mercoledì 10 ottobre 2007

09/10 - Chiesto il Coordinamento Nazionale RSU

Ieri pomeriggio, dopo la notizia delle modalità di sciopero per il 19 ottobre, è stato chiesto da alcuni delegati RSU un Coordinamento Nazionale urgente, per discutere dell'evoluzione della mobilitazione.
Le Segreterie nazionali hanno risposto convocando il Coordinamento RSU per il 22 ottobre.

123 commenti:

Anonimo ha detto...

E questi ci dovrebbero rappresentare??? Sono gia' d'accordo con l'azienda.

Si possono riprendere la mia tessera cgil!

BASTA!!!!!!!!!

Anonimo ha detto...

«Siam tre piccoli porcellin, CGIL, CISL e UIL,mai nessun ci dividera', lallalalala'!!»

Anonimo ha detto...

coordinamento urgente... 22 ottobre...

credo sia meglio se le "segreterie" stiano alla larga da noi se non vogliono finire SOMMERSE da ortaggi (avariati) e uova (altrettando marce).

Provo un senso di vomito.

catalunya ha detto...

Vogliamo fare qualcosa?
Restituite le tessere del sindacato, autoorganizzamoci localmente e coordiniamoci nazionalmente. Indiciamo assemblee autogestite per organizzare la manifestazione nazionale a Roma il 19 Ottobre. Non stiamo piu' ad ascoltare e ad aspettare "oscure e lontane segreterie", ignoriamoli. Ora ci siamo NOI, i Lavoratori! Ora lottiamo per NOI. Ignoriamo anche la 146, non saremo i primi e non saremo gli ultimi! Lo sciopero e' un diritto costituzionale ed una legge che lo imbavaglia e' incostituzionale e per il buon lavoratore e' un dovere morale ignorarla, non infrangerla perche' non ha valiore, ma ignorarla! "Su Fratelli pugnamop da Forti, contro i vili tiranni borghesi! Non vogliamo piu' servi e padroli, l'eguaglianza sociale vogliam!"

Anonimo ha detto...

News giunte dall'assemblea per il referendum tenutasi ieri a Comdata:

A Torino c'era Rabellino al quale sono state poste domande sulla questione Vodafone relativamente a durata della commessa e su cosa accadrà ai 914 prescelti una volta che questa terminerà.

Il segretario piemontese di Cgil ha parlato di 10 anni per quanto riguarda la durata del contratto e ha affemato che LA CLAUSOLA DI REINTEGRO SARA' PARTE INTEGRANTE DELL'ACCORDO.

Considerata la completa sfiducia che nutro verso rsu eporediese e sigle nazionali che a mio/nostro parere stanno portando avanti la lotta come dei burattini in mano a Mangiafuoco (vedi sciopero del 19!!), non so quanto realmente di vero ci sia nelle affermazioni di Rabellino.
In ogni caso ho trovato tali affermazioni degne di post.

Detto questo...

IL 19 TUTTI A ROMA.
LOTTA DURA SENZA PAURA!!!!

Blade Runner (Ivrea)

Anonimo ha detto...

siete una banda di deficenti che non hanno nemmenoil coraggio di firmarsi

Anonimo ha detto...

...che detto da UN ANONIMO assume una risonanza ed un significato del tutto particolare.

rabellino renato ha detto...

Sono Rabellino Renato e vorrei rispondere al/alla coraggioso/a "blade runner" che si nasconde dietro l'anonimato borghese per smentire ufficialmente le dichiarazione riportate dal Blog "anonimo ha detto" con la totale disponibilita ad un confronto diretto, anche con i lavoratori di Comdata presenti alle mie presunte dichiarazioni.
Infine vorrei ricordare che probabilmente l'anonimo ha strumentalizzato una mia risposta dove spiegavo che da notizie cirolanti ( affermazione del ministro Damiano ai lavoratori vodafone), il contratto con Vodafone sarebbe stato di lunga durata, circa 7 anni e che le attività coinvolte nella cessione di ramo d'azienda non potevano essere cedute a terzi e che se Comdata un certo giorno avesse deciso di non svolgere più queste attività, sarebbero rientrate nella sfera di Vodafone senza specificare se dovessero rientrare anche i lavoatori.
Come vedete la realta anonima è molto diversa da quella reale e questo mi convince sempre di più delle inesattezze e delle frottole che vengono raccolte dai vari blog anonimi.
La realta è rivoluzionaria
i blog normalmente sono anonimi
Saluti Rabellino Renato

Anonimo ha detto...

Quindi tale Rabellino Renato ha detto in precedente forma anonima che siamo una banda di deficienti...?

Anonimo ha detto...

Ciao Rabellino, sono Salvatore Musella COBAS, ma noi ci conosciamo, io almeno so molto di te, so di come in maniera sporchissima hai provato ad imbavagliare Valeria e Letizia li ad Ivrea, so come coperto dal mantello della tua sigla hai sempre lavorato per far passare gli accordi, vedi contratto nazionale, che ora ci hanno messo nelle condizioni in cui siamo, quindi credo proprio che tu non ti possa assolutamente permettere di attaccare i lavoratori ai quali ai contribuito a togliere il lavoro, questo e` il nostro spazio, qui c'e` la nostra rabbia, torna a fare il borghesuccio nel tuo ufficio, che la tua poltrona non e` in pericolo.

Anonimo ha detto...

questi sindacati sono solo gli zerbini della sinistra e degli industriali. Si contraddicono da soli....sono contro il precariato e poi sostengono il voto SI` che conferma in sostanza la legge Biagi.
Chi ce l`ha....IO NO.....dovrebbe restituire la tessera.

beppe grillo ha detto...

ragazzi andate avanti cosi`......la legge 30 e` una cagata paurosa e bisogna mobilitarsi come state facendo alla grande Voi.

Anonimo ha detto...

Sulla home page di Rete Canavese (http://www.retecanavese.tv) potete vedere il servizio andato in onda nel telegiornale sulla manifestazione milanese.

Anonimo ha detto...

rabellino renato........MA VAFFANCULO!!!!!!!!!

Anonimo ha detto...

ormai mi sono fatta un'opinione abbastanza generale su tutto e tutti.
Sono iscritta CGIL,ma mi viene il vomito a sentirmi rappresentata da certi elementi.
Sinceramente,ora sono in maternita' quindi ho una visuale un po' piu' distaccata rispetto alla Vostra,anche pensando utopicamente che la Vodafone rinunci alla cessione di ramo d'azienda...beh sinceramente a me non farebbe assolutamente piacere continuare a lavorare in un'azienda che tratta i propri dipendenti come MERCE e che non ha scupoli.
In barba a tutti i Focus dove la Passion For Our ecc...ecc...
Sinceramente 10 anni fa Omnitel mi rappresentava.
Sinceramente oggi questa Azienda non mi rappresenta piu',pertanto (ma e' solo una mia opinione) a questo punto spererei di prendere tutto cio' che e' possibile prendere (vedi tickets,fondo,premi,tutela maternita' e studio...).
Dal mio piccolo volevo comunque complimentarmi con tutti i lavoratori che hanno e stanno lottando x far valere i propri diritti.
Diritti che sia il governo,sia le organizzazioni sindacali sia l'azienda non vedra' mai riconosciuti perche' abbagliati dai loro sporchi interessi.
In Italia,purtroppo,funziona cosi'....

Anonimo ha detto...

vergogna segreterie nazionali, per tutto

simone Bo ha detto...

ci negano di nuovo la possibilita' di farci vedere, vogliono perdere!
hanno fatto bene a bologna a contestarli comne a mirafiori!

sveglia!!!

risultati di bologna su protocollo welfare appena arrivati via mail
250 votanti,
14 favorevoli
234 contrari
2 schede bianche

BROGLI SEGNALATI IN TUTTO IL PAESE.
che schifo

Anonimo ha detto...

Rabellino il 17/01/2007:

Adesso - e lo dice un sindacalista della Slc-Cgil, Renato Rabellino - i call center «sono diventati industria, stabilizzano i dipendenti, cercano di costruire percorsi di crescita professionale». Insomma «danno un lavoro vero».
A Torino è accaduto che Slc-Cgil, Fiste-Cisl, Uilcom-Uil e Comdata hanno firmato un accordo che prevede entro l’anno l’assunzione a tempo indeterminato di almeno 350 ragazzi tra la città, nella sede di via Carlo Alberto, e Ivrea; in tutta Italia saranno un po’ meno di 3 mila.
NO COMMENT.

Anonimo ha detto...

Per l'ignorante ANONIMO che ha scritto:

"siete una banda di deficenti che non hanno nemmenoil coraggio di firmarsi

10 ottobre 2007 13.29"

OLTRE ALLA FIRMETTINA UNA I NELLA PAROLA DEFICIENTE LA VOGLIAMO METTERE? O ANZICHE' IL FONDO CHIEDIAMO UN CORSO SERALE DI ITALIANO AL CEPU?

Anonimo ha detto...

Caro Renato Rabellino a te le osservazione di un'iscritta cgil...
1)io ero a Milano ed ho sentito il nazionale cgil di settore parlare di lotta... scusa mi spieghi quale lotta?
2)parlo con il personale e mi viene detto, testuali parole, che almeno ad ivrea i sindacati sono stati morbidi nel prendere una posizione rispetto ad altre sedi...che dirti complimenti!
3))avete già un accordo azienda nazionali (perchè le rsu poverette non sanno mai niente)? abbiate almeno il coraggio di dirlo ... risparmiamo soldi (sciopero) e salute sapendo già quale sarà il nostro destino (sono tra i 914)
4)attendo sviluppi per il giudizio finale (è da diverso tempo che alcuni comportamenti non mi piacciono)... stimo letizia, valeria e giovanni (che ho votato) ma hanno dovuto andarsene, ho un buon rapporto con elvira (che conosco da anni) ma è un'idealista con una sola colpa: crede troppo a te ed al sindacato in quanto entità superiore dalla parte dei lavoratori... spero che questa situazione l'aiuti a chiarisi le idee su cosa sia diventato il sindacato per i lavoratori.
5)alla cgil ho dato un sacco di soldi per un sacco di anni, ho scioperato,ho manifestato credendoci... beh renato permettimi di dire che adesso a voi non credo più...

non credo più alle vostre promesse, ai vostri slogan e soprattutto all'utilità di uno sciopero davanti alla prefettura.

PS anzichè sul blog vieni a parlare con i tuoi iscritti di ivrea e vedrai che quanto si scrive qui non è diverso da quanto pensano i lavoratori che pagano cgil per essere rappresentati!

CHE GUEVARA ha detto...

Sei un'ipocrita Salvatore Musella visto che a Napoli durante lo sciopero andavi a braccetto con la CGIL !!E non certo per l'unione fa' la forza.

Anonimo ha detto...

Rabellino ti infeltriamo il maglione rosa!

Anonimo ha detto...

Non so chi tu sia, e nemmeno mi interessa, io dalla cgil sono uscito perche` non mi interessava fare carriera, come mi era stato proposto, se avessi chiuso il becco; la cgil mi ha querelato e denunciato per 52000 euro perche` ho sempre mantenuto posizioni oneste e scomode per tanti, con la cgil non condivido nulla che non siano le posizioni di alcune rsu d'italia che guardacaso con la cgil sono in rotta. A montecitorio sono salito con quelle persone leali ed oneste, non ho visto segreterie, non ho visto tanta gente. Se sostieni che a Roma io fossi a braccetto con la cgil ti sei perso/a qualcosa, forse perche` magari a Roma non c'eri, forse perche` non sei o non ci sei mai a lavoro a Pozzuoli. Quindi ti sei perso/a l'occasione di risparmiarti la figura meschina che ti meriti. A proposito, lascia stare il Che, e firmati piuttosto Giuda, mi sa che appartieni alla categoria dei 30 denari..

Salvatore Musella

Anonimo ha detto...

Se la realta' e' rivoluzionaria, Rabellino non sei reale!

Anonimo ha detto...

CHE GUEVARA ha detto...
Sei un'ipocrita Salvatore Musella visto che a Napoli durante lo sciopero andavi a braccetto con la CGIL !!E non certo per l'unione fa' la forza.

10 ottobre 2007 15.57
---------
ah che guevara de noi altri!!!!
sei un altro che ha bisogno dei corsi del cepu... dopo le porcate che si sono viste a napoli in occasione delle ultime elezioni rsu, davvero e' improbabile e non credibile che ci siano lavoratori disposti ad andare a braccetto con la cgil. credi a me

Anonimo ha detto...

...anche perche' forse Che Guevara gli accenti non li metteva in ordine sparso...

Anonimo ha detto...

Esito referendum pensioni & welfare.

Seggio: Vodafone sede di Ivrea.


VOTANTI: 348

SI’: 106
NO: 240
Bianche/nulle: 2.

catalunya ha detto...

Comunque la citazione originale e': "la verita' e' sempre rivoluzionaria" (Antonio Gramsci). ...curioso che Rabellino abbia preferito modificarla con "realta'"...

Anonimo ha detto...

Caro Signor Rabellino,

vediamo se ho inteso per bene le sue parole:

da notizie circolanti (dove?) si apprende che il contratto con Vodafone IN TEORIA sarebbe
di lunga durata, parla di 7 anni che secondo me non fanno fatica a diventar mesi...
Comunque continuo: le attività coinvolte nella cessione non potevano (di nuovo un FORSE???) essere cedute a terzi
e che SE Comdata un certo giorno (quando???) avesse deciso di non svolgere più queste attività (di nuovo
IPOTETICO???) sarebbero rientrate nella sfera di Vodafone SENZA SPECIFICARE se (in TEORIA) dovessero rientrare
anche i lavoratori.

Trovo il suo intervento un'accozzaglia di SE, FORSE, IN TEORIA e non di certezze che giustamente in questo momento
NOI PRETENDIAMO. Era meglio se rimaneva anonimo pure Lei a questo punto.

Son 6 anni che lavoro in azienda e sono anche tra i 914 colleghi/amici.

Sono sicura che se Lei di mestiere
avesse provato a fare il REP non avrebbe fatto molta carriera perchè ha usato l'incertezza nel comunicare che da
NOI non vogliono sentire.
Chieda a VODAFONE se hanno ancora uno di quei tanti manuali che ci hanno dato nei vari corsi eseguiti
ed impari.

Concludo:

Gentile Signor Rabellino,
non credo di poter far altro per venirle incontro se non fornirle il numero di fax dove inviare i futuri reclami: 800034626.
La ringrazio per aver "chiamato" e le auguro Buona Giornata!!!

MR

Anonimo ha detto...

Rabellino Renato ha detto...

Come vedete la realta anonima è molto diversa da quella reale e questo mi convince sempre di più delle inesattezze e delle frottole che vengono raccolte dai vari blog anonimi.
La realta è rivoluzionaria
i blog normalmente sono anonimi
Saluti Rabellino Renato

per fortuna che esistono i blog caro Renato, che sono liberi!!!!

La realtà, nel nostro caso, è solo triste...triste come il comportamento del sindacato che, anzichè andare a Roma (non sia mai con un governo di sinistra vero?) rinuncia a lottare dopo aver promesso uno sciopero nazionale e unitario a ROMA!

Anelio Corsi, segretario regionale Lazio SLC CGIL: "Nei prossimi giorni continueremo la nostra azione di lotta con varie iniziative, dai volantinaggi ai dibattiti. In programma c'è una grande manifestazione nazionale ancora da organizzare". Stessa cosa detta da Miceli ad Ivrea che ipotizzava il 15/10 come data e Roma come luogo...

Verba volant, scripta manent...
Vi siete riempiti le bocca di slogan e parole per cosa...far paura a vodafone? invece è vodafone che vi sta facendo un mazzo tanto!

Non c'è che dire, state facendo un bel figurone va!

Anonimo ha detto...

io sono schifata da chi diceva di votare SI! al referendum!

e sono schifata da questa idea assurda di andare a fare i c... davanti alle prefetture

gia a roma e mialno nn ci ha cagati quasi nessuno, figuriamoci in 8 posti diversi

Cari delegati di Ivrea la gente non ha piu voglia di seguirvi. Se scioperate davanti alle prefetture NOI NON CI SAREMO!

Io e gli altri vogliamo andare a Roma. Nonci illudiamo in un giorno di far modificare la legge 30 ma chiediamo che la nostra cessione sia rimandata!!
E lecito questo???
lo possiamo fare

allora perche sindacati venduti siete gia pronti a trattare?
Non eravate forse voi i primi a dire che avremmo fatto di tutto prima di arrivare a questo?

qual e stato il vostro di tutto? lo sciopero di facciata a Mialano

Eric, Elvira&Co voglaimo sapere la vostra, altrimenti, . . . ritiratevi!

Anonimo ha detto...

Caro Rabellino,
forse saro` anche anonimo, anonimo come il num di matricola che fortunatamente o per puro caso hanno deciso di non tatuarmi sul braccio (logo VodKKK insegna), ma sicuramente non borghese!!

Le info sul tuo intervento a Comdata arrivano direttamente da chi era li ad ascoltarti e non avrebbe avuto alcun motivo di darmi false speranze sapendo che sono uno dei 914!!!

Il 5 Ottobre io ero tra i 15 eporediesi che hanno deciso di andare a Roma (Grazie infinito ai bolognesi che la sanno lunga) insieme a Salvatore ed un altro migliaio di lavoratori. Quella era e sara` l'unica piazza per farci sentire davvero!! Ci abbiamo messo anima e corpo, faccia compresa!!!

Tu dov'eri??? Non mi pare di averti visto in giro!?

Ah..forse eri a Milano a fare i trenini con la trombetta perche` andare a Roma avrebbe significato rischiare di disturbare troppo il sonno dei tuoi capetti!!!
O forse non eri neanche li?!?!

Ora volete sparpagliarci in 8 piazzette marce per lo stesso motivo...illusi!!!!!!

A rabelli`...ma vergognati e fatti un esame di coscienza, sempre che tu non l'abbia persa insieme alla dignita`, al cuore e a quell'unico neurone marcio che ti vaga per la testa!!!!!


Blade Runner (Ivrea)

Anonimo ha detto...

attendiamo trepidanti una tua replica Rabel Rabel!!!
ah rena` facci sogna` !!

Anonimo ha detto...

Le attuali Rsu di Ivrea (nella persona di Eric Poli) ieri sera durante l'assemblea si sono violentemente rifiutati di volere rispondere (dicendo che non ERA OPPORTUNA LA SEDE, Eric dove vogliamo andare a parlarne eh in tv a "Parla con me?") a chi educatamente ha chiesto notizie sulla notizia Ansa della volonta' di Cisl e Uil di trattare con l'azienda e poi l'hanno smentita...cari colleghi a voi le conclusioni.

Anonimo ha detto...

ma non avete capito che eric poli vuole solo far cariera nel sindacato? lui è il delfino di mr coerenza rabellino!

