mercoledì 31 ottobre 2007

L'assemblea di Ivrea

Nella giornata odierna,a seguito della prima assemblea, Ivrea ha conosciuto una nuova presa di posizioni delle rsu locali e delle segreterie sindacali in tema di democrazia.
La prima parte dell’assemblea è stata a lungo improntata sulle considerazioni poco opportune della Rappresentante Nazionale della Fistel-CISL sulle strategie imprenditoriali di Vodafone e di Comdata...
Dopo che Le è stato fatto presente che il tempo a nostra disposizione sarebbe stato meglio impiegato in una discussione incentrata sui termini dell’accordo si è finalmente giunti alle ragioni del SI e del NO.
Le motivazioni per votare NO a questa ipotesi di accordo sono state espresse da parecchi lavoratori sia sul metodo della prassi sindacale fin qui adottata, a livello locale e nazionale, sia sul contenuto dell’ipotesi, a seguito di consulto con numerosi avvocati naturalmente di diritto del lavoro.
Le ragioni del SI sono state espresse da una rappresentante delle rsu eporediesi, la quale ha preferito leggere il comunicato sindacale, con tutte le omissioni e le correzioni apportate dalle Sigle, anziche’ l’effettiva ipotesi di accordo sulla quale viene richiesto il voto dei Lavoratori.
A seguito di infruttuoso dibattito sulla validità dell’articolo 2112 del codice civile e le garanzie contrattuali che ne derivano(nulle secondo le esternazioni di un membro delle Segreterie Nazionali) alcuni Lavoratori hanno richiesto di istituire una Commissione Elettorale con il compito di monitorare il regolare svolgimento delle operazioni di voto e di spoglio.
Richiesta legittima, motivata dall’increscioso episodio verificatosi in occasione dell’ultimo referendum quando e’ comparsa una scheda in piu’ rispetto al numero dei votanti, senza che questo inducesse le RSU a invalidare la votazione.
Le rsu, tentando di ignorare da subito la richiesta avanzata, hanno risposto in un secondo tempo in maniera negativa impedendo ai Lavoratori, l’esercizio di un normale diritto democratico e accusandoli di non nutrire fiducia in coloro che dovrebbero rappresentarli...
La discussione si è spostata nei corridoi dell’azienda e ha visto anche l’intervento della Sicurezza Aziendale, volto ad allontanare dal seggio i lavoratori che volevano presidiare le operazioni di voto.
Ad ora le rsu si esprimono ancora in maniera contraria e questo e’ grave ed inaccettabile.

Una domanda più che legittima verte sul perché di questo incondizionato diniego ad un’espressione di democrazia partecipata.


A voi la risposta.

V per iVrea

46 commenti:

Anonimo ha detto...

Mah.. a me pare assurdo che per una votazione così importante non sia stato previsto un orario unico di voto con inizio dello spoglio in contemporanea nelle varie sedi.

Così come mi pare assurdo che a Ivrea si possano permettere di rifiutare una commissione elettorale.

Possibile che non ci siano dei regolamenti seri per garantire delle elezioni in cui non si decide un ticket restaurant in più ma la vendita di 914 persone?

Manco per Miss Muretto del Bagno Pincopallo si fanno delle votazioni con un sistema così approssimativo. Mah...

Dragon ha detto...

ragazzi anima e coraggio e raccogliamo le diffide.
ci siamo affidati ancora una volta alle procedure che ci hanno imposto ma ora e' il momento di dire BASTA!!!
Stavolta non si tratta di fare sciopero stavolta si tratta di far valere i nostri diritti e di misurare in modo inconfutabile qual'e' il parere dei lavoratori.
Per una votazione cosi' importante il minimo che doveva essere fatto era di mandare almeno una settimana prima un raccomandata a tutti gli assenti alle colleghe in maternita' a tutti quelli in aspettativa o malati e a tutti quelli in permesso o in ferie.Perche' non e' stato fatto??
Capito che mancano 146 persone?
si sta decidendo la vita futura di 146 persone alle quali non e' stato concesso il diritto di votare!
Io davvero non ho parole.
ma invito tutti in tutte le zone ad andare di persona a casa delle persone che non hanno votato per fare inviare le diffide.

