mercoledì 28 novembre 2007

Appello per l’attuazione dei referendum contro la precarietà e per la democrazia sindacale


I firmatari del presente appello, considerando la precarietà uno dei peggiori mali della nostra società che impedisce a giovani e meno giovani di costruirsi un futuro, che riduce certezze e diritti, che ostacola qualsiasi possibilità di cambiamento in positivo della società civile, che affossa la solidarietà e la giustizia sociale, ritengono opportuno accompagnare alle mobilitazioni ed alle lotte che si sono messe in atto sino ad oggi e che sicuramente continueranno nel prossimo futuro, uno strumento democratico e di massa come il Referendum abrogativo.

Una ipotesi aperta che, partendo dalle Legge 30 e dalla Legge 276 relative ai lavori atipici e passando alla Legge 368 che regola specificatamente i contratti a tempo determinato, vada ad intercettare anche la richiesta diffusa di maggiore democrazia sindacale attraverso l'abrogazione parziale dell'Art. 19 dello Statuto dei Lavoratori, nella parte che discrimina le organizzazioni sindacali non firmatarie di contratto, eliminando un assurdo giuridico e politico che ha messo nelle mani dei datori di lavoro il riconoscimento della controparte sindacale. Il 16 Ottobre alcuni giuslavoristi e alcuni precari e rappresentanti sindacali di base hanno depositato in cassazione tre quesiti referendari sul lavoro precario e sulla democrazia sindacale nei posti di lavoro.

I quesiti sono finalizzati ad eliminare le maggiori storture del mercato del lavoro presenti nell'attuale legislazione ed a ripristinare la democrazia sindacale.

- abrogazione totale della Legge 30 e del decreto legislativo di attuazione 276 del 2003;
- abrogazione parziale del Decreto Legislativo 368 del 2001 sui contratti a tempo determinato.
- abolizione delle parole: “nell'ambito delle organizzazioni sindacali che siano firmatarie di contratti collettivi di lavoro applicati nell'unità produttiva” dell'art. 19 della Legge 300/70.


I firmatari del presente appello sostengono il Comitato Promotore che non si ritiene il detentore unico dei quesiti referendari depositati, considerandoli una proposta aperta a modifiche, ampliamenti ed integrazioni.

I firmatari, insieme al Comitato Promotore, proporranno un incontro per verificare la concreta fattibilità del percorso referendario finalizzato alla lotta alla precarietà ed allo sviluppo della democrazia sindacale.

22 novembre 2007

Clicca qui per firmare l'appello.

Clicca qui per vedere le adesioni all'appello.

24 commenti:

Anonimo ha detto...

ma perchè il 24 avete indetto come cgil un'altra assemblea sugli stessi temi, nella sede cgil ? perchè non ci dite le conclusioni alle quali siete giunti in quest'ultima ?

Anonimo ha detto...

il precedente commento delle 13.45 è stato messo per errore. era rivolto alle rsu bologna, del comunicato precedente...

Anonimo ha detto...

Dalla fantasia delle RSU Libere Cobas

Guarda nel cielo la stella Comdata
segna la rotta agli esternalizzati,
ed i tre magi, i sindacati,
portano in dono i "condannati".

Caro Gesù che sei nato precario
sotto la fredda minaccia di Erode,
sai quanto tengo al mio scarso salario,
sai pure quanto il mio culo mi rode.

Dona una vita di tribolazioni
a chi ci ha venduto per far salir le azioni,
a chi ai miei giorni ha dato un prezzo,
dona una vita di solo disprezzo.

Nell’epoca della portabilità
sol questo ti chiedo Bambino diletto,
donaci un poco di serenità
o possiam sempre passare a Maometto.

RSU LIBERE COBAS Vodafone-Comdata

Anonimo ha detto...

fantasia??? se queste sono le future "rsu libere" meglio arruolarle tra gli attori comici!!!

p.s.: ma queste rsu libere saranno alleate del nuovo partito delle libertà di berlusconi???

Anonimo ha detto...

Guarda, è inutile proprio commentarti...

Anonimo ha detto...

x anonimo delle 10.49:

E' evidente che l'ironia non sai proprio dove sia di casa!

Taci che fai più bella figura!!!!

P.s. sei una RSU? Perchè sarebbe tutto più chiaro!

Tiro la rete ha detto...

RSU libere Cobas ci avete rotto i coglioni!!!!

Anonimo ha detto...

tiro la rete, potremmo dire lo stesso di te!!!!

E poi che vuol dire tiro la rete? che fai il pescatore?

Anonimo ha detto...

Cuoco bolognese, che fine hai fatto?

Le tue dolci parole ci mancano non poco!

Anonimo ha detto...