Anonimo ha detto...

Peccato che per ricoprire determinati ruoli oltre alle palle ci vorrebbero educazione, rispetto, coerenza e soprattutto l'intelligenza di non rispondere con insulti ai colleghi che educatamente espongono le loro opinioni (sebbene diverse)come abbiamo visto fare dal nostro rapprensentante sindacale mesi fa ad una riunione dei tesserati di Ivrea. Siamo schifati e saranno sempre piu' i colleghi che restituiranno le gia' poche tessere.

Anonimo ha detto...

aaa cercasi tessere cgil cisl e uil per piccolo falò (visto che son sempre meno) da tenersi sotto la sede vodafone di ivrea...

Anonimo ha detto...

w i lavoratori, no ai burocrati

Anonimo ha detto...

Restituite le tessere! Quando non avranno piu' iscritti come faranno a giustificare il distacco?...Spiacente sei condannato a restare con noi...e mo' so' cazzi tuoi!

Rabellino? Preferisco vivere! ha detto...

Ciao Renato,
sono Fabrizio Bonino, un nome che nulla ti dirà perchè il NULLA che sindacalmente rappresenti, non ti permette di ricordarti il tuo operato... e te lo ricordo io allora. Ci siamo conosciuti in COMDATA, ma guarda un pò!, e ho rimpianto maledettamente l'incontro con te. Le garanzie che hai SEMPRE dato a Comdata, affinchè NULLA mai trapelasse di quello che là dentro succede. Ti ringrazio ancora adesso INFINITAMENTE per avermi aperto gli occhi, su tutto mi ricordo il povero Ale, rsu che uscito dalle TUE grazie si è ritrovato a lavorare ad ASTI! Ma per carità, "comdata non deeve subire attacchi", "non è il momento di colpire l'azienda"... te le ricordi le tue parole o ne hai dette talmente tante che ormai una vale l'altra? Senza ricordarti il PIETOSO incontro a Scarmagno in occasione della vendita di sottoscrizioni Telemaco. Intanto, la motivazione del mio mancato rinnovo contrattuale in comdata è stato perchè "Lei è troppo bravo". A me e al collega, Marco, che ci ha lasciato la pelle insieme a me. Cos'è la LOTTA SINDACALE?
Ben fanno i ragazzi di Vodafone a DIFFIDARE di te e di tutto il codazzo che ti porti appresso. Ragazzi, avanti da soli, otterrete sanz'altro di più da soli e con DIGNITA'
CIAO!

Anonimo ha detto...

scusate chi sa dirmi quale sia la linea seguita per lo sciopero da Pisa e Padova, stanno seguendo quella di queste mezze seghe di Ivrea? per 8 gruppetti o si parla di andare a Roma?

p2p

Anonimo ha detto...

ehy ehi eh, calma... non è spostano l'attenzione, per altro non meritata, su tale rabellino a me sconosciuto che risolviamo la nostra rabbia. Il nemico è l'azienda... è lei/lui che ci sta s-vendendo. ok? non dimentichiamolo!!! e' a lei lui che bisogna dar fastidio! E dimentichiamoci quel demente di Rabellino! Oggi ho preso la chiamata di un clt che stava dal dealer e aspettava la risposta di un fax gli ho detto che eravamo un pò indietro. Quello si è alterato perchè nn aveva tempo da perdere, il dealer. GLi ho detto che eano giorni particolari questi, c'era stato lo sciopero e.... MI ha tolto la parola, il dealer, e mi ha detto con arroganza: "ma che te stai a 'nventà ma va a quel paese", sempre il dealer, ed ha riagganciato!! OK? la gente non sa o finge di non sapere quello che sta succedendo.... facciamo uscire fuori la nostra rabbia, facciamo vedere quanto è marcia la Vodafoen! Io per esempio ho appeso in macchina il cartello vendesi con accanto la fotocopia di qualche articolo così chi si avvicina per vedere il cartello e magari crede che è per la macchina almeno legge e sa quello che sta succedendo!! DOBBIAMO DARE FASTIDIO ALLA VODAFONE!!!!!!!!! Capito?

Anonimo ha detto...

"Il nemico è l'azienda... è lei/lui che ci sta s-vendendo."

Mi spiace ma hai una prospettiva non del tutto corretta su qual e` il vero nemico in questo momento.

Il Sig Guindani e i suoi quaranta ladroni fanno quello che fanno perche` lo possono fare e non saranno certo 8 gruppetti di lavoratori piagniucolanti che gli chiedono di non farlo a fargli cambiare idea!!!!!!

Il vero nemico e` la legge che gli permette tutto questo, motivo per il quale dobbiamo incontrarci tutti a Roma il 19!!!!

Ottima l'idea del cartello vendesi in macchina, ma non fate passare un messaggio sbagliato come le RSU di Ivrea che ci scrivono a caratteri cubitali "Noi non siamo qui per farvi perdere ne’ tempo ne’ ore di sciopero in battaglie POLITICHE che NON appartengono a questa vicenda".

Ma allora non avete capito proprio un ca**o di niente!!!!!!

Tranquilli che a Roma ci andiamo con o senza di voi.


Blade Runner.

Anonimo ha detto...

APPUNTOOOOOOO DOBBIAMO COLPIRE L'AZIENDA DARE FASTIDIO A LORO I MANAGER STANNO ANDANDO FUORI DI TESTA A ROMA CI CONTROLLANO PER TUTTOOOOOOOOOOOO GLI RODE TUTTO QUESTO CASINO DOVETE VENIRE A ROMA E DOBBIAMO ESSERE TANTI E PER QUELLA PERSONA VENDUTA NON SPRECATECI NEMMENO TEMPO.

Anonimo ha detto...

secondo me la legge l'hanno fatta i politici imprenditori ad uso e consumo proprio delle aziende.... il nemico è chi c'ha i soldi mio caro! il nemico è l'azienda... rompiamogli il "muso" cioè l'immagine come se dice a Roma famoje vedè ai suoi amati clienti che non è tutto oro quello che riluce!

Anonimo ha detto...

PER ANONIMO DELLE 19.20 TI ADOROOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO BRAVOOOOOOOOOOOOOOOO TUTTI A ROMA A FARE MALE A QUESTA MALEDETTA AZIENDA*****

Anonimo ha detto...

credo che la totalita` dei lavoratori sia daccordo con l` andare a Roma contro le istituzioni piuttosto che contro l`azienda...non vorrei che alcuni di questi post vengano fatti ad arte da qualcuno per sviare qual e` il problema reale!

come cantava mina:
RENATO RENATO RENATO, SEI RITORNATO NELL`ANONIMATO ?

Anonimo ha detto...

si si restituite le tessere sindacali e fatevi quella di forza nuova, all'armi siam fascisti!

boia chi molla e' il vostro grido di battaglia!

Anonimo ha detto...

...che patetici siete...chi la pensa come voi e' nel giusto bravo applausi ecc...chi invece la pensa diversamente, infame e carogna nemico dei lavoratori.

Le stesse motivazioni delle Brigate Rosse...gli stessi impulsi che mossero i fascisti a stanare i traditori della Causa.

Attendiamo la nascita del vostro partito fascista di sinistra...(beh mica benito era di destra pensandoci...)

Anonimo ha detto...

NON SONO RENATO ASSOLUTAMENTE SONO UNA RAGAZZA DI ROMA ....MA SCUSA PER TE L'AZIENDA ALLORA SI E' COMPORTATA BENE VENDONDO 1000 PRSONE CON FAMIGLIE MUTUI DA PAGARE ...IO PROTESTO CONTRO LA VODAFONE TE LO DICO CHIARAMENTE OLTRE CHE CONTRO LA LEGGE MA NOI DOBBIAMO ORA FARE MALE ALL'AZIENDA SPUTTANARLA PER LO SCHIFO CHE VEDIAMO OGNI GIORNO ...MA QUALE ANONIMO NASCOSTO MA IO SONO LA PRIMA CHE QUESTA AZIENDA NON LA SOPPORTA ...A ROMA A FARE CASINOOOOOOOOOOOOOOOOOOO

Anonimo ha detto...

sono sempre io anonimo delle 19,20: sono d'accordo con te che le istituzioni sono il Nemico numero uno, non c'è dubbio! Ma credo che in questo momento dobbiamo tenere la mente lucida e capire che in questo momento è alla VODAFONE che dobbiamo far cambiare idea, perchè ahimè, non è con questa battaglia che riuscireo a far cambiare la legge 30. Ripeto perhcè non voglio essere fraintesa che non c'è dubbio che quella legge sia la rovina del lavoro, dei lavoratori e sicuramente alle istituzioni dobbbiamo rivolgerci affinchè sia cambiata con altre battaglie lunghe, tante, numerose e ficcanti... ma non dobbiamo essere da soli... cioè da soli siamo pochi!!! Quella dovrà essere un'altra battaglia ancora, adesso dobbiamo rompere le palle a Vodafone affinchè cambi idea o quanto meno ciu garantisca con la clausola di salvaguardia. Poi sulla legge 30 ci ritorniamo ECCOME PERCHe' QUESTE COSE NON DEBBANO PIU' SUCCEDERE, MAI PIU'!!!
io porterò il cartello FIGHT IS NOW, perchè ora si comincia!!! Se verrete a Roma mi riconoscerete da quello

Anonimo ha detto...

Per l'anonimo delle 19.42 ma se tanto ti sta bene ciò che sta facendo Vodafone, visto che a Comdata ci sono tante prospettive di crescita perchè non ti autocandidi?????????
Ragazzi sinceramente non sarà facile organizzarci per andare a Roma anche perchè dovremo autofinanziarci su tutto, visto che oramai questi Stronzi di sindacati ci hanno abbandonati.....

Anonimo ha detto...

per il post delle 19.42...che brava/o che sei! il post l'hai copiato dai biglietti dei baci perugina?...vai a cagare.

p2p

Anonimo ha detto...

PER IL POST DELLE 19.42 TE
NON SEI SOLO UN GRAN RITADATO/A MA CHE CAZZO SCRIVI A FARE SEI UN MANAGER UN TEAM LEADER OPPURE SEI SCEMO DI TUO..... QUI LA GENTE SI TROVERA'SENZA LAVOV O TRA UN PO TE SPARI CAZZATE SARAI UN RACCOMANDATO DI MERDA****VATTE A FA' UN GIRO E' MEGLIO ***

Anonimo ha detto...

Anonimo ha detto...

...che patetici siete...chi la pensa come voi e' nel giusto bravo applausi ecc...chi invece la pensa diversamente, infame e carogna nemico dei lavoratori.

Le stesse motivazioni delle Brigate Rosse...gli stessi impulsi che mossero i fascisti a stanare i traditori della Causa.

Attendiamo la nascita del vostro partito fascista di sinistra...(beh mica benito era di destra pensandoci...)

10 ottobre 2007 19.42


Scusa ma tu che cavolo pensi?
vuoi l'accordo? bene parliamone
vuoi andare a comdata? prego si accomodi...
se vuoi parlare di contenuti siamo qui pronti ad ascoltare le tue strabilianti idee...

a proposito ti confermo che non sono una brigatista ne una fascista... sono solo una delle 914 persone che vengono vendute a comdata per strategia aziendale nonostante mi sia fatta un mazzo così per 9 annetti in vodafone...

TM ha detto...

vorrei sapere le altri sei cosa ne pensano di andare a roma
qui a ivrea siamo i soliti quattro gatti che ci vogliono andare...

Anonimo ha detto...

beh non sarei cosi` disfattista su quanti saranno quelli di Ivrea...ho sentito parecchia gente che sta appoggiando l` iniziativa e stiamo cercando di arrivare ad un buon numero...ricordiamoci che il 5 ottobre siamo arrivati a mille e piu` persone a Roma , se ci organizziamo bene possiamo fare il doppio o forse piu`! immaginatevi 2000 e piu` persone sotto montecitorio nuovamente unite nella lotta...immaginatevi che sara `solo l inizio di una lotta che ci vedra` protagonisti attivi di un cambiamento!

rimaniamo uniti e non ci facciamo ingannare dalle troppe sirene che cantano in questo momento...ROMA CI ASPETTA !

Anonimo ha detto...

da Ivrea..
ci sono anch'io......
Roma!!! Roma!!!

Anonimo ha detto...

anche da Bologna ci stiamo organizzando forza ragazzi non MOLLIAMO!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Anonimo ha detto...

urlate urlate, fate tutte ste minchiate che volete e cosa otterrete?
Andrete a comdata, ve la prenderete con la CGIL, vi iscriverete al COBAS e per finire, pieni di odio, vi darete al linciaggio fisico nei confronti di chi definirete "nemico dei lavoratori".

Ergo...diventerete fascisti...

Anonimo ha detto...

commenti dalle altre sedi? vi state organizzando per roma?

Anonimo ha detto...

ma chi e sto coglionazzo che parla?
che si identifichi la pecora nera.

ma forse tu nn passerai con noi fammi capire?

io nn le ritengo minchiate

mi piace poter pensare che non sono stata inerte a questa decisione dell azienda, che almeno nel mio piccolo, ho cercato di afre qualcosa per cambiare, perche io a differenza tua , la notte poi nn dormirei per i rimorsi di aver accettato senza far nulla

e sinceramente mi sembra tutto inutile tranne che andare a Roma perche e l unico luogo dove possiamo ottenere qls, politicamente parlando.

Anonimo ha detto...

si stanno organizzando la marcia su roma...

Pare che Forza Nuova, insieme al nostro mitico Storace, stia allestendo un palco ad hoc...

Preparate i manganelli per quei finocchi dei sindacalisti che non hanno le palle di lottare!

Anonimo ha detto...

l'unico modo per dormire tranquillo sarebbe smetterla con i proclami fascisti e dare per una buona volta prova di unita'.

Screditare le segreterie sindacali e' il classico gioco al massacro che i lavoratori oltranzisti cercano sempre

Anonimo ha detto...

x quel coglione delle 20:52..
pezzo di merda .. abbi almeno il coraggio di scrivere chi minkia sei ...anzi evita proprio di parlare c'e' gente mutua ma con un cervello al mondo tu sprechi proprio l'ossigeno
e poi.. tu vieni a lavoro x passare il tempo?!?! sei forse il figlio/parente di guindani
ca** di idiota di merda...meriti solo 'na scarica di botte
ma vattennneeee....
p..ivrea

Anonimo ha detto...

solo insulti...proprio come i fascisti!!!

Niente cervello solo manganello!!!

Anonimo ha detto...

sorvoliamo sulle postate dei provocatori,please.Ho riconosciuto la firma lessicale...inconfondibile.Credetemi,se le si da' corda non se ne esce!

Anonimo ha detto...

oibo', il fascista mi ha stanato!

Piu' veloci della Gestapo!

Allora parliamo di nazismo!

Anonimo ha detto...

Benissimo...direi di non considerare i commenti dei provocatori, che magari sono gli stessi delegati che non godono di ottima fama, e di organizzare uno sciopero che si possa ricordare!

Indirizziamo le nostre energie su ROMA, su una piazza rossa!

Tutti uniti...i cretini lasciamoli dove sono!

Anonimo ha detto...

No non credere a chi
promette miracoli
parla di money money
soltanto money money
No, non puoi fidarti di chi
parla solo dei soldi
al tuo bene non pensa ma
a quello dell azienda sì
No no tu non credere a chi
parla di marketing
quando parla dei sogni
e delle tue passioni Mò!
Le strategie da manuale
su di me non le puoi applicare
quante volte lo dovrò spiegare
e tu ci terrai a precisare che
dalle folle mi farai acclamare
V.I.P. potrò diventare
tutti al circo a scenografare
con la tigre ed il domatore
Ma che cosa ci posso fare
se non mi lascio ammaestrare
sì lo so che se sto a sentire
tanti soldi mi farai fare...

Anonimo ha detto...

Indirizziamo le nostre energie su ROMA, su una piazza rossa!

Tutti uniti...i cretini lasciamoli dove sono!

concordo pienamente utilizziamo questo spazio per organizzarci per una grande manifestazione a Roma.

p2p

Anonimo ha detto...

Riteniamo davvero opportuno insultarci in questo modo?
Dato che chi provoca non aspetta altro che farci cadere in basso direi che possiamo tranquillamente non considerare i loro commenti.

Noi stiamo discutendo seriamente del nostro futuro, del nostro lavoro e dei nostri diritti.
Continuiamo a farlo e non sprechiamo energie in inutili battibecchi.

Lasciamo che i provocatori si sfoghino e non consideriamoli. Evidentemente non sono consapevoli di quanto sia importante lottare per i propri diritti.

Uniti!

Anonimo ha detto...

Ciao a tutti
come ci si organizza x Roma?!?!
tutti in treno ?!?!

Anonimo ha detto...

VOLEVO DIRE SOLO UNA COSA HE HA ROMA ALMENO C'è QUALCHE SINDACALISTA CON LE PALLE.... E SE SAREMO TANTI RIUSCIREMO AD OTTENERE QUALCOSA.

Anonimo ha detto...

inanzitutto direi che il livello della conversazione si e` abbassato di molto e credo che il provocatore che attualmente sta denigrando dei compagni che lottano per il proprio posto di lavoro dandogli dei fascisti sia fuori luogo.
Prego non postate piu` in risposta a tali provocatori perche` se no facciamo il loro gioco. Non perdiamo di vista gli obiettivi comuni di questa lotta e lasciamo che queste persone con il loro stile inconfondibile di denigratori si facciano scoprire da sole...come sole sono in questo momento!
da ivrea con amore...

Anonimo ha detto...

io non voglio Screditare le segreterie sindacali perche alcuni delegati godono di una profonda stima da parte mia, ad es. quelli di bologna, ma ad ivrea abbiamo certi elementi degni di nota...

non lo si puo nn riconoscere, mentre gli altri dicono A loro dicono B
cercano sempre di placare gli animi, da anni e una persona dopo anni inizia a chiedersi perche debbano fare sempre cosi i moderati anche in questi casi.

io nn sono per bandiera rossa, lotta dura senza paura, perche non sono termini che condivido ne' che mi si addicono, pero so' riconoscere quando qualche azione merita o non merita.

Roma merita stavolta.
E mi ricordo come se fosse ieri che alla prima assemblea a Ivrea e stato detto che questa volta saremmo andati a Milano e la prox a Roma.

v6daf6ne ha detto...

I lavoratori Vodafone si trovano a combattere su due fronti contemporaneamente: azienda e sindacati. Non è una novità che i sindacati si stiano vendendo, con in testa CISL e UIL (che fanno questo puntualmente da anni, oramai) e CGIL che tentenna perché teme, forse, incrinamenti con l'attuale governo di pseudo-sinistra. Dall'altra parte c'è l'azienda che ritiene opportuno contrattare con i sindacati per far sembrare che tutto sia stato fatto in regola e sapendo benissimo che i sindacati stessi si possono "comprare" facilmente e a buon mercato. Lo schema è già ampiamente conosciuto e non nuovo.