Anonimo ha detto...

non dite cavolate! lo sanno tutti delle votazioni! semplicemente hanno preferito non presentarsi! il fatto che queste persone siano in aspettativa o maternita' non significa che siano all'oscuro di tutto. Queste 146 persone hanno deciso per se stessi semplicemente non venendo a votare, hanno preferito restare a casa!

Anonimo ha detto...

scusate ma sono in ferie. fino a quando si vota a ivrea? nessuno mi ha comunicato nulla. grazie

Anonimo ha detto...

Scusami, tu li hai sentiti tutti e 146 e sai per certo che son stati informati?

Chi ha organizzato le votazioni in che modo si è fatto carico di avvisare tutti i 914 aventi diritto al voto?

Non è che sulla nostra armonizzazione hanno fatto un mese di spot elettorali alla TV. In questi casi non ci si può affidare al caso che qualche collega premuroso si ricordi della collega in maternità e la avverta.
Esistono delle elementari regole di garanzia.

Dragon ha detto...

capirei se fossero una ventina ma 146 sono troppe.

Dragon ha detto...

146 persone informate che se ne fottono del proprio futuro?
mah!..non lo si puo' credere

Anonimo ha detto...

Per quanto concerne Roma sono stati avvisati tutti! come erano stati avvisati per altre iniziative e non si sono presentati! Alla gente non gliene frega un accidenti! Mettetevelo in testa! Preferiscono restare a casa! e poi e' da ieri che a Roma piove! Mica potevano bagnarsi!

Anonimo ha detto...

anonimo 23.25

Visto che sei così certo che a Roma siano stati avvisati tutti mi puoi gentilmente informare di quale sistema è stato utilizzato?

Giusto per saperlo visto che è cosa che non so.

Anonimo ha detto...

ho come l'impressione che abbiano avvisato solo le persone che sapevano avrebbero votato SI (a me non ha detto nulla nessuno, e sono a casa!)

Anonimo ha detto...

LA VERITA' E' CHE A Roma sono stati avvisati solo coloro che avevavno un amico o conoscente che glielo dicecesse.Chi era a casa e chiamava al personale per sapere se era impattato gli hanno detto che non potevano dirlo.A Roma non hanno accettato neanche le deleghe di chi era malato. Adesso vedremo se ad Ivrea utilizzeranno lo stesso metodo.

Magari le deleghe andranno tutte alla fine AH AH AH

Anonimo ha detto...

fastidio??io sono incazzato.
quelli che hanno votato si non entrano in questo blog ma se mai qualcuno di loro o manager o tl leggessero quest pagine vorrei dire una cosa:vergogna!!!
cari colleghi che avete votato si dovete provare vergogna xche' vi siete venduti di nuovo all'azienda che vi ha cacciato!! come avete potuto accettare il primo compromesso posto senza combattere?che cavolo siete venuti a fare alle assemblee o agli scioperi o ai presidi se la battaglia non l;avete capita??
questa azienda vi ha venduto, cacciato, non ha rispettato la vs dignita di persona e di lavoratore. vi ha preso in giro con plenarie di "aria fritta", vi ha impallinato di parole false (area manager che dice che non si si siedera' nessuno di nuovo al tavolo delle trattative) ed ecco voi "bamboccioni" abituati ad avere tutto subito e facile che vi fate prendere in giro ancora una volta..ancora dopo 12 ,10, 7 anni di lavoro!
non avete capito la battaglia contro chi non ha saputo apprezzare il vs lavoro. non avete compreso gli scioperi fatti e la posizione ferma in modo da ottenere di piu!!
ed i fatti (altre cessioni come atm,banca antonveneta)hanno dimostrato che di piu si poteva avere!!
ma la storia la conoscete? sapete le "rivoluzioni" vere che sono state fatte dai lavoratori per ottenere i propri diritti?sapete che si andava in piazza x vere battaglie?altro che presidi e striscioni? combattevano per il lavoro e la dignita' chiedete pure ai genitori che lottavano negli anni 70!
dormite adesso con la vs dignita' sotto i piedi che l'ad e hr se la stanno ridendo per quanto sono stati codardi gli ex dipendenti.

collega milano!!! NO!!!!!!!!!!

Anonimo ha detto...

CIAO
A IVREA SI VOTA FINO A VENERDI INCLUSO

Anonimo ha detto...

3 giorni???
ma scusate a Ivrea ...per chi cazzo votano??? per il presidente del consiglio??

assurdo...non ho parole.

collega di milano

Anonimo ha detto...

Ivrea ha iniziato solo ieri dopo le 13 a votare, e poichè oggi è 1 novembre e quindi festivo con personale ridotto, non poteva fare altro che tenere aperti i seggi anche domani, altrimenti per la maggioranza dei lavoratori non vi sarebbe stata la possibilità di votare.

Anonimo ha detto...

Per iVREA E PERCHè A roMA, pADOVA TUTTO CIò NON è ACCADUTO?
cHI DEI LAVORATORI PUO' MONITORARE L'URNA CON GLI SCRUTINI?

Kaiser Sose - BO. ha detto...

A NOI LA PROCEDURA X CONTINUARE A VEDERE IL BLOG ANCHE DA PC AZIENDALE: aprire google, digitare autunno vodafone, premere invio, nel primo dei risultati uscirà il nostro blog. NON CLICCARE il link MA (sotto il nostro risultato di google) premere su COPIA CACHE. Et voilà, Si aprirà il blog come al solito.. Saluti.

Anonimo ha detto...

ragazzi non vi lamentate se nelle vostre sedi votate un solo giorno ... il risultato almeno è pulito o con poco margine di brogli...
ad ivrea dove si voterà per più giorni sarà piu facile "truffare i lavoratori" ricordfatevi che non hanno voluto la commissione elettorale. Vi siete domandati il perche?
La commissione serviva a siggillare le urne presidiare i seggi.. e a niente altro.. sono la sola a pensare che così è più facile pilotare il seggio? se domani prima di chiudere il seggio iniziano a firmare in corrispondenza ai nonimativi di colleghe in maternità in aspettativa ecc ecc e iniziano a buttare dentro l'urna dei si...? chi ne pagherà le conseguenze?NOI .. perchè queste rsu sono solo dei venduti arrivisti

"non in vendita" ha detto...

è il momento di dire basta!!!

io capisco che la maggior parte dei nostri colleghi credono ancora alla befana.... ma gli asini non volano e a 30 anni lo sanno tutti.

quello che sta accadendo in questi giorni ha del paradossale.... mi giunge notizia che il responsabile del CC di Roma ha inviato un sms per complimentarsi coi i TL per i 91 si!!!!

siamo vittime, in alcuni casi inermi, e per chi ha votato SI addirittura complici di un proggetto che mira al profitto a tutti i costi sulla pelle di chi lavora!!!

Stanno calpestando qualsiasi fondamento di democrazia, usano terrorismo ad personam per spingere a votare si, giocano sulla paura dei singoli disegnandogli oscuri futuri in caso di NO!!

Nessuno ci tutela.... nessuno si preoccupa del nostro futuro.

Tocca a noi aprire gli occhi.... per favore fatelo tutti e aiutate chi non legge questo blog a vedere le cose con obiettività!!

E un mondo difficile.... il mondo di voda si fa impossibile.... non facciamoci del male anche da soli.

un collega di napoli

Anonimo ha detto...

Ivrea è peggio del quinto mondo a livello di garanzie democratiche!

Complimeni a Rabellino, Poli, Elvira e tutti la compagnia dei pizzini....

Anonimo ha detto...

al collega di napoli.

a me sembra che stai facendo tu terrorismo per far votare no.

Evita toni drammatici vai a cacare

Anonimo ha detto...

Sono una lavoratrice di Ivrea e credo sia giusto informare che ieri durante l'assemblea, dopo che era stato presentato il terzo documento a favore del NO, una gran parte di lavoratori che verranno ceduti ha iniziato a rumoreggiare per invitare i rappresentanti del NO a lasciare un po' di spazio anche a chi era propenso per il SI.
Credo che in una assemblea democratica non occorra arrivare ad alzare la voce per poter dichiarare il proprio pensiero.
Mi sono sentita in dovere di fare questa dichiarazione, leggendo diversi post di questo blog che continuano a dire che ad Ivrea siamo tutti dementi e che non c'e democrazia. E' VERO, MA SONO QUELLI DEL NO CHE SONO ANTIDEMOCRATICI!