Hai ragione "tiro la rete"...

Meglio i confederali!

Sono sempre così presenti, così solleciti, così attenti alle esigenze dei Lavoratori!

Senza raccontare come difendano, in maniera indefessa, i diritti dei Lavoratori!

Grazie "tiro la rete" per averci aperto gli occhi!
Possiamo scriverci anche in privato così continuo a dirti belle cose che penso di te e della tua classe di appartenenza....

Anonimo ha detto...

per l'anonimo delle 10.49

Noto che conosci bene gli ideali cui si ispirano i Cobas!

la fenice: ha detto...

prima butta la rete poi, se qualcuno abbocca la tira...

...peccato che in questi post sei capitato male!

Forse è meglio che vai a pescare in qualche altro mare che fai più bella figura

Anonimo ha detto...

Ciao a tutti, è la prima volta che scrivo in questo blog, nonostante lo legga da quando è nato.
Ho partecipato a questa vostra (e nostra) lotta dal primo giorno, lo ammetto, non in prima linea come molti di voi causa alcuni problemi familiari, ma vi ho seguiti col cuore, ho avuto modo di vedere tutti i video degli scioperi, le foto, molti di voi li conosco di persona, lavoriamo fianco a fianco a Bologna.E proprio ieri a Bologna c'è stata la plenaria, e nel vedervi seduti vicini, compatti, i visi un po' tirati beh sorridevo pensando a tutte le domande e contestazioni che i grandi capi avrebbero subìto da voi, gruppo così unito e così elogiato da tutti gli altri centri, gruppo che molto spesso in questo blog è stato portato ad esempio... attendevo con ansia la sessione Q&A, pregustandomi le facce dei grandi capi imbarazzati nel dover rispondere a tutte le domande e contestazioni che quotidianamente da settembre leggo qui... e invece il NULLA! IL NULLA PIU' TOTALE!Nemmeno il più piccolo tentativo di mettere in difficoltà chi parlava del futuro (ma scusate,quale futuro? Non sostenete che di futuro non ce n'è in vodafone?) Cosa vi è successo? Dov'è finita la vostra dialettica, il vostro saper smontare punto per punto tutto ciò che l'azienda ci propina quotidianamente? Ok, potete rispondermi che avrei potuto alzare io la mano, ma inizialmente vi ho detto che non ho mai partecipato in prima linea, dando a voi come gruppo la leadership in questo senso.Sicuramente comprendo che quello di ieri non fosse il luogo adatto dove tirar fuori cartelli vendesi e fischietti.. ma almeno una domanda "provocatoria", un domanda nella quale fosse chiara la posizione di bologna, dei lavoratori di bologna, che addirittura hanno organizzato una mailing list tra loro per combattere queste ingiustizie.Ma dove eravate? Di certo dopo la plenaria eravate tutti al rinfresco mangiando e bevendo ciò che l'azienda ha offerto.. ecco, io per la prima volta ho protestato a modo mio, non ho mangiato nulla, almeno questa coerenza, ma da voi mi sarei aspettata qualcosa... questa grande bologna che lotta, ieri ha ceduto e sinceramente mi avete delusa.

URLATRICE ha detto...

CARO MIO ANONIMO DELL.1.09 NON L'HA CAPITO NESSUNO CHE NON è VERO NULLA DI QUELLO CHE DICI...SI CAPISCE CHE SONO CAXXATE ..UN BACIO!

Anonimo ha detto...

x urlrice:

chi ti ha detto che sono caxxate? Ti invito a rispettare di più le opinioni degli altri altrimenti (e lo dico per te) non verrai mai presa sule serio!

Non voglio fare polemica con te però non puoi nemmeno attaccare tutti quelli che dicono qualche cosa in questo blog. La critica va bene ma deve essere costruttiva. Grazie alla "bolognese" che a modo suo ha protestato non mangiando.

Anonimo ha detto...

MI SEMBRA MOLTO STRANO CHE BOLOGNA SI COMPORTA COSI CONOSCO QUALCUNO DI BOLOGNA E NON SONO PERSONE CHE HA DESCRITTO LA COLLEGA CHE LASCIANO TUTTO CORRERE ...SONO DEI RAGAZZI IN GAMBA DECRITTI COSI SEMBRA IL CONTRARIO SCUSA....VOGLIAMO DIRE BOLOGNESE??OPPURE QUALCUNO STAMATTINA SI è SENTITO CHIAMARE IN CAUSA ...

Anonimo ha detto...

