lunedì 29 ottobre 2007

Lavoratrici e lavoratori di Roma: "Un accordo a perdere"

Le lavoratrici ed i lavoratori di Roma per il NO all’ipotesi di accordo ritengono il percorso seguito dalle segreterie nazionali di CGIL CISL E UIL davvero scandaloso e, comunque vada il risultato della votazione, secondo noi qualcuno dovrebbe rassegnare le dimissioni dal ruolo che ricopre. Siamo convinti che il protagonismo dell’insieme dei lavoratori, non solo abbia dato molto fastidio all’azienda (come era giusto che fosse) ma forse ha dato fastidio anche alle segreterie sindacali nazionali, che si son viste così scippato il ruolo che gli sarebbe dovuto competere e che di fatto non hanno voluto e saputo svolgere.

Riteniamo inoltre del tutto fuori luogo i trionfalismi del comunicato nazionale inviato a tutti i lavoratori e gravi, alcuni veri e propri depistaggi. Per esempio quando si parla che Vodafone non farà più esternalizzazioni per tre anni, dimenticando la frase che nell’ipotesi dice "fatti salvi eventuali trasferimenti all'interno del gruppo Vodafone e sue controllate"... questo vuol dire che Vodafone ha sicuramente in testa qualcosa, altrimenti non l'avrebbero scritta! E se per caso dovessero creare una controllata dove trasferire un'altra bella fetta di lavoratori e poi casualmente il primo aprile 2010 decidessero di vendere la controllata ad un soggetto terzo, così il pacchetto di lavoratori sarebbe già bello e confezionato? Quella frase assolutamente non tutela i lavoratori che (in questo caso) rimangono! Nello stesso comunicato c’è scritto che "lavoratori ed attività sono tra loro legati" quando invece è assolutamente chiaro che già da subito i dipendenti Vodafone potranno essere ricollocati da Comdata Care, su una qualsiasi commessa di altra società: surgelati, autovetture, assicurazioni che sia, ma non Vodafone. Sullo stesso comunicato si allude inoltre ad una possibilità di rinnovo del contratto, quando nel testo c’è scritto solo che "potrà essere rinnovato", frase questa che invece non da nessuna vera garanzia. E poi c’è questo brutto vizio delle OO. SS. di scrivere gli accordi facendo credere di mantenere diritti che invece sono già acquisiti! Gli accordi aziendali, il fondo di solidarietà e incredibilmente il Fondo Telemaco. Tutti diritti questi sanciti in modo incontrovertibile anche dall’art 2112 del codice civile!

Ci vengono a dire che questo è uno dei migliori accordi di esternalizzazione esistente nel settore privato! FALSO! Se ci si raffronta con il settore metalmeccanico che normalmente effettuano le cessioni di ramo d’azienda per situazioni di crisi, è ovvio che 7 anni sono tanti, rispetto ai 4 o 5 di altri accordi, ma se ci si raffronta con il settore bancario (che non sono in crisi, come non lo e’ Vodafone) ci troviamo di fronte a diverse cessioni di rami d'azienda che hanno clausole di salvaguardia VERE, con reintegro nella casa madre in caso di difficoltà del cessionario! Per sempre! Con il rispetto della professionalità del lavoratore che sarà sempre impiegato nell’attività dell'impresa cedente! Invece questo mercato del lavoro, con queste leggi, (soprattutto la tristemente nota per noi legge Maroni – impropriamente detta Biagi) permette a Vodafone di farci risucchiare nel vortice della precarietà e il contratto di lavoro pur rimanendo a tempo indeterminato, all’atto pratico passerà a tempo determinato a 7 anni! Allora perché non lottare per una clausola di salvaguardia vera, visto che Vodafone ha i soldi per poterla dare? Vodafone ha iniziato un processo di smembramento che presto si porterà appresso molti altri lavoratori, tutti risucchiati in dinamiche di instabilità lavorativa, così come quelli che adesso passano a Comdata. Alla nostra età! Nonostante i 4 miliardi di utile!

Ora, cosa accade nel caso in cui l’accordo dovesse essere bocciato? Che in base alla solita legge Maroni, il posto di lavoro è garantito per solo 1 anno, mentre l’unica cosa positiva dell'accordo (nel caso in cui se ne dovesse accettare l’impianto) è che garantisce la non licenziabilità per 7 anni, ma indica tra le motivazioni non comprese nella clausola di non licenziabilità, la giusta causa ed anche il giustificato motivo, che tecnicamente sono i licenziamenti collettivi per crisi aziendale, dunque si e’ garantiti o NO!? E poi basta questo? Lo sappiamo che qualcuno ci sta mettendo di fronte ad un bivio importante, ma non è forse il caso di provare ad alzare il livello dello scontro per ottenere di più? Se si accettano i 7 anni anche togliendo il giustificato motivo, per noi è comunque un fallimento totale! Dovremmo continuare a batterci perché in questo mercato del lavoro non si possa permettere ad aziende della portata di Vodafone di fare certe cose. Ci dovremmo battere perché le organizzazioni sindacali la smettano di fare una politica sindacale che non va al nocciolo delle questioni e che mette solo toppe, con tutti i limiti e perdita di diritti che questo comporta per i lavoratori.

Abbiamo scoperto che nel programma dell’Unione non solo c’era l’impegno di una modifica sostanziale della legge Maroni, ma che ci sono scritte anche le parole che di seguito riportiamo:
“Ci impegniamo a rivedere la normativa in merito agli appalti di opere e servizi e alla cessione di ramo d’azienda, spesso utilizzata in modo fittizio per aggirare le tutele dei lavoratori attraverso il meccanismo delle esternalizzazioni: la disciplina va ricondotta alla sua corretta dimensione, giustificata esclusivamente da oggettivi requisiti funzionali e organizzativi. In ogni caso, va riconosciuta una piena responsabilità dell’impresa appaltante nei confronti dei lavoratori delle imprese appaltatrici”... forse dovremmo anche mettere in piedi delle iniziative per ricordare a qualcuno quello che hanno scritto e pretendete che lo attuino!

E’ ovvio che se l’accordo dovesse essere bocciato, chiederemo alle organizzazioni sindacali quello sciopero generale di settore di cui si è tanto parlato ma che non è stato MAI proclamato, oramai indispensabile! Non solo, dovremmo noi riprendere quel protagonismo che tanto bene stava facendo alla nostra vertenza! E poi non sarà il caso di bloccare l’attività lavorativa per una settimana? Stiamo parlando del nostro futuro e di quello delle nostre famiglie!
Siamo convinti che i lavoratori uniti possano ottenere di piu’ di quanto sia scritto in questa ipotesi di accordo e con questo appello stiamo chiedendo a tutti uno scatto di orgoglio e di dignità. Sappiamo bene che la decisione è difficile, ma quello che ci spinge a continuare nella lotta, è il poter immaginare un futuro vero, dove possa avere ancora un senso la parola “speranza”.

Le lavoratrici e i lavoratori di Roma per il NO all'ipotesi di accordo

273 commenti:

1 – 200 di 273   Nuovi›   Più recenti»
Cobas in Wind ha detto...

Siamo solidali con voi (www.cobasinwind.it). Sul nostro sito cerchiamo di tenere aggiornati i nostri colleghi sulla vostra vicenda.

TENETE DURO, non è facile ma NON MOLLATE!!!

Anonimo ha detto...

stavano preparando quest'operazione da piu di un anno, si sono organizzati su tutto e preparati su tutto.
e noi???dobbiamo decidere tutto in due settimane? intanto diciamo NO a questo accordo/pacco deciso dai sindacati corrotti senza aver avuto neanche il mandato.

dopo aver detto NO che monti la protesta e che si mini sempre di piu' l'immagine di questa fottutisima Corporation che fa tanto la brava ma poi alla fine finanzia anche gli stati canaglia permettendo crimini di guerra in Darfur [vedi settimanale Carta].

NO NO NO

Anonimo ha detto...

Non bisogna cascare nel tranello della trattativa. I licenziamenti, anche se mascherati o differiti nel tempo non vanno trattati.
Chiunque stia al gioco delle votazioni fa il gioco dell'azienda. Il NO va affermato in modo reale nella pratica con le diffide. Si deve diffidare qualsiasi sigla sindacale dal trattare e legittimare la cessione. Una volta raggiunte almeno 408 firme non si corre più il pericolo. Nelle assemblee deve essere chiarito ai cari burocrati che non è più possibile taroccare risutati, autoconvocarsi o autoeleggersi rappresentanti. Gli "pseudoaccordi" sono cartastraccia.
La cessione se viene forzatamente protratta è impugnabile.

Le uniche sigle che non hanno mai sottoscritto di fatto le cessioni sono solo quelle di base CUB e Cobas.

Saluti solidali.

Anonimo ha detto...

sono molto orgogliosa di avere colleghi come voi, che non si sono fatti scoraggiare dalla retromarcia delle vostre RSU e vi state coordinando egregiamente!

BRAVI! Mi piacerebbe poter dire la stessa cosa della nostra sede, ma qui è 100 volte più complicato.
Ogni giorno è una continua lotta, contro i Tl contro l Azienda contro le RSU contro Rabellino£Co, contro i colleghi, che credono alle favole e rinunciano a lottare

Collega STU Ivrea

Anonimo ha detto...

State facendo il gioco del padrone.
Per fare a chi è più intelligente, il più oltransista, il più intransigente, farete in modo che 914 verranno esternalizzati senza senza accordo.

La vendita di 914 persone è legale. E voi, con la vostra faziosità da politici da saletta condominiale, permettete che le cose rimangano così: che legalmente il padrone faccia come gli pare.

Mi fate pena.

Con il vostro "NO NO NO", pensate di risolvere l'esternalizzazione.
Invece date un fotre aiuto al PADRONE!

La lotta deve essere contro questa legge, contro questo potere.

Dire no ora a questo accordo, è come quel marito che per fare un dispetto alla moglie se lo tagliò.


Sulpo.ulpi@gmail.it

Anonimo ha detto...

Vi siete svegliati ora, perche' vodafone non è più la mamma buona.

non mi fate pena, mi fate schifo.

dove eravate quando Telecom esternalizzava?

Dove eravate quando IMB esternalizzava?
Lucet, Accenture, Blu, Wind?

Ora piangete.

Vergognatevi.

Anonimo ha detto...

E' facile smontare

E' facile demolire.

Si diventa belli.

Diciamo tutti no

Lasciamo che continui la nostra strumentalizzazione.

Bravi
Bravi
Bravi coglioni.

Anonimo ha detto...

Sono molto "orgoglioso" di avere dei colleghi che mi manderanno senza uno straccio di accordo, mentre altri mi ricorderanno con orgoglio immolato sull'altare di un ideologismo da sofisti di merda.

Grazie Palmizio, grazie di avermi fatto questo ultimo danno.

Anonimo ha detto...

Ovunque, compreso Ivrea, raccogliamo le firme per le diffide, anche dovessero essere solo 10, ma non sarà così...
La cessione di ramo NON E' LEGALE, l'unica legittimità la può dare un accordo, solo siglando un accordo ce lo si "taglia", come volgarmente dice il provocatore. Altrettanto volgarmente pensa di dividere i lavoratori, in realtà siamo tutti sulla stessa barca, telecom, wind, h3g, vodafone, nokia ecc. e iniziamo ad esser solidali, vi da fastidio?

Anonimo ha detto...

e brava alla persona che ha scritto tutti questi post facendo finta di essere più persone!!!

Sei tu che mi fai pena. Piangiti addosso che è meglio!!!!

Ma è possibile che voi del Si sapete solo fare attacchi beceri e gratuiti su questo blog????

Convinceteci con argometazioni serie!!!!!

Anonimo ha detto...

Certo che siamo tutti sulla stessa barca, ma la lotta se fatta contro una legge (mi spiace, l'esternalizzazione è una cosa legale, vai e studia) non puo' essere fatta creandosi un danno.

Dire no, ora, significa solo soddisfare delle voglie di bramosia di piccole entità sciocche, che si dicono tutori dei lavoratori.

Ma a pagare saranno i lavoratori.
Mentre questi tutori se ne staranno al caldo.

Svegliatevi!
prima che sia tardi.

federico ha detto...

Vorrei solo ricordare che se per Wind Telecom ed altri si è fatto poco (a me risulta che agli scioperi c'erano rappresentanti Vodafone come ci sono stati quelli di Wind adesso) la colpa è stata solo delle segreterie nazionali.

Come mai è possibile organizzare mobilitazioni di 1000000 di persone in una settimana e non è mai possibile fare lo sciopero delle telecomunicazioni?????

Questa potrebbe essere la goccia che fa traboccare il vaso... il là per dire basta!!!!!

Votate NO! Meglio lottare perchè non si ha niente che LEGITTIMARE IL NIENTE!

Anonimo ha detto...

Magari qualcosina sarebbe meglio


Sulpo.

federico ha detto...

Caro mio "anonimo" mi sa che TU non solo ti riscalderai ma avrai ancora di più...

...non ancora hai decritto il SI dove tutela.