Anonimo ha detto...

Riporto anche qui dato che ribatto ad un post riscritto. Perdonatemi

Hai ragione anonima di Ivrea delle 16:36.
Hai proprio ragione quando affermi che SONO QUELLI DEL NO CHE SONO ANTIDEMOCRATICI.

Si sono svolte le assemblee ieri ed ho avuto la stessa impressione.

Ero così contenta nel sentir Poli dire che quando si va al tavolo con il Ministero si prende l'impegno politico su quelle condizioni e che dato che l'hanno scritta LORO l'ipotesi non è modificabile.
Sono stata così entusiasta di sentire che se passa ok buon per tutti, se non passa si viene comunque venduti senza accordo.

Leggi bene, leggi molto bene e poi ripetimi chi è antidemocratico.
Chi si è seduto al tavolo delle trattative senza nemmeno aver avuto il mandato o chi si sente un cappio al collo che in qualunque caso, colpevole o innocente, verrà tirato?

E' l'ennesima farsa quella che ci viene proposta, dobbiamo votare sì o no ma ormai l'ipotesi d'accordo è l'ACCORDO che passerà.

In questi giorni ho anche sentito dire che trattandosi di un'ipotesi una volta che passa (quindi vince il sì) si possono anche modificare quei punti "interpretabili"!!! Tu ci credi???

Quando è stata chiesta, da quegli antidemocratici, la commissione elettorale con vigilanza sull'urna è stato risposto che gli veniva
concessa la presenza allo spoglio ma non la commissione in quanto per regolamento è demandata alle RSU che sono un soggetto titolare ed ELETTO DAI LAVORATORI.
I democratici delle RSU hanno detto che l'AZIENDA riconosce LORO ma non le PERSONE.

In questo caso riconosco l'ANTIDEMOCRAZIA di quelli del NO, RICONOSCONO che nella DEMOCRAZIA delle RSU PER FORZA CHI VA CONTRO
E' ANTIDEMOCRATICO.

E smettetela di "rumoreggiare", appunto rumoreggiare, per invitare a lasciare un pò di spazio al SI' e cominciate a PARLARE e ad INTAVOLARE UN CONFRONTO magari alla fine rimarrete del vostro parere ma meglio il confronto che questa BELLA SANA E FINTA DEMOCRAZIA.

MR

Anonimo ha detto...

Caro MR perchè non ti domandi come mai i lavoratori di Ivrea non ti seguono? non è possibile che tu stia sbagliando il modo di rappresentare le tue idee ?
Quali prospettive mi date voi del no?
Vengo a mangiare a casa tua, visto che molti di quelli che propagandavano il no non sono venduti a comdata?
Date delle certezze e la gente vi seguirà, altrimenti non ci rimane che aggrapparci all'accordo.
E' per questo che voterò SI!

Anonimo ha detto...

x 18.53

dato che verti sul si

soiegami le tue ragioni

noi abbiamo redatto almeno 6 documenti per spiegare le ragioni del no, abbiamo parlato in assemblea, abbiamo chiesto consulto di 3 avvocati del lavoro.

e tu, che hai fatto?
perche voti, si?
spiegami, magari mi illumino d immenso!

Anonimo ha detto...

x 18.53

dato che verti sul si

soiegami le tue ragioni

noi abbiamo redatto almeno 6 documenti per spiegare le ragioni del no, abbiamo parlato in assemblea, abbiamo chiesto consulto di 3 avvocati del lavoro.

e tu, che hai fatto?
perche voti, si?
spiegami, magari mi illumino d immenso!

Anonimo ha detto...

Anonimo 18:53 ti ho risposto sull'altro post.

MR

Anonimo ha detto...

conferma del messaggio del capo di roma ai team leader...complimenti per il lavoro svolto 91 si sono molto soddisfatto napoli ed ivrea fategli vedere voi questo si adesso a loro...mi viene da vomitare!!!ci stanno licenziando il messaggio è la prova votate no anche per noi......

Anonimo ha detto...

Per 1 novembre 2007 18.53
Caro Genio della Lampada,una domanda su tutte:sai leggere?
Non comprendo perchè domandi a MR di sponsorizzare i tuoi pasti.Lei è una lavoratrice come te e a differenza tua ha deciso di prendere una posizione maturata sulla documentazione che tu stessa potevi reperire.Ti è sufficiente aggrapparti alle pseudocertezze faziosamente presentate dalla azienda e dal sindacato ad una sola voce per sentire garantito il tuo futuro lavorativo?
Be' ti accontenti di poco...
Capisco che il qualunquismo e l'approssimazione siano comodi compagni di viaggio,hanno l'unico difetto di non essere riconosciuti per legge,così come per legge non viene riconosciuta la diffusa ignoranza sulla quale le rsu e le segreterie fanno leva per ottenere consenso.
Ti hanno raccontato che per 7 anni ti garantiranno un lavoro:MENTONO!
Leggi il punto 7/8/9 e ti prego fallo con estrema attenzione,fatti aiutare da un legale!
Fatti spiegare perchè l'accordo che hai deciso di appoggiare è meno tutelante dell'assoluta mancanza di un accordo.
Le ragioni del NO sono state ampiamente dibattute in assemblea,su questo blog hai il materiale e i riferimenti giuridici per farti una tua idea.Ti invito a farlo per il futuro tuo e di 913 altre persone che,in questo momento dipendono anche dalle tue capacità analitiche.
Ti anticipo,qualora ti fossi fatta un'idea differente,che nè le segreterie,nè le rsu,nè i lacchè aziendali ti offriranno nemmeno un caffè in caso di necessità,vedi tu per i pasti...
Un doveroso appunto al Genio del Male 1 novembre 2007 16.36(qualora fossi la stessa persona cui mi sono riferito in precedenza,vedi quanto segue come compendio):
A quale assemblea hai assistito?Le persone che ho visto starnazzare durante le lettura del comunicato del collega che invitava a considerare le necessità del NO all'accordo non erano più di 4.Essendomi seduto in fondo alla mensa ho potuto avere una chiara visione del poco decoroso spettacolo che hanno offerto,così come ho potuto vedere le persone che chiedevano loro di tacere per educazione.
Se per te la Democrazia è riservare un palchetto immune alle critiche a chi ha fatto carta straccia del mandato dei Lavoratori a non trattare,ebbene sì,io mi ritengo profondamente antidemocratico.
A questo punto credo tu sia una rsu,anche perchè le uniche ragioni,abilmente espresse in forma di terrorismo psicologico,a favore del SI' ci sono pervenute da parte sindacale.
L'invito che il collega orientato al NO ha rivolto ai sostenitori del SI era al dialogo e al confronto.Lo hai sentito o eri impegnata a starnazzare in maniera inconcludenteper agevolare l'utilizzo strumentale che le rsu in questi giorni stanno facendo di ogni parola pronunciata da chi non li appoggia.
Qualora,ne dubito,non fossi rsu ti invito ad aprire gli occhi sulla realtà che ti circonda e a trovari argomenti da esprimere al posto di sterili,urlati insulti che poco onore ti fanno.
C.

Anonimo ha detto...

E allora cosa mi proponi ?
Non capisce nessuno cosa stai dicendo, se l'accordo come dici tu è poco tutelante ( altri legali dicono diversamente) cosa dobbiamo fare? rinunciare e non avere nulla? andare in comdata al buio ?
Tra poche ore saremo in comdata lo capisci o no! e non saremo più oggetto di interesse di nessuno, ne tantomeno di chi rimarrà in Vodafone.
Sei cosi illusa da pensare che in italia ci sarà la rivoluzione perchè 914 persone cambiano azienda senza essere licenziati, ci è gia stato detto all'Infedele, o pensi che andremo avanti a scioperare fino a quando non rimarremo che io e te a scioperare?
Apri gli occhi non siamo nemmeno in grado di sostenere un'altro sciopero ( che peraltro ne voi ne altri hanno mai dichiarato), oppure sei di quelli che mantengono imperterriti la loro posizione alla tanto meglio tanto peggio, autoassolvendosi dicendo, pazienza abbiamo perso tutto ma per colpa dei colleghi che non mi hanno seguito.
Credo che chi ha la presunzione di guidare altre persono debba sempre sapere intanto quali forze ha alle spalle e poi fare comprendere senza ambiguità dove vuole arrivare.

