusto

Anonimo ha detto...

FAI DA PARTE MIA AI TUOI COLLEGHI DI MILANO I COMPLIMENTI......

Anonimo ha detto...

Mi piacerebbe sapere se c'e' un modo per far dimettere quelle facce di merda delle RSU... non so, raccolta firme o cose del genere...
Questi ci guadagnano solo, alle nostre spalle..Ci credete che Caterina Agostini non lavora dal mese di agosto? Sti bastardi hanno avuto 52.000 ore all'anno di permessi sindacali ed io mi devo fare il mazzo al telefono...
A questo punto non voglio che elementi del genere possano spacciarsi per rappresentanti dei lavoratori..io lavoro, loro no!!!!