mercoledì 17 ottobre 2007

Comunicato di Miceli: "Indagare su minacce fasciste a «crumiri»"

Lettera del segretario generale di SLC CGIL Emilio Miceli in cui denuncia alle strutture l'esistenza di una mail anonima - di seguito copiata - che sarebbe circolata nel call center di Bologna.
(La lettera di Miceli è stata poi inviata dalla segreteria nazionale SLC CGIL ai lavoratori di Bologna alle 11.00 del 18/10)

Care/i Compagne/i,

ci sono giunte numerose segnalazioni circa la diffusione di una mail di fonte anonima nella quale viene presentata una vera e propria lista di proscrizione di lavoratori di Bologna che hanno scelto di non partecipare allo sciopero Vodafone contro la cessione di ramo d’azienda.
Nella mail i lavoratori che hanno dissentito sono stati definiti “crumiri”.
Riteniamo l’accaduto grave e pericoloso perché indice di una cultura sostanzialmente fascista e portatrice di un carico d’odio che nulla ha a che fare con il Sindacato Confederale.
Chi ha scritto quella mail, celandosi vergognosamente nell’anonimato, ha obiettivi diversi dalla battaglia dei lavoratori in difesa dei propri diritti; obiettivi inquietanti che devono alzare la soglia di preoccupazione e d’attenzione di tutti noi.
Chi usa simili metodi ha interesse a far sconfinare nell’intimidazione, nel terrore e nella violenza la lotta sindacale ipotecando la sconfitta dei lavoratori ed è pertanto avversario del Sindacato e dei lavoratori stessi.
La Segreteria nazionale della Slc/Cgil esprime pertanto la propria solidarietà ai lavoratori minacciati ed annuncia che sui fatti accaduti presenterà un esposto alla Autorità Giudiziaria affinché sia fatta piena luce sugli estensori e sulle cause che originano le minacce.
Fraterni saluti.


Di seguito la mail oggetto della discussione (dal blog di RSU Triveneto):

From: scioperi_vodafone@---.--- [mailto:scioperi_vodafone@---.---]
Sent: venerdì 5 ottobre 2007 19.54
To: ---
Subject:

CARI AMICI,ECCO A VOI LA LISTA DEI CRUMIRI CHE SONO ENTRATI A BOLOGNA OGGI:

[elenco di nominativi]

32 commenti:

Anonimo ha detto...

Miceli, ma pensa a fermare questa cessione invece di fare queste minchiate!!!

Anonimo ha detto...

non è normaleeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeee***

M(BO) ha detto...

Ma le minacce quali sarebbero?

O solo il fatto di chiamare qualcuno "crumiro" è una minaccia?
Comunque questa mail a me non è mai arrivata e sfido chiunque a Bologna a farmene vedere una copia originale.
Certo, tutti noi sappiamo chi è entrato, ma che problema c'è? Cos'è, una faccenda di privacy?
Comunque grazie a Miceli per aver preso finalmente una posizione forte sul "fascismo delle mail anonime" - uno dei maggiori problemi che affligge la CGIL del XXI secolo.


...ma le minacce dove sono scusate?

Anonimo ha detto...

miceli pensa a bloccare la cessione come fanno tutti gli altriiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii ma sei demente???????

Anonimo ha detto...

A chi entra il 19 I bulloni bisogna tirare, altro che minacce!

Anonimo ha detto...

Ragazzi, non sfociamo nella violenza che questo vogliono alimentare i veri fascisti di questa vicenda: quelli che non rispettano il vero volere dei lavoratori, che fanno scioperi spezzettati per far perdere forza e che si vogliono sedere a trattare con l'azienda.

Loro sono i veri fascisti di questa vicenda!

Anonimo ha detto...

ragazzi vi offendete se mi metto a ride????invece di pensare alla cessione del ramo a bloccarla guardate come se ne esce MICELI.... mi fà pensare hanno fatto bene i ragazzi di bologna invece quel giorno dobbamo essere uniti io li prendo a calci a roma se qualcuno entra al lavoro tanto altro che minacce ma per favore un email anonima noooooooo non ho parole ahahahahah

Anonimo ha detto...

Miceli...sei sicuro che il termine crumiro sia fascista????

Ti serve forse una ripetizione di storia...

"Il termine Krumiri (e successivamente, senza più maiuscola né K iniziale, crumiri) entrò massicciamente nel lessico sindacale italiano nei primi mesi del 1901. In precedenza è stata rilevata qualche attestazione dell'uso di Krumiri per designare i lavoratori non specializzati utilizzati nelle tipografie durante gli scioperi (Avanti, 28 febbraio 1900), ma si trattava di un'espressione limitata al gergo tipografico.

In Italia questo termine (all'epoca diffuso soprattutto in Francia) venne di fatto introdotto in occasione di un grande sciopero dei lavoratori del porto di Marsiglia (in grande maggioranza italiani) proclamato il 28 febbraio 1901 e continuato fino all'8 aprile. Nel corso dello sciopero si ventilò la possibilità di sostituire gli scioperanti con "Arabi", e probabilmente qui nacque l'uso (non politicamente corretto) di identificare con i Krumiri i non scioperanti. Il termine viene impiegato per la prima volta nello scritto sul quotidiano socialista Avanti! del 31 marzo 1901, e intende esprimere disprezzo per un gruppo di lavoratori italiani che erano stati ingaggiati per sostituire gli scioperanti.

Per qualche tempo dopo quella data il termine cominciò ad essere impiegato in un'accezione generica di sottoproletari non sindacalizzati e disposti a qualunque compromesso (Francesco Papafava, Giornale degli economisti maggio 1901). A consacrare il senso attuale di "sabotatore dello sciopero" fu poi, in giugno, uno sciopero dei carbonai a Genova, in occasione del quale venne formalmente costituito un "sindacato giallo", (Lega cattolica di lavoro, 12 giugno 1901) con lo scopo di fornire lavoratori durante gli scioperi. In tale occasione il termine krumiro venne utilizzato in modo così massiccio che in breve divenne il termine tecnico per designare i non scioperanti."

Anonimo ha detto...

chi ha scritto l'email anonima ha fatto bene ma devono ringrazia dio che non gli ha direttamente menato a tutti.non vogliono venire per una cosa cosi importante?????miceli ma per favore ci fai una figura del ca**o

Anonimo ha detto...

x Mb delle 20.00 mi stai a fa' ammmaza dalle risate anche se qui c'è da piangeeeeeeeeeeeeeeeeeeeee

Anonimo ha detto...

ragazzi, NESSUNO ha scritto una mail anonima.

1) non c'era bisogno, visto che dentro c'erano 18 crumiri e 10 precettati era abbastanza difficile nascondersi...
2) nessuno ha mai voluto tirare bulloni o cose simili ai crumiri, e temere cose simili - e soprattuto dichiarare pubblicamente di temere cose simili - significa solo alimentare la tensione.

Che i crumiri facciano cò che detta loro la coscienza, ma che il capo di un sindacato si metta a sindacare di linguistica criticado il termine crumiro e non si metta a sindacare su TUTTO IL RESTO questo è assurdo...

La mail era sul blog di padova, l'abbiamo vista tuti oggi, nessuno a Bologna sapeva alcunchè di questa lettera - tanto valeva non ripubblicarla anche su questo blog... Così facciamo il gioco di Miceli, che spera solo che qualche altro anonimo sull'onda dell'emotività dica cose come "bisognerebbe prenderli a calci in culo" ecc.
Non cadiamo nel suo tranello!!

Anonimo ha detto...

ok scusa l'ho scritta io quella cosa cmq è una stupidata la sua fa ridere

Anonimo ha detto...

A ROMA TUTTI VESTITI DI ROSSO!!!!

Anonimo ha detto...

MICELI

interessati di cose importanti ci sono 914 lavoratori da difendere e nn quei tizi che sono entrati a lavoro

Anonimo ha detto...

Ma pensate ai 914 lavoratori va e non alle cazzate delle mail. Ma fatemi il favore...

Anonimo ha detto...

In merito alla imbarazzante decisione delle segreterie nazionali di sedersi al tavolo di trattativa con l’azienda il 19 ottobre in coincidenza dello sciopero, sono importanti alcuni chiarimenti che alcuni colleghi ci chiedono apertamente di fornire.
Le segreterie, accortesi dell’errore (inteso come refuso di scrittura o errore politico, saranno gli eventi a valutarlo), hanno, nella giornata di ieri, inviato alle Rsu una rettifica nella quale si specifica che la disponibilita’ alla trattativa era esclusivamente per il 20 e non piu’ per il 19.
Le segreterie hanno confermato all’azienda la data del 20, con coordinamento delle Rsu (che ricordiamo essere fondamentale per conferire alle segreterie il mandato dei lavoratori, l’unico mandato che conta!) per il pomeriggio del 19, il tutto, inoltre a Milano.
Noi rimaniamo ancora perplessi, nel merito e nel metodo usato, rimaniamo convinti che il coordinamento delle Rsu doveva tenersi ad inizio prossima settimana, e che la giornata di sciopero doveva essere lasciata per i lavoratori, per organizzare le mobilitazioni, dedicata a loro.Onde evitare qualunque tipo di manipolazione della nostra posizione, sottolineiamo che la nostra critica e sfiducia non e’ verso il sindacato in se’, ma verso le persone che occupano, in questo momento, in modo probabilmente non adeguato, ruoli dirigenziali all’interno del sindacato.
Di tutto cio’ tratteremo nelle assemblee di domani, per confrontarci tra di noi, mantenere il punto e la saldezza nella nostra lotta, che, ovviamente, prosegue!
Venerdi, giorno del nostro secondo, grande sciopero nazionale, si uniranno a Roma con noi lavoratori di Ivrea e Catania(fantastici!Partiranno all’una di notte!!!!), Bologna, Pisa,Napoli e Milano.Per aiutarli nelle loro spese che noi, per ovvii motivi, non sosterremo, abbiamo completato la raccolta di 3085 euro (GRAZIE A TUTTI!!!) che suddivideremo in base alle loro necessita’.Durante la manifestazione di venerdi informeremo tutti i lavoratori di come divideremo questi soldi nel dettaglio.

L’appuntamento e’ per le ore 14 a Piazza della Repubblica,noi romani ci incontreremo all’uscita della Metro A che si trova sulla destra della piazza guardando Via Nazionale dalla fontana centrale.
Nell’attesa vi comunichiamo che domani, 17 ottobre, si svolgeranno le assemblee secondo il seguente piano:

Boccabelli dalle 11.30 alle 12.30

Boccabelli dalle 14.30 alle 15.30

Spinaceto dalle 16 alle 17

Boccabelli dalle 17.30 alle 18.30


Noi,lavoratori di Roma, continuiamo a lottare!!!


Rsu Roma

Anonimo ha detto...

ragazzi a ROMA I COMMENTI SONO POSITIVI VERSO LA COLLEGA DI MILANO E` STATA MOLTO IN GAMBA OVVIAMENTE IL COGLIONE DI ICHINO PARLA COME SE ERA AL POSTO DELL`AZIENDA .....STASERA A SANTORO CI SARA` QUALCHE COLLEGA DI ROMA SPERIAMO BENE CMQ COMPLIMENTE ALLA COLLEGA CHE HA A QUEL COGLIONE RIPETO DI ICHINO CHE MAMMA VODAFONE A 4 MILIARDI DI EURO QUINDI NON STA` FALLENDO HA RICORDATO LA FINE DELLA TELECOM CHE SONO STATI LICENZIATI ....E HA CHIESTO LA CLAUSULA DI SALVAGUARDIA HA DETTO LE COSE PRINCIPALI BRAVISSIMA!!!SANTORO HA PIU` CORAGGIO SPERIAMO BENE STASERA!!! TUTTI A ROMA

me ha detto...

Ichino... un piede di qua, un piede di là, è eccessivo estendere i diritti a tutti i lavoratori italiani perchè costa troppo, ma auspica una soluzione alla danese...poco mancava che alla dott.ssa del Gaslini dicesse che visto i bilanci tragici della sanità è per quello che lavorano da precari a 850 euri...
La colpa è dei lavoratori, che pretendono certezze...non dei dirigenti che guadagnano milioni di europer far fallire le aziende italiane...che tristezza sto paese dei cachi!

Anonimo ha detto...

Esimio compagno Emilio,

la lettura della tua mail ha provocato in me un moto di soddisfazione: era da tempo che nel nostro call center si respirava un’aria di intimidazione nei nostri confronti, nei confronti di noi egoisti (e lo scrivo con fierta’), che pensiamo solo al nostro sporco interesse e ce ne fottiamo altamente di quello dei lavoratori.
Platone sosteneva che «parlare bene fa bene all’anima», e le tue parole sono il sintomo di un’anima pura. Chiamiamo le cose col loro nome (alla faccia del fu Devoto Giacomo e di Gian Carlo Oli, ma anche di Tullio De Mauro, noto provocatore nazionalsocialista): chi non aderisce agli scioperi non e’ un “crumiro”, bensi’ un eroe popolare, che sfida le Camicie Nere a fronte alta, sprezzante del pericolo e, magari, saltando nei cerchi di fuoco.

Abbasso la causa dei lavoratori Vodafone!!
Viva Comdata, fulgido esempio di filantropia!!
Abbasso l’utilizzo di strumenti desueti, come la coscienza di classe e il dizionario della lingua italiana!!
Viva i Carabinieri, la Polizia, la Guardia di Finanza e i controllori dell’Atc!!

Con la presente, il sottoscritto Massimiliano Martino, che non ha mai avuto una tessera in vita sua (fatta eccezione per alcune insignificanti “carte fedelta’” di certi supermercati) chiede di iscriversi alla Confederazione Generale Italiana del Lavoro, che si puo’ fregiare della tua presenza nelle sue fila. Voglio militare nella stessa organizzazione in cui militi tu!

In fede,

Massimiliano Martino


P.S.: dal dizionario del provocatore di cui sopra: cru|mì|ro
lavoratore che non aderisce allo sciopero o che accetta di sostituire chi sciopera

Anonimo ha detto...

MICELI CARO, SE PRIMA AVEVAMO DUBBI O PERPLESSITA' SUL TUO GRUPPO/TESSERAMENTI, CON QUESTA TUA MISSIVA ORA ABBIAMO CONFERME..

grazie di averci illuminato

marco 190av Ivrea ha detto...

Finalmete la SLC-CGIL ha chiarito la sua posizione! Dalla parte dei Krumiri (io continuo a chiamarli cosi', anche se Miceli non vuole) e dalla parte dell'azienda per fal fallire la nostra lotta e mobilitazione...chiaramente contro i lavoratori e le RSU mobilitati, tanto da voler espellere le RSU che si mobilitano e lottano! Qualcuno lo ha informato che e' nella CGIL e non in Confindustria!?!?

Anonimo ha detto...

novita da roma dopo l`assemblea
primo... abbiamo votato TUTTI I LAVORATORI per diffidare le segreterie generali per non fare nessuno incontro ne il 19 ne il 20.
secondo...domani mattina i delegati di roma incontrano iL MINISTRO DAMIANI.
TERZO l`azienda vuole intimorirci e a quanto pare Roma gli fa MOLTA paura vi basta sapere che durante l`assemblea il team leader scriveva tutto quanto ...che schifo.
quarto come votazione ha vinto in quasi tutte le sedi vodafone il no....ma sono convinti che c`e` stata qualche irregolarita`.quinto lo sciopero e` fondamentale loro hanno la speranza di bloccare la cessione ..o cmq di farci dare la clausula di salvaguardia in quel caso sara` dura ma fAREMO di tutto per OTTENERLA ANCHE 20 GIORNI DI SCIOPERO
QUINTO DOVETE VENIRE TUTTI QUANTI
sesto il sindacalista ha ripetuto che ci sono segnali che l`azienda ha fatto capire che questo e` solo l`inizio quindi dobbiamo essere tantissimi per fermarli.
settimo PER QUANTO RIGUARDA LA TRASMISSIONE BASTA CHE NE HANNO PARLATO E STASERA` SE NE RIPARLERA`.LORO CI HANNO CHIARAMENTE DETTO CHE IL TEMPO PER INCONTRARE L`AZIENDA CI SARA` PIU` AVANTI PER IL MOMENTO FACCIAMO DI TUTTO PERCHE` GLI STIAMO FACENDO DAVVERO MALE .HANNO ANCHE DETTO CHE LE SEGRETERIE GENERALI NON SI STANNO COMPORTANDO BENE MA LORO CONTINUANO PER LA LORO STRADA .ROMA STA FACENDO DI TUTTO ...PURE I CARTELLI CONTRO ICHINO!

Anonimo ha detto...

faccio riferimento a quanto scritto dagli rsu di Roma...alle 7:41
ci state dicendo che domani 19 ottobre nel pomeriggio a Milano si riunira' il coordinamento degli Rsu, in vista dell'incontro del 20 con l'azienda..
ma sempre domani ci sara' la manifestazione a Roma....alla quale parteciranno lavoratori.. rsu ..cobas ..ed ex rsu.. giusto ?!?!
domanda banale....o meglio ovvia ....
Vista l'espulsione o il procinto di esser tale di alcuni rsu ..e collisioni annesse..
mi chiedo quali rsu saranno presenti a Milano per pianificare l'incontro del 20 con l'azienda?!?!...........................e soprattutto che pianificheranno?!?!
baci da ivreaaaaaaaaaaaaa

Anonimo ha detto...

NON SI INCONTRANO PIU` IL 20 ALLE 11.30 ABBIAMO FATTO L`ASSEMBLEA E ABBIAMO VOTATO NOI LAVORATORI E ABBIAMO DIFFIDATO LE SEGRETERIE GENERALI CON UN COMUNICATO L`INCONTRO SIA PER IL 19 E IL 20 SI INCONTRERANNO PIU` AVANTI CHIARO????????

Anonimo ha detto...

scusa ma a noi ieri qui ad ivrea e' stato comunicato in assemblea che l'incontro con l'azienda e' il 20..

Anonimo ha detto...

allora vediamo se mi spiego
il sindacalista ci ha letto il comunicato della diffida per i giorni 19 e 20 verso le segreterie generali poichè l'incontro era previsto per la prossima settimana quindi alla lettura del comunicato abbiamo votato si oppure no hanno vinto i si vviamente ed è partita la diffida perchèle segreterie possono tranquillamente aspettare. noi abbiamo la manifestazione.
so he mercoledi c'è un incontro con Bersani ma sono riusciti ad averne uno anche x domani mattina con damiani uno de suoi...volevo avvisarvi che mamma vodafone ovviamente ha mandato un comunicato a santoro x stasera dove dice che noi siamo tutti a tempo indeterminato e lo saremo pure dopo.si è voluta parare...stasera il servizio è di 3 minuti ma ci sono dichiarazioni forti speriamo che le fanno vedere xchè a Roma non siamo teneri.ci sono coleghi con i cartelli vendesi i studio speriamo che li fanno parlare perche cè il mio sindacalistaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa

Anonimo ha detto...

Illustrissimo Segretario Nazionale,
Sono un lavoratore del call center vodafone Bologna, le scrivo dopo aver appreso solo ora, dalla sua comunicazione sul blog dei lavoratori Vodafone e dalla sua mail inviata dalla segreteria Nazionale, che al call center di Bologna “sembra essere” circolata una mail con una sorta di lista di proscrizione dove venivano inseriti nomi dei lavoratori che non avevano aderito allo sciopero del 5/10.
Mi sorprende verificare che lei in un momento cosi drammatico per la sorte di 914 miei colleghi sparsi su tutto il territorio nazionale e per il futuro dei tutti noi, momento dove sara’ sicuramente oberato di mille impegni e lavoro, sia riuscito a trovare anche il tempo per dare rilievo a questa fantomatica mail inviata non si sa da chi, e non si sa a chi….
A Bologna non mi pare di aver notato sino ad oggi atteggiamenti intimidatori, o atti intenti a fomentare odi particolari da parte di nessuno…
Anche se mi sembra doveroso precisare che:
se in un momento di giustificata tensione come questo, qualche lavoratore che ha aderito con fervore allo sciopero, il giorno appresso appelli con l’accezione crumiro (appellativo che oggi definisce anche dei deliziosi dolcetti), o lesini qualche saluto al collega che entrando al lavoro e concedendo magari anche qualche ora di straordinario, mini la riuscita dello sciopero stesso, non sia un fatto talmente grave e tremendo da cui lei debba sentire di dissociarsi con cosi’ grande enfasi …
Mi solleva comunque che lei sig. Miceli si spenda con cosi’ tanta profusione per difendere chi con il suo atteggiamento egoista boicotta la protesta che lei dovrebbe guidare. Protesta di tutti i lavoratori vodafone per questa assurda vicenda delle esternalizzazioni, che interessa tutto l'intero settore delle tlc…
e dunque immagino in qual modo si spendera’ anche per me e per tutti i miei colleghi di Bologna che fino ad ora l’ hanno supportata con energia e dispendi di forze…

Saluti
Stefano
Vodafone Bologna

Anonimo ha detto...

non c' è isogno ce mi riprendi nelo scrivere ei bravissimo ..stefano...ma posso anche sbagliare ciao

Anonimo ha detto...

ho di nuovo sbagliato scusami tanto faro' piu' attenzione..stefano ma no siamo tut come te

Anonimo ha detto...

ogni volta che io scrivo vengo sempre ripresa magari per i toni oppure la scrittura mi avete davvero rotto il cazzo parlo a tutti sono l'unica di Roma che scrive qui e questo è il rispetto che mi portate.
evidentemente qui c'è qualcuno che pensa di essere dio .....!!!!!!

Anonimo ha detto...

Miceli, mio malgrado oggi sono circondato da (non tanti) CRUMIRI. Si, CRUMIRI CRUMIRI CRUMIRI CRUMIRI CRUMIRI CRUMIRI. Se vuoi ti ripeto questa parola all'infinito. Anzi, sei un CRUMIRO pure tu! Il peggiore di tutti.
Vacci tu a fare i presidi alle prefetture, vacci tu a fare il coordinamento a Milano questa sera, ma soprattutto vacci tu affanculo!!!!

Anonimo ha detto...

Questa suora della mail anonima è RIDICOLA.
Il sindacato sta facendo un autogol dietro l'altro.