Anonimo ha detto...

Vodafone, non potendoci licenziare direttamente, ha trovato la GENIALE soluzione di LIQUIDARCI a Comdata Care per un pò (e non saranno certo i 7 anni tanto celebrati e continuamente invocati dalle RSU VENDUTE e CORROTTE di Ivrea).
A questo punto anche la vittoria del SI ci tutelerà, ma ci regalerà ugualmente un futuro INCERTO e PRECARIO, perchè fra un anno sarà Comdata Care a discutere il rinnovo del nostro contratto, e lì saranno dolori.
Con la vittoria del NO si fa un salto nel buio?!?!?
Perchè con quella del SI invece?!?!
Il VERO problema è che quell'ipotesi di accordo NON è la migliore che si poteva ottenere, e soprattutto si è passati ad un lavoro a tempo DETERMINATO, legato ad una commessa che può essere messa in discussione in qualsiasi momento, non deve certo tranquillizzare il fatto che Mamma Vodafone "S'IMPEGNA" a piazzarci da qualche altra parte se dovesse andare male la nostra esternalizzazione: Vodafone ci ha LIQUIDATO, perchè NON li serviamo più, e dal 7 novembre ci cancellerà PER SEMPRE dai suoi ricordi!!!
In questo ultimo periodo ad Ivrea tutto si è visto, meno che VERA democrazia: basta pensare alle votazioni bulgare ed alla conta ridicola fatta da parte di Rabellino, il moltiplicatore di voti.


Per il post dell 14.03:

La presunzione di guidare altre persono debba sempre sapere intanto quali forze ha alle spalle e poi fare comprendere senza ambiguità dove vuole arrivare: PERFETTO, sembra proprio il modo di comportarsi che hanno avuto le VENDUTE e VERGOGNOSE RSU di Ivrea.
E poi chissà se uno di loro è ancora in mutua da prima del 5 di ottobre, visto che al lavoro l'abbiamo dato per disperso. :-)

Anonimo ha detto...

ahahah me la rido..
pare che solo adesso ai colleghi sia chiaro che una volta in comdata si fara' anche lavori diversi da vodafone.. tipo qualcosa per tim, o enel o upim...
e hanno votato si!
quando nell'ipotesi di accordo bancantonveneta c'era la clausola che i lavoratori non avrebbero fatto lavoro diverso da quello della banca!!!
pensateci colleghi di ivrea che ancora dovete votare. pensateci!!

Anonimo ha detto...

Forza Ivrea siamo nelle vostre mani,speriamo di non essere nella merda!

Anonimo ha detto...

Non mi arrogo la presunzione di guidare altre persone.
Ritengo di vivere in una società di esseri pensanti e non può che demoralizzarmi osservare quanto spesso le persone demandino ad altri le decisioni che riguardano il proprio futuro.
Alcune considerazioni che spero ti possano essere utili ad accettare un punto di vista differente dalla manfrina di sindacati e azienda:
1-I legali che ritengono questo accordo tutelante mi pare non siano molti,l'unico di cui ad oggi conosciamo il parere e l'Avv.Aiello della CGIL.Premessa la stima che gli posso accordare senza conoscere la persona nè l'operato,ho non poche remore a recepire,come neutrale,il parere di un legale che rappresenta l'organizzazione che di questo accordo ha fatto la propria bandiera all'interno del settore TLC.Converrai che un accenno di faziosità non si può ignorare.
2-Esiste una legge,2112 all'interno della quale è presente un articolo,il 2(è anche stato letto in assemblea),il quale articolo dà le stesse garanzie che vengono sciorinate come conquista sindacale dalla parte interessata.E' avvilente vedere negare questa evidenza da un esponente sindacale nazionale.
Spero che la lettura di questo articolo ti aiuti a comprendere che le garanzie,in Comdata care,te le porti dietro per legge!
Il fatto che il sindacato tanto si spenda nel tentativo di oscurare questa evidenza dovrebbe darti almeno da pensare.
3-L'opinione che Ichino ha espresso all'Infedele è,appunto,un'opinione e,come tale,confutabile.In Italia fortunatamente,il suddetto professore non è l'unica indiscussa autorità in materia.
4-Non siamo a fare la rivoluzione,se le rsu han cercato di stigmatizzare quanti non condividevano le loro imposizioni con simili argomentazioni ,il problema è loro e della pochezza degli effettivi argomenti a loro disposizione e non nostro.Confido nella tua capacità di discernere ciò che attiene alla sfera del dibattito e ciò che si profila come propaganda di basso profilo.
5-Non andrai in Comdata senza tutele(cfr.2112),ma avvallando questa armonizzazione o pseudotale,darai la possibilità ai legali di Vodafone di confutare la tua eventuale causa contro l'azienda con un'accettazione di fatto che il sindacato ha deciso per te.Dubito infatti che tu abbia inviato la diffida.
6-Ritengo che mantenere la propria posizione,motivandola,s'intende,siaun pregio e non un difetto,come invece tu lo dipingi.Cosidera,ti prego, la possibilità di esprimere anche tu una posizione e di non ridurti unicamente ad abbracciare quella che ti sembra più sicura,quella che altri hanno preso per te.
7-Non mi pare che da parte dei sostenitori del NO ci siano nè ci siano mai state ambiguità,se tali avessi ravvisato ti invito a farne argomento di discussione.Puoi affermare la stessa cosa per le rsu e le segreterie?
8-Concludo invitandoti a rileggere con estrema attenzione l'accordo con un vocabolario della Lingua Italiana al tuo fianco e a considerare come chi non sia in buona fede ,a differenza tua, possa interpretare,con gli strumenti della Lingua,senza scomodare la Giurisprudenza,termini quali"prevedere/non prevedere","Impegnarsi" e altre forme verbali che tutto possono esprimere fuorchè certezza.
Ti invito inoltre a confrontare,scusa la ripetizione, il punto 7/8/9 e vedere come si annullano l'un l'altro.Presta anche attenzione all'alternanza dei nomi Comdata e Comdata Care,non è casuale.
Se deciderei di non metterre il tuo futuro in mano ad altri sono certo che non ci troveremo solo tu ed io a proseguire una lotta che non è solo per la tua dignità,ma anche per la tua sicurezza economica.Votando sì rischi di perderle entrambe.
C(IV)

Anonimo ha detto...

Ti prego di avere rispetto per i veri lavoratori precari che tanto invochi, vorrei fare conoscere le tue condizioni di "precaria" a quelle migliaia di lavoratori che tu stai volgarmente usando per i tuoi sporchi interessi.
VERGOGNATI!

Anonimo ha detto...

2 novembre 2007 14.57
Scusa,a chi ti riferisci?
C(IV)

Anonimo ha detto...

AL POST 14,03

Anonimo ha detto...

nel fratempo per continuare ad avere un "buon rapporto" con vodafone anche quando saremo comdata,stanno partendo le querele (per ora 5)sia a Roma che a Napoli per la "correttissima" propaganda fatta e per aver utilizzato durante tale propaganda i nomi di alcuni colleghi assenti (ovviamente) dalla discussione ma coinvolti nell'esternalizzazione.
Si sentono protetti dall'azienda ma non abbastanza per parlare in faccia.
Ma nessun tribunale li proteggera' quando porteremo le registrazioni fatte dai colleghi con le palle quelli che hanno capito chi e' il buono e chi il cattivo.Vinca il si o vinca il No questa battaglia di sicuro l'ha persa Vodafone ed avra' tutto il tempo necessario per rendersene conto nei prossimi giorni,mesi,anni.

Anonimo ha detto...

Anonimo delle 14:03 ma cosa vuoi che ti proponiamo?
Dobbiamo ripetere all'infinito come abbiamo intenzione di muoverci? A qual pro?
Al sol fine di intavolare con te uno scontro?
Non è mia intenzione scontrarmi, non è mia intenzione inculcarti le mie/nostre idee, non è compito mio farti ragionare.
Trovo che C. si sia espresso in maniera chiara ma solo per chi le fette di salame dagli occhi le ha tolte da un bel po’ di tempo, da chi non si fa illudere che avremo un futuro rose e fiori qualsiasi sia la fine di questa faccenda!
Io andrò in Comdata Care, andrò nel pacchettino sorrisi e verità che ci hanno regalato fingendo di tutelare i nostri diritti, ma la legge già li tutelava. Solo questo doveva farti pensare…
Vuoi che ti diciamo vota NO che poi Vodafone si rimangia tutto e non ci esternalizza?
Non è così, non sarà così, ti dico vota quello che credi (sempre che tu debba ancora votare e non sei qui solo per crear scompiglio). Nel caso invece DAVVERO non hai ancora votato chiedeti il perché!
Se sei ancora indecisa sul da farsi: chiediti perché!
Se sei ancora qui a chiederci garanzie: chiediti perché!
Magari l'accordo non convince nemmeno te? Chiediti perché!

MR

Anonimo ha detto...

L’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato ha ritenuto ingannevole lo spot di Vodafone Italia "You and Vodafone", condannando Vodafone ad una multa di 59.100 euro.


E la giustizia divina la punirà per essere sbarazzati di 914 dipendenti, che l'hanno fatta diventare quella che è.
VODAFONE VERGOGNA!!!!!

Anonimo ha detto...

fighissimo!!!giustizia divina veramente

Anonimo ha detto...

Ciao a tutti, sono un ex esternalizato Telecom, vorrei mettere a vostra disposizione la nostra esperienza.

L'unico modo che avete per salvarvi dai licenziamenti mascherati è di ESTROMETTERE i sindacati dalla trattativa attraverso le DIFFIDE.
Le DIFFIDE devono dire chiaramente che non ci deve essere nessun accordo di armonizzazione, ne durante il passaggio ne dopo in Comdata Care.
I progetti di cessione sono concordati anni o mesi prima.
Le finte consultazioni con scatole o quant'altro, servono per legittimare le loro forzature quando sanno di non avere mandato.
Cgil cisl uil aiutano le aziende nello sporco lavoro di ottenere un accordo, di qualsiasi tipo esso sia, tanto NON VERRA' RISPETTATO.
In Telecom, nelle cessioni ove non si è riuscito ad evitare accordi, ci sono stati licenziamenti, ove si è riusciti a DIFFIDARLI in maggioranza, si è riusciti a salvare i posti di lavoro.

Gli accordi con commesse, garanzie ecc. sono apecchietti per le allodole.
L'ipotesi vostra oltretutto è già ora, così com'è, una condanna.

Spiegate ai colleghi, raccogliete diffide, è il primo passo da fare.

DE MARCO Mi ha detto...

il voto e` nullo. il manifesto ha pubblicato tutto.
da domani riprendiamo la lotta cazzo... contro l`esternalizzazione e la legge 30.
c`e` tempo per firmare magari piu` in la` accordi merdosi come questo...
con napoli il no vince (annullando quello di ivrera)
ah! lo scandalo padova? nessun rappresentante del no a spiegare le motivazioni negative dell`accordo!

cazzo! vergogna!!!

rox ha detto...

il manifesto? in quale data? comunque sia sono piu arroganti di un dittatore africano sti sindacalisti..

Anonimo ha detto...

Scusa De marco ma dove sta scritto che hanno annullato il voto di Ivrea?

Anonimo ha detto...

ragazzi Miceli non è attendibile abbiamo saputo oggi a Roma che a gennaio la vodafone esternalizza altri 800 dipendenti ...l'ha chiaramente detto la moglie di una persona che lavora in Comdata haNno fatto altri contratti ...MICELI SEI UN BUGIARDO NATOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO MA TE LO FANNO SCRIVERE APPOSTA ALLORA RAGAZZI PRIMA CHE LO SAPETE DAL SOLE 24 ORE IO VE L'HO DETTO QUALCHE MESE PRIMA!!!!!