Se alcuni attuali rappresentanti RSU non sono d'accordo con le segreterie possono dirottare, tutti insieme, con l'appoggio dei lavoratori, il proprio interesse verso i Comitati di Base autonomi (COBAS), innanzitutto rivolgendosi ad organizzazioni autonome territoriali di competenza o facendo riferimento alla confederazione COBAS di ROMA:

CONFEDERAZIONE dei COMITATI DI BASE - Viale Manzoni 55 - 00185 ROMA
Tel. 06-77591926 Fax 06-77206060
e-mail: tlc@cobas.it

E' possibile, inoltre, provare a delegittimare in assemblee, autonomamente costituite, gli attuali rappresentanti... un po' come avviene nei condominii, se l'amministratore non vuole andar via e non fa' gli interessi dei condomini, per cacciarlo è sufficiente eleggere un nuovo amministratore o anti-amministratore.

Anonimo ha detto...

allora abbiamo ricevuto risposta da alcuni di Ivrea e di Roma...
le altre sedi come si organizzano?

Anonimo ha detto...

come non detto...questo simpatico blog sta diventando il mezzo per arruolare futuri membri di cobas...

Forza raga', fatevi 'sti benedetti cobas e non ci rompete i marroni con sta storia dei sindacati corrotti...

Anonimo ha detto...

ragazzi venite tutti a Roma e facciamo caciara ci devono sentire e' arrIvata oggi l'mail dei sindacati che sono indignati poiche' l'azienda sta' incolpando loro di non voler trattate ragazzi stiamo facendo davvero casino e non ce la fanno piu'... a ROMA LA MANAGER HA FATTO PURE AFFIANCAMENTI ALLUCINANTE ...CONTROLLA LE PAUSE E STAMPA I NOMI DELLE PERSONE E I TL CI HANO AVVISATO CHE PUNTANO ALLA LETTERA DI RICHIAMO....RAGAZZI VENITE FACCIAMO UN CASINOOOOOOOOOOOOOOO

Anonimo ha detto...

x anonimo delle 21.44

Stai sclerando?

Anonimo ha detto...

se qualcuno vorra' aderire ai cobas lo fara' senza aver bisogno di inviti.
le critiche alle strategie fallimentari del sindacato si fanno e si faranno comunque.
mettetevi il cuore in pace.

Anonimo ha detto...

Per l'anonimo delle 19:43:

Non penso affatto che l'azienda si sia comportata bene vendendo me insieme ad altri 913 colleghi, ma penso anche che a questa azienda gliene freghi ben poco di comportarsi bene!!! Al sig Guindani&Co interessa solo fare più soldi possibili nei limiti della legalità e lo sta facendo tagliando fuori 914 dipendenti perchè ha deciso che gli costano troppo e perchè la legge glielo permette.
Signori, stiamo parlando di un abile imprenditore, uomo d'affari nonchè gran pezzo di me**da con tanto di pelo sullo stomaco.
Non gliene può fregare di meno che qualcuno consideri Vod come una "mamma" e che da lei questo proprio non se lo aspettava dopo 10 anni di onorato servizio, le passions, il mess solidale, il bimbo day e altre str***ate simili!!!!
Quello che penso però è che non cambi idea "solo" perchè a noi lavoratori non sta bene la sua decisione; perchè deve capire che si sta comportando male con noi, che sta facendo una cosa socialmente ed eticamente sbagliata.
Possiamo essere incazzati con lui ma la sua non è la porta giusta a cui bussare per cambiare la situazione.

Io andrò a Roma per urlare alle istituzioni che quello che Vod sta facendo è uno schifo perchè lo sta facendo approfittando di una legge creata da loro e che va modificata. Lo so anch'io che la legge30 non verrà toccata perchè noi ora gli chiediamo di farlo, così come so che la cessione non si interromperà solo perchè chiediamo all'azienda di non farlo. Vado a Roma perchè sono le istituzioni a dover attivare tutti i controlli necessari affinchè la cessione avvenga (perchè avverà, se non è già avvenuta, che ci piaccia o no) nella completa tutela dei lavoratori coinvolti nella manovra inserendo p.es la clausola di salvaguardia.
Vado a Roma perchè è lì che bisogna andare, TUTTI!!

Pao-li-no, Pao-li-no, Pao-li-no, Pao-li-no,

Blade Runner (Ivrea)

Anonimo ha detto...

giusto!

critiche si, insulti no.

qui vedo solo insulti e proclami fascisti.

Anonimo ha detto...

A bologna l'intenzione comune e' naturalmente quella di andare tutti a roma, in primis i nostri delegati nei quali noi fortunatamente abbiamo dei punti di riferimento saldissimi. Sicuramente saremo a roma anche a spese nostre, non so se in pullman, treno, carretto, o altro.

v6daf6ne ha detto...

ed ancora... per avere visibilità, scrivete qualche centinaio di e-mail allo staff di Beppe Grillo nel seguente modo:


Oggetto: L’ULTIMO DANNO DELLA LEGGE 30: VODAFONE VENDE 914 DIPENDENTI A COMDATA

Testo:
Caro Beppe,
venerdì 14 settembre i dipendenti di Vodafone Italia hanno appreso dalle pagine del quotidiano Il sole 24 ore, che la propria azienda stava considerando la possibilità di cedere alla società Comdata le attività di back office e centinaia di lavoratori addetti a quelle attività.
I dipendenti Vodafone in questione sono tutti assunti a tempo indeterminato.

Il 17/09 tale "fuga di notizie" è stata confermata dall'amministratore delegato Pietro Guindani con una e-mail inviata ai dipendenti nella quale spiegava che le ragioni di business e di strategia imponevano di orientarsi verso la banda larga mobile acquisendo le competenze mancanti e quindi rifocalizzando ciò che può essere definito il core business dell'azienda (cioè l’essere un gestore di telefonia mobile).
Da qui la "necessità" di operare una cessione di ramo d'azienda che coinvolgerà, tra fine ottobre-inizio novembre, 914 colleghi specialisti dei processi amministrativi a supporto del cliente e dell'attività di gestione del rischio di credito, delle sedi di Ivrea 283 persone, Roma 273, Padova 148, Milano 117 e Napoli 93 e dall'altra, avremmo appreso poi, acquisire i dipendenti di un'altra azienda già presente nel mercato della telefonia fissa.
Venduti come merci: fuori noi, dentro altri.

Tecnicamente e legalmente si tratta di cessione di ramo d'impresa, realisticamente si tratta di un'operazione moralmente deprecabile e, per quel che ci insegna la storia industriale italiana, di un licenziamento differito (utile una visita al sito dell'associazione nazionale lavoratori esternalizzati, per capire come il copione sia già scritto).

Vodafone è un'azienda sanissima, con utili strepitosi che ha deciso di vendere 914 persone, famiglie, sogni approfittando anche dell'allargamento delle maglie della definizione di cessione di ramo d'impresa contenuta nella Legge 30, che ha di fatto annullato il concetto di autonomia funzionale del reparto oggetto della cessione.
Proprio per le caratteristiche di grande solidità dell'azienda, se questa operazione verrà compiuta creerà un precedente dalle conseguenze pesantissime sia nel settore delle telecomunicazioni, che già ricorre ampiamente a questo strumento, sia in generale nel mondo del lavoro.

Questa non è una cessione di ramo d'azienda; non siamo assolutamente in presenza di una cessione di lavoratori con specifiche professionalità (centinaia di questi lavoratori sono stati spostati in tali reparti negli ultimi mesi, quando non nelle ultime settimane) e non siamo in presenza di reparti totalmente avulsi e indipendenti dal resto del customer care.

Si tratta unicamente di taglio dei costi e di rincorsa esasperata del profitto sulle spalle dei lavoratori.

Da subito sono partite in tutte le sedi mobilitazioni spontanee (assemblee all'aperto, blocco della circolazione, presidi di fronte ai principali negozi vodafone, fiaccolate) ma tutte queste azioni non hanno avuto la minima visibilità nazionale.
La stampa appare imbavagliata. Fatta eccezione per due quotidiani (Il Manifesto e l'Unità), non siamo mai riusciti ad avere una visibilità superiore al livello della cronaca locale e/o regionale.

Ci scontriamo con un colosso delle telecomunicazioni che evidentemente ha messo in campo ogni iniziativa utile e mettere la sordina a quanto sta accadendo.

Aiutaci a far conoscere questo scempio che mina il nostro futuro, aiutaci a suscitare la giusta indignazione nella società civile affinché nasca un movimento di pressione nei confronti dell'azienda capace d’imporre un radicale ripensamento della manovra.

Per saperne di più puoi consultare il blog
http://autunnovodafone.blogspot.com/

Abbiamo scritto una lettera anche al Presidente del Consiglio dei Ministri, On. Romano Prodi; al Presidente del Senato della Repubblica, Sen. Franco Marini; al Presidente della Camera dei Deputati, On. Fausto Bertinotti; al Ministro del Lavoro e Previdenza Sociale, On. Cesare Damiano; al Ministro dello Sviluppo Economico, On. Pierluigi Bersani… per ora senza nessuna risposta.

Ringraziamo i tuoi meetup che sono intervenuti tempestivamente, e se tu potessi dare spazio a questa emergenza sul tuo blog ci saresti di grande conforto.

