venerdì 12 ottobre 2007

12/10 - L'appello dei Cobas di Napoli: "Andiamo a Roma"

Perchè non possono esistere, non hanno senso delle manifestazioni spezzettate nelle tante varie città, perchè dopo la riuscitissima manifestazione fatta a Roma oggi fare qualcosa di meno forte vuol dire arretrare, vuol dire sancire la resa.
Perchè non possiamo sperare che quest'azienda chieda scusa e si fermi, le nostre possibilità sono legali e politiche, e se sulle prime vi aggiorneremo con una prossima specifica comunicazione, sulle seconde il discorso è chiaro: se vogliamo essere ascoltati dobbiamo essere una sola grande piazza, dobbiamo essere nella capitale, dobbiamo farci vedere dai Ministri, dobbiamo utilizzare la nostra Sovranità che ci riconosce la Costituzione Italiana ordinando alle Istituzioni cosa fare.

Lo sciopero del 19 potrebbe rappresentare la nostra ultima grande occasione in questo mese di ottobre (ma altre iniziative sono gia' in programma successivamente), ed allora dobbiamo giocarcela alla grande, lo dobbiamo a noi stessi, lo dobbiamo moralmente alla lotta che abbiamo portato avanti sino ad oggi e che ha dato risultati insperati (checchè ne dicano i nemici dei Lavoratori e gli amici dei nostri nemici), anche se la vittoria resta difficile (ma non impossibile), perchè lasciarci chiudere in piccole manifestazioni relegate in angoli nascosti delle nostre città vorrebbe dire sprecare tanto lavoro fatto!
Ed allora vi chiamiamo amici, vi esortiamo colleghi di tutta Italia, vediamoci a Roma, giochiamoci fianco a fianco le nostre possibilità, perchè uniti siamo una forza!

L'autorizzazione alla manifestazione e quella per la piazza non sono un problema, la otterremo noi come gia` fatto lo scorso 5/10 (e sara' la Piazza dei Lavoratori).
Se le segreterie sindacali non dovessero sovvenzionarvi i bus occorrera` autotassarsi, ma vista la posta in palio non può essere quello il limite, noi da Napoli l'abbiamo già fatto l'ultima volta, e già tutti siamo pronti a farlo nuovamente.
Se il problema è l'organizzazione, bene, per quello siamo disposti ad aiutarvi noi da Napoli, mettendovi a disposizione tutti i contatti che abbiamo nelle varie città. Perchè possono riuscire ad imbrigliare chiunque, ma niente e nessuno può imbrigliare un Popolo di Lavoratori che scende in piazza, armati solo (come sempre) di civiltà, di cori, di cartelli, di ironia... di quella sana, frizzante ed in ogni caso vincente condizione: l'essere vivi e vitali!
Ed allora questo messaggio e` rivolto a tutti i Lavoratori, a prescindere dal fatto che siate RSU, persone coinvolte in percorsi sindacali o meno: se siete un gruppo convinto come noi che questa è la strada, contattateci; noi siamo disposti a fare da collettori per tutta l'operazione.
Il nostro momento è questo, non lasciamoci sfuggire questa occasione!

Centinaia di lavoratori di Napoli e le RSU Libere COBAS Vodafone

122 commenti:

Anonimo ha detto...

Anonimo ha detto...
Cari colleghi di 190 e IHS, mi raccomando,l'azienda vi terra` ancora qui dentro per cominciare a mettere sul mercato l'offerta sulla telefonia fissa....e per farvelo fare con ottime prestazioni vi tiene buoni buoni e vi tranquillizza sul futuro!!!!!!
Non appena il prodotto nuovo sara` stato abbondantemente piazzato sul mercato....lo sapete cosa vi attendera`?
UN CALCIO IN CULO ANCHE A VOI!
Attenti,perche` la cosa traspare chiaramente nel corso delle plenarie ... la strategia e' questa!
Quindi mi raccomando,continuate a fare straordinari,a credere di essere "speciali" ,ad essere convinti che l'azienda vede in voi il VALORE ASSOLUTO ,il FIORE ALL'OCCHIELLO,la PERLA di cui mai potra` privarsi!Sarete nient'altro che lo strumento per vendere il nuovo prodotto e poi sarete scaricati come barili pure voi!

Anonimo ha detto...

Ciao ragazzi,
sono una delle tante lavoratrici di Napoli che ritiene correttissimo recarsi a Roma per manifestare il nostro dissenso e disgusto per come l'azienda ci ha trattati e per come si ostina ad andare per la sua strada.
Non sono convinta che riusciremo a bloccare la vendita (anche se non si puo' mai dire), ma questa benedetta clausola di salvaguardia ci spetta! Non immagino nulla di piu' inutile che andare fuori alle varie prefetture a manifestare...facendoci suddividere in tanti gruppettini..noi dobbiamo farci notare e alzare la voce, con i nostri canti e la nostra unione!!!
CGIL, COBAS, UIL o chi per loro...siamo noi lavoratori ad essere impattati e non e' giusto essere trattati come idioti!!!

Anonimo ha detto...

Per anonimo delle 12.32: puoi contestualizzare meglio il tuo messaggio?
A Bologna siamo tutti 190 o IHS - non abbiamo quindi esternalizzati di questa prima ondata - eppure abbiamo scioperato tutti tranne 18 persone. Non è bello leggere il tuo comento! :-)
Se invece ce l'hai con qualche reparto in particolare del tuo call center specificalo meglio!
Con simpatia!
M(BO)

Anonimo ha detto...

ROMA E SOLO ROMA!!!!!
E' LI CHE BISOGNA ANDARE!!! MI RENDO CONTO CHE PER I COLLEGHI DELLE ALTRE SEDI SIA UN VERO E PROPRIO VIAGGIO, PERO' A ROMA CI SONO VENUTI COLLEGHI DI CATANIA E IVREA...CIO' DIMOSTRA CHE E' SICURAMENTE DIFFICILE MA NON IMPOSSIBILE!!!
CERCHIAMO DI ESSERCI TUTTI...

Anonimo ha detto...

Ci date un riferimento? CHI posso contattare?

Anonimo ha detto...

Ciao,
come nella comunicazione girata dai nostri rappresentati COBAS, disposti a farsi in 4 per questa manifestazione, ti giro i loro numeri:
Barbara Apuzzo 3480079931
Daniela Belaeff 3480079724
Nella Capasso 3480079470
Sonia Castaldi 3494902101
Giovanni Compagnone 3492180020
Giancarlo Iaboni 3483570114
Maria Grazia Leone 3491832862
Bartolomeo Matarazzo 3480079650
Salvatore Musella 3480079961
Maurizio Santo 347607033

Anonimo ha detto...

ecco i nostri contatti:
Barbara Apuzzo 3480079931
Daniela Belaeff 3480079724
Nella Capasso 3480079470
Sonia Castaldi 3494902101
Giovanni Compagnone 3492180020
Giancarlo Iaboni 3483570114
Maria Grazia Leone 3491832862
Bartolomeo Matarazzo 3480079650
Salvatore Musella 3480079961
Maurizio Santo 347607033

Salvatore Musella COBAS

Anonimo ha detto...

Bene grazie. Ho sempre voglia di organizzare una colletta per contribuire al vostro finanziamento. Sempre che a voi non dispiaccia.

Anonimo ha detto...

Se le segreterie non predisporranno i bus la raccolta servira` sicuramente per pagare il fitto dei mezzi, comunque grazie, e` un bel modo di intendere l'essere uniti.

Salvatore Musella

Anonimo ha detto...

e fu così che si scopriva che l'anonimo era un manager che farà sospendere le sim dei nostri volonterosi colleghi... : )

no dai, scherzo

ad ogni modo, per ribadire il concetto, tutti a ROMA. Dobbiamo essere uniti là. Non spezzettati.

Anonimo ha detto...

Comunque, anche per i piu' dubbiosi, lo potete sempre noleggiare voi un autobus, vedete quanto costa e ve lo dividete...
Questa e' organizzazione!!!

Lina Teta
(Pozzuoli)

Anonimo ha detto...

Per il collega della 12:32

Concordo con te che ci sono colleghi che non si rendano conto che siamo tutti in pericolo.
Pero' non posso non dire che a Bologna non siamo impattati (per ora) eppure la % di adesione allo sciopero era altissima, in 100 siamo andati a roma e davanti al cc c'è stato un presidio tutto il giorno.

Con affetto, un collega di Bo

Anonimo ha detto...

No, non sono un manager! sono una collega di ROMA che odia ingiustizie e prepotenze. E visto che "tocca" a voi spostarvi mi sembra giusto partecipare con un minimo di contributo. :-)

Anonimo ha detto...

> Con affetto, un collega di Bo
> 12 ottobre 2007 13.29

Forse non siamo impattati ADESSO, ma è chiaro che lo siamo stati, molto silenziosamente, nei 2 anni precedenti.

Tutte le attività amministrative sono state tolte, con inesorabile cadenza.

Tech, Ols, F&S, qualunque cosa amministrativa. Non ci sono ovviamente assunzioni salvo sporadiche ondate di interinali. La struttura è troppo grande per 2/300 persone. Quindi costa.

Non è rimasto niente, salvo appunto IHS e 190.

Se il call center diventerà 100% ihs probabilmente sarà esternalizzato.

Ecco perchè non c'è da stare tranquilli, ma non ci sarebbe da stare tranquilli A PRESCINDERE dato che in virtù del cosiddetto "segreto di strategia d'azienda" le cose vengono comunicate il giorno dopo che sono già accadute...

E allora dobbiamo arrangiarci leggendo "tra le righe". Andate su www.vodafone.com e scaricate le slide ppt del LUNGIMIRANTE arun sarin. Al primo posto degli obiettivi c'è la riduzione dei costi in europa. Non è dato di sapere COME, ovviamente, ma se questo è il buongiorno che si vede dal mattino aspettiamoci altra sarabanda.

Voci sulle sue presunte dimissioni (che a me risulterebbero assai gradite) hanno fatto alzare le quotazioni vodafone. Se non si dimette cos'è? AGGIOTAGGIO?

Un saluto a tutti da bo, spero ci vedremo a Roma

Anonimo ha detto...

Per i colleghi delle altre sedi: da Napoli andare a Roma la volta scorsa non ci e' costato un patrimonio...
E' sicuramente una cosa fattibile...
Dai, non mollate e cerchiamo di essere tutti nella capitale, anziche' essere sparpagliati in giro x l'Italia!!!

Anonimo ha detto...

Bisogna andare a Roma !! TUTTI!!!!!

Collega Bo

Anonimo ha detto...

APPELLO DEI COBAS DI NAPOLI:

"MARCIA SU ROMA"

BOIA CHI MOLLA E' IL NOSTRO GRIDO DI BATTAGLIA!

STORACE GUIDACI TU!

Anonimo ha detto...

OOOOhhh ma non si possono bannare i deficienti??

Anonimo ha detto...

Triste intervento di chi non ha nulla da fare se non dire stupidaggini in anonimo... Sono contenta se ci vediamo tutti a Roma, speriamo che i dementi restino a casa...

Ziggy ha detto...

Ridicolo!! Ha postato quella stronzata in ogni argomento del Blog! Secondo è uno ke sta schiattando dalla rabbia.. Con disturbi ossessivi compulsivi.. Che pena!

FASCIO 190 ha detto...

Salve o popolo di eroi,
salve o Patria immortale,
son rinati i figli tuoi
con la fede e l'ideale.
Il valor dei tuoi guerrieri
la vision dei tuoi pionieri
la vision dell'Alighieri
oggi brilla in tutti i cuor.

Giovinezza, giovinezza,
primavera di bellezza,
nella vita nell'asprezza
il tuo canto squilla e va!
Per Benito Mussolini
E per la nostra Patria bella, eja eja alalà.

Dell'Italia nei confini
son rifatti gli Italiani,
li ha rifatti Mussolini
per la guerra di domani
Per la gioia del lavoro
per la pace e per l'alloro
per la gogna di coloro
che la Patria rinnegar.

Giovinezza, giovinezza,
primavera di bellezza,
nella vita nell'asprezza
il tuo canto squilla e va!
Per Benito Mussolini
E per la nostra Patria bella, eja eja alalà.

I poeti e gli artigiani
i signori e i contadini,
con orgoglio di Italiani
giuran fede a Mussolini.
Non v'è povero quartiere
che non mandi le sue schiere,
che non spieghi le bandiere
del fascismo redentor.

Giovinezza, giovinezza,
primavera di bellezza,
nella vita nell'asprezza
il tuo canto squilla e va!
Per Benito Mussolini
E per la nostra Patria bella, eja eja alalà.

Anonimo ha detto...

Ciao ragazzi, la volonta` di costruire una grande manifestazione e` diffusa, ci stiamo sentendo con le varie rsu, e con i lavoratori delle diverse sedi; ci stiamo costruendo la nostra grande giornata, spero a breve di riuscire assieme a tutti a comunicare ufficialmente l'appuntamento e l'organizzazione della manifestazione.

Salvatore Musella COBAS

Anonimo ha detto...

I colleghi di Bologna sono da sempre estremamente partecipi in ogni iniziativa e sensibilissimi anche a dare il loro apporto solo per solidarieta'. Se guardiamo ai Lavoratori, cosa stanno facendo e scrivendo, non si trova una sola zona che stia dimostrando estraneita' a questa vicenda. In realta' in questo caso, come piu' volte detto, ad essere impattato non e' ne' un reparto, ne' un'azienda, ne' un settore: e' il lavoro stabile nel nostro Paese ad essere in pericolo con questa azione ignobile ed esemplare di vodafone.
Tutti uniti, decuplichiamo la piazza del 5 ottobre e poi, in qualunque modo finira' questa battaglia, la fierezza ed il rispetto non ce lo potra' togliere nessuno!
Bartolomeo - Napoli

Anonimo ha detto...

è strano quanto avviene oggi è arrivato un tizio alto con accento padovano ed ha iniziato a dire che tutto è fico inevitabile, avrei avuto voglia di rispondere ma rispondere ad un muro di gomma è come andare a fare uno sciopero in groenlandia o meglio uno in groenlandia uno in indonesia uno in uzbekistan e uno in vaffanculistan, tanto siamo invisibili tanto tutto è già deciso tanto un cazzo...non sono esternalizzato, ma porca miseria venderò carissima la mia pelle e farò di tutto per evitare questa puttanata di esternalizzazione, saremo in tanti, vedere quei pochi soliti dementi leccare il culo ad un demente che in mala o buona fede, non so cosa sia peggio ripeta script di altri ripeta pappette predigerite per esseri monocellulari, e mononeuronici, mi porta a defcon uno, che sta per deficente e coglione, venire preso per il culo, dagli organi preposti, venir trombato dagli organi preposti, beh è il loro compito, e li combatto con tutte le mie forze, ora un corato appello ai sindacati tutti, non vi ci mettete pure voi, o meglio smettetela di mettervici, e iniziamo a lottare come cazzo si deve che non abbiamo più tempo per il vostro fare da cuntatores del cazzo, a proposito sto ancora aspettando i soldi dei pullman del portavoce populista che li aveva promessi, in assemblea...ricorto a lorsignori, che non avete a che fare con una massa di smemorati dementi.

er carota (tanto per far capire dove me ne andrei a scioperare cazzo) da Bologna li mortè tze tze...
tutti a roooooomaaaaaa

Anonimo ha detto...

Ragazzi, tenete duro ! Non ho mai visto, tra le varie lotte di esternalizzazione, qualcuna anche vissuta, tanta resistenza e tanta forza quanto in questa di vodafone. Non ho mai visto, inoltre, tanto disinteresse mediatico.
Tenete duro e, forse, passerete alla storia!
Avete tutti contro! E non siete poi così tanto invisibili. La verità è che è stata messa in atto una macchina infernale per rendervi "invisibili".
Anche lo stesso Beppe Grillo, paladino contro la precarietà e la legge 30, finge di non vedere e non sentire poiché, forse, sarebbe troppo incoerente dopo le numerose campagne contro i gestori telefonici.
Rimanete incazzati di brutto!!! ... perché oramai, in questo mondo di "squali" e di corruzione nessuno vi regalerà niente e i vostri diritti li dovrete difendere con le unghie intrise di sangue.
FORZA!!!

Anonimo ha detto...

da bologna partiremo, e non sara` solo testimonianza, non possiamo permettercelo.
sara` una giornata di lotta e di festa, per riaffermare che esistiamo, anche a chi fa finta di non vederci. dobbiamo costruirci la npostra visibilita`, il nostro spazio, cercando di salvare non solo i 914 colleghi, ma per impedire il ripetersi di queste operazioni in futuro!
cambiare regole sulla precarieta`, le leggi vergogna sul lavoro...

all`amico (camerata) che posta canti sul duce dico di unirsi a noi (e non ah noi!) a prescindere dal credo politico, ci serviranno braccia forti...

magari ti usiamo per aprire i tafferugli...
dai...
(si scherza eh...)

Anonimo ha detto...

DUCE DUCE DUCE!!!

con il fascismo tutto questo non sarebbe mai successo, riflettete comunisti o sindacalisti che siete!!!

VOCE AL POPOLO ITALIANO, VIA LE AZIENDE STRANIERE CHE UCCIDONO I NOSTRI VALOROSI LAVORATORI!

ISOLAZIONISMO!!!

DUCE DUCE DUCE

Anonimo ha detto...

VENDETEVI CARA LA PELLE!!!

Adriana Olivetti ha detto...

Ragazzi io non lo so...verrò per la seconda volta con voi a Roma, ma mi domando se sia davvero utile: l'avete visto anche voi che i media non ci hanno considerato neanche di striscio.
Invece di manifestare davanti alle prefetture come dicono i sindacati (a proposito, devo ancora inviare la raccomandata per smettere di dare inutilmente 10 euro al mese alla CGIL) io propongo un'azione diversa: restare ognuno nella propria città a scioperare, e tutti insieme, nelle stesse ore, occupare gli svincoli della tangenziale, i nodi strategici per il traffico che si trovano vicini ad ogni call center. Se si paralizza il traffico di otto capoluoghi di provincia contemporaneamente,penso che la gente possa finalmente venire a sapere cosa ci sta succedendo! Ovviamente io parlo senza cognizione di causa,non conosco le conseguenze legali di una simile azione, ma non pensate che possa attirare l'attenzione molto più di un altro corteo?

Anonimo ha detto...

bravo, fai cosi': invia la raccomandata, poi il 19 blocca la tangenziale, fatti arrestare, perdi il posto di lavoro e dopo...GUAI SE TI RIVOLGI AL SINDACATO!

Anonimo ha detto...

La questione è solo meramente politica... è solo il Governo che può dare una speranza ai lavoratori... non è solo una questione mediatica.
A Roma si spera di farsi ricevere da qualche rappresentante del ministero di Bersani. Si spera di ottenere quello che si è ottenuto per Nokia. Loro, quelli di Nokia, ci sono riusciti a farsi sentire ed ottenere una richiesta di sospensione dell'esternalizzazione...

Adriana Olivetti ha detto...

Certo hai ragione, il sindacato a noi lavoratori ci sta tutelando proprio bene!! Non mi posso sentire rappresentata da gente che evita di farsi ricevere da un sottosegretario lasciando una manifestazione a metà, di conseguenza sono certa che se perdessi il lavoro la CGIL non mi aiuterebbe in alcun modo.
A proposito, il posto di lavoro lo stiamo già perdendo.

Anonimo ha detto...

Qui ad Ivrea i colleghi delusi dalle Rsu stanno vacillando e non hanno intenzione di aderire al prossimo sciopero non rendendosi conto che non e' uno sgarbo nei confronti di Eric&Co ma un danno che fanno a loro stessi...

Anonimo ha detto...

Beh... la faccenda è sicuramente più complicata di quella di nokia. Per nokia, Bersani si è dovuto interfacciare con un management finlandese... qui c'è un management italiano di "volponi" che avrà i suoi agganci politici. Non dimentichiamo che Colao è stato anche a.d. di RCS.
Però con la prima manifestazione avete creato già un forte precedente, con la seconda si dovrà pur spuntare qualche cosa

Adriana Olivetti ha detto...

Certo hai ragione, il sindacato a noi lavoratori ci sta tutelando proprio bene!! Non mi posso sentire rappresentata da gente che evita di farsi ricevere da un sottosegretario lasciando una manifestazione a metà, di conseguenza sono certa che se perdessi il lavoro la CGIL non mi aiuterebbe in alcun modo.
A proposito, il posto di lavoro lo stiamo già perdendo.

Anonimo ha detto...

perchè stanno vacillando ad Ivrea? Se non si continua a manifestare, di sicuro la proseguirà. Manifestando, la vendita potrebbe proseguire ma, perlomeno, ci si gioca l'ultima carta

Anonimo ha detto...

Perche' l'azienda nella plenaria ha detto che ormai la cessione e' avvenuta e che la contrattazione dei benefits spetta ai sindacati che non vogliono sedersi a trattare (il teatrino che sappiamo stanno attuando di comune accordo azienda-rsu). Quindi dal momento che ad Ivrea le Rsu sono assenti e non promuovono nulla i colleghi si chiedono per quale motivo si debba scioperare visto che la cessione si fara' comunque. Non parlategli di legge 30, di cessione Nokia bloccata, questi leggono solo la Sentinella e non sanno neanche lontanamente cosa gli accade attorno...!!!

Anonimo ha detto...

Per legge i benefits rimangono tutti, anche senza la contrattazione sindacale... e comunque lo sciopero l'hanno promulgato loro e gli servirà per essere più forti sul tavolo delle trattative

Anonimo ha detto...

Mio Dio! Come hanno ben lobotomizzato gli italiani ed i giovani, in particolare.
Svegliatevi !!! In Francia hanno fatto abrogare l'equivalente della legge 30 nel giro di una settimana, scendendo in piazza!
Su, su!

Anonimo ha detto...

per quelli che non sanno se aderire allo sciopero del 19 A ROMA propongo di scegliere 8 principali chiese e cominciare ad accendere dei ceri... Magari qualcuno dall'alto ci pensa al posto vostro a far abrogare la legge 30...

Basta, non voglio più sentire chi dice che non sa cosa fare... che deve ancora capire chi appoggiare, se i sindacati, se dare retta all'azienda, etc...

Son sempre stata convinta, e ora più che mai, che insieme ce la possiamo fare...

E non sono di certo quei 100Euro che non troverò questo mese sullo stipendio a bloccarmi... e credetemi non sono noccioline per me 100Euro come non lo sono per chi aderirà...

Quindi mi aspetto un'adesione allo sciopero pari se non maggiore a quella del 5 ottobre... lì bisognava decidere 2 grandi piazze e magari l'incertezza ci stava... ma quando viene proposto al posto di Roma una prefettura io non posso far altro che dire ROMA ROMA ROMA ROMA...

IVREA A ROMA

MR

Anonimo ha detto...

evidentemente ai tuoi colleghi di ivrea non gli frega nulla te lo dico io.........perche' ivrea a 300 persone impattate e almeno quelle devono esserci tutti a Roma senza rsu per far valere i loro diritti non siamo una merce che ci vendono al miglior offerente e lo devono capire e dobbiamo farci sentire io al posto tuo nemmeno gli rivolgevo piu' la parola ai tuoi colleghi cari ......lotta dura tutti a roma e basta****

Anonimo ha detto...

a ragà... uniti e compatti a Roma senza tentennamenti perché questo è solo l'inizio dell'autunno vodafone... non immaginate cosa altro bolle in pentola!

Anonimo ha detto...

RAGAZZI FINO AD ORA NN ABBIAMO RICAVATO NULLA E' NN RICAVEREMO MAI NULLA L' AZIENDA E' FORTE E' CONTINUERA' PER LA SUA STRADA . SECONDO ME' E' GIUSTO SEDERSI AL TAVOLO DELLE TRATTATTIVE E CERCARE DI INSERIRE LA CLAUSOLA DI SALVAGUARDIA. NN PRENDENTEVELA CON I SINDACATI DOPOTUTTO LORO CHE POSSONO FARE SE DALL'ALTRA PARTE C'E' UN MURO DO GOMMA.

Anonimo ha detto...

21.40 per favore starera non mi voglio incazzare ok ..vai altrove a dirlo non ci frega noi a ROMAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA CI ANDIAMOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO E LI SPUTTANIAMO AZIENDA E SINDACATO DI MERDA

Anonimo ha detto...

Andare a roma? a fare cosa? Nulla si e' mosso dal 5 ottobre ad ora ... e nulla si muovera' mai ci sono interessi che noi non immagginiamo nemmeno i politici interpellati ci hanno dato risalto o si sono interessati alla cosa ,fino ad ora ci sono solo frasi e comportamenti di circostanza ma nessuno si e' preso a cuore la nostra causa, quando verranno discusse le interrogazzioni parlamentari?
organizziamo uno sciopero della fame sotto ogni prefettura e vedremo se qualcuno si occuppera' di noi.

Anonimo ha detto...

ANONIMO 21.45 LO VUOI CAPIRE CHE PER L'AZIENDA TU COME IO NN SIAMO CHE NUMERI CHE SPUTTANIAMO SONO LORO CHE CI HANNO DISTRUTTO.

Anonimo ha detto...

ANONIMO 21.45 LO VUOI CAPIRE CHE PER L'AZIENDA TU COME IO NN SIAMO CHE NUMERI CHE SPUTTANIAMO SONO LORO CHE CI HANNO DISTRUTTO.

Anonimo ha detto...

a roma a far valere i nostri diritti di lavoratore ti basta...se poi te invece di lottare preferisce stare a guardare guarda io fino alla fine ci provo che fanno ci arrestano ci possiamo provare oppure vuoi fermarci .....fai questi interventi da morto apposta...te l'hanno chiesto di intervenire hai grinta e tirala fuori e bastaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa

Anonimo ha detto...

Ma chi non vuole andare a Roma è libero di starsene per fatti suoi. Non capite il prezzo delle cose! Non avete mai lottato! Non otterrete mai niente! Non sapete quanto è difficile, lunga e logorante una battaglia! Non avete alcun briciolo di orgoglio nel dire: mi han venduto ma ho resistito fino alla fine e ci ho provato! Chi vuole starsene in ufficio, lo faccia pure e non rompa i cogl**ni!

Anonimo ha detto...

io non non sono un numero sono una persona ...ma come parli ci hanno distrutto senti non venire che è meglio........io una rivincita già me la sto prendendo non posso dire quale ma almeno ci sono iuscita ci serve carattere adesso gente con la forza di lottare ancora ****

Anonimo ha detto...

per l'azienda noi non abbiamo diritti, non facciamoci coinvorgere da persone che fanno rumore inutile solo per protagonismo queste persone fino ad ora non hanno mai fatto nulla di buono per noi e mai nulla faranno , ora si sentono toccate in prima persona e percio' combattono ma fino ad ora pensavano solo ai loro interessi personali...... bisogna solo combattere per il mantenimento dei diritti axquisiti poi che e Vodafone o Comdata a pagerci nulla importa

Anonimo ha detto...

per anonimo 21.58. per il momento il vincitore e' l'azienda qualunque rivincita tu parli ..e solo un inc**ata. sei un vinto nn un vincitore.

Anonimo ha detto...

A Ivrea tra 190, IHS, DS e STU, pur con due reparti direttamente coinvolti, è difficile dire quanti sono per un'unica grande manifestazione a Roma e quanti per il pic-nic davanti alla prefettura.

E' vero, non siamo la sede più sveglia e reattiva in tema di mobilitazioni e risposta ai diktat dell'azienda, causa anche una rsu che rema contro ma che per il ruolo che ricopre ha comunque presa sui meno informati, gli indecisi, gli svogliati e i krumiri!!

All'anonimo che scrive "Qui ad Ivrea i colleghi delusi dalle Rsu stanno vacillando e non hanno intenzione di aderire al prossimo sciopero" mi viene da chiedergli se ha fatto un sondaggio per tutto il cc per affermare quanto sopra, perchè se è così devi aver saltato la mi position e quelle degli altri che la pensano come me.
E poi, ad una settimana dallo sciopero, ti chiederei di tenere per te affermazioni di questo tipo che non fanno altro che destabilizzare e aumentare i dubbi degli indecisi.

Io posso parlare per me; per gli altri 14 che con me erano a Roma il 5 Ott; per i colleghi che si sono sentiti truffati dalle rsu e dalle parole di Miceli e che sono tornati delusi dalla manifestazione di Milano;
per i colleghi incazzati dello STU dai quali mai avrei pensato di sentire "andiamo a Roma"...

Quindi, non facciamo il gioco dell'azienda dandoci le martellate sui coglioni da soli!!!!!
Stesso discorso vale per l'anonimo delle 20:58 e per il sindacalista eporediese delle 21:40.

Dobbiamo andare a Roma e a Roma andremo. In pulman, in treno, in aereo, in autostop, rubando una cazzo di slk, ma arriveremo anche da Ivrea!!!!!


Blade Runner (Ivrea)

Anonimo ha detto...

tu fai interventi mirati ti ho capito ce l'hai con i cobas di napoli ed invece devono venire per darci una mano loro sono forti almeno visto che te sei un morto vai a lavorare il 19

Anonimo ha detto...

lotta per i tuoi diritti piuttosto.

Anonimo ha detto...

se pensi che io c'e' l'abbia con i COBAS di Napoli vuol dire effettivamente hanno fatto quello che ho scritto e che nn e' solo una mia opinione come fai a dire questo...... loro non riescono a muovere piu di 30 40 persone . quante persone erano presenti alla fiaccolata di ieri sera fuori al comprensorio?

Anonimo ha detto...

senti falla finita io invece di loro ho una bella opinione almeno loro fanno qualcosa lottano te invece parli al vento ....e sono contenta che hanno deciso di venire ...tu entra a lavorare il 19 fai una bella figura di merda***se vuoi te lo do io 50 euro per quel giorno.

Anonimo ha detto...

anonimo 22.14. aprite gli occhi loro nn faranno mai nulla di buono e ti dico di piu' se potessero scenderebbero a patti con l'azienda peggio di come faranno i sindacati......... a napoli ne sappiamo qualcosa

Anonimo ha detto...

vuoi andare a lavorare vai punto e basta.ma lascia in pace chi vuole fare sciopero te invece all'azienda mi dai tanto del lecchino/a posso dirlo.....guarda un po

Anonimo ha detto...

tu delle 22.16 sei sicuramente uno dei tanti venduti delle RSU di Pozzuoli. Non avete più argomento. Siete finiti voi e le vostre maledette tessere! La gente non vi crede più! Quelli che non si muovono, mai si muoveranno né con voi né con i COBAS.
Guarda che i promotori COBAS di Napoli pagano in prima persona rientrando nei 914 venduti. Vai a farti fottere!!!! e non stare a perdere tempo qui. Pensa piuttosto come potrai leccare meglio i piedi al tuo segretario di bandiera per assicurarti la tua poltroncina di ladrone nullafacente.

Anonimo ha detto...

Il 5 Ott, Io ne ho viste cose che chi non c'era non potrebbe immaginare...

..ho visto, a partire da Bologna, rappresentanti RSU davvero CON LE PALLE, che non si accontentano di salvare il salvabile ma che LOTTANO con determinazione e convinzione per ottenere il massimo. Rappresentanti come quelli di BO, ma anche RM, CT, i COBAS di NA dai quali i nostri hanno solo da imparare..eric&co prendete appunti!!!

...ho visto un migliaio di persone (forse più, forse meno, forse proprio 914) in piazza SS Apostoli a Roma sventolare bandiere e urlare IVREA-IVREA quando siamo arrivati!!! Da brivido.

..ho visto l'entusiasmo e l'approvazione dell'intera piazza romana quando la Nostra Vale (l'unica voce eporediese sul palco!) ha preso la parola. Ho visto la sua e la nostra emozione mentre parlava..sei una grande, ti vogliamo bene!!

..ho visto un migliaio di dipendenti vodafone "in vendita" e incazzati urlare FUORI-FUORI in piazza Montecitorio (motivo per cui il 19 è necessario andare tutti a Roma!!).

...ho visto tutto il CONTRARIO di ciò che ci avevano detto in assemblea a Ivrea: a Roma ci sarà solo un sit-in di poche persone, una segreataria e un soldato a cavallo..la vera manifestazione è a Milano.
PALLEEEEEEEE!!!!!!! Siete dei RACCONTA PALLEEE!!

Abbiamo detto che quella piazza crescerà e manterremo la parola!!!

Blade Runner.

p.s. Questa mattina, mi son svegliato, lavoro ciao, lavoro ciao, lavoro ciao, ciao, ciao!!!
pao-li-no, pao-li-no, pao-li-no, pao-li-no...

Anonimo ha detto...

CODICE ETICO VODAFONE
> Vodafone Italia adotta una Politica basata sulle pari opportunit in considerazione della diversit degli individui.

> Vodafone Italia aiuta i propri dipendenti a sviluppare al massimo le loro potenzialit attraverso attivit di formazione e sviluppo.

> Vodafone Italia promuove la partecipazione dei dipendenti ai piani azionari di incentivazione.
Il pieno rispetto del dipendente e la non discriminazione nel lavoro per motivi di sesso, razza,lingua, religione, opinioni politiche,appartenenza sindacale, condizione sociale e personale rientrano tra i valori fondanti adottati da Vodafone Italia.

Lo sviluppo e la crescita professionale sono due obiettivi importanti della politica adottata per gestire le risorse della Società.
Vodafone Italia, infatti, si propone di attrarre, premiare e far crescere persone di eccezionale qualità alle quali offrire responsabilità stimolanti e opportunità di sviluppo.

L’attenzione è rivolta in particolare alla creazione di una nuova managerialità, estesa a tutti i livelli per favorire la gestione dei continui cambiamenti richiesti dal mercato e dal ruolo di Vodafone Italia nell’ambito del Gruppo.
In tale direzione Vodafone Italia contribuisce alla crescita delle competenze attraverso rilevanti investimenti in formazione, job rotation e mobilità
internazionale.

...CHIARO NO?!
LA MANOVALANZA è ZAVORRA!

Anonimo ha detto...

Comunque vadano le cose, ci libereremo dei Cobas a Napoli.

Anonimo ha detto...

A Roma e' stata una grande emozione, i video su you tube parlano da soli .... ma e' niente rispetto a quello che avverra' il 19. Voi lecchini e servi dell'azienda e dello stato, continuate pure a scrivere delle fesserie con l'intento di scoraggiare gli animi, e' solo fiato sprecato!
Tutti a Roma per un'altra meravigliosa giornata di lotta, uniti e incazzati!
Per noi, per i nostri figli! Montecitorio dovra' tremare!
A Roma !!

Anonimo ha detto...

aalanonimo delle 23:02: perchè vi volete liberare dei cobas a napoli?

Anonimo ha detto...

Mi spiego meglio per non essere frainteso : nel senso che 2 Cobas di Napoli verrano ceduti a COMDATA e Vodafone sara' LIBERA di una politica fatta solo di demagogia.

Anonimo ha detto...

ah... ecco qual è il vero motivo: vi volete liberare dei COBAS! Allora è inutile infangarli con affermazioni del tutto infondate ed errate. Siete degli RSU di Napoli?

Anonimo ha detto...

RSU di Napoli siete dei venduti!!!!!!!!!!

I COBAS vi danno fastidio perché fanno gli interessi dei lavoratori (quello che dovreste fare anche voi). George Orwell diceva: "nei tempi della menzogna, dire la verità è un atto rivoluzionario"

Anonimo ha detto...

Oramai di COBAS ce ne sono molti altri a Napoli e proseguiranno.

Anonimo ha detto...

il mio sogno: 914 ceduti a comdata fatti solo da cobas e rsu bolognesi.

Allora finalmente cominceremo a dialogare con l'azienda...

Finora solo merda abbiamo ricevuto...a causa di questi rivoluzionari del fondoschiena...

Anonimo ha detto...

ps.: onde evitare equivoci...ce l'ho a morte con sti stronzi dei cobas che hanno firmato l'accordo sulle pause e tante merdose schifezze che ci stanno rovinando...

il tutto perche' un coglione cobas diceva "tanto abbiamo messo una clausola che tutto torna come prima se le cose vanno male"...la clausola e' stata messa e il coglione cobas neanche si vergogna che l'azienda se ne strabatte delle clausole!!!

Anonimo ha detto...

A proposito del codice etico: questo è un appello a chi ha il compito di scrivere e pubblicare il codice etico. cliccando sulla voce L'AZIENDA del 190.it a destra c'è l'icona del codice etico. Cliccado sul codice etico si apre il documento in Pdf. Bene a pag 8, quella relativa ai nostri VALORI ci sono errori ortografci in ognuno dei punti illustrati:
Andiamo con ordine:
2.2 Valori: i valori descrivono il modo con cui i dipendenti di Vodafone Italia si comporti ogni giorno.... Si comportiNO magari è meglio.

I: Passion for customers: i Nostri clienti..... le loro necissit... Le loro che? ah, NECESSITA' volevano dire!!

II: Passion for Our People... Individui eccezzionali fanno di VOdafone un azienda... Un Azienda? E l'apostrofo?

III: Passion for results: Siamo persone orientate all azione e spinte dal desiderio ..... ALL AZIONE?... Di nuovo l'apostrofo!

IV: Passion for the world around us: ci proponiamo di aiutare .....sia attraverso l impatto che ... L Impatto!!! DI nuovo l'apostrofo!! Ma è incredibile!!

Bhe, poi il paragrafo che riguarda i principi è corretto, ma di nuovo errori sul pragrafo creazione di Valori (pag 9): Vodafone Italia ritiene che in un economia... Se so ripersi l'apostrofo!!

Insomma lo dovevamo capire subito che questa storia dei valori e del codice etico ERA UNA BUFALA!!!

Anonimo ha detto...

A tutti gli stronzi che continuano a dire "non otterrete niente", "è inutile che andiate avanti", "tanto è già tutto deciso", chiedo una semplice cosa. Leggi bene: se ti venisse diagnosticato un tumore e ti dicessero "hai dai 2 ai 3 anni di vita", COSA FARESTI? Ti lasceresti morire senza nemmeno TENTARE di combattere la malattia? Se la risposta è "sì" non sei degno di alcun rispetto. E forse nemmeno di avere una speranza.

Quindi, fanculo. TUTTI A ROMA, INCAZZATI COME E' GIUSTO CHE SIA.

Anonimo ha detto...

VERGOGNATEVI COBAS!!!
QUANDO ERAVATE RSU CGIL CI AVETE ROVINATO ED ORA VOLETE SPACCIARVI PER SENTINELLE DELLA LIBERTA'???

MA ANDATE DALLA BRAMBILLA!!! LE RSU DI BERLUSCONI FARETE!!!

RSU LIBERE, VAFFANCULO!

Anonimo ha detto...

Anonimo ha detto...
A tutti gli stronzi che continuano a dire "non otterrete niente", "è inutile che andiate avanti", "tanto è già tutto deciso", chiedo una semplice cosa. Leggi bene: se ti venisse diagnosticato un tumore e ti dicessero "hai dai 2 ai 3 anni di vita", COSA FARESTI? Ti lasceresti morire senza nemmeno TENTARE di combattere la malattia? Se la risposta è "sì" non sei degno di alcun rispetto. E forse nemmeno di avere una speranza.

Quindi, fanculo. TUTTI A ROMA, INCAZZATI COME E' GIUSTO CHE SIA.

12 ottobre 2007 23.40


STRONZO RISPETTA I MALATI QUALUNQUE SCELTA FANNO.

WELBY NON MERITA RISPETTO?

SEI UNO STRONZO DI MERDA USI ESEMPI OFFENSIVI!

ESIGO LE SCUSE!

Anonimo ha detto...

> 12 ottobre 2007 23.42

Welby la sua battaglia l'ha combattuta per anni, E SOLO DOPO SI E' ARRESO, demente.

E non hai capito un cazzo di quello che ho scritto.

Ma vattene.

Anonimo ha detto...

state scadendo nel patetico, e come i politici\avvocati vi attaccate ai "cavilli"...
tu pensi che sia meglio leccare il culo?! Fallo e magiati pure la m... i dolcetti del TL che porterà nuovamente ai crumiri...

Anonimo ha detto...

12 ottobre 2007 23.49

IMBECILLE il tuo esempio del cazzo e' offensivo e nemmeno ti degni di chiedere scusa

Anonimo ha detto...

12 ottobre 2007 23.50

MERDOSO non capisci che i cobas sono peggio dei TL, hanno rovinato la vita a centinaia di dipendenti poi solo dopo hanno lasciato la CGIL...perche' la CGIL non ne poteva piu' di questi accordi a perdere che i cobas firmavano!!!

NON LO VOLETE CAPIRE???

Anonimo ha detto...

RAGAZZI UNA COSA SOLA VOGLIO DIRVI...E A BUON INTENDITORE POCHE PAROLE...NON SIETE MAI STATI SOLI A GESTIRE,CAPITO?????????!!!!!!!!!!!!
QUALCUNO VI DAVA GIA' UNA MANO....FORZA E CORAGGIO,IO PER FORTUNA HO TROVATO ALTRO MA VI POSSO DIRE CHE SONO CON VOI ,MA CORSI SUI VARI SUPPORTI FIOCCANO IN TUTTA ITALIA..

Anonimo ha detto...

> 12 ottobre 2007 23.49

>IMBECILLE il tuo esempio del cazzo >e' offensivo e nemmeno ti degni di >chiedere scusa

Patetico tentativo di strumentalizzare quanto ho scritto. Evidentemente sei uno degli stronzi, a cui mi riferivo, che tentano di afflosciare la lotta.