LO DICI X ME??E MI STAI CRITICANDO?ALLORA NON LO DIRE X NIENTE!
X FORTUNA VA BENE!NON MI PRENDERE SUL SERIO .ALLORA ......IO Sò DI ESSERE UNA PERSONA SERIA!MOLTO SERIA NON DEVO DIMOSTRARE NULLA A NESSUNO SE NON MI VUOI CREDERE FAI PURE NON è UN PROBLEMA ....VOLEVO SOLO DIFENDERE I COLLEGHI DI BOLOGNA CHE SONO DAVVERO MOLTO IN GAMBA HO ANCHE CONOSCIUTO QUALCUNO DI LORO .E L'HANNO SEMPRE DIMOSTRATO.!!CREDO NELLA LORO BUONA FEDE INVECE TANTE XSONE CHE SCRIVONO QUI SONO IN MALAFEDE! ECCOTI LA POLEMICA

Anonimo ha detto...

urlatrice sei sempre la solita...ma e` ora di cambiare

Anonimo ha detto...

OK TI GIURO CHE NON HO ANCORA CAPITO MA CAMBIO ALMENO STAREMO TUTTI MEGLIO!

Anonimo ha detto...

NON TI PREOCCUPARE X ME LASCIA STARE... SE TI DISPIACEVA MAGARI MI POTEVI PURE TELEFONARE VISTO CHE L'AVEVI PURE CAPITO....MA IO NON ATTACCO PIU' NESSUNO VISTO POI CHE PASSO X PAZZA LASCIO STARE TUTTI E NON MI FREGA PIU'NIENTE ...LO Sò IO COME STò E OGNI TANTO MI CAPITA DI STARE COSI MA REAGISCO TRANQUILLAMENTE ORA NON FARE FINTA CHE SEI PREOCCUPATO SE ERI PREOCCUPATO UNA TELEFONATA OPPURE UN SMS LO POTEVI PURE MANDARE!

delusa_bo ha detto...

Sono d'accordo col caro collega barbuto, anche se nel mio post non parlavo tanto di contestare (in effetti non era la sede adatta) nè tantomeno di manifestare il dissenso! Ma se la plenaria è strutturata con un momento "domande e risposte", beh significa che l'azienda si mette almeno nella condizione di rispondere. E' vero, in passato i dibattiti sono stati evitati, ma sono mesi che leggo qui sul blog, che sento alle manifestazioni e vedo scritte sugli striscioni tante e tante domande.. davvero credi ci avrebbe danneggiato mettere l'azienda nelle condizioni di dare delle risposte? Non pensi che in futuro ci verrà detto che quel giorno, il giorno della plenaria noi siamo stati zitti? Leggo qui che circolano voci su una nuova ondata di esternalizzazioni, ma perchè non chiedere se ciò è vero? Perchè non domandare ciò che quotidianamente ci domandiamo attraverso mail, nei nostri incontri? Non è sufficiente dire : xchè tanto loro mentono, perchè secondo me in futuro se queste cose sono vere, noi col nostro silenzio abbiamo solo acconsentito, chi tace acconsente! E comunque sia, al funerale del tuo povero zio la gente non si abbuffava, non accettiamo caramelle dagli sconosciuti e secondo te banchettiamo con chi consideriamo il nemico?
Alla simpatica urlatrice che non crede a tutto questo, rispondo che è la verità, e ti ringrazio del bacio!

Anonimo ha detto...

DELUSA MI DISPIACE ODDIO MI VIENE DA RIDE ...CHE FIGURA!SAI SI PARLA BENE DI BOLOGNA QUINDI SONO PARTITA PREMUNITA....SI CAPIVA VERO?TI HO PURE MANDATO IL BACIO PERò DAI MI SONO FATTA GIà PERDONARE!

Anonimo ha detto...

COMPLIMENTI A CHI HA SCRITTO LA POESIA MI STò AMMMAZZANDO DALLE RISATE....

unadivrea ha detto...

a Ivrea risorse umane ha fatto girare una comunicazione per precisare anche chi e come avvertire quando si è in MUTUA.
dice:

Il dipendente che non si presenti in servizio a causa di malattia DEVE DARNE AVVISO AL TEAM LEADER TEMPESTIVAMENTE PRIMA DELL INIZIO DEL TURNO DI LAVORO (scritto in neretto e sottolineato) del giorno in cui si è verificata l'assenza ...

in pratica COMDATA CARE HA COMPLETAMENTE TRAVISATO ciò che dice il CCNL!

ma è ILLEGALE!

Il CCNL dice in fatti:

Il lavoratore che non si presenti in servizio a causa di malattia deve darne avviso all'azienda tempestivamente ENTRO IL PRIMO GIORNO in cui si è verificata l'assenza ...

AVETE NOTATO LA DIFFERENZA?

solo a Ivrea travisano il contratto collettivo nazionale di lavoro oppure anche in altre sedi?