Grazie
Lavoratori Vodafone

Anonimo ha detto...

RAGAZZI! BASTA RISPONDERE AL PROVOCATORE!!! Utilizziamo questo blog per noi in modo costruttivo o per dare soddisfazione a quel coglione??

Anonimo ha detto...

Ok quindi per ora abbiamo notizia da Bologna, Ivrea e Roma...

gli altri CC???

Rispondeteci please...

Anonimo ha detto...

ok scusate non parlo piu'.
cmq non sono sclerata ma è anche vero che loro vogliono farti uscire di testa e ci riescono tranquillamente almeno con me e faccio parte dele 914 si era capito.Ho manifestato solo la rabbia che ho dentro di me.
Ognuno la vede a suo modo.

Anonimo ha detto...

non mi riferivo a te ma al post precedente, sempre delle 21.44 che recitava:
come non detto...questo simpatico blog sta diventando il mezzo per arruolare futuri membri di cobas...

Forza raga', fatevi 'sti benedetti cobas e non ci rompete i marroni con sta storia dei sindacati corrotti...

Anonimo ha detto...

ehehe non resistete a rispondere al provocatore!!!

dai dai che vi piace giocare al "contro tutti"!!!

Vi dovrebbero scritturare da Biscardi!!!

ps.: per i bolognesi...come cavolo vi hanno fregato i 14 si??? cioe' vi hanno imbrogliato??? mammamia se lo sa cremaschi!!!

Anonimo ha detto...

“Due sono meglio di uno, perché se uno si perde l’altro l’accompagna. Due sono meglio di uno e mille meglio di due”.

TUTTI A ROMA!

Anonimo ha detto...

"camice nere della rivoluzione! ORA O MAI PIU'!!!

VINCERE....E VINCEREMO!!!"


TUTTI A ROMA!!!

Anonimo ha detto...

I cobas di napoli sono quelli che hanno firmato la flessibilita' +30/-30 minuti sulle pause quando erano rsu cgil.

Contro il parere dei lavoratori e della cgil.

Anonimo ha detto...

I cobas di napoli sono quelli che hanno chiesto all'azienda di consentire il cumulo dei riposi. Cioe' per esempio lavorare dieci giorni consecutivi per avere quattro riposi consecutivi.

Anonimo ha detto...

A me i cobas piacciono.

Bisogna pur decidere da che parte stare.

La fisting (ops, fistola... ops, fistel...), cgil, eccetera... ciucciatemi il calzino. Siete ridicoli.

Ragazzi, qua i casi sono 2: o andiamo a prendere un sacco di mazzate a Roma, facendo un bel casino come i francesi, o "educatamente" li mandiamo tutti a fare in culo 'sti politicanti da 4 soldi. Basta, il tempo della paziente attesa è finito.

Si individuano, nell'ordine, 3 nemici in tutta la vicenda:

1) il governo
2) i sindacati
3) l'azienda

Eh sì. L'azienda sta facendo i suoi interessi a norma di legge... e chi fa le leggi? e chi è stato votato per dare una SOSTANZIALE sferzata al precariato...? Perfetto.

Beh, per quanto riguarda i sindacati: andate a cagare. Noi vogliamo andare tutti insieme a ROMA. A Roma, cazzo. Non 8 spezzatini a fare un pic nic davanti alle questure. Ripeto, e aprite bene le orecchie: andate a cagare. Noi andremo a Roma, con o senza di voi.

Anonimo ha detto...

sono sempre anonimo delle 19,20!! Io sono di Roma. Sapete che vi dico??? VI ASPETTO A ROMA TUTTI!!!!
Credo che sia il caso di scambiarci qualche email privata... mi è venuto in mente che possiamo organizzare una colletta noi di Roma e aiutarvi a finanziare gli spostamenti...Che ne dite?
NOW IS FIGHT!

Anonimo ha detto...

benvenuto al troll fascio filoaziendale...ce ne sono ovunque spuntano come i funghi...in tutti questi anni mi sono sempre chiesto, è più forte l'emozione di essere entrato in piazza ssss apostoli ed aver annusato sentito e tocccato con mano la rabbia e la gioia di essere riuniti per avere una voce finalmente nostra e non distorta riportata rielaborata da tutti questi pagliacci e scagnozzi destabilizzatori, manganello forza nuova...ma non sai nemmeno di cosa stai parlando a roma c'erano anche persone di destra , ma tutti eravamo uniti in un unica voce per urlare la legge trenta fa cacare, e ancora a parlare di brigatisti, l'omicidio biagi sembra talmente fatto ad hoc che chiunque si azzardi a parlare male di quella legge automaticamente diventi brigatista per labbra del primo lobotomizzato di turno, ti dico una sola cosa 914, ma se poi mi dici che sono tutti comunisti ah vabbè fai tu...ad ogni modo nell'urbe quel giorno non c'era destra sinistra, ma da una parte a roma o nelle piazze per lo più nelle piazze di roma, c'erano coloro che hanno capito dove sottolineare che ci stanno penetrando da tergo, nei call center, invece i precettati e i pochi infami crumiri tu dov'eri?
questa l'unica divisione poi poveretto te continua a trollare che ci sei portato qui si lotta democraticamente per i nostri diritti, ma non pretendo che tu capisca questo concetto, con le tue stronzate non riuscirai a scalfire quello che abbiamo provato a roma, nessuno ci riuscirà. E questo grazie ai soliti rsu che si sono esposti e hanno saputo fare il mestiere che qualcuno ha impedito loro di fare per motivazioni occulte e che tutti noi oramai ben conosciamo.
Tu prezzolato da chissà chi, fai parte di un progetto organizzato e complesso come un paramecio, fatti un regalo sparisci...oppure vieni a roma con noi che magari comprendi la differenza fra manifestazione e frustrazione, tra strumenti costituzionali e lingua filo istituzionale un carisssssimo saluto

TUTTI A ROMA

Giogg' Pusher

Lev yashin

Anonimo ha detto...

come vedi non è difficile organizzare dei commenti provocatori, in periodi come questi, con termini ad effetto reattivo, il difficile risulta organizzarsi per difendere il futuro del nostro lavoro in sostanza, "difficile non è nuotare contro la corrente, ma salire nel cielo e non trovarci niente". e con questo chiedo scusa per il mio utilizzo di sapone e tempo
giogg'

Anonimo ha detto...

allora ragazzi
ivrea deve venire...
bologna deve venire...
catania deve venire ...
pisa deve venire...
napoli grandi napoletani dovete venire ...tutti a roma e facciamo valere i nostri diritti******
non avete scusanti per questo motivo no ....ora viene prima di tutto stare a Roma il 19 in massa!!!

Anonimo ha detto...

QUANDO UN’AZIENDA TOCCA IL FONDO!


Da ieri l’azienda sta convocando, a gruppi, i colleghi per dare la SUA versione circa l’esternalizzazione in atto. L’azienda sta dicendo che e’ colpa del sindacato se non si tratta sugli accordi aziendali! Tutto questo senza provare un briciolo di vergogna! La verità invece è che, se l’azienda farà perdere qualcosa ai lavoratori ceduti, sarà solo ed esclusivamente una sua scelta! E’ lei che sta dando la commessa a Comdata, lei può scegliere di non far perdere nulla ai dipendenti nel passaggio. MA VI PARE CHE SE L’AZIENDA FACESSE QUESTO ATTO FORMALE, IL SINDACATO POTREBBE DIRE “NON VOGLIAMO CHE I LAVORATORI CEDUTI MANTENGANO TUTTI I DIRITTI ACQUISITI”? Ma vi pare credibile quando dice … Noi vorremmo tanto che i lavoratori mantenessero i diritti … ma è il sindacato che non vuole…. Ma veramente volete farci credere che l’azienda non può fare nessun atto UNILATERALE che impedisca ai lavoratori ceduti di perdere, nella fase di passaggio, i diritti acquisiti? Scusate ma chi glielo impedisce? Perché l’azienda non rinvia una lettera alle RSU impattate, dove ufficialmente chiarisce che, nella fase di passaggio, tutti gli accordi aziendali, fondo, premio di risultato, turni ecc verranno mantenuti? Dall’alto dei suoi 4 miliardi di utili all’anno, perche’ Vodafone e Comdata non si mettono d’accordo, per inserire “il tutto” tra le condizioni di passaggio, lo può fare!!! Dire che ci vuole per forza un accordo sindacale, non è vero! Se non lo fa, sta scegliendo di non farlo! Non scaricasse sul sindacato responsabilità che sono solo ed esclusivamente sue!

Oggi e’ anche uscito un vergognoso articolo sul Corriere della sera dal titolo: CASO VODAFONE , L’INUTILE PROVA DI FORZA DEL SINDACATO. Ma come e’ possibile che Vodafone cosi’ ricca, abbia qualcuno che gli dica di NO! Forse non sono abituati ad avere questo… FASTIDIO?! Al di la delle sciocchezze espresse e’ bene soffermarsi sulla parte finale dell’articolo:

“Non si puo’ in un mondo che diventa precario per tutti, avere la certezza che comunque ci sono settori in cui l’immobilita’ e’ legge, perche’ questa, alla lunga, rinforza la mentalita’ del tutto dovuto che non potra’ piu’ essere una filosofia aziendale”

Dunque l’articolista Pier Luigi Celli ci sta dicendo che, anche un azienda come Vodafone con 4 miliardi di utile, deve dare posti di lavoro precari, perche’ cosi’ va il mondo!!! BENE! Allora il mondo va CAMBIATO!

Non solo, ma le cessioni di ramo d’azienda sono regolate anche dall’articolo 2112 del codice civile (così come indicato nella lettera inviata alle RSU) che recita:
Il cessionario (per noi Comdata) è tenuto ad applicare i trattamenti economici e normativi previsti dai contratti collettivi nazionali, territoriali ed aziendali vigenti alla data del trasferimento, fino alla loro scadenza.
Inoltre SOTTOLINIAMO che sulla lettera di comunicazione sull’inizio della procedura di esternalizzazione, inviata alle RSU il 17 settembre, l’azienda dichiara:
“Ai lavoratori interessati al trasferimento sara’ mantenuto il CCNL dei servizi di Telecomunicazione del 3 dicembre 2005 e i trattamenti economici e normativi complessivamente in atto.”
E noi abbiamo solo l’accordo sul premio di risultato che scade nel 2008, gli altri non hanno scadenza. Dunque, ci faccia capire Vodafone, per caso già sa che la controllata di Comdata vuole delinquere e non rispettare le leggi dello stato italiano? Lei già sa che i lavoratori Vodafone dovranno fare causa per ottenere i propri diritti? Ma a chi ci hanno venduto? Perché non chiariscono LORO questo aspetto con il CESSIONARIO?
La verità è che l’azienda con questi team breafing, con la mail di Verna, di Guindani, sta solo cercando di spingere il gregge dei dipendenti verso l’ovile Comdata! E’ lei che ha interesse a depistare l’oggetto del contendere dal se è giusto farlo o no, alle condizioni di passaggio. E’ lei che sta cercando di portare i dipendenti a spostare la propria attenzione! MA E’ UNA TRAPPOLA! Hanno avuto il coraggio (o la faccia tosta) di dire che nella controllata di Comdata c’è possibilità di fare carriera !!! EVVIVA … allora conviene essere ceduti !!!!

Sembrerebbe che abbiano anche detto nei breafing che nell’acquisto di TELE 2 non è vero che sono stati acquisiti anche i dipendenti. E scusate … che fine fanno? Faremo in modo di farglielo sapere. E’ ormai evidente che, in tutta questa operazione economica, in cui Vodafone compra da una parte TELE 2 e vende dall’altra le attività di back office, i lavoratori vengono schiacciati da una operazione economico finanziaria SENZA SCRUPOLI! Vittime predestinate! Alla faccia delle belle parole!
A proposito di belle parole, lo splendido articolo di oggi sul Corriere si conclude cosi’:

“ Ragionando nei termini della questione, e sugli scenari che si possono aprire, e’ possibile che un supplemento reciproco di saggezza aiuti a superare l’impasse, trovando la strada per offrire alla parte piu’ debole quei supporti che l’Azienda, per la sua cultura e la sua storia, non sara’ restia a prevedere.”
Ringraziamo l’autore dell’articolo, al quale ci piacerebbe chiedere se le sue parole gli sono sgorgate spontaneamente dal cuore o meno,per la sua saggezza, e l’azienda per la sua cultura e la sua bonta’.

VERGOGNA!

NOI LAVORATORI PROSEGUIAMO LA LOTTA, LO SCIOPERO DEL 19 OTTOBRE E’ DIETRO L’ANGOLO!!!


Rsu Roma

Anonimo ha detto...

http://213.215.144.81/public_html/articolo_index_35060.html

leggere attentamente pliiiis

CHE GUEVARA ha detto...

Mi fa' piacere che altri ricordano lo scempio che i riciclati cobas di napoli hanno fatto.
SIETE FASULLI

Anonimo ha detto...

rabellino mi fa schifo perche è un venduto

poli mi fa schifo perchè un venduto

il governo mi fa schifo perchè sono vendui, tutti felici che sia passato il SI, per fortuna almeno PRC è con noi

Guindani mi fa schifo, lui assieme a quella societa controllata da lui facente parte di Confidustria

La stampa mi fa schifo perchè dice ciò che l azienda gli dice di dire

i giornalisti mi fanno schifo, perche si adeguano alla massa

siamo in un mondo di merda dove tutto è una mafia, dove sembra che nn possiamo far altro che adattarci...

ma se solo riuscissimo a riunire il nostro dissenso con quello dei lavoratori di pomigliano d'arco e di mirafiori di torino e tante altre aziende che hanno votato per il NO

tutti questi incazzati neri riversati a Roma creeremmo piu casino che in Birmania.

io nn sono nessuno per organizzare questa cazzo di cosa, ma chi ha piu potere di me si vuole dare da fare cazzo??? riuscite a mettervi in contatto con le RSU di mirafiori e di altre aziende ed andare a scioperare tutti insieme!?????

L italia mi fa cagare e dobbiamo far capire che è cosi, senza aspettare che qualche comico alias Grillo parli e predichi per noi1

Anonimo ha detto...

abbiamo finalmente raggiunto i quotidiani di grande tiratura...Certo che sentire pontificare sulle strategie aziendali chi si è visto collassare tra le mani il progetto IPSE(ricordate gara UMTS?)...be' credibilità e fiducia non possono che scarseggiare.Che ne dite di rispondere educatamente alla redazione del Corriere?
Per comodità:
http://www.corriere.it/scrivi/carta.shtml
Attenzione alle parole che questi sono dei maghi della strumentalizzazione.
Saluti

Anonimo ha detto...

Perfettamente d'accordo con il commento delle 11.19

Vediamo se uniti in 7/8000 là davanti non si CAGANO ADDOSSO. O forse CI cagano addosso. Ma l'unione fa la forza, SEMPRE.

Il sindacato vuole DISUNIRCI, NON PERMETTIAMOGLIELO. Tutti a Roma. E SCIOPERO DI SETTORE. E' solo così che si otterrà qualcosa.

'Ste caste di figli di puttana.

Anonimo ha detto...

Esatto 12.45. Sono 19.20 fight is now. é questo ciò che intendevo: da soli siamo pochi a poter cambiare la legge 30 dobbiamo unire le forze con tutti gli altri! BiSOGNA ORGANIZZARE LO SCIOPERO DI SETTORE; LA MAFESTAZIONE DI SETTORE E UN ENORME CORTEO DI SETTORE poi voglio vedere come ci fermano!!
Riflettevo: oggi è 11 ottobre. Secondo me manca pochissimo al 1 novembre solo 20 pochissimi giorni. Ci dobbiamo MUOVERE!!!
FAte come me: mettete il cartello vendesi in Macchina con gli articoli di giornale accanto, tutti si avvicineranno incuriositi dal cartello e leggeranno invece ciò che sta accadendo. Andiamo anche a gruppetti di 56 persone nei negozi Vodafone con il cartello Vendesi al collo e distribuiamo volantini.... Vedi come si diffonde la notizia! In attesa di avere maggiori lumi dall'alto facciamo anche queste piccole azioni che gli diamo fastidio!!!!!

Anonimo ha detto...

volevo dire a gruppetti di 5-6 persone non 56... c'è scappato l'errore! Ad ogni modo muoviamoci!

Anonimo ha detto...

solo se siamo tanti blocchiamo questo scempio noi a roma abbiamo distribuito i volantini pure in metropolitana ...ragazzi dobbiamo essere davvero tanti ed il tempo per organizzarvi c'è da soli nn ce la facciamo noi a roma venite il 19 in massa facciamo un corteo che lo ricorderanno a vita...***

Anonimo ha detto...

ragazzi esiste anche mettersi in malattina e viene pagata....a roma si farà 2 giorni prima dello sciopero per creare danni all'azienda ..poi vi aggiorno cmq x la prox settimana a roma ci sarà un po di gente in malattia******

Anonimo ha detto...

Ci siamo!!!!!!!!!!!!!!!!


Cominciano le vergognose ed arroganti riunioni a piccoli gruppi di dipendenti per “spiegare” il perche’ dell’operazione.


Perche’ l’azienda non ha effettuato delle Plenarie? Forse perche’ in questo modo crede di ricevere meno contestazioni da parte dei dipendenti che, se ancora non lo avevano fatto, stanno aprendo gli occhi e capiscono di lavorare in una azienda che e’ in grado di garantire loro solo un futuro a brevissima scadenza?

Alcune informazioni non corrette che vengono fornite:

1) Il numero dei dipendenti Tele2, sarebbero 100

Dal sito Tele2 Italia (http://www.tele2.it/tele2/cartella-stampa-tele2-italia.html): “TELE2 Italia ha circa 100 dipendenti nella sede di Segrate (Milano) e 1600 operatori nei call center dell’Aquila, di Cernusco sul Naviglio, di Bari e di Lecce”.

2) Se non viene fatto l’accordo di armonizzazione entro novembre i dipendenti perdono il fondo di solidarieta’ per un “problema legale”.

Falso. Vodafone e Comdata posso accordarsi col sindacato in qualsiasi momento.


3) Il back office non e’ “core business”

Falso. Lo stesso Guindani il 14 settembre ha detto che anche il back office e’ core business. Solo che non era piu’ considerato conveniente per Vodafone tenerlo all’interno. Con ovvie conseguenze circa la precarieta’ delle scelte future.


RSU VODAFONE ROMA

Anonimo ha detto...

Avrei voluto dare sicurezza ai miei figli…

avrei voluto riuscire a pagarmi la casetta in cui passare la mia vita…

avrei voluto avere qualche piccola certezza per rubare al tempo un po' di felicità…



Sono entrata in questa azienda giovane e forte.

Lei mi ha detto "dammi la tua passione, io ti darò certezze! La mia stabilità sarà anche la tua !"

E io le ho dato la mia giovinezza, con passione.

Lei ha preso il mio tempo, le mie idee, la mia professionalità, la mia voglia di fare, di dimostrare...di avere certezze! Lei ha preso a piene mani!

E nel frattempo cresceva, diventava famosa, il suo marchio diventava importante, acquisiva clienti, diventava un colosso…

E io nel frattempo prendevo le certezze di cui avevo bisogno, provavo a costruirmi una vita.

Ho fatto figli, ho comprato una macchina, ho comprato una casetta (…la mia stabilità sarà anche la tua ...)

Certo a Natale lavoro, a Capodanno lavoro, a Pasqua lavoro…ma tu mi dai certezze e io ti do la mia passione… Finché poi… IL VUOTO SOTTO I MIEI PIEDI …



"Da novembre non avrai più certezze!!!", mi ha detto.



Come, perché?! Ti ho dato tutto quello che avevo…perché?

Come la strega di Hänsel e Gretel mi ha portato nella casa di marzapane, piena di speranze, per poi cucinarmi…a fuoco lento…per poi distruggere il mio piccolo mondo.
Da Novembre non avrò più la certezza di pagare la macchina a rate, non avrò più la certezza di pagare il mutuo…e i miei figli? " Mi dispiace sono affari …"

"Ma come non eravamo una famiglia? Mi hai chiesto di portare qui i miei figli per fargli vedere dove lavoravo…e ora cosa dirò loro… " " Guarda, dei tuoi figli non me ne frega niente…io devo fare soldi, tanti soldi, quelli che ho non mi bastano!!!!!"

Perché tutto questo, perché è permesso che avvenga ciò? Non posso credere che stia succedendo sul serio. Ora mi sveglio e sarà stato solo un brutto sogno…

Un brutto sogno…..La mia stabilità sarà anche la tua…



Guardateli bene in faccia quelli che ci stanno vendendo , ricordate i loro nomi!

La loro poltrona è salva, le loro vite sono salve! I loro figli non dovranno temere…



In questi mesi, con fredda e calcolata premeditazione, ci hanno scelti…uno ad uno:

Tu! Ti sono venuti problemi di udito per questo lavoro: fuori!

Tu! Hai i noduli alle corde vocali: fuori!

Tu! Parli troppo, qui la gente con senso critico e senza peli sulla lingua non c'è mai piaciuta: fuori!

Tu! Stai sempre a pensare agli animali: fuori!

Tu! Hai avuto un voto basso al PD: fuori!

Tu!...."Ma io non ho mai fatto nulla di male!" "Già, ma devo arrivare a 93 persone e il tuo taglio di capelli mi infastidisce …"



Tu! Sei la moglie del mio manager preferito: dentro!

Tu! Sei sempre stata la mia migliore amica: dentro!

Tu! Sei il figlio del fratello del nipote di mio cognato: dentro!

Tu! Non hai dignità, non hai rispetto per te stesso, dici sempre sì pur di salvarti: dentro!



Ora provano a piangere con noi, provano a dire che non sapevano, che loro poverini…

Basta!

E' finito il tempo in cui si possono tenere due piedi in una scarpa!

E' finito il tempo delle doppie facce, del "ma io ricopro un ruolo …"

E' finito il tempo del "ma corriamo il rischio di sanzioni disciplinari !"



Ora è il tempo del rispetto, è il tempo della verità, è il tempo della vita delle persone.



Tu Manager, tu Team Leader o tu felice impiegato degli uffici SCEGLI: o stai con le persone per aiutarle a salvare la loro vita, o stai con l'economia che succhia la vita di poveri stipendiati per massimizzare gli utili, senza etica, senza rispetto, senza nessuna umanità!



Non ci sono altre vie, SCEGLI: noi stiamo a guardarti e continueremo a guardarti anche dopo, qualunque sarà la tua scelta, con odio o con un sorriso…



Non ci sono alibi, non ci sono nascondigli tanto segreti, non ci sono sguardi bassi per sfuggire dalle proprie responsabilità, SCEGLI: ORA BISOGNA DIRE NO!



Chiunque non si ribella è un complice di questa ignobile decisione e noi lo guarderemo e lo guarderemo e lo guarderemo ancora!





Per rispondere a chi continua a dire: "State tranquilli, dobbiamo avere fiducia in Vodafone".

- Le è stato chiesto di inserire una clausola di salvaguardia: se domani rompi i rapporti, togli la commessa a Comdata riassumi questi 1000 disperati.

Lei ha risposto: "No, il loro futuro è in mano al loro nuovo datore di lavoro!"



- Le è stato chiesto "Ma dopo questi 1000 venderai ancora?" Lei ha risposto " Per la rete sto aspettando l'autorizzazione del consiglio di amministrazione"



Questa è la nostra tranquillità di oggi…ed è la TUA di domani!



Fermiamo questo scempio, ora!

Non consentiamo ai ricchi di diventare sempre più ricchi e agli stipendiati di oggi di diventare i poveri del futuro…

Non consentiamogli di trattarci come merce, come schiavi da vendere e comprare! Siamo persone, siamo essere umani che hanno sentimenti, sentono il dolore e sentono il tradimento.



Dobbiamo urlare: NO!

Tutti…a Roma…nessuno escluso!









...E poi arriva l'ultimo che grida: 31 salvi tutti! We are family…

Anonimo ha detto...

APPELLO DEI COBAS DI NAPOLI:

"MARCIA SU ROMA"

BOIA CHI MOLLA E' IL NOSTRO GRIDO DI BATTAGLIA!

STORACE GUIDACI TU!

Anonimo ha detto...

APPELLO DEI COBAS DI NAPOLI:

"MARCIA SU ROMA"

BOIA CHI MOLLA E' IL NOSTRO GRIDO DI BATTAGLIA!

STORACE GUIDACI TU!

Anonimo ha detto...

cazzo che forza ! 115 commenti scritti da non più di 10 coglioni.
dove pensate di andare?
Il problema è andare a Roma o in qualche altra cazzo di citta'?
Andando a Roma non saro piu trasferita? se cosi è, io sono disposta a fermarmi anche una settimana, ma se mi trasferiscono ugualmente con chi dovro' incazzarmi? con i 10 coglioni (lavoratori o sindacalisti)che scrivono su questo blog?

Anonimo ha detto...

No.
Con chi ha fatto le leggi che permettono la cessione di lavoratori per far cassa. E poi con chi non fa nulla per cambiarle.
SE poi tu sei una che
1) ha votato per quei partiti.
2) non fai nulla per cambiarle.
Be', allora puoi incazzarti più che con altri con te stessa.

Ciao,
M(BO)

Anonimo ha detto...

caro anonimo M(BO)e tu pensi davvero che se andiamo a roma e mandiamo tutti affanculo RSU,SINDACATI,GOVERNO ecc. io non verrò trasferita?
Ho la sensazione che voi di BOLOGNA visto che non siete toccati,state strumentalizzando la lotta per risolvere i vostri problemi con il sindacato.
Se le cose stanno come dite voi, perchè non vi togliete tutti dal sindacato come ho fatto io?

Anonimo ha detto...

ma vergognatevi lottate per i vostri diritti di lavoratori e ancora ci pensate se venire a Roma fate schifo veramente!!!!ma almeno un po` di solidarieta` a chi sara` venduto!!! mamma mia ho vergogna ha dover leggere determinate cose IVREA non lo vuole fare sciopero e alcuni commenti fanno schifo

Anonimo ha detto...

caro anonimo poco educato, vorrei ricordarti che io non devo fare solidarietà perchè sono una delle vendute a comdata, non sono di ivrea, e penso che tu saresti l'ultima persona al mondo a cui mi rivolgerei, vista l'attenzione e la sensibilità che stai dimostrando

M(BO) ha detto...

No, non lo penso.

Però non fare nulla per me significherebbe:
1) essere d'accordo con la decisione dell'azienda,
2) essere d'accordo con chi ha fatto queste leggi,
3) essere d'accordo con il modo di fare sindacato che c'è da una quindicina d'anni.
Liberissima di essere d'accordo con tutto questo, per convincerti del contrario non ti dirò certo che scioperando o andando n manifestazione in questa o in quell'altra città le esternalizzazioni verranno bloccate. Credo che nessuno possa dire questo e che nessuno l'abbia mai detto.

La tua analisi su Bologna è un po' superficiale, non mi occuperò di risponderti su questo, se non dicendoti che non è che Bologna, o altri, hanno dei problemi col sindacato, ma semplicemente le discordanze tra base e funzionari vanno viste alla luce del punto 3) di cui sopra.
Passo e chiudo,
Ciao! M(BO)

Anonimo ha detto...

ma lotta per i tuoi diritti proprio per questo ci pensi pure!!!!saro` poco educato ma i tuoi commenti non si possono leggere.
vuoi fare qualcosa vieni a Roma per te stessa cristo!!!!

Anonimo ha detto...

grazie per aver corretto il tuo approccio con chi alcune volte non la pensa come te.
Dovrebbero fare altrettanto anche coloro che normalmente scrivono sul blog, anche perchè alcuni comportamenti inducono a pensare le cose che ho scritto prima e portano i lettori del blog molto lontano da roma

Anonimo ha detto...

Ma carissimo Rabellino, ho sentico che sta facendo molto contro i lavoratori della ComData e a favore dell' Azienda! Non sara mica che fra qualche mese/anno la troviamo dirigente di codesta Azienda ??????????????????????????????????????????