Quella è la porta. Per tutto il resto ci sono i dolcetti.

Anonimo ha detto...

sei patetico!
qui si parla di lottare per non far passare passivamente l'esternalizzazione, il tuo rancore personale non aiuta nessuno!

Anonimo ha detto...

il problema e' un altro,tt e' gia' deciso ,forse quello che ho scritto poco fa non e' chiaro,dovete lottare ma non pretendete il mondo,proprio perche' non fa piu' parte di qui...salvate il possibile,forse non capite e' gia' tt in moto da tempo da cio' che mi risulta.Finche' non ci si infila in testa che bisogna cercare di unire tutti i giovani e non solo quando si hanno problemi di categoria,la presunta voce di protesta fa il suono di una pecora coll lupo davanti,poi se e' un discorso patetico e non realista fate voi...ma non fate alite nel paese delle meraviglie per favore.

Anonimo ha detto...

onestamente non ho capito cosa vuoi dire?
io penso che il mondo è una merda e che mi sta creando dei problemi e che non posso cambiarlo...però penso anche che non voglio rassegnarmi solo perchè ci vivo...in sintesi lo sò che l'azienda ha già deciso al peggio per noi e non solo per i poveri 914(che avranno possibilità di fare carriera...se se), ma non voglio concedergli il beneficio del dubbio... non accetterò passivamente il patibolo...

Anonimo ha detto...

Un GRAZIE ai COBAS di Napoli per l'impegno che quotidianamente ci dimostrano con i fatti e non a parole.Se le RSU di Napoli avessero un briciolo di dignità si sarebbero già dimesse!Non ci rappresentano!Diffidiamoli!Non consentiamogli di fare altri danni!!!!!Non permettiamo che ci vendano ancora !!!!

TUTTI A ROMA!!!!

Anonimo ha detto...

Ragazzi.... non perdiamo di vista l'obiettivo. Non facciamoci dividere. E per rasserenare gli animi ecco un momento di satira (spero).
Riporto il post di qualche minuto fa:
A proposito del codice etico: questo è un appello a chi ha il compito di scrivere e pubblicare il codice etico. cliccando sulla voce L'AZIENDA del 190.it a destra c'è l'icona del codice etico. Cliccado sul codice etico si apre il documento in Pdf. Bene a pag 8, quella relativa ai nostri VALORI ci sono errori ortografci in ognuno dei punti illustrati:
Andiamo con ordine:
2.2 Valori: i valori descrivono il modo con cui i dipendenti di Vodafone Italia si comporti ogni giorno.... Si comportiNO magari è meglio.

I: Passion for customers: i Nostri clienti..... le loro necissit... Le loro che? ah, NECESSITA' volevano dire!!

II: Passion for Our People... Individui eccezzionali fanno di VOdafone un azienda... Un Azienda? E l'apostrofo?

III: Passion for results: Siamo persone orientate all azione e spinte dal desiderio ..... ALL AZIONE?... Di nuovo l'apostrofo!

IV: Passion for the world around us: ci proponiamo di aiutare .....sia attraverso l impatto che ... L Impatto!!! DI nuovo l'apostrofo!! Ma è incredibile!!

Bhe, poi il paragrafo che riguarda i principi è corretto, ma di nuovo errori sul pragrafo creazione di Valori (pag 9): Vodafone Italia ritiene che in un economia... Se so ripersi l'apostrofo!!

Insomma lo dovevamo capire subito che questa storia dei valori e del codice etico ERA UNA BUFALA!!!

Anonimo ha detto...

alle rsu di napoli elette con elezioni truccate, dopo aver escluso i cobas con motivazioni pretestuose e ignobili, dopo aver ignorato le disposizioni di un giudice e aver fatto lo spoglio delle schede in tutta segretezza.... dico che e' tempo di tacere, evitare di dare giudizi sugli altri e lasciare rappresentare gli interessi dei lavoratori a coloro hanno tutti i titoli morali e di rappresentativita' per farlo.
sedicenti delegati dei lavoratori di napoli, continuate a fare gli interessi vostri e della oligarchia sindacale e lasciateci lottare per il nostro futuro. Tutti a roma.

Anonimo ha detto...

A parte il RIDICOLO codice etico, vogliamo parlare del cosiddetto APPRAISAL...? Chi ci dice che non sia stato proprio quello il criterio di selezione per segare le persone?

"Creare opportunità"

Sì, per essere esternalizzati.

Guindani e Sarin: al termine di questa storia, comunque vada, non sarebbe male vedere le vostre DIMISSIONI.

Anonimo ha detto...

Mi fate pena quando osannate i Cobas di Napoli visto che vi hanno propinato le pause più flessibili.E poi dietro di loro cè una regia loro sono solo attori.Sal e Bart sembrano 2 cartoon della Disney.

Anonimo ha detto...

perchè quelli della rsu napoli hanno bella presenza ... ha..ha..ha..

Anonimo ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
Anonimo ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
Anonimo ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
Anonimo ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
Anonimo ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
Anonimo ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
Anonimo ha detto...

POSTO ALCUNI COMMENTI PRESENTI NEI POST PRECEDENTI, QUESTO E' QUELLO CHE SI PENSA DEI COBAS DI NAPOLI E' QUESTO MI FA MOLTO PIACERE , SE STIAMO IN QUESTA CONDIZIONE SICURAMNETE LA COLPA E' ANCHE LORO DI QUANDO ERANO DELEGATI CGIL COSA HANNO FATTO DI BUONO PER NOI LAVORATORI! QUALI AZIONI HANNO INTRAPRESO ALLORA PER FAR VALERE I NOSTRI DIRITTI? NESSUNA CHE IO RICORDA E MOLTE VOLTE SONO SCESI A PATTO CON L'AZIENDA, E RIVESTIVANO LA CARICA DI RAPPRESENTANTI SOLO PER I C***I LORO , LO TORNO A RIPETERE LORO SONO IMPATTATI PERCIO' SI PRODIGANO TANTO SE COSUI NN FOSSE LORO NN SE NE SBATTEVANO MIN IMAMENTE COSI COME E' STATO IN PRECEDENZA. DICO A TUTTI DI APRIRE GLI OCCHI, SU QUESTI ELEMENTI.
UN ALTRA CONSIDERAZIONE SE LA CGIL RIMANE SEMPRE FERMA SUI SUOI PASSI CIOE' QUELLA DI NN SEDERSI AL TAVOLE DELLE TRATTATIVE . CAPITE CHE VUOL DIRE CHE FORSE L'AZIENDA DEVE PENSARCI UN PO PRIMA DI FIRMARE L'AVVENNUTA CESSIONE E' INUTILE CHE DURANTIE I BRIFIENG SI DICE CHE VERRA FATTA IN QUALSIESI MODO. ABBASSO I COBAS DI NAPOLI


ps.: onde evitare equivoci...ce l'ho a morte con sti stronzi dei cobas che hanno firmato l'accordo sulle pause e tante merdose schifezze che ci stanno rovinando...

il tutto perche' un coglione cobas diceva "tanto abbiamo messo una clausola che tutto torna come prima se le cose vanno male"...la clausola e' stata messa e il coglione cobas neanche si vergogna che l'azienda se ne strabatte delle clausole!!!
VERGOGNATEVI COBAS!!!
QUANDO ERAVATE RSU CGIL CI AVETE ROVINATO ED ORA VOLETE SPACCIARVI PER SENTINELLE DELLA LIBERTA'???

MA ANDATE DALLA BRAMBILLA!!! LE RSU DI BERLUSCONI FARETE!!!

RSU LIBERE, VAFFANCULO!
12 ottobre 2007 23.40


MERDOSO non capisci che i cobas sono peggio dei TL, hanno rovinato la vita a centinaia di dipendenti poi solo dopo hanno lasciato la CGIL...perche' la CGIL non ne poteva piu' di questi accordi a perdere che i cobas firmavano!!!

NON LO VOLETE CAPIRE???


Mi fate pena quando osannate i Cobas di Napoli visto che vi hanno propinato le pause più flessibili.E poi dietro di loro cè una regia loro sono solo attori.Sal e Bart sembrano 2 cartoon della Disney.

Anonimo ha detto...

CON O SENZA IL SINDACATO

È più sicuro sfogarsi in un blog che mettersi in prima linea.

Internet è un fantastico mezzo per organizzarsi, ma serve anche da canale di sfogo, da catarsi, per molte persone ed ha cancellato quel bisogno urgente di fare qualcosa.

Occorre tornare a protestare pubbicamente.
Occorre ridare a questo mezzo il suo giusto potenziale comunicativo.

Loro RIDONO delle nostre zuffe, di come CI METTIAMO ALLA BERLINA TRA DI NOI, ...questo non è il momento per farlo.

Da qui, da questo blog, devono partire delle idee, idee pericolose per l'azienda.

Dobbiamo mettere in atto nuove strategie (come il non utilizzo di repi) che ci consentano di ferire i loro meccanismi, strategie che ci consentano di lanciare un messaggio chiaro: CON O SENZA IL SINDACATO SAPPIAMO ORGANIZZARCI, SAPPIAMO FARE MALE.

Ora io faccio qualche esempio, forse qualcuno giudicherà alcune di queste idee come una cazzata, FATELO! ma proponete un alternativa!

1 SCORDATEVI LA ONE REP SOLUTION E APRITE TT A TUTTA FORZA, CONGESTIONIAMO LE CODE E ALZIAMO IL DATO DELLE RECALL.

2 INVITATE I CLIENTI AD INVIARE FAX DI RECLAMO E SMETTETE DI ESSERE PROATTIVI GESTENDO ON LINE I RECLAMI

3 PROPONETEVI DI ANDARE IN BAGNO ALMENO DUE VOLTE AL GIORNO, FATELO ANCHE SENZA UN BISOGNO EFFETTIVO E FATELO TUTTI INSIEME DALLE ORE 10.00 ALLE ORE 10.30 LA MATTINA E DALLE ORE 18.00 ALLE 18.30 LA SERA.

4 CONTINUATE A NON SEGNARE LE VOSTRE PAUSE SU REPI.

5 FATE DURARE LE VOSTRE CHIAMATE ALMENO DUE MINUTI IN PIU, FAGOCITARNE A TUTTA FORZA NON VI AIUTERA' NE AD ESSERE MENO STRESSATI NE A FINIRE PRIMA LA GIORNATA LAVORATIVA.

Questa cessione ci sarà, non staimo più comunicando a Vodafone, stiamo comunicando com COMDATA e dobbiamo far passere questo messaggio:

I TARGET ORA LI STABILIAMO NOI SULLA BASE DI COME VENIAMO TRATTATI.
SE CREDI DI AVER FATTO UN BUON AFFARE TE NE DEVI COMINCIARE A PENTIRE GIA' DA ORA.
QUANDO ARRIVIAMO VOGLIAMO ESSERE TRATTATI CON RISPETTO SE NO FACCIAMO LO STESSO ANCHE CON TE FACENDOTI PERDERE UN MARE DI SOLDI.

A voi la parola.

Anonimo ha detto...

Anonimo delle 12.04, abbiamo capito il concetto, fai un bel respirone adesso.

Anonimo ha detto...

500 mila sfilano contro questo governo, questa e' la vera Marcia su Roma e non sedicenti cobas che si immolano come rivoluzionari.

Anonimo ha detto...

Sono uno dei Cartoons della Disney. L'azienda per fare questa cessione con la maggior serenià possibile ha necessità di:
1) dividerci;
2) farci stancare e arrendere;
3) una firma di accordo dei sindacati (per porre un ostacolo alle cause e liberare il Governo da una responsabilità che siamo riusciti ad addossargli).
Di burattini da muovere l'azienda ne ha diversi, a cui chiedere anche di scrivere su un blog al fine di attaccare quello o questo (necessità 1), che è inutile continuare a lottare (necessità 2), che bisogna sedersi al tavolo delle trattative per ottenere qualcosa di buono (necessità 3).

Invito la stragrande maggioranza di Lavoratori seri, determinati, liberi e puliti a non cimentarsi neanche nel rispondere ai burattini dell'azienda (men che meno a difendere i Cobas di Napoli, chi li conosce li sta già giudicando da tempo ed è quello l'unico giudizio che riteniamo valido, nel bene e nel male, e vi diciamo che siamo felicissimi ed orgogliosi dei riscontri che riceviamo).
Ricordiamo solo che quanto stiamo facendo ha una sola firma: i LAVORATORI! COBAS sta per Comitati di Base, cioè: esistono nel momento in cui i Lavoratori decidono che devono esistere, altrimenti i Cobas non esistono. Per questo motivo stiamo riuscendo a stravolgere il disegno lineare che l'azienda si era fatto, perchè il potere decisionale se l'è preso il solo, vero, legittimo titolare: il Popolo Lavoratore (guardatevi le altre cessioni di azienda gestite nei modi e con gli attori canonici, l'ultima quella di Wind, il modello è sempre lo stesso e PERDENTE: 2 scioperi per poi sedersi a trattare ed avallare tutta l'operazione con la firma delle parti sociali).
Quindi: restiamo uniti tutti noi Lavoratori puliti (necessità 1 abbattuta); non arrendiamoci MAI (necessità 2 abbattuta; la partita, come insegna il caso Telecom, non termina neanche se e quando la cessione avviene); diffidiamo TUTTI a firmare accordi (necessità 3 abbattuta).

Il 19 TUTTI a Roma con un solo messaggio: possiamo conoscere la sconfitta ma non la resa!

Bartolomeo, un Lavoratore di Napoli (Cobas se a qualcuno interessa questa identificazione).
P.S.: io, i miei commenti, li firmerò sempre.

Anonimo ha detto...

Devi avere il coraggio Bartolomeo di dire la verita',qual'e' il tuo disegno perche' i lavoratori ci stanno credendo e ti seguono.Peccato che la tua esaltazione ha altri fini.

Anonimo ha detto...

Ciao ragazzi
volevo chiedere pareri in merito a cio che è stato detto da Nicola Benedetto in team briefing.

ci ha presentato questo staff con le solite slide riflesse su quel muro lercio come se spiegare perche 914 persone sbattute fuori fosse come assistere ad una lezione universitaria...

alla domanda lecita...
"se fosse possibile, nel corso di questi presunti 7 anni, che gli operatori inquadrati ad un terzo livello si affiancassero ai ragazzi esternalizzati per apprendere le loro capacità e quindi a conclusione del periodo stabilito (7anni??) i ragazzi del 5^ livello potessero essere congedati"

ci è stato risposto con fermezza che i ragazzi di 3^ livello svolgono le nostre stesse mansioni ma SOLO PER I CLIENTI DI BASSO LIVELLO.

quindi cio che differenzia un 3 livello da un 5 ha spiegato Benedetto, sono i tipi di clienti che gestiamo.

Allora dobbiamo VVERTIRE I RAGAZZI CHE LAVORANO A COMDATA COS ECARE E DES CHE SE PERCASO GESTISERO PER SBAGLIO UN CLIENTE AV SIA INBOUND CHE UN SUO RECLAMO O ALTRO POSSANO ESSERE IMMEDIATAMENTE PASSATI AD UN 5^ LIVELLO!

chi mi sa dare delucidazioni su questa, a mio parere buffonata, che ha detto Benedetto Nicola??

Anonimo ha detto...

io posso solo drti che a Roma MARIO VILLA ha fatto i breafing ma a meta' anzi uno nemmeno ' riuscito a farlo..è stat rimpito di domande ma lui gira intorno..ai discorsi no sa' che dire...con noi casca male il caro dottor villa...ahahhahahha.

Anonimo ha detto...

Risposta ad anonimo de 14 ottobre 2007 13.55

Ma tu chi sei? ????

Parli di segreti "piani" di altri ma non hai neanche il coraggio di dire il tuo nome!!!!

Dobbiamo concentrarci sulla battaglia invece di perderci in queste stupide accuse da uomini di 4 soldi...

Qui ci stiamo giocando la vita!!!!!!

Anonimo ha detto...

Parli di aver coraggio tu che non hai gli attributi di dire che ti sei venduto i lavoratori con le pause flessibili.
Sono indignato!!

Anonimo ha detto...

Visto che questo tipo continua (in tutti i commenti) a scrivere su questo benedetto accordo firmato dai Cobas sulle pause facciamo un pò di chiarezza.

L'accordo non fu firmato dai Cobas che non esistevano.
I rappresentanti sindacali di CGIL, CISL e UIL dell'epoca erano:

Bartolomeo Matarazzo,
Salvatore Musella,
Grazia Leone,
Francesco Pepe,
Raffaele Puzio,
Caterina Agosatini,
Monica Canale,
Gaetano Stompanato,
Vincenzo Portolano,
Raffaele Vona.

Di questi solo i primi 3 oggi sono Cobas.
Puoi spiegare come possono 3 RSU su 11 e una sigla che non esiste firmare un accordo?

Finiscila di fare solo disinformazione e terrorismo!

Pensa a lottare per fermare questa esternalizzazione!

O sei uno che continua a fare gli interessi dell'azienda???

Anonimo ha detto...

Secondo me dovresti essere indignato perchè esisti!!!!!!!!

Anonimo ha detto...

Cobas di Napoli iniziate a trasferirvi al CC1 manca poco.

Anonimo ha detto...

bartolomeo, nn tirare acqua al tuo mulino la vertia' e' che nn avete mai fatto nulla per noidipndenti ne quando eravate cgil ne ora che siete cobas.
quindi le tue esternazioni sono solo perche ' sei stato impattato in prima persona se no figurati pensavi solo hai fatti tuoi come quando prendevi permessi sindacali per andare a insegnare in palestra...........

Anonimo ha detto...

E non solo anche quando aveva la compiacenza di M. alla consolle che guarda caso poi si candida nella lista Cobas e anche di TL che si era fatto amici (vedi M.R. & G.I.) , quindi cari colleghi del Blog non è tutto oro quello che luccica.

Anonimo ha detto...

quando leggo certe cose mi viene uno schifo di tutto

ovunque c e corruzione

ovunque c è mafia

ovunque ci sono doppo fini

ovunque c è egoismo e menzogna

cerco di essere positiva ma poi mi guardo intorno e vedo che vanno avanti solo quelli con i soldi

che vanno avanti solo quelli con le raccomandazioni

che vanno avanti solo i leccaculo

per me spendere quei soldi per andare a Roma vuol dire tanto perche fanno la differenza sul mio arrivare a fine mese purtroppo

ma essere precario farebbe ancor piu la differenza e quindi ... io ci provo...

Ziggy ha detto...

Lo so che non dovrei neanche rispondere a questo/a idiota ke scrive parole insensate attaccando persone che FORTUNATAMENTE hanno una testa x pensare in modo autonomo!!! Ma non resisto a dire a costui/colei che i Cobas sono molto piu' numerosi di quello che pensi.. non te ne libererai facilmente... Le tue false accuse da schizzofrenico/a mi fanno pensare che ricopri un ruolo frustrante..Perchè non te ne vai un po'in ferie?

Anonimo ha detto...

Non sono io che me ne devo liberare, ci ha gia' pensato Vodafone cedendoli.
Pulizia etnica fu'!!

Anonimo ha detto...

Ti commenti da solo....

Finchè esisteranno persone come te questo sarà un paese di merda!!!!

L'unica cosa che hanno fatto questi ragazzi è stata difendere i lavoratori con trasparenza e vigore e per questa loro costante correttezza sono stati falcidiati prima dal corrotto sindacato e poi dalla merdosa azienda.

Ora tu stai sicuramente o dall'una o dall'altra parte e questo è il dramma della nostra realtà!

Per questa loro lealtà SOPRA OGNI COMPROMESSO ora la loro vita è in bilico, insieme a quella di altri 912 colleghi...

VERGOGNATI DI ESISTERE...

Anonimo ha detto...

Non sono io che mi devo vergognare, ma loro che non hanno il coraggio di ammettere il loro fine.Ma non importa in questo paese chi dice la verita' paga un prezzo.

Anonimo ha detto...

vi pubblico ilTESTO DELLA RISPOSTA (per il governo risponde Rosa Rinaldi - sottosegretario al Ministero del Lavoro)

Con riferimento all'interrogazione in esame, relativa all'Azienda Vodafone Omnitel NV, faccio presente che, in data 25 settembre 2007, si è svolto a Roma, presso gli uffici di questo ministero il tentativo obbligatorio di conciliazione ex articolo 1, comma 4, legge n. 83 del 2000, in materia di esercizio del diritto di sciopero nei servizi pubblici essenziali e alla regolamentazione provvisoria di cui alla deliberazione della Commissione di garanzia del 25 luglio 2002, con riferimento alla cessione di ramo di azienda delle strutture di back office e di gestione del credito all'interno del customer care in favore di COM.DATA. Alla fine dell'incontro, non è stato raggiunto un accordo.
Le relative trattative sono accentrate a livello nazionale, in considerazione delle diverse unità produttive interessate dalla cessione di ramo d'azienda.
Per quanto concerne le unità produttive milanesi, la cessione interesserebbe un centinaio di lavoratori (dei 914 complessivi).
L'azienda ha, inoltre, affermato che la cessione in questione rientrerebbe in un piano di sviluppo complessivo dell'azienda volto a perseguire un riposizionamento sul mercato in riferimento alle seguenti linee strategiche:
Mantenere il customer care quale asse strategica aziendale;
Investire in nuovi prodotti e servizi di telefonia e nell'integrazione dei prodotti di rete fissa e mobile;
Instaurare collaborazione strategiche con altri operatori del mercato al fine di acquisire le competenze e le professionalità necessarie a sviluppare la linea strategica di cui al punto precedente.
Da quest'ultimo punto di vista, l'azienda cessionaria (COMDATA) rappresenterebbe un operatore consolidato nel settore del back office dei servizi di telefonia, in grado, inoltre, di offrire un'organizzazione aziendale di assoluto rilievo (4.000 unità, 18 unità sul territorio nazionale).
La realtà di Milano, infine, continuerebbe a rappresentare il centro strategico dell'attività di Vodafone.




Replica di Augusto Rocchi (RC-SE)

Augusto ROCCHI (RC-SE), dichiarandosi soddisfatto, fa presente di essere consapevole del fatto che l'azienda attraverso l'esternalizzazione si muova all'interno delle regole attualmente vigenti. Ritiene però che andrebbero approfondite le motivazioni alla base della scelta aziendale e andrebbe quindi verificato se la cessione del ramo d'azienda non sia in realtà finalizzata a perseguire obiettivi diversi da quelli della riorganizzazione industriale. Conclude auspicando una riflessione generale da parte del Governo sul tema della cessione del ramo d'azienda.

Anonimo ha detto...

ma quale fine e fine? ma xchè non la smetti? i ragazzi (cobas) sono quelli che ci rappresentano meglio, sono quelli che conosciamo meglio, sono quelli a cui possiamo sempre chiedere qualcosa a cui viene data sempre una risposta, sono quelli che sono tra noi quando c'è da lottare, sono quelli che volevamo che ci rappresentassaro ed è ormai chiaro che tu sei dell'azienda o delle sigle ufficiali, magari quelli in giacca e cravatta che tutto fanno tranne che rappresentarci! vergognati e non entrare + in questo blog xchè non ne hai x niente capito il senso!!!!

M. IHS Napoli

Anonimo ha detto...

Hai preso un granchio!!

Anonimo ha detto...

A me interessa piu' la mia coscienza che le opinioni degli altri.

Anonimo ha detto...

Macerata 14:00, 14:00

SI SUICIDA IN FABBRICA, NON RIUSCIVA A PAGARE MUTUO CASA

Un’operaio di 43 anni si è suicidato questa mattina nella fabbrica dove lavorava, la "Meloni" di Tolentino, in provincia di Macerata, impiccandosi con una corda al collo. Secondo le prime ricostruzioni, l’uomo, residente a Pollenza era in condizioni di depressione perchè non riusciva più a pagare con il suo solo salario il mutuo della casa, dopo che la moglie era stata licenziata nei mesi scorsi dal suo impiego precario. Mentre in precedenza, con due stipendi, le rate venivano pagate dalla coppia senza particolari difficoltà , dopo il taglio di uno dei due redditi familiari, la situazione si è fatta sempre più difficile da affrontare, con le preoccupazioni che aumentavano di giorno in giorno. Fino al tragico epilogo di oggi, con l'operaio che si è impiccato nell'azienda dove lavorava, quasi in un tragico ma simbolico gesto di denuncia, oltre che di disperazione. L’uomo lascia la moglie e una figlia di sei anni

Anonimo ha detto...

quoto:
Non sono io che mi devo vergognare, ma loro che non hanno il coraggio di ammettere il loro fine.Ma non importa in questo paese chi dice la verita' paga un prezzo


Senti un po' perche' non paghi il prezzo della notorieta' e mi fai sapere chi sei? E' un prezzo che ci devi dopo cio che hai scritto.
Infatti con l'ORTOLANO, al quale assomigli molto, potrest fare una bella coppia di ...svitati! eddai dicci chi sei.....sei troppo simpatico!