sabato 6 ottobre 2007

Lo sciopero del 5 ottobre - i media

Raccolta di articoli e servizi televisivi sullo sciopero; è possibile inviare segnalazioni a redrep(at)gmail.com

il manifesto


rifondazione.it


Oltre a Milano e Roma ci sono state manifestazioni a Padova (servizio di TeleNordEst) e a Bari (servizio di TeleNorba)

La vertenza Vodafone irrompe in prima serata grazie a Sabina Guzzanti in "Che tempo che fa":


TG1 Sera; servizio su Rifondazione Comunista e patto sul welfare in cui si parla della manifestazione a Montecitorio:


TG3 della 19.00; servizio sulle dichiarazioni di Padoa Schioppa sui "bamboccioni", con interviste a lavoratori Vodafone che preparano il presidio in Pazza Santi Apostoli.


TG3 Lazio; servizio su Action e centri sociali romani contro il precariato in cui si parla della manifestazione in Piazza Santi Apostoli:


Servizio di Rete Canavese sulla manifestazione milanese:

10 commenti:

simoneivrea ha detto...

parlano tutti solo di roma, anche ieri si RAI UNO AL TG!!
ma perche` ci hanno portato a milano???

e poi non eravamo 3000
ma che palla e` questa!!!

Anonimo ha detto...

Vi hanno poprtato a Milano??? VI SIETE FATTI PORTARE A MILANO!!!! Nessuno vi ha obbligato, potevate ragionare con la vostra testa e prendere le vostre decisioni! Noi lo abbiamo fatto e da Ivrea siamo andati a Roma, passando per Bologna. Magari non semplice, ma abbiamo deciso e lo abbiamo fatto!

Anonimo ha detto...

Sottoscrivo a pieno il commento delle 18:28!
Da Bologna siamo partiti con i colleghi di Ivrea, che oltretutto si sono dovuti sparare alre 4/5 ore al ritorno per tornare da Bologna ad Ivrea nonostante fossimo distrutti e fosse oramai notte.

Anonimo ha detto...

Ma che senso ha litigare tra di noi, tra chi ha manfestato a Roma e chi invece a Milano??? A che serve?
In un momento drammatico come questo ci mettiamo a fare le fazioni??? Bravi a TUTTI quelli che hanno manifestato, bravo anche a chi non e` andato ne' a Roma ne' a Milano ma e` rimasto all'entrata della propria sede a presidiare e bravi pure a quelli che hanno comunque scioperato e non sono andati a lavorare!
E finiamola con ste polemiche che non ci portano da nessuna parte!!!

Anonimo ha detto...

sono d'accordo. non ci sono gare. l'importante era esserci. da ivrea sono andata a roma perche' ero convinta che fosse piu' utile, ma non per questo mi sento e certo non per questo sono piu' in gamba di chi e' andato altrove.
nessuno deve strumentalizzare le scelte fatte e definirsi "Noi di Ivrea".
ogni riflessione sul significato del luogo e dell'aver deciso di far fare due distinte manifestazioni invece, a mio giudizio, e' piu' che corretta e opportuna.

Anonimo ha detto...

Sottoscrivo in pieno quanto asserito dalla collega nell'ultimo post.
E' stato un onore incontrare tante/i colleghe/i che per ovvie ragioni logistiche vedevamo per la prima volta.
E' necessaria una riflessione su cio' che ci ha portato ad esprimerci con successo in due piazze?Penso di si' e penso che cio' vada fatto al piu' presto per trovare quella unita', che negli obiettivi e' gia' stata appalesata,anche nelle espressioni di lotta.
Un primo successo e' stato raggiunto:95% di astensione!
E' importante far crescere la nostra voce e la nostra coscienza in vista dello sciopero' di settore con gli occhi puntati sulla politica .
Un grazie ancora a chi ieri ha reso possibile che la nostra voce arrivasse diretta nei palazzi romani e alle colleghe e ai colleghi che hanno deciso di recarsi a Milano.
La prossima volta,sono certo,saremo tutti stretti nell'abbraccio di un'unica,splendida piazza!
Un saluto a tutte/i da Ivrea e un doveroso,sentito,profondo ringraziamento alle Amiche e agli Amici di Bologna
(Ragazze/i,alla fine ce l'abbiamo fatta a tornare a casa...)

Anonimo ha detto...

Pietoso il servizio del TG3 delle ORE 19:00... Se lo potevano risparmiare.. E' vergognoso come i media abbiano la bocca cosi' imbavagliata sul caso Vodafone...Grande invece la Guzzanti che questa sera su RaiTre, ospite di fabio fazio, rispondendo in maniera elegante MA CON DUREZZA alle stupide domande poste dal Fazio, ha detto: "...a proposito i LAVORATORI VODAFONE HANNO BISOGNO DI AIUTO,LI STANNO LICENZIANDO.."

Anonimo ha detto...

Per quanto mi riguarda è stato bellissimo incontrare i colleghi di Ivrea.

Carissimi, purtroppo con voi personalmente ho scambiato solo poche parole in autogrill. E' stata una giornata sfiancanate per tutti, ma in particolar modo per voi. Siete stati eroici.

Forza ragazzi.

Un abbraccio da un collega di Bo.

nostressinthelife ha detto...

le discussioni ci possono stare a maggior ragione in questi momenti. l'unita' e' un valore importante, ma che va conquistato e difeso giorno per giorno... quando ci si trova davanti a una scelta, allora, bisogna decidere e provare a dare peso a quello che si pensa. in azienda, nelle assemblee e fuori dai cancelli, perche' se vogliamo provare a fare qualcosa allora dobbbiamo dedicarci anche tempo. la posta in gioco e' troppo importante.

Anonimo ha detto...

io rischiando di non essere buonista dico la mia: era giusto andare a roma e chi e` andato a milano e` si un colega che spero di ritrovare la prox volta con me al fianco, ma che per stavolta si e` fatto fregare!
bisogna vigilare!
e stare attenti a chi dice di stare dalla parte dei lavoratori e poi ha deciso milano coscentemente per non farci vedere e disturbare la politica "amica"!

occhio quindi, non sono tutti uguali e meno male che in alcune sedi l`unita` l`hanno fatta i colleghi con le Rsu su scelte giuste.
altrove, a milano per esempio, erano unite le sigle ma su cose sbagliate e non decise da nessuno! e anche poco visibili(per nulla a dire il vero...)

basta ipocrisie, la prox volta ragioniamo con le nostre teste TUTTI senno` saremo si` uniti ma nel non fare nulla e PERDEREMO!

ciao!