A chi tutela? Solo all'Azienda sui futuri ricorsi legali!!!!

Anonimo ha detto...

Puro alla meta.
Ma quale meta?

Dai su, parla della Roma e della Lazio e non far del male a nessuno.

federico ha detto...

Questi commenti purtoppo non fanno bene a NESSUNO perchè nascono inquinati da qualcuno che sta facendo "solo polemica gratuita" senza spiegare le ragioni di una determinata scelta...

...noi per il NO abbiamo spiegato punto per punto perchè non ci sta bene, abbiamo consultato STUDI LEGALI, abbiamo confrontato l'Accordo con altri andati male (dove ci sono divere analogie) e quelli scritti meglio (Antonveneta) che tutelano come si deve i lavoratori.

Andatelo a raccontare agli esternalizzati di TIM che con clausole "simili" si sono trovati precari dopo che la newco si è ritirata dalla commessa...

...ah dimenticavo, cosa succede se Comdata Care si ritira dalla commessa????? Magari dopo 12 mesi????

Non credi che forse sarebbe la stessa cosa di non avere affatto un accordo?

Non credi che legittimarlo al contrario porterebbe solo vantaggi per il cedente?

Forse è quello che speri!

Anonimo ha detto...

Che l'utilizzo spregiudicato delle cessioni dei cosidetti "rami" NON SIA LEGALE lo dimostrano non solo le numerose sentenze che stanno arrivando, ma anche il fatto stesso che ci sia un disperato bisogno di accordo fra le parti.
Il NO deriva proprio dal fatto che abbiamo studiato :)

Anonimo ha detto...

Il tempo darà ragione alle persone che hanno studiato, e che si sono fidate degli avvocati.

In bocca a lupo a tutti, e benvenuti nel mondo della realtà, dove si è responsabili delle proprie azioni.

Tenete duro, non mollate, soprattutto quando sono gli altri a dover subire le conseguenze.

In ogni caso: il padrone ringrazia.

federico ha detto...

Mi sembra anche doveroso ringraziare i cobas Wind a quali ricambiamo tutta la loro solidarietà.

Spero che presto si passerà ai FATTI!
:-)

Con i sindacati o senza!!!!

Tra l'altro Voi COBAS avete dimostrato di saper combattere bene e soprattutto fare il bene dei lavoratori senza interferenze!

Anonimo ha detto...

MA ANOCRA NON L'HANNO CAPITO CHE è UN ACCORDO DA BOCCIAREEEEEEEEEEEEEE UFFA!!!

Anonimo ha detto...

...passare ai FATTI
...Combattere

Ok, i tuoi argomenti non sono più di competenza di un blog.

Il padrone, ringrazia sempre.

Dite no, che fate bene.

federico ha detto...

Mi riferisco solo allo sciopero nazionale di settore!!!!

Niente paura...

Anonimo ha detto...

FEDERICO ????

federico ha detto...

si dimmi "urlatrice" sei tu?

Anonimo ha detto...

QUANDO TI MANDO I MESSAGGI X SAPERE CHE SUCCEDE NON TI PRENDE UN COLPO SE MI RISPONDI HAI CAPITOOOOOOOOOOO????^

federico ha detto...

Ma di che parli??? Io non ho ricevuto nessun messaggio

Anonimo ha detto...

Non dimentichiamo anche l'importante pronunciamento della cassazione
http://www.cub.it/article/?c=sentenze-lavoro&id=484

Anonimo ha detto...

IL TUO COLLEGA MI HA DATO IL TUO NUMERO VOLEVO AVVISARTI CHE NON SCENDEVO A ROMA ...E TI CHIEDEVO SE MI TENEVI AGGIORNATA...NON FARE L'AMERICANO ADESSO FEDERIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIII

federico ha detto...

Infatti, io non ho capito perchè queti post sono così acidi.

Non ci si può confrontare tranquillamente?

federico ha detto...

Ah ho capito... io non sono quel Federico mi dispiace!

Anonimo ha detto...

TU SEI QUEL FEDERICO !!!VABBè NON FA NIENTE!

Anonimo ha detto...

ORA TI HO MANDATO UN SMS CON LE MIE SCUSE!

Anonimo ha detto...

Vincerà il NO. È ora di finirla. Basta cazzate da sindacalisti da 4 soldi. L'abitudine di sbandierare come CONQUISTE deve FINIRE.

L'accordo si sarebbe potuto scrivere così:
"fatte salve le clausole legate all'art 2112 del codice civile, la commessa avrà durata di 7 anni. In detto periodo i lavoratori potranno svolgere mansioni differenti. Al termine dei 7 anni saranno licenziati".
Fine. Ci voleva una notte? Votate NO se volete sperare di avere ancora un lavoro, sennò cercatene un altro da subito.

federico ha detto...

Non ci posso credere con un Comunicato stampa il Ministero dello Sviluppo Economico si VANTA dell'accordo che da una stabilità ai lavoratori.

Questa poi...

Anonimo ha detto...

Di Roma e Napoli non ho dubbi passerà il NO.
Il problema saranno Ivrea, Padova e Milano.
Ah proposito a Napoli dove vi faranno votare, visto che all'ipotesi di accordo hanno annullato il vostro voto per sala non idonea........

Anonimo ha detto...

DRAGONNNNNNNNNNNN SCUSA MA DOMANI DAL LAVORO NN SO COME ENTRARE NEL BLOG LO S0 CHE NON BISOGNA DIRLO MA COME facciooooooooooo

Anonimo ha detto...

Ma a Napoli hanno gia' convocato l'assembela???

Anonimo ha detto...

io mi auguro che conteranno le persone che votano no e non le città.. senno' siamo fritti...useranno anche questo trabocchetto.. oggi a Padova si confabulava.. molto...

federico ha detto...

Si conteranno i voti totali.

Milano credo che sia più "NO" di Roma!

Spero che lo siano entrambe anzi tutte!

Anonimo ha detto...

Ma a Padova hanno fatto le plenarie per convincervi a dire si come a Roma?
Mi raccomando dite NO !!Forte e deciso !!

Anonimo ha detto...

Se Roma, Milano e Napoli saranno per il NO siamo apposta.
Anche perchè Roma conta tanti esternalizzati.
Speriamo bene.....

federico ha detto...

E' un'inesattezza voluta... Ti assicuro che il fronte del NO c'è ed è agguerritto.

Per tutto il giorno oggi un gruppo di lavoratori ha consegnato volantini all'ingresso ed avevano dei cartelli appesi che dicevano "IO VOTO NO E TU? UNITI PER IL NO!"

Anonimo ha detto...

ANCHE DOMANI DOBBIAMO FARLO CHE SCENDO?

Anonimo ha detto...

Risposta al post di sulpo delle 16.08.

evidentemente sei sempre stato per la cessione. personalmente non accetto ne la cessione, ne il fatto che il sindacato vada a trattare nonostante non avesse il mandato, pertanto VOTO NO.

Nell'accordo non c'e' una virgola in piu' di quello che prevede la legge, è un accordo pacco se a te sta bene a me no ma non dire cazzate tipo "aiutate il padrone". sei tu il padrone!!!!!

mi fai tu pena caro yesman e forse se ti trovassi nella stessa condizione dei 914 colleghi saresti anche tu per il NO.

NO NO NO.
NO NO NO.

federico ha detto...

Non lo so organizzatevi con le RSU "amiche" certo che più gente è meglio è!

Più si da impressione di compattezza più si vince!

Non vedete come fanno??? "A Roma votano SI" dicono così magari possono prendere il voto di qualcuno che "crede" di seguire la massa!

Seguite Napoli tutti "il nocciolo duro del fronte del NO"

Anonimo ha detto...

DOMANI C'è QUALCHE RSU AMICA DI MATTINA....??.UNA COLLEGA MI HA DETTO CHE ANDREA VA ALLA GRANDE CERCA DI CONVINCERE IL REPARTO ACC ...SI DOMANI RIENTRO VEDIAMO CHE SUCCEDE UNA COLLEGA PARE OGGI HA DETTO ...Bè 7 ANNI VANNO PIU' CHE BENE..ALLORA LA MIA COLLEGA AMICA GLI HA RISPOSTO SEI UN GRANDE INGENUA DEVI VOTARE DI NO...HANNO LITIGATO AHAH DOMANI LITIGO APPENA ARRIVO TANTO ALLE 7.30 STO LI!!!SENTI CI SONO RSU AMICHE DI MATTINAAAAAAAAAA

Anonimo ha detto...

Ciao, c'e' qualcuno di Padova?
Sono una dei 914 esternalizzati a casa in aspettativa..quando si vota? perche' credo che nessuno mi fara' sapere quando c'e' l'assemblea..
Devo dire il mio NO!!

federico ha detto...

non lo so mi dispiace! Non DOVETE LITIGARE le cose bisogna spiegarle con calma.

Continuano a dire che o questo o fra un anno via... per cui continuano a dire che l'operazione è in "malafede"

Anonimo ha detto...

La cosa esilarante e triste allo stesso tempo è che l'azienda ha oscurato il blog dal lavoro. Manco fossimo in Cina!!? Questo rafforza ancora di più il mio NO SECCO!

federico ha detto...

GRAZIE Padovana 6 grande!!!!!

Fai aprire gli occhi a tutti!

Informati che stanno votando tutti tra domani e dopodomani!!

Anonimo ha detto...

Ciao,

sono Marica.
Lavoro anch'io in un call center. Esattamente alla pagine Gialle.
Volevo farvi i miei migliori in bocca al lupo, perchè tanto ormai la situazione nei call center è tutta uguale.
Ogni giorno vengono venduti qua e la' rami di aziende che alla fine talmente sono state subappaltate non si capisce neanche più da dove arrivi e che per tipo di lavoro avevi firmato il contratto di assunzione.

Mi piacerebbe molto che in Italia fosse palesata la rabbia di noi lavoratori di call center in un bel sciopero di settore.

la manifestazione del 20 ottobre a Roma ha aperto le porte.
I precari sono il presente e il fututo dell'Italia e il Governo non potrà ignorarci a lungo.

Siamo una loro spina nel fianco e credono di poter far passare la cosa in secondo piano perchè vedono che non ci lamentiamo.

Dobbiamo unirci e dare un volto al precariato.
Io verrò, con il mio bimbo, per far vedere che lo Stato ci ha lasciati soli.

Anonimo ha detto...

FEDE IO POSSO CAPIRTI PER TANTI MOTIVI .....MA TI SEMBRA GIUSTO QUELLO CHE STANNO FACENDO SCUSA??SE PERMETTI PRIMA CHE ME NE VADO CON QUALCHE PERSONA CI DEVO BEN PARLARE.NON FAI UNA PROPAGANDA SULLA VITA DI 914 FAMIGLIE POSITIVA QUANDO TUTTI NOI SAPPIAMO CHE NON è VERO ...SOLO PERCHè DEVI INCHINARTI ALL'AZIENDA E ALLE SEGRETERIE !!LORO RESTANO SINDACALISTI FEDE NESSUO LI HA TOCCATI ...IO VOGLIO LE LORO DIMISSIONI E LO FARò PRESENTE!QUALCUNO MI DOVRà ASCOLTARE SENZA LITIGARE MA LORO DEVONO SAPERE CHE NON SIAMO DEI CRETINI LI DENTRO!!!

Anonimo ha detto...

Ciao Marica,
non venire da sola con tua figlia. Tutti i colleghi tuoi, i colleghi dei colleghi, gli amici dei colleghi, gli amici degli amici dei colleghi. Prendiamo in mano il nostro futuro e i nostri anni.

Dragon ha detto...

anonimo 19.56 dammi la mail..

Dragon ha detto...

Bart se leggi,sappi che ho recuperato tutto!..ora e' perfetto

Anonimo ha detto...

AGGIUNGO CHE è PIU' CHE GIUSTO CHE ALCUNI POST SONO ACIDI è OVVIO QUALCUNO IL POSTO DI LAVORO LO STà PERDENDO.. E SECONDO ME VANNO BENE TUTTI I POST.. PERCHè LA GENTE SI DEVE SFOGARE X COME SONO ANDATE TUTTE QUESTE COSE X COME CI PRENDONO IN GIRO TUTTI...IO SONO STATA LA PRIMA A SFOGARMI QUI ALMENO QUESTO NON TOGLIETELO ...BEATO CHI RIESCE A RAGIONARE IN UN MOMENTO COME QUESTO DOVE TI SEI GIOCATO LA SALUTE PER L'ANSIA DIVENTI NEVROTICA UNO SCHIFO..LA FAMIGLIA XCHè SE NON STAI SERENO TU FIGURATI CHI TI STà ACCANTO E IL POSTO DI LAVORO....VOI CHE DITE??ORA BISOGNA PURE STARE ATTENTI A COME SI SCRIVE IO CREDO DI NO!!!

federico ha detto...

Certo che ci devi parlare infatti fino ad ora una parte delle RSU di Roma pur "criticando" l'ipotesi non andavano in giro a fare propaganda per il No per una questione "etica" dato che si limitavano a dare informazioni se venivano richieste ma senza campagna.
Il motivo era quello di far decidere le persone con le prorie teste.
La stessa cosa non hanno fatto gli altri e sapete tutti con quale enfasi e zelo fanno campagna per il SI.

Ma la cosa più inaudita è che nelle plenarie (che ad esempio a Milano sarà fatta subito prima delle votazioni) diranno che l'Azienda non è disposta a trattare oltre e che si verrà licenziati fra 12 mesi.

Non vorrei che i 914 presi dal panico votino SI!

se l'Azienda è in cattica fede per il NO (nel senso che licenzia tutti dopo dodici mesi) è in mala fede anche per il SI

mica può essere possibile che se voti NO ti licenzia e se voti si non sfrutta tutte le possibilità che l'accordo da per licenziare????

Anonimo ha detto...

ciao da milano.
domani c'e' la plenaria al mattino e poi dopo le assemblee.
cosa dicono in plenaria?io non ci voglio andare. non mi frega niente di quello che dice vodafone..tanto non credo a nulla!
sono falsi, e ci prendono ancora in giro!!
a milano alcuni colleghi votano si. non so tutti i reparti.
mi preoccupano le persone prive di spina dorsale o opinione personale che si lasciano plagiare da verna o o qualcuno che gli dice che e' tutto splendido, che nessuno ha avuto 7 anni di commessa.
ma leggete, studiate... prendete internet o il codice civile e capirete molto.la decisione finale spetta a voi.. ma con coscienza, con maturita' , con consapevolezza.

federico ha detto...

No non era questo, era quella persona che cercava solo di fare polemica.

Se ci si vuole sfogare con l'Azienda bene!!!

Ma tra di noi non credo che sia la cosa giusta, c'è solo bisogno di un sano confronto per convincerci a vicenda quale posizione prendere!!!

Sfogati pure ti ascolto!
;-)

Anonimo ha detto...

..Una curiosita' sono a casa in malattia e non posso muovermi..si puo' fare una delega per il voto?

federico ha detto...

mi sa proprio che non è possibile delegare. Però se devi votare Si stai tranquilla a casa... scherzo ovviamente.

Anonimo ha detto...

FEDE IN QUEL CASO DEVONO SVEGLIARSI I COLLEGHI CHE VANNO ALLE PLENARIE A ROMA QUANDO LA FACCIAMO? PERCHè L'AZIENDA NON TI LICENZIA MA COME FANNO A FARSI ABBINDOLARE DAL TERRORE E NON CAPIRE CHE STANNO FREGANDO TUTTI MILANOOOOOOOOOOO IVREAAAAAAAAAAAA VI DOVETE SVEGLIARE PARLATE VOI CON I COLLEGHI NON IL CARO VERNA ...SI PUO' DIRE CHIARAMENTE CHE FACCIAMO NON VOTOTIAMO ?TANTO SE è SI MI MANDATE A CASA SE è NO PURE .....LA GENTE SI DEVE SVEGLIAREEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEE

Anonimo ha detto...

DRAGON GRAZIE NON MI SERVE PIU'...FEDE MI MANDI IL MODO X ENTRARE NEL BLOG DAL LAVORO O TRAMITE SMS OPPURE EMAIL??GRAZIEEEEEEEEEE

Anonimo ha detto...

Non ho capito una cosa..fanno le plenarie prima delle assemblee dicendo cosa dobbiamo votare?
Io ho chiamato l'uffico personale per sapere se facevo parte dei 914 visto che ero a casa in maternita' non mi hanno confermato la cosa.Allora ho fatto presente che dovevano essere un po' piu' trasparenti e informare anche chi era a casa..mi hanno detto che solo i sindacati potevano darmi info!!
Ma allora adesso cosa vogliono???Se solo i sindacati possono informarci cosa devono dirci ora?
Pensano che crediamo ancora a loro?

Il mio timore e' che molti crederanno a loro ancora una volta!!

federico ha detto...

Non lo so mi dispiace. C'era un post nell'altro blog però "il grande fratello" legge e provvede subito...

Dragon ha detto...

anonimo 21.06,
ti diranno che tu sei fortunata e prescelta perhce' per come stanno le cose La vodafone non garantisce piu' nulla se non c'e' un risultato eccellente in tutti i suoi processi.Poi ti dira' che Comdata e' stata scelta come "partner" perche' e' piu' brava di Vodafone in questo tipo di attivita'.Che l'ha scelta per la sua scrupolosissima attenzione al lato informatico e ingeneristico e per i continui investimenti in questo campo (anche le ultime due acquisizioni di azziende entrambe informatiche) che consenta di automatizzare al massimo i processi quelli che rappresentano i tempi morti della tua attivita'.Quindi alla fine premerai un tasto e il sistema fa tutto da solo!!(avvenieristico)..poi ti riempiranno di chiacchiere sul perche' noi siamo fortunati...e sarebbe interessante che questo discorso lo ascoltassero le persone non "cedute" perche' tra le tante osservazioni di Verna e' stato detto anche che chi resta in Vodafone,per come stanno andando le cose,nonn ha nessuna garanzia che tra 5 anni sia ancora li!!..e poi il resto lo ascolterai con le tue orecchie.
Ma quello che non riuscirai mai a sentire e' una RISPOSTA attinente alla tua domanda.

Anonimo ha detto...

FEDE TU FAI DEI COMMENTI DIVERSI DA IERI SERA ...SEMBRI MENO COMBATTIVO IERI SI SENTIVA CHE VOLEVI CARICARE LE PERSONE OGGI NO....CIOè MOLTO MENO!!FACCIAMO UN BEL LAVORO FINO ALLA FINE DA NON PERTIRCI CHE NON ABBIAMO PROVATO ALMENO A FARE DI TUTTO!!!!E VENISSERO LE MINACCE DELL'AZIENDA E I CRETINI CHE GLI VANNO DIETRO!!!VA BENE LO STESSO

federico ha detto...

Timore fondatissimo per cui vi invito a chiamare e confrontarvi con tutte le persone che conoscete assicurandovi che abbiano letto tutte le informazioni.

Per esempio a Roma molte persone ancora sapevano ad oggi dell'esistenza del dossier telecom mentre a Napoli l'hanno distribuito da diversi giorni.

E VOI VI CHIEDENTE ANCORA COME MAI BARTOLOMEO HA PRESO IL TERZO RICHIAMO?

Anonimo ha detto...

http://img116.imageshack.us/img116/3785/vodafonelifeisnowns3.jpg

Anonimo ha detto...

http://img116.imageshack.us/img116/3785/vodafone
lifeisnowns3.jpg

federico ha detto...

Non è vero cerco solo di spronare le persone per non dare per scontato TUTTO.

Sai che fregatura se si perde per 10 voti????

Dobbiamo collaborare tutti... perchè dall'altra parte stanno sparando tutte le cartucce in queste ore.

Secondo Te perchè oggi (il giorno prima delle votazioni) è stato pubblicato il comunicato stampa del Ministro Bersani????

Per cui datevi da fare tutti, ogni persona che conoscete, ogni amico, chiamate tutti fatevi sentire, dataegli fiducia.

Dragon ha detto...

anonimo 21.18 cosa non ti serve piu'?ma se l'anonimo delle 19.56?

Anonimo ha detto...

PARLIAMOCI CHIARO DEVI PORTARE A TERMINE UNA LOTTA NELLA QUALE HAI TUTTI CONTRO...DOVREBBE DARTI PIU' STIMOLI A FARE SEMPE DI PIU'..IO AL TUO POSTO IL GIORNO PARLAVO CON PERSONE CON TANTE DEL NOSTRO C.C. LO SANNO CHE SEI DALLA PARTE GIUSTA LI CHIAMI MANDI SMS MANDI EMAIL E FAI LA TUA LOTTA SPIEGHI X FILO LA SITUAZIONE IO DA SINDACALISTA LO FACEVO RICORDATI CARO CI SONO 914 FAMIGLIE CHE VANNO PER STRADA E DOBBIAMO FERMARLI IN QUALSIASI MODO ...QUINDI FEDE LOTTAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA

Anonimo ha detto...

FEDE MI MANDI IL MODO X ENTRARE NEL BLOG...OPPURE L'HAI GIà FATTO???????

Anonimo ha detto...

IO NON SONO SINDACALISTA MA POSSO DIRTI CHE HO ROTTO LE SCATOLE NON Sò A QUANTE XSONE....CREDO INFATTI CHE SE UN DOMANI NON MI RISPONDONO AL TELEFONO Sò IL MOTIVO....

Anonimo ha detto...

DRAGON SCUSA NON MI SERVE PIU' IL MODO X ENTRARE NEL BOG...GRAZIE

federico ha detto...

Forse ti puo aiutare DRAGON!

federico ha detto...

Neanche io sono sindacalista!

Anonimo ha detto...

FEDE MA CHE TI FREGA SE è USCITO IL COMUNICATO DI BERSANIIIIIIIIII ALLORAAAAAAAAAA SCUSA???SONO VISCIDI ERA OVVIO TUTTO A LORO FAVORE E SE GLI FACCIAMO LO SGAMBETTO???AVEVI DETTO IL GRANDE FRATELLO PROVVEDE....ANDIAMO BENE!!!

Dragon ha detto...

ma non so'!..dice che non serve piu' e poi lo chiede a te...
ANONIMA non mi confondere che qui tocca stare concentrati!

Anonimo ha detto...

è COLPA VOSTRA SONO ALLA FRUTTAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA ORA AVETE CAPITO??

federico ha detto...

Queste sono le parole di Beppe grillo:
"Combattere una battaglia è bello. Che si perda o che si vinca rimane il gusto di averci provato. Stare a guardare le porcherie della vita che ci scorrono accanto e non fare nulla, non dire nulla, è avvilente. Toglie linfa al nostro organismo. Diventiamo un po’ più verdi, un po’ più grigi, un po’ più neri, assumiamo i colori di una televisione disturbata.
E qualche volta “saltiamo”. Spariamo al vicino di casa. Facciamo a pezzi la famiglia. Buttiamo massi da un ponte autostradale. E’ l’autorepressione che ci lavora dentro. Giorno dopo giorno. Telegiornale dopo telegiornale.
Le battaglie è meglio vincerle, certo, ma per farlo bisogna impegnarsi un secondo in più dell’avversario. Vivere per quel secondo in più è l’obiettivo del cittadino combattente.
In questi tre anni ho combattuto più battaglie del generale Patton nella seconda guerra mondiale. Per Patton era più facile, lui doveva solo affrontare i nazisti e avanzare verso est. In Italia è più complicato, i nemici sono inestricabili, così integrati con la realtà da confondersi con essa.

federico ha detto...

Dragon che ne dici di passarla vie Email con la scritta Vota NO?

Dragon ha detto...

se Grillo ha ragione sul secondo in piu' allora vinciamo NOI!

Anonimo ha detto...

APPUNTO NOI LA VINCEREMO!!!!SCOMMETTI FEDE???MA SCUSA TU DAL LAVORO COME ENTRI NEL BLOGGGG FEDE DAI TI VOGLIO BENE AIUTAMIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIII DOMANI DEV CARICARE LE XSONE!!!

federico ha detto...

Ascolta, te lo dico per la terza volta, io non sono quel Fede e non lavoro a Vodafone.

Faccio la battaglia con voi perchè sono il marito di una Vostra collega ma mi sento uno di Voi!

Tutto quello che posso fare io è solo esterno, blog, informazioni, volantini... non posso fare altro!

Il resto spetta a Voi!

Dragon ha detto...

si fede si puo' mandare anche se la migliore cosa sarebbe votare tutti insieme contemporaneamente ed in videoconferenza

federico ha detto...

DRAGON AIUTA L'URLATRICE AD ENTRARE NEL BLOG TI PREGO... ORA URLO ANCHE IOOOOOOOOOOOOOOOOOOO!

Dragon ha detto...

voglio aiutarla ma se non vuole darmi la mail (probabilmente vuole darla a te...la mail intendo)come posso aiutarla?
Qui di certo NO

federico ha detto...

Sai benissimo che è una cosa che non faranno mai passare.

Purtroppo Napoli è un caso unico mentre nelle altre sedi bisogna essere vigili fino all'ultimo secondo.

Non ho alcun dubbio che Napoli avrà oltre il 90% di NO!

Anonimo ha detto...

Federico e trombatelaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa

F.G.:)

Anonimo ha detto...

HO CAPITO CREDO CHE DEVO PARLARE CON DRAGON..TI SEI ABBASTANZA INKAKKIATO SCUSAMI HO SBAGLIATO PERSONA ALLORA ERO CONVINTA CHE FOSSI TU !!

Anonimo ha detto...

DRAGON MI DAI LA TUA E.MAIL X FAVORE?? DOMANI TI SCRIVO?

Anonimo ha detto...

F G SCUSA MA NON MI Và DI DISCUTERE!!!!

Dragon ha detto...

A Napoli se non hanno all'ultimo momento versato un assegno di 50.000 euro sui conti correnti di tutti gli esternalizzati e anche di quelli che rimangono penso che non ci saranno sorprese!
purtroppo pero',quando si vota, non si puo' mai essere certi.

Dragon ha detto...

sempre quella:
vodaFOGNE@email.it

federico ha detto...

Non mi sono arrabbiato certo è che stamattina non eri a volantinare!

Dragon ha detto...

..e poi ci si mette pure il fatto che qui siamo pochi aqnche se UNITI e abbiamo necessariammente bisogno dei voti di Roma e di Ivrea.Mi dispiace che a Bologna non si voti.
Ma questa faccenda del far votare solo gli esternalizzati apre molti e dico molti scenari che se ben utilizzati potrebbero tornare a nostro favore.

Anonimo ha detto...

NON MI VA DI PARLARE FEDERICO SONO STATA 4 GIORNI IN MALATTIA NON HO GIOCATO E DA CASA HO FATTO QUELLO CHE POTEVO MA CONTINUA AD URLARE CON ME!TI HO PURE CERCATO X SAPERE COME ANDAVA TE OPPURE IL TUO SOSIA ORA NON LO SO!SE POTEVO SICURAMENTE VENIVO!DRAGON GRAZIE DOMANI MATTINA TI SCRIVO

Anonimo ha detto...

Ciao, sono un esternalizzato Telecom e sulla nostra pelle abbiamo fatto parecchia esperienza.


Per fermarli occorrono le diffide, le D I F F I D E! con raccomandate a ricevuta di ritorno.

Sono capaci di far risultare vincenti i SI anche se a maggioranza hanno votato NO.

Le assemblee le rigirano come vogliono.

E' sufficiente anche un foglio per ogni città, l'importante è che sia firmato dalla maggioranza nel totale nazionale, es. 150 Roma, 150 Napoli, 150 Milano e siete già a posto, ma dovete farlo!solo così è possibile fermarli.
Per chi è a casa non si preoccupi, passa un collega e fa firmare.

Guardate che sembra difficile ma non lo è, le raccogliete in un attimo, così scoprirete di essere la maggioranza.
Quando dicono "in
quell'altra città sono tutti per il SI" è una balla!

La diffida a trattare rimane agli atti e non possono aggirarla, se necessario (come nel caso nostro) fatelo anche più volte, dovranno arrendersi, altrimenti continuano ad incontrarsi finché non vi fregano.

Raccomandate in indirizzo alla direz. aziendale e sedi sindacati.

Forzaaa non bastano i NO alle assemblee, firmano lo stesso! Anzi le assemblee trasformatele in momenti per organizzarvi e fate presente che non dovete votare nessuna ipotesi perchè non ha validità, nessuno ha dato loro il mandato a trattare!

Anonimo ha detto...

Da una parte mi spiace che noi da Bologna non potremo votare, il nostro No si sarebbe sentito, però ritengo corretto che la votazione spetti agli esternalizzati, affinchè possano decidere loro autonomamente.
Son pessimista ma son sicura che faranno in modo e maniera che il SI vinca ragazzi.

Anonimo ha detto...

FEDERICO SCUSA COME FAI A SAPERE CHE IO NON ERO A VOLANTINARE MI CONOSCI???HAI DETTO SEMPRE DI NO!

Dragon ha detto...

esternalizzato Telecom
bravo.

Anonimo ha detto...

esternalizzato telecom spiega un po la diffida.
io ho gia diffidato via email dil sindacato.
tu parli di ar e di elenco dei lavoratori.
dammi indicazioni
grazie
collega milano

Anonimo ha detto...

Città, data....
Raccomandata AR
Spett.le
Azienda.....

e
OOSS
SLC CGIL
FISTEL CISL
UILTE


I sottoscritti lavoratori del servizio............... ritengono che la formale cessione ad altra società, da parte di Vodafone, del ramo ......................., esuli totalmente dalla fattispecie giuridica di cui all'art. 2112 cc non essendo relativa ad alcuna articolazione funzionalmente autonoma dell'attività aziendale.
Intendono denunciare che l'azienda sta mettendo in atto strategie che mirano esclusivamente alla riduzione del personale.
Vodafone non è un'azienda in crisi, anzi continua a consolidare e ritagliare fette di mercato.
Ribadiscono, pertanto, formalmente ed esplicitamente, il loro diniego all'operazione, il loro diniego a qualsiasi cessione di contratto che possa ipotizzare ogni eventuale forma di licenziamento.

DIFFIDANO

le organizzazioni sindacali dall'intraprendere qualsiasi forma di contrattazione sull'esternalizzazione e/o cessione di ramo d'azienda

INVITANO

le OOSS in indirizzo a non partecipare ad alcun incontro sulle esternalizzazioni

DICHIARANO

in caso contrario, pur ottemperando alle disposizioni che verranno imposte, di agire in giudizio per tutelare i propri diritti.
Confermando le riserve sopra espresse, i sottoscritti lavoratori non autorizzano alcuna organizzazione sindacale a firmare cessioni di rami di azienda o esternalizzazioni, ne armonizzazione dei trattamenti.

In ogni caso, qualsiasi decisione in materia, spetterà ai lavoratori firmatari della presente.


Data DIFFIDA alle organizzazioni sindacali dall'intraprendere qualsiasi forma di contrattazione sull'esternalizzazione e/o cessione di ramo d'azienda


SEGUONO LE FIRME:


AZIENDA NOME/COGNOME N. Matr. Firma

------- ------------ ------- ------
------- ------------ ------- ------
------- ------------ ------- ------
etc.

Anonimo ha detto...

@collega di Bo

Io spero di cuore che vinca il NO. Faranno di tutto, azienda e confederali, affinché vinca il sì. Am par ad sugner.

Domani sono proprio curioso di vedere la faccia di mister "percorso di lotta" festi. E sentire quali stronzate dirà. Già una volta vendette fumo cercando di far passare per "conquiste" emerite cagate.

federico ha detto...

Per l'urlatrice: non conosco te ma conoscevo gli altri che volantinavano. Comunque Ti ringrazio per l'appoggio che ci stai dando, manda la frase di grillo a tutti quelli che conosci!

x est. Telecom: Grazie mille, una Tua colliga ci ha fatto pervenire anche il dossier Telecom aggiornato con tutte le sentenze vinte e si evince chiaramente che l'accordo "si può ritorcere contro" tuttavia i giudici sono sensibili alle diffide fatte dai lavoratori per delegittimare i sindacati. Basta il 51%. Per cui amici lavorate anche in assemblea. Non lasciate soli i colleghi che vanno per il NO e non lasciate l'iniziativa ai sindacati;

per DRAGON: in queste plenarie giocano a fare il buono ed il cattivo polizziotto (il gioco più vecchio del mondo) il rappresentante Vodafone da risposte cattive e quello Comdata risposte calme, calorose e appacanti.
Alcuni si fanno fregare.


LAVORATE, LAVORATE, LAVORATE

Gilbert ha detto...

Ragazzi, non c'e' bisogno di un avvocato del lavoro per capire che in questa ipotesi d'accordo c'e' qualcosa che non va ( a parte il fatto che i sindacati non avevano il mandato per trattare ); nonostante il NO dei lavoratori si e' giunti ad un accordo che insospettisce parecchio, come se questo patto tra azienda e sindacati fosse gia' SCRITTO e dovesse ASSOLUTAMENTE venire ufficializzato dai lavoratori.. altra cosa strana, al coordinamento tra gli RSU di settimana scorsa era presente anche VODAFONE, come se fossero SICURI che si sarebbe trattato ( chi si farebbe 600 km se non fosse sicuro di avere un tornaconto? )

Altra cosa: Alle trattative tra SINDACATO e VODAFONE non erano presenti membri delle RSU ( come mai?Non sono forse degni? ), ma solo i massimi DIRIGENTI delle 2 parti; e' stato fatto tutto in GRAN SEGRETO, perche'?

L'accordo e' molto ambiguo, soggetto a diverse interpretazioni, ma MAI A FAVORE DEI LAVORATORI...perche'?
Non credo si tratti di sviste, anche perche' a questo livello non sono permesse, parliamo di gente che fa questo come lavoro, non come HOBBY!

Volete la mia opinione?

TUTTO questo e' gia' stato deciso parecchio tempo fa da VODAFONE e DAI VERTICI DEL SINDACATO CONFEDERALE, i quali erano sicuri, grazie all'appoggio di alcune RSU compiacenti, di far passare questo accordo come fosse di oro colato.

Posso solo dire che non mi riconosco in nessuno di loro, anzi..credo che i lavoratori abbiano diritto ad essere rappresentati da SINDACALISTI VERI, come i pochi RSU che si stanno battendo per il NO a questo accordo, per il NO alla sottomissione incondizionata alle STRUTTURE SINDACALI che ti vogliono costringere a rinnegare i tuoi principi in nome dei compromessi...quei compromessi che non permettono a questo paese di voltare pagina UNA VOLTA PER TUTTE!

federico ha detto...

Bravi, fate sentire la vostra voce.

Anonimo ha detto...

IO CON TE FEDE NON CI PARLOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO

federico ha detto...

L'importante è che URLI il tuo "NO" hai mandato le email????

federico ha detto...

dragon a Napoli farete firmare la petizione dell'amico Telecom?

Nelle sentenze del dossier telecom aggiornato sono servite!

Anonimo ha detto...

spiegatemi solo una cosa...se io voto Si ho garanzie pe 7 anni...
se voto No comunque vengo esternalizzao e non so per quanti anni mantengo i diritti acquisiti in Vodafone...
mi sembra che, dopo oggi, il Si e dil No , non sia più legato ad una questione di garanzie per il lavoratore....ma bensì ad una presa di posizione verso i sindacati, nel senso: non volevamo che trattavi, tu hai trattato, io voto No!
mi sta anche bene... ma allora perchè, dal 14 settembre, l'unica cosa fatta sono stati SOLO 2 scioperi...ed ora che uscita quest'ipotesi e dil breve tempo per approvarla...improvvisamnete ci siamo svegliati?
e fino adesso che si è fatto? abbiamo continuato a lavorare invece di recare danno all'azienda...quindi???

Anonimo ha detto...

FAI IL RUFFIANO DOBBIAMO FARE PACE??

federico ha detto...

Allora rispiego tutto quanto brevemente:

1. il SI non tutela per 7 anni perchè non c'è nessuna garanzia in caso di risoluzione anticipata della commessa da parte di Comdata Care. Non c'è garanzia in caso di ristrutturazione o crisi dell'azienda.

2. il punto 7 dell'ipotesi fa riferimento alla possibilità di poter licenziare per "giusta causa" o "giustificato motivo" ed il punto 1 è giustificato motivo. Ciò puo accedere anche dopo soli 12 mesi,

3.per quanto riguarda i sindacati, l'esperianza degli esternalizzati Telecom ci dice che le cause le hanno vinte proprio perchè i giudici sono sensibili agli accordi raggiunti senza il volere dei lavoratori e questo potrebbe obbligare fin da subito Vodafone a risedersi al tavolo delle trattative.

Chiedi al collega Telecom se le hanno vinte le cause????

4. Si sono svegliati i LAVORATORI non i sindacati. Meglio tardi che mai non credi????

FAI LA COSA GIUSTA, VOTA NO

Dragon ha detto...

A napoli e' stata gia' inviata da alcuni giorni.Ed' e' fondamentale inviarla secondo le modalita' descritte.

Anonimo ha detto...

Ciao Federico ;-)

quoto sempre quello che dici!

IO VOTO NOOOOOO!!!!

Anonimo ha detto...

"CARA ESTERNALIZZATA DI IVREA
abbiamo fatto girare quel comunicato perche i piu duri di comprendonio come te perche nessuno di voi di Ivrea avrebbe votato NO e sarebbe passato senza accordo perche siete dei caga sotto allora se proprio dobbiamo andare nella merda per colpa vostra che voterete si, preferiamo dirvi di votare no per modificare quello scempi, poi Noi che siamo coerenti, voteremo NO perche mi serve per fare causa."

Ti ringrazio per esserti impegnato a far girare il VOSTRO comunicato anche per la sterile Ivrea, per NOI caga sotto che mai avremmo potuto lontanamente pensare che quello che ci stavano chiedendo era di barattare un contratto a tempo indeterminato con carta straccia.
Da quando è iniziato tutto nella mia città non ho mai visto nessuno battersi CIVILMENTE sostenendo le ragioni del NO, non ho mai
visto nessuno perdere anche una sola ora di sonno, siamo tutti sereni, tranquilli, andiamo a braccetto con i manager e ci facciamo allegramente i cavoli nostri alla faccia VOSTRA, alla faccia di 631 persone che, a differenza nostra, rimarranno a breve senza garanzie. Non ce ne volere se non saremo coerenti come VOI, se noi non faremo cause e staremo zitti mentre davanti abbiamo un futuro creato con i soldi dei nostri amati genitori.

Vedi: se io fossi l'ESTERNALIZZATA DI IVREA dopo un post del genere rimarrei sulle mie posizioni, non cercherei nemmeno di capire perchè bisogna votare NO, mi sentirei talmente insultata che magari penserei: "ma che ci sto a fare in questo blog?"... ma io sono io e le mie ragioni per il NO le conosco già.

Ringrazio invece sinceramente chi da subito ad Ivrea (e qui mi tolgo) ha cercato di far aprire gli occhi, chi ha permesso di condividere "viaggi" di pensiero in una realtà (come l'Italia) dove viene insegnato a non gridar mai troppo forte, a non dar fastidio e a pensare sempre e solamente alla propria vita.
Voi in questo mese avete lottato contro un brutto male: l'indifferenza;
Siete stati GRANDI in tutti i sensi, siete stati MATURI, ci avete reso partecipi e NOI, spero, ci stiamo rendendo partecipi!!!
Grazie davvero!!!

Con affetto... MR

Anonimo ha detto...

solo un'ultima domanda?
quanti dei sindacalisti territoriali sono stati impattati da questa operazione?
e perchè, dall'uscita dell'accordo, improvvisamente i sindacati territoriali hanno opinioni nettamente diverse?
non si doveva lottare uniti e per un'unico scopo?

federico ha detto...

Ciao all'ammica che quota ;-)

x dragon: te l'ho già speigato che la realtà di Napoli è diversa, come diceva la lavoratrice di Ivrea (tra l'altro rammaricata giustamente!) c'è molta indifferenza e molti a Roma credo che non l'abbiano neanche vista la diffida.

Credo che se qualcuno porta questa diffida collettiva male non farà.

In ogni caso, ringrazio la lavoratrice di Ivrea per aver spiegato con toni veramente condivisibili e chiari il perchè non bisogna ATTACCARE chi la pensa diversamente altrimenti diventa SCONTRO e non CONFRONTO e quindi le persone potrebbero rimanere sulle proprie posizioni per principio.

VOTATE NO, la "spedizione dei 1000 deve essere compatta"

federico ha detto...

Dragon ti ho scritto un email!

Dragon ha detto...

ok.risposto

Dragon ha detto...

Ragazzi ricordatevi ceh c'e' solo domani di tempo per inviare le raccomandate.
Bisogna inviarle a sei diversi indirizzi quindi 6 raccomandate:

Alle Spett.le
SLC-CGIL - Piazza Sallustio n. 24 - 00187 Roma
FISTel-CISL - via Palestro n. 30 - 00185 Roma
Uilcom-UIL - Via Tor Fiorenza n. 35 - 00199 Roma

E p.c.
Ministero del Lavoro – Via Cesare de Lollis, 12 - 00185 Roma
Ministero dello Sviluppo Economico – Via Veneto, 33 - 00187 Roma
Vodafone Omnitel NV. – Via Jervis, 13 - 10015 Ivrea (TO)

E fondamentale.Leggete le sentenze telecom.
Questo non e' un messaggio pubblicitario e' un invito all'informazione che possa farti prendere una decisione in piena coscienza e assumendoti ogni responsabilita' per la tua scelta che riguardera' anche TUOI 913 colleghi.

Kibalcic ha detto...

Domani devono partire le diffide!!
dappertutto!

mollate il blog e diffidate!

Anonimo ha detto...

Ho fatto leggere la diffida da un avvocato e mi è stato confermato come gia prevedevo che non serve a nulla se non a cercare di resistere su questo blog ancora per qualche ora.
Non serve perchè il sindacato non ha firmato nulla che avvalli la cessione , anzi ha ribadito nell'accordo che era contrario,
non serve per bloccare la cessione poichè non è sicuramente una diffida lo strumento che costringe l'azienda a sospendere la cessione,
non serve perchè purtroppo le leggi di questo paese permettono ai padroni di venderci come merce avariata.
Infine non serve perchè l'accordo sindacale non è sulla cessione, ma sulle condizioni di vita, economiche e di lavoro dei nuovi assunti in comdata, senza doppi regimi , ovvero non vale solo per i venduti da vodafone ma anche per i futuri lavoratori che entreranno in comdata.
Scusatemi l'intrusione ma odio fare le cose inutili!!!

sulpo ha detto...

Buongiorno
questo post è firmato, a contrario di molti.

Sono comparsi ieri stralci di alcuni miei discorsi scambiati in privato con persone con cui parlavo del motivo di votare sì.

Non è mia intenzione di partecipare a questo blog, frequentato da troppi esagitati e irrazionali.

Pero' mi sento tirato in causa.

Sa qualcuno mi vuole fare domande sul motivo del SI, mi scriva e spiegherò cosa ne penso.

A Federico, se mi vuole scrivere, gli spiegherò del fondamentale ruolo dei COBAS nella cessione WIND, della presenza dei COBAS nella WIND, di cosa sia un IP, e della legge sulla tutela dei dati personali, che se violata con recidiva e associazione, puo' portare a dover chiacchierare con persone vestite in toga nera.

A disposizione, ma non su questo blog.

Un blog dove si possono mettere post senza firmarsi non è un blog serio.

Ciao
Sulpo.

Anonimo ha detto...

scusa ma e' fimato dai sindacati l'accordo, altrimenti le siglette che cavolo sono????

Anonimo ha detto...

ma scusa xche' sulpo e' una firma?????


chi dei? dove lavori? che reparto?

io sono in credito milano!!!!!!!!!!!

Anonimo ha detto...

Caricompagni sostenitori del NO,
cosa pensate di ottenere cosa pensate di fare?
L'unica cosa che siete rusciti a partorire è un a inutile diffida, ma da che?.
Forse sarebbe il caso di cominciare a fare altro, perchè di antagonismo in voi non vedo nulla se non continuare ad andare a rimorchio dei sindacati per poi differenziarvi come avete fatto fino ad ora con le piazze dove manifestare attraverso scioperi sindacali dichiarati da cgielle-cisleuille.
TIRATE FUORI GLI ATTRIBUTI E DICHIARATE VOI UNO SCIOPERO DOVE DIMOSTRARE CHE SIAMO TANTI DA POTER DELEGITTIMARE IL SINDACATO CONFEDERALE, ALTRIMENTE LASCIATE PERDERE PERCHE TRA I LAVORATORI ORMAI TRAPELA IN MODO CHIARO CHE VOI ESISTETE SOLTANTO PER CONTRASTARE E CRITICARE INIZIATIVE SINDACALI, SENZA DIMOSTRARE DI AVERE NESSUNA CAPACITA ORGANIZZATIVA E DI RAPPRESENTANZA.

federico ha detto...

Ciao Sulpo, concordo con Te sul discorso dell'anonimato (ma come vedi non è il mio caso).
Ammetto la mia ignoiranza per quanto riguarda i COBAS in Wind ma in Vodafone stano lavorando bene.

Inoltre avevo già chiarito che il post che avevo scritto e che tu hai avuto da ridire era riferito ad uno sciopero nazionale di settore visto che i sindacati non lo vogliono fare.

Non capisco a cosa Ti riferisci alla legge per la tutela dei dati personali visto che io utilizzo solo i "miei".

Le tue ragioni per il SI perchè non le condividi con tutti?

LAVORATORE TELECOM ha detto...

RESISTETE. IN TELECOM SONO DECINE ORMAI LE CAUSE PERSE DALL'AZIENDA che è stata condannata per FALSA ESTERNALIZZAZIONE.

Infatti dalle analisi appare sempre più che le esternalizzazioni sono sopratutto cessione di lavoratori.

TNT, TELEPOST, TELEMACO, AUTOPARCO, sono decine i lavoratori in attesa di essere richiamati in telecom.

I sindacati confederali hanno sempre detto che non era possibile farlo, che tutto era legale...

SBAGLIATO. scioperiamo il 9 novembre e facciamogli vedere che le TLC possono scoppiare...

I PROSSIMI SAREMO DI NUOVO NOI CON LE CESSIONI E L'UNIFICAZIONE DI TELEFONICA.

LAVORATORE TELECOM ha detto...

per sulpo, i COBAS in WIND non mi sembra abbiamo avuto un ruolo particolare nella cessione dato che non esistono.

Almeno se esistono NON FANNO PARTE DELLA CONFEDERAZIONE COBAS. a Roma poi sono appena nati.

SE VUOI FACCIAMO UN BEL RESOCONTO DEL RUOLO DEI delegati SLC-FISTEL-UILCOM-UGL nelle TLC.

federico ha detto...

x anonino 9.04

A me risulta che l'ultimo sciopero (tra l'altro riuscitissimo) non sia stato organizzato dai sindacati nazionali.

Le cose è vero vanno un po a rilento, ma per analizzare con vari avvocati e comunicare le informazioni un'ipotesi parterita all'ultimo momento non è una cosa facile.

Ci sono persone che hanno fatto tutti i giorni 1 di notte. Tu hai fatto qualcosa?????

Perchè fare qualcosa non vuol dire necessariamente per il fronte del NO vuol dire anche far capuire a noi perchè dovremmo votare SI!!!

Infatti io parlo sempre di "confronto" ma hai visto qualcuno che ha ribattuto punto per punto su questo forum per il SI?

Nessuno, quello che si dice è solo "non voglio andare via senza un accordo"... CHIUSO!

Queste sono le parole di una estrnalizzata di Telecom:
"TELEPOST, non abbiamo armonizzato e siamo ancora vivi, abbiamo vinto in 4 cause e perse 4, quelle perse sono relative a ricorsi presentati immediatamente e privi di documentazione essenziale alla vittoria. Abbiamo fatto saltare 2 volte la procedura di mobilità IMMOBILIZZANDO l'azienda..."

Capisci quello che voglio dire?

Sono queste le cose che mi fanno dire NO. Poi è normali tutti possono sbagliarsi ma che lo si dimostri!

federico ha detto...

grazie al lavoratore Telecom!

Cobas in Wind ha detto...

Ciao SULPO, visto che ci hai tirati in ballo, dobbiamo rettificare i tuoi depistaggi. Anche se non sono l'ordine del giorno in questo blog. I Cobas in Wind sono nati a fine luglio 2007. La cessione del call center wind di sesto san giovanni (MI) è di marzo 2007. fai una cosa, scrivi a info@cobasinwind.it

vediamo se lo spieghi a noi il ruolo che abbiamo avuto nella cessione in wind.
ho la strana sensazione di aver capito chi sei, e non sei di VF.
ma sei uno dei 3 porcellini, che stanno per trasferire 500-1000 colleghi wind da milano a roma.
ed ho la strana sensazione che non ci scriverai...

x FEDERICO, se vuoi scrivici pure te, così ci chiariamo

federico ha detto...

No non ho niente da chiarire con voi

;-)

il mio auspicio è che vi mettiate tutti insieme per uno scipero nazionale di settore. Niente altro!

federico ha detto...

Purtroppo quì vengono solo a dire SI SI SI....

...ma i motivi?

Noi li abbiamo chiariti tutti i motivi e non posso dire altrettanto quelli per il SI.

E' possibile per il fronte SI fare una sana ed istruttiva analisi?

Io ora so solo che i SI:

- hanno da parte quasi tutte le RSU
- utilizzano tranquillamente le risorse aziendali per pubblicizzare
- vanno tra le postazioni a fare opera di convincimento
- gli incontri Vodafone-Comdata

i NO purtroppo nonostante tutte le ragioni si devono arrangiare.

Stamattina a Roma stanno facendo volantinaggio per i SI,

DOVE STANNO LE PERSONE PER IL NO????

PERCHE' NON ANDATE A DIRE LA VOSTRA AL POSTO DI STARE FERMI?

IERI CI SONO STATI COLLEGHI DEL NO A ROMA CHE HANNO CONSEGNATO VOLANTINI PER TUTTA LA GIORNATA... MICA E' GIUSTO CHE DEBBANO FARLO ANCORA LORO?

DATEVI DA FARE... LA CAMPAGNA FINO ALL'ULTIMO VOTO E' DECISIVA IN QUESTE ORE!

Cobas in Wind ha detto...

Per FEDERICO, il tuo auspicio è anche il nostro. non abbiamo solo dichiarato (come altri) che urge una mobilitazione di settore. abbiamo formalmente aperto le procedure con l'Asstel. Lo abbiamo fatto come Cobas del Lavoro Privato, aderente alla Confederazione Cobas, a cui facciamo capo noi Cobas in Wind così come i Cobas VF di Napoli.

Ma c'è tanto da lavorare. tutti insieme. ed anche tu puoi darci una mano. anche se non abbiamo nulla da chiarire, mettiti in contatto con i Cobas VF di Napoli e/o con noi.

Avrai notato che la macchina burocratica (politica e sindacale) quando vuole sa essere veloce ed inarrestabile (altro che governo in bilico...). in 6-7 giorni dalle assemblee contestate e compreso il week end, "qualcuno" ha fatto una corsa. quella che non era riuscita a fare col call center di wind. li i lavoratori erano tutti nella stessa sede, ed hanno mandato le diffide con più faciltà.
Avrai notato che la disinformazione su cosa sia un sindacato e su cosa può fare un sindacato, è tanta. ed è anche voluta.

da qui al rinnovo del contratto delle TLC (scad. 12/2008) i firmatari si inventeranno qualcosa. ma sono le stesse persone che un giorno ti dicono che il contratto non va bene, ed un giorno in assemblea te lo fanno approvare. un giorno manifestano con i lavoraotri dicendo che la cessione va bloccata, ed un giorno cedono i lavoratori.
in wind come in vodafone, e come a suo tempo in telecom (all'epoca delle ristrutturazine telecom) i firmatari, che dicono di "lottare", si fanno dare un'infinità di ore di permesso extra retribuito per i loro membri direttivi. sul nostro sito c'è un articolo in merito. in VF c'è un accordo simile, fatto a luglio. dopo la cessione andrà in vigore. la storia si ripete. e si ripeterà finchè i lavoratori non si organizzeranno per spezzare questa catena. non è una cosa che deve venire dall'alto da un nuovo sindacato. deve venire dal basso, ed è questo il concetto che c'è dietro ai COmitati di BASe (COBAS).

federico ha detto...

X Cobas Wind: quoto in pieno!

Anonimo ha detto...

qual e la mail di bartolomeo?

Anonimo ha detto...

e vero che le diffide si devono mandare entro oggi?

quale mando quella sul sito dei cobas o qualla postata piu in su da un ex dipenedente telecom?

mi dite i pareri dei legali?

serve la diffida oppure ci rimetto personalmente?

se la mando e l ipotesi al voro passa, io posso godere degli stessi diritti oppure no?

Anonimo ha detto...

SE L ACCORDO PASSA E HO DIFFIDATO HO DIRITTO ALLE STESSE COSE OPPURE NO?

Anonimo ha detto...

è come quando si sciopera per l'aumento. l'aumento va a tutti, anche chi non sciopera e non è iscritto.

se diffidate in maggioranza, l'accordo non passa. se diffidate in minoranza, l'accordo passa e passa per tutti. a meno che non lo bocciate in assemblea, ma può essere che le assemblee non ci saranno o saranno truccate.

va bene qualsiasi modulo ... basta che si dica chi è diffidato

federico ha detto...

certo che fanno vanno a beccare tutti quelli che hanno votato NO e li pagano di meno?

Se passa l'ipotesi passa per tutti!

Anonimo ha detto...

se l'accordo non passa, se ne può fare uno migliore. non c'è scadenza. e se non passa, si può passare alla vere lotta, quella per restare in vodafone, a costo di legarci al pc.

Anonimo ha detto...

che centra, ovvio che se nazionalmente passa il si anche se io voto NO reintro nell accordo, ma se io lomanifesto in forma scritta con una diffida, varra' anche per me?

ho delle conseguenze firmando una diffida individuale?

lo so che mi serve x far causa, ma rischio qualocosa?

federico ha detto...

NO! questa è solo una prevenzione per delegittimare l'accordo, ma se passa passa...

...poi come diceva l'anonimo prima si può sempre cercare di averne uno migliore!

Anonimo ha detto...

Ho fatto leggere la diffida da un avvocato e mi è stato confermato come gia prevedevo che non serve a nulla se non a cercare di resistere su questo blog ancora per qualche ora.
Non serve perchè il sindacato non ha firmato nulla che avvalli la cessione , anzi ha ribadito nell'accordo che era contrario,
non serve per bloccare la cessione poichè non è sicuramente una diffida lo strumento che costringe l'azienda a sospendere la cessione,
non serve perchè purtroppo le leggi di questo paese permettono ai padroni di venderci come merce avariata.
Infine non serve perchè l'accordo sindacale non è sulla cessione, ma sulle condizioni di vita, economiche e di lavoro dei nuovi assunti in comdata, senza doppi regimi , ovvero non vale solo per i venduti da vodafone ma anche per i futuri lavoratori che entreranno in comdata.
Scusatemi l'intrusione ma odio fare le cose inutili!!!

Anonimo ha detto...

Caricompagni sostenitori del NO,
cosa pensate di ottenere cosa pensate di fare?
L'unica cosa che siete rusciti a partorire è un a inutile diffida, ma da che?.
Forse sarebbe il caso di cominciare a fare altro, perchè di antagonismo in voi non vedo nulla se non continuare ad andare a rimorchio dei sindacati per poi differenziarvi come avete fatto fino ad ora con le piazze dove manifestare attraverso scioperi sindacali dichiarati da cgielle-cisleuille.
TIRATE FUORI GLI ATTRIBUTI E DICHIARATE VOI UNO SCIOPERO DOVE DIMOSTRARE CHE SIAMO TANTI DA POTER DELEGITTIMARE IL SINDACATO CONFEDERALE, ALTRIMENTE LASCIATE PERDERE PERCHE TRA I LAVORATORI ORMAI TRAPELA IN MODO CHIARO CHE VOI ESISTETE SOLTANTO PER CONTRASTARE E CRITICARE INIZIATIVE SINDACALI, SENZA DIMOSTRARE DI AVERE NESSUNA CAPACITA ORGANIZZATIVA E DI RAPPRESENTANZA.

Anonimo ha detto...

anonimo delle 12.01, sei il solito depistatore.
di al tuo avvocato di fare un comunicato stampa!!!

che c'è ? ti brucia il sedere che stai per essere diffidato ?

federico ha detto...

Ho capito... lo avevi già detto prima e Ti ringrazio per il contributo.

Ma hai letto le sentenze Telecom?

Hai letto i post degli esternalizzati Telecom?

Secondo i giudici che hanno "giudicato" i loro ricorsi non era così inutile.

Ti invito anche a leggere il post di DRAGON nell'altra rom sulla sentenza della cassazione.

Ciao e non mollare!

Anonimo ha detto...

Avete notizie sulle assemblee di stamattina,sembra che Napoli e Padova stiano votando.

Anonimo ha detto...

Caro Federico, io credo che in momenti come questo ci sia spazio per chiunque abbia voglia di urlare in modo più o meno corretto il proprio disappunto, ma credo anche che bisogna saper distinguere tra chi urla cose sconnesse e senza nessuna prova di veridicità e chi cerca di non farsi travolgere dall'emotività e prova a ragionare su elementi concreti.
Parto dalla possibilità di fare cause ricordando in modo concreto che poichè le organ. sindacali non hanno ne firmato ne condiviso la cessione del ramo d'azienda, ogni lavoratore che si troverà nelle condizioni di denunciare attraverso un'avvocato la illegittimità del suo inserimento nelle liste dei ceduti, potrà farlo senza nessun problema, poichè la prima cosa che chiede il giudice che deve seguire la causa è se il sindacato ha condiviso tale cessione e nel nostro caso esistono documenti e accordi che dichiarano la non condivisione della cessione.
Vorrei ricordare che nelle cessioni telecom, in parecchi casi è stato lo stesso sindacato che ha patrocinato le cause.

Per quanto riguarda l'accordo che sta dividendoci tra il SI e il NO
voglio rappresentare le mie motivazioni a favore del SI.

Credo che pur nella totale condivisione che la cessione non doveva essere fatta, poichè le leggi lo permettono anche senza il consenso dei lavoratori e del sindacato, questo accordo sia l'unica vera garanzia per chi viene esternalizzato.
1) La garanzia di illicenziabilità per 7 anni, in Italia non l'ha nessuno.
2) Le condizioni concordate valgono sia per i ceduti da vodafone che per tutti coloro che sarnno successivamente assunti ed inseriti in comdata care.
3) E' la prima vota che si riesce a fare accettare dall'aziende che vende (vodafone) una clausola di rientro nel caso fallisse il progetto comdata.
4)E' stato introdotto il concetto di corresponsabilità tra Vodafone e Comdata per l'intera durata del contratto economico tra di loro (7 anni).
5)I lavoratori ceduti hanno il diritto a non essere trasferiti fuori dal comune dove attualmente lavorano.
6) Si sono mantenuti tutti i diritti e le tutele economiche normative in essere, compreso il premio di risultato e gli accordi integrativi passati, sia metalmeccanici che Tlc.

TUTTO QUESTO CON A CAPPELLO LA NON CONDIVISIONE DELLA CESSIONE DI RAMO E LA CONDIVISIONE DEL MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO

Ora capirai che mi diventa difficile dichiarare che tutto questo non conta nulla, anche perchè è scritto nero su bianco,ed è stato visionato da uno dei migliori avvocati del lavoro, che peraltro sta seguendo cause di lavoratori ceduti da varie aziende.
Ho letto su questo blog un sacco di cose non vere e che comunque hanno sempre una risposta positiva semplicemente leggendo l'accordo siglato anche dal Ministero dello sviluppo economico.

QUESTE SONO LE MIE RAGIONI PER VOTARE SI !

federico ha detto...

Finalmente qualcuno che dice in modo costruttivo le proprie ragioni e grazie per averlo fatto.

Questo è il modo di confrontarsi...

Sul punto 1 a parte le cose che abbiamo già affermato (anche noi consultando professionisti quotati) per cui NON RITENIAMO che ci sia una garanzia sull'illicenziuabilità c'è comunque il passaggio da contratto "indeterminato" a "determinato x 7 anni" perchè dopo tale data possono fare quello che vogliono. Si Ci si può risedere al tavolo ma di fatto si può solo elemosinare qualcosa che non è detto che deve essere concesso.

2. Il punto 2 per NOI NON E' IMPORTANTE in questo momento (ci fa piacere per i futuri assunti)

3-4. Per i nostri legali non è così. Si parla di fallimento di Comdata Spa e non Comdata CARE. Tra l'altro in questo caso non di rientra in Vodafone ma in una società terza (che potrebbe avere capitale sociale 10000 euro). Infine ricordo che se si ritira dalla commessa Comdata CARE non ci sono garanzie! e questa non è cosa da poco (è già successo con TIM per cui non stiamo a fare processo all'intenzione)

5. Ok ma tra 7 anni? e se la sede la passano da roma sud a roma nord ci sono 2 ore di macchina in mezzo. Però il punto potrebbe rimanere così com'è perchè dopodutto è accettabile

6. E' previsto dalla legge... tra l'altro il premio risultato "sicuro" è solo il primo cioè quello gia maturato in Vodafone. Per quelli futuri non si sanno quali sono i target.

TI RIMGRAZIO PER IL CONFRONTO CIVILE.

Anonimo ha detto...

Caro federico apprezzo anche io il tuo modo di confrontarti con chi esprime punti di vista differenti.

Hai ragione a dire che tra 7 anni potrà succedere di tutto, ma sinceramente dimmi chi in questo paese ha garanzie più certe, sicuramente non i lavoratori delle telecomunicazioni che stanno vivendo un periodo cruciale poichè leggendo i giornali scopro che entro breve ci saranno fusioni e scomparse di soggetti operanti nelle telecomunicazioni.
I lavoratori di Wind stanno per iniziare una battaglia per evitare il concentramento di attività su Roma e si parla di circa 500 lavoratori che potrebbero perdere il lavoro per effetto del trasferimento a Roma.
I lavoratori della H3g che erano stati gli unici ad avere una clausola di rientro dalla esternalizzazione verso Ericson, oggi sono in ansia perchè potrebbe essere in crisi H3g e non la Ericson.
Prova a parlare con i colleghi Telecom e ti diranno che loro dopo tutto cio che hanno visto, firmerebbero ad occhi chiusi un accordo che li garantisca per almeno 7 anni (la mia ragazza lavora in telecom).
A milano stiamo assistendo al fallimento di Elitel dove fino a pochi mesi fa' venivano assunti lavoratori di Telecom e di Wind.

Non sono ne un pessimista ne un fatalista, ma credo che occorra avere gli occhi aperti a 360 gradi e non pensare che i confini della mia visuale siano esclusivamente all'interno di Vodafone.

Se a questi miei semplici raffronti devo aggiungere le esperienze vissute da chi ha subito esternalizzazioni senza nemmeno queste garanzie (vedi wind di sesto) dove da un momento all'altro potrebbero essere spostati in una qualunque delle sedi di Omnia (azienda con un sacco di problemi e di denunce da parte del sindacato e degli ispettori del lavoro), la mia tendenza a votare SI si rafforza.

Anonimo ha detto...

29 ottobre 2007 22.22

Pero' in parte l'accordo riguarda anche noi NON esternallizzati visto che si parla dei 3 anni.

E poi avevano fatto votare ancona e palermo che nemmeno loro erano esternalizzati.

Anonimo ha detto...

qualcuno sa come e' andata l'assemblea a bologna?

Anonimo ha detto...

bENISSIMO ERANO TUTTI MOGI MOGI

Anonimo ha detto...

mogi mogi chi?
spiegato meglio

federico ha detto...

Condivido in pieno quello che hai detto, ed in quello che dici vedo LA prima persona per il SI che parla dopo essersi documentata.

Tuttavia i confronti con gli esternalizzati Telecom li ho avuti e loro dicono di continuare per questa srada del NO.

Come leggi sopra ci sono anche i Cobas di Wind


Anche loro hanno esperienza non credi? Anzi soprattutto loro.

Il problema di Vodafone in se è il modo in cui ha fatto crescere i dipendenti, con la politica di attaccamento all'azienda.

E' come se i tuoi genitori ti dicessero "bello mio tra 7 anni fuori di casa".

Un'Azienda che fa il 50% di utile. Quale Azienda lo fa?

E' merito anche dei dipendenti...

...è lecito chiedere di più!!!!

E se non accetti che fa ti lincenziano? Sono così in malafede?

Anonimo ha detto...

le rsu erano senza argomenti validi e cercavano solo di soppravvivere

Qui ad Ivrea ce la mettiamo tutta!! ha detto...

Per Federico.

Il punto relativo alle sedi di lavoro che dici essere accettabile, in realtà non lo è nemmeno quello!!!!

La frase cosi come espressa, dice che i 914 lavoratori convolti presi in toto, non potranno svolgere la propria prestazione in comuni diversi da MI, IV, RM, NA e PD. Ciò significa che chiunque dei 914 (indipendentemente da dove lavori ora)potrebbe lavorare in uno qualsiasi dei suddetti comuni!!!

Di conseguenza, se dopo 6 mesi come due giorni (per assurdo ma neanche poi tanto) mi dicono che io di Ivrea devo andare a lavorare a RM piuttosto che a NA, io ci devo andare!!

E sapete perchè??? Perchè se mi rifiuto possono licenziarmi per giusta causa!!

Quindi, dov'è l'illicenziabilità per sette anni????

Anche per questo è meglio trovarsi di là senza alcun accordo!!

Se voto NO conservo oltre al posto per un anno SICURO anche la libertà di procedere per vie legali con ottimi margini di vittoria. Se voto SI, passo di là con una licenziabilità inferiore anche ai 12 mesi e con margini di vittoria pressochè nulli!!!

VOTARE NO per 2 MOTIVI:

1. Per avere una accordo migliore.

2. Per trovarsi di là senza un accordo ma con maggiori garanzie di questo che tutela e rafforza solo l'azienda!!!


VOTA NO VOTA NO VOTA NO VOTA NO!!!

Anonimo ha detto...

Senti Federico,
io ho 35 anni e da sempre ritengo di essere una persona che si interessa del prossimo e che cerca in ogni modo di migliorare le scarse condizioni di questo paese, alcuni anni fa' si diceva "uno di sinistra".
Da sempre ho cercato di rafforzare quelle poche idee o movimenti che nascevano come alternativa critica alla cosidetta sinistra ufficiale.
Purtroppo ogni volta ho dovuto riscontrare che oltre alla giusta critica e all'ingiusto odio che si generava con chi dovrebbe essere dalla tua parte, non si riusciva mai a costruire una nuova coscienza che fosse in grado di cambiare le cose.
Il tutto nasceva sempre da situazioni gravi come la vicenda Vodafone e si chiudeva sempre con un attacco feroce e carico di odio con chi aveva avuto il coraggio di metterci le mani a fin di bene per i lavoratori.

Qui mi sembra che le cose stiano andando esattamente come da copione, dove i cattivi sono nel sindacato e i buoni sono quelli fuori, e sono convinto che come da copione quando questa vicenda purtroppo sarà conclusa, i detrattori dell'accordo e i fantomatici cobas si scioglieranno come neve al sole, come è capitato ai cobas di Wind.
Io non nego, anzi ne sono certo che sarà proprio quello il momento dove invece servirà la massima compattezza di tutte le forze dei lavoratori per fare in modo che i contenuti dell'accordo vengano rispettati, ma sono anche altrettanto sicuro che con questa divisione lacerante che si sta consumando in questi giorni, rischiamo che i lavoratori non credano più ne a quelli del SI ne a quelli del NO, ma si buttino tutti nelle braccia dell'azienda.
Spero di sbagliarmi ma purtroppo la storia di questi ultimi 10 anni non mi fa' stare tranquillo.
Per queste mie considerazioni credo che il sindacato abbia fatto bene a garantire dei lavoratori che tra qualche mese, passato il ciclone della vendita non interesseranno più a nessuno perchè non faranno ne notizia ne consenso.

federico ha detto...

Ciao IVREA

Si in effetti ho notato anche io quel punto e l'ho fatto subito presente perchè opiniabile.

Io l'ho interpretato come hai fatto tu ma consultando i vari legali non ci hanno dato peso.

Anche secondo me si parla di SEDI e non "SEDE più vicina tra quelle di residenza".

Anonimo ha detto...

I colleghi esternalizzati Telecom ci hanno cortesemente fatto avere le numerose sentenze che hanno annullato le cessioni operate nella loro azienda perchè illegali.

Gli unici che hanno perso la causa (e ora sono a zonzo vedi Savarent) sono quelli che si sono fidati del sindacato e hanno accettato un accordo che legittimava la cessione, riconoscendo la cessione come di "ramo d'azienda". Cosa che ha fatto anche il nostro sindacato.

Io prima di scegliere mi sono informata, ho letto e non mi sono fidata di chi in meno di due mesi ha cambiato già troppe volte la sua posizione.

Io continuerò la mia battaglia in tutte le sedi: legali e non.
Non accetterò che venga annullato il mio diritto ad una vita dignitosa per strappare 7 anni (ma probabilmente anche molto meno) per paura di andare fino in fondo.

Poi siete liberi di scegliere di accontentarvi e di prendervi questo accordo.

Io no: lo devo prima di tutto ai miei figli, al loro futuro e poi lo devo alla mia dignità.

Tutto ha puzzato di marcio dal primo momento... Quando parti opposte vanno a braccetto vuol dire che qualcosa di marcio c'è sicuro e chi sta andando "a male" siamo proprio noi!

IO Voterò NO!

Anonimo ha detto...

GIU' LE MANI DALLE NOSTRE VITE!!!!

federico ha detto...

Anonimo di 35 anni però convieni che la metodologia è stata quantomeno "discutibile"?

A me risulta che la maggioranza dei lavoratori non "abbia dato mandato" alla trattaiva per cui ad oggi non si doveva dibattere SI o NO.

In ogni caso spero che il CONFRONTO (come tra l'altyro stiamo facendo noi) non diventi SCONTRO.

SI o NO che vinca ognuno sta votato "spero" con propria coscienza!

Però io sono per il NO
;-)

Anonimo ha detto...

per anonimo del 30 ottobre 2007 15.56

Il sindacato ha fatto uno schifo assurdo in tutta questa vicenda.
Non ci sarà una sola persona che si dimenticherà dello squallore che al capone e i suoi scagnozzi hanno messo in campo per vendere le nostre vite come carne bovina...
Non è un sindacato che ci rappresenta e non lo sarà mai!

Anonimo ha detto...

Come mai l'azienda ha un così disperato bisogo di questo accordo?

Questa è l'unica domanda che può far aprire gli occhi di quanti pensano di aver ottenuto delle garanzie....

Anonimo ha detto...

CIAOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO

Anonimo ha detto...

SCIOPERO GENERALE 9 novembre 2007

CONTRO IL GOVERNO, CONTRO L’ACCORDO SU PRECARIETA’, WELFARE E PENSIONI DEL 23 luglio 2007

visti i temi dovremmo partecipare con i nostri cartelli VENDESI...

Anonimo ha detto...

non ho avuto delle risposte chiare prima, ripeto:

se io oltre a votare sicuramente NO, lo manifesto in forma scritta con una diffida, varra' anche per me l accordo che eventualmente passerà?

ho delle conseguenze firmando una diffida individuale?

lo so che mi serve x far causa, ma rischio qualocosa (tipo licenziamento per giusta causa)?

G. da BO ha detto...

ecco a voi la mail di una lavoratrice esternalizzata di milano
DA LEGGERE!!!!




Da milano,
In passato ci chiamavano "persone in grado di cambiare il mondo". A chi ci ha creduto per tanti anni mi sento di dire NON SMETTETE DI CREDERCI ORA! Con una prospettiva diversa però. Non fermeremo la cessione, questo è evidente almeno per ora, ma tra i pochi diritti che ci sono rimasti rimane sovrano quello di dissentire (finchè garantito da una Costituzione che ci dice che siamo in democrazia), di non essere d'accordo a essere venduti come patate o manzi allevati appositamente per il macello.
Certo c'è una legge che lo consente, ma non era obbligatorio usarla, questa favolosa legge. Questa azienda è ricchissima, non ha problemi a pagare i contributi di tutti noi. Ha invece grossi problemi a dover rispettare garanzie e diritti che tutti noi abbiamo. E' inutile che ora ci sottopongano un'ipotesi di accordo raccontandoci che è tra le più garantiste nella storia degli accordi sulle cessioni di ramo d'azienda. Se veramente avessero voluto darci garanzie, l'azienda non avrebbe fatto la cessione e il sindacato non l'avrebbe legittimata con un accordo. Non dimentichiamoci che in occasione dello sciopero del 5 ottobre Miceli disse a gran voce dall'alto del suo palchetto che le cessioni di ramo d'azienda sono dei licenziamenti mascherati, quello stesso Miceli segretario nazionale della SLC-CGIL non aveva il mandato a trattare ma ha preferito considerare confuso un voto palesemente contrario a ciò che aveva già da tempo stabilito di fare. Ci fa piacere che poi lo stesso sindacato che rappresenta abbia messo la sua firma, sotto quei licenziamenti mascherati, avallandoli per poi vantarsi di aver stipulato il miglior accordo mai esistito sulla piazza. Ho parenti che sono stati nella CGIL per decenni, per mia fortuna fanno Micheli di cognome, a volte basta un acca per fare la differenza.
 
Non voglio fare un attacco indiscriminato al sindacato, il giudizio politico valuterà ognuno di noi se darlo o meno. Personalmente, se non avessi stracciato la tessera qualche mese fa per questioni ben più gravi, lo farei cmq adesso. L'attacco indiscriminato lo faccio verso questo sindacato, che nel momento più grave e difficile aveva il DOVERE di tutelare le persone e di aiutarle a capire un gioco più grande di tutti noi ma fatto, perchè così va il mondo, sulla nostra pelle. Nel momento più duro ha violato la democrazia sedendosi a un tavolo per regolamentare la vendita di persone, si è dimenticato di essere quello che è e ha abbandonato i lavoratori, in teoria l'unica categoria che dovrebbe tutelare.
Ieri ho trovato tra tutte le mie scartoffie un documento di qualche tempo fa, che avevo stampato e conservato. Il documento si intitola "Che cosa è veramente la Legge30", e dice delle cose tipo "con la legge 30 sarà possibile terziarizzare all'infinito un'azienda, anche se non vi è nessuna esigenza produttiva. Sarà possibile moltiplicare gli appalti e i subappalti, questo vuol dire niente più tutele contrattuali anche per chi fino a ieri le aveva, ma anche smembramento del ciclo produttivo, competizione basata solo sulla riduzione del costo del lavoro, meno sicurezza sul lavoro, niente investimenti in innovazione". E ancora: "Vengono azzerati tutti i diritti individuali del lavoratore part-time. se l'impresa vuole, con la legge 30, potrà richiedere lavoro supplementare o spostamenti di giornate senza più l'obbligo di avere il consenso del lavoratore. O meglio se il lavoratore rifiuterà le variazioni chieste dall'impresa potrà essere soggetto a provvedimenti disciplinari (e dopo 3 provvedimenti disciplinari scatta il licenziamento)", e ultimo piccolo estratto "Sarà la giungla più selvaggia e senza regole".
Beh questo documento porta questa firma: a cura del Dipartimento Politiche Attive del lavoro della CGIL Nazionale.
Oggi una parte di questa CGIL Nazionale ha legittimato tutto questo, contrattando per la sua bella faccia un'ipotesi di accordo che farà scuola, come dicono loro. Il mio NO alla cessione è secco e ritengo che qualsiasi accordo non debba essere legittimato, ma se di accordo vogliamo parlare ecco un punto dell'accordo stilato per la cessione di ramo Roma Servizi Informatici di Banca Antonveneta (l'ho trovato sul blog):
10. In caso di licenziamento individuale o collettivo o di altra causa di estinzione del rapporto di lavoro dovuta a volontà unilaterale della RSI ( ad eccezione del licenziamento derivante da provvedimenti disciplinari e dell'ipotesi di cui all'art. 68, lettera "a", del CCNL 12.2.2005), nonché in caso di cessazione del contratto di appalto tra Banca ed RSI, relativo al ramo d'azienda oggetto del trasferimento, il rapporto di lavoro del personale passato dalla Banca a RSI si ricostituirà automaticamente con la Banca, che manterrà in servizio tale personale alle stesse condizioni, nello stesso comune , provvedendo alle opportune riqualificazioni professionali.
 
Non ho ancora capito se ci chiameranno a votare tutti o se chiederanno il voto solo ai 914 di noi che andranno a comdata...Non ritengo legittimo questo accordo ma non rimarrò ferma davanti al principio che proprio perchè non lo legittimo non ha senso che io lo voti. Questo rimane reale, ma se ci faranno votare tutti voterò NO, per non far passare il si. Non si può votare si al passaggio da tempo indeterminato a tempo DETERMINATO, non si può votare si a clausole che riempiono la bocca e pretendono di essere tutela e garanzia ma di fatto regolamentano il trasferimento selvaggio dei lavoratori, delle persone, da vodafone a comdata, da comdata a terzi non ben definiti ma che sappiamo tutti essere società di outsourcer dove il valore del lavoro non esiste più. Sono nate apposta. Il trasferimento non sarà da comdata a una splendida isola caraibica dove stare sulla sabbia e respirare iodio, il trasferimento sarà da comdata a? Boh, ecare, cos, teleperformance, a società che ancora non esistono ma che verranno create appositamente per questi passaggi, allo stesso modo in cui è stata appositamente creata comdata care.
Invito tutti a rileggere l'ipotesi di accordo sostituendo alle parole persone-lavoratori e lavoratrici-personale dipendente-coloro-risorse trasferite-  il proprio nome, per chi è esternalizzato, e il nome di un/a collega o ancora meglio di un amico/a, se avete amici tra i colleghi esternalizzati, e a cercare di pensare se quello che c'è scritto sia veramente accettabile e buono, per chi è stato ceduto. E invito chi non è tra i 914 a sentirsene invece parte, perchè chiamarsi fuori adesso vuol dire non solo essere individualisti ma anche essere staccati dalla realtà. Questa realtà ci riguarda tutti, poco importa che sia stato scritto che "l'attuale piano industriale non prevede ulteriori progetti di esternalizzazione"; l'attuale piano industriale sembra relativo al periodo 1 aprile 2007-31 marzo 2010, ma conosciamo tutti ciò che viene fatto passare per "dinamicità" di quest'azienda. Qualcuno veramente metterebbe la propria mano sul fuoco che il piano industriale possa non essere modificato l'anno prossimo per esempio? Come tutti sappiamo, il mercato del lavoro è in continua evoluzione, i competitors aggressivi, ogni giorno si rendono necessari riassetti organizzativi e strategici per stare sempre sulla cresta dell'onda, ed essere sempre non red non rocksolid ma restless. Blablablablabla. Se vogliamo, possiamo veramente credere a qualsiasi cosa, ma solo se non abbiamo voglia o coraggio di tenere alta la testa e ritte le antenne. Chi crede, facendo finta di niente, che chiamarsi fuori voglia dire starne fuori sbaglia. Chi si chiama fuori ha già preso una posizione, che piaccia o no.
 
E in merito al votare tutti o meno: vero è che esiste il rischio che si presentino alle votazioni eserciti di burattini che in questo mese e mezzo non si sono visti alle assemblee, tanto meno agli scioperi, ma che nel momento del bisogno improvvisamente possano saltare fuori da tutte le parti, vero è anche che chiedere il voto solo ai 914 significa:
a. tentare ancora una volta di dividerci e di farci credere che tutto questo riguardi solo chi è esternalizzato adesso
b. cmq lasciar fuori un bel gruppo di gente che si è dimostrata contraria alla cessione sin dall'inizio e
c. mettere al muro chi, nonostante pesantezza e preoccupazione siano sentimenti trasversali, è sicuramente in posizione più delicata e ricattabile.
 
In questi giorni i colleghi esternalizzati vengono gentilmente invitati a una plenaria a doppia conduzione, vertici vodafone e vertici comdata. Se conosco quest'azienda e tenendo conto dei giochini che anche questo sindacato ha fatto in questi giorni vien da pensare che possa anche non essere un caso che le plenarie si tengano solo a Ivrea e a Roma, le sedi più impattate dalla cessione. Contano in tutto 556 persone, contro le 358 (in totale) di Milano Padova e Napoli. Come dire, se convinco ivrea e roma non ho problemi. E quello che la plenaria non ha fatto a milano, lo farà Miceli, che pare venga da noi alle assemblee di settimana prossima.
Tornando a vodafone e comdata….Una ha fatto la vendita, l'altra l'acquisto. Come plenaria vuole, è chiaro che prospetteranno futuro roseo per tutti e opportunità di crescita, oltre che di realizzazione professionale e personale. Io dico solo teniamo il cervello attivo e facciamo funzionare il pensiero critico. Non diranno, per esempio, che la pressione sul raggiungimento dei target sui 150 (no dico 150!!!) indicatori di performance (contro gli attuali nostri 40 o 42 non ricordo bene...) sarà massiccia, come mai l'abbiamo provata finora, e considerato che non si può dire che non sappiamo cosa sia la pressione sul raggiungimento dei target non voglio pensare agli strumenti che useranno per metterla in atto. Non possono dire che finchè restiamo vodafone non possono spingersi oltre certi limiti, ma possono farlo di là, in nome di una commessa che sennò salta e allora vedi poi come mettono in atto le belle clausole sociali che hanno condiviso perdendo addirittura una notte di sonno! Riporto parte del testo di una lettera che alcuni colleghi di ecare che si firmano "alcuni colleghi preoccupati" hanno scritto a tutti gli altri loro colleghi: "...per la commessa vodafone è prevista la riorganizzazione dell'orario togliendo uno dei due giorni di riposo senza prevedere alcun recupero. Questa riorganizzazione dovrebbe valere nei periodi di maggiore pressione telefonica". Ora, è vero che ecare risponde alle chiamate e ciò che va su comdata non è la front, ma è abbastanza facile traslare il tutto sul numero di attivazioni, o di subentri, o di variazioni, o di pratiche amministrative relative alla gestione del credito, quel numero a noi tutti sconosciuto ma il raggiungimento del quale assicura la vita della commessa, e garantisce (ecco la vera unica garanzia!) la ricattabilità di tutti i colleghi che andranno a comdata.
 
Allego, per chi ancora non l'avesse visto, l'accordo analizzato punto per punto dai colleghi di Napoli.
Mi dispiace, mi sono dilungata molto...avevo voglia di dire queste cose.
E poi, ultima cosa: non so neanche quanti siamo in questo gruppo no cessione, non so neanche se vi conosco tutti....a chi non conosco dico: ciao, piacere :-)
 
veronica

BOCCIAMO QUESTA MERDA PROFUMATA

Anonimo ha detto...

come sono andate le assemblee oggi???
vogliamo sapere!

il blog anche con il nuovo metodo, è stato oscurato nuovamente!

Anonimo ha detto...

non ho avuto delle risposte chiare prima, ripeto:

se io oltre a votare sicuramente NO, lo manifesto in forma scritta con una diffida, varra' anche per me l accordo che eventualmente passerà?

ho delle conseguenze firmando una diffida individuale?

lo so che mi serve x far causa, ma rischio qualocosa (tipo licenziamento per giusta causa)?

Anonimo ha detto...

DRAGON SE CI SEI BATTI UN COLPO XCHè DAL LAVORO NO SI VEDE PIU IL BLOGGGGGGGGG SONO L'URLATRICEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEE

marco Bologna ha detto...

SE VINCE IL NO,
avremo detto no all`esternalizzazione e ci vorra` subito uno sciopero di settore;
SE VINCE IL NO
saranno piu` facili i ricorsi legali;
SE VINCE IL NO
avremo respinto un modello sindacale che fa della rappresentanza e della voilonta` dei lavoratori carta straccia;
SE VINCE IL NO
mobilitazioni ovunque, dimissioni del gruppo dirigente della cgil (e degli altri poveretti che giocano a fare i sindacalisti)
SE VINCE IL NO
diventeremo un caso per abrogare legge 30 (unico modo per tutelarci un po` davvero e respingere questa cazzo di esternalizzazione)

CIAO

p.s.
L`ACCORDO NON CI TUTELA IN NULLA, SVEGLIA!

Anonimo ha detto...

io da lavoro accedo...

SENTITE

assemblee a bologna fantastiche, commoventi, funzionari presi a randellate , contestati.
idem a milano!

un malessere diffuso si vive nei call center, si e` seminata coscienza, speriamo che certi sindacalicchi di professione non sperperino questo patrimoni e non sprechino questa occasione.

SIMONE

simona B. Bo ha detto...

Il sindacato ha fatto uno schifo assurdo in tutta questa vicenda.
Non ci sarà una sola persona che si dimenticherà dello squallore che al capone e i suoi scagnozzi hanno messo in campo per vendere le nostre vite come carne bovina...
Non è un sindacato che ci rappresenta

Anonimo ha detto...

ho delle conseguenze firmando una diffida individuale?

lo so che mi serve x far causa, ma rischio qualocosa (tipo licenziamento per giusta causa)?

GBO ha detto...

no, diffida tranquillo, anzi, hai solo vantaggi dalla diffida...
ma volesse mai il cielo (e cioe` i lavoratori) che sta merda profumata d`accordo venisse bocciata...
sai mai... :)

fino in fondo, non molliamo perche` sarebbe un rischio per i 914 e per tutti gli altri.

il dopo va` costruito, fieri e determinati.

Anonimo ha detto...

per anonimo delle 17.29
NO, NON RISCHI NULLA...

Anonimo ha detto...

ad Ivrea i delegati passano per il call center a fare comizi, si siedono sulle position e si interessano magicamente di cosa pensano le persone che dovrebbero rappresentare

pero guarda caso si fermano a parlare solo da chi la pensa come loro o da chi non ha ancora dimostrato che è contro le loro idee.

che confronto è questo se parli solo con persone che supportano le tue tesi?

alla richiesta di confronto con chi la pensava diversamente da loro hanno alzato i tacchi

P.S. fino a poco tempo fa' quando i delegati passano in CC subito i TL chiamavano rinforzi per farli andare via, invece oggi NON DICEVANO NULLA

si sono fermati anche a lungo e non hanno detto niente!

che li abbia sguinzagliati proprio l'Azienda?

gente... SVEGLIA!

Anonimo ha detto...

Da Padova cosa vi posso dire?? E' sempre la solita storia... i tl hanno fatto dei mini briefing per incentivare il si, ed anche ieri Il nostro menager si è prodigato...
Durante l'assemblea è stata tirata più volte tirata fuori la mail che è girata ieri e che e' riportata anche qui sul blog in un post delle ragioni del no.
Ovviamente quando si cercava di muovere delle obiezioni leggittime, ti zittivano con la solita pappardella dell'accordo inattaccabile, imparata a memoria, e che si puo' comunque fare causa, e che certo, si poteva fare di meglio, ma poveretti.. hanno dormito solo 4 ore in due giorni per fare questo accordo...
Comunque mi sembra che il fronte del no sia cresciuto.. Vedremo il gioco di prestigioche riescono a fare questa volta..

Anonimo ha detto...

Leggete e meditate...

http://www.beppegrillo.it/archives/immagini/esternalizzati.pdf

Anonimo ha detto...

Eh ma dove sta scritto che non rischio nulla?

se io dichiaro la mia contrarieta all armonizzazione, allora possono riservarmi un trattamento diverso dagli altri colleghi?

Anonimo ha detto...

A ROMA RAGAZZI OGGI è VENUTA LA SEGRETERIE NAZIONALI CCGL MAMMA MIA....SO VOLATE PAROLE ALLUCINANTI...ABBASSAVA GLI OCCHI AVREBBE FATTO MEGLIO AD ANDARE VIA.........GLI ABBIAMO URLATO LEI CI HA VENDUTOOOOOOOOOOOOOOOO VERGOGNAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA ALL'ASSEMBLEA A ROMA PURE TRA COLLEGHI SO ANDATI FUORI DI TESTA CMQ PREVALE DI PIU IL NO

Anonimo ha detto...

scusate ma le votazioni sono ad alzata di mano o con urna?

se è con l urna sigilliamola e ci mettiamo le nostre firme sopra di modo che le scatole non possono magicamente sostituirsi

Anonimo ha detto...

URNA COL FOGLIETTO DA SBARRARE SI OPPURE NOOOOOOOOOOOO INDOVINATE CHE HO VOTATO??

Anonimo ha detto...

Si sà qualcosa delle altre sedi?
Hanno votato ad Ivrea, Padova, Milano, Napoli e Roma?
A Bologna oggi li abbiamo contestati tantissimo

Anonimo ha detto...

come faccimo ad essere sicuri che non agiungano delle schede?

sicuramente non tutti gli aventi diritti al voto saranno presenti.

e se sostuiscono dei foglietti assolutamente anonimi?

e se cambiano la scatola?

Anonimo ha detto...

Ivrea assemblea domani

votazioni mercoledi giovedi e venerdi

Anonimo ha detto...

Eh ma dove sta scritto che non rischio nulla?

se io dichiaro la mia contrarieta all armonizzazione, allora possono riservarmi un trattamento diverso dagli altri colleghi?

Anonimo ha detto...

A ROMA HANNO INIZIATO ALLE 14 A FARCI VOTARE.........

Anonimo ha detto...

Importante:
le diffide possono essere mandate anche dopo le votazioni, vanno bene in qualsiasi forma, sia quelle prestampate dei Cobas e CUB, sia quelle autoprodotte, l'importante è che risulti sritto che non è stato dato il consenso a trattare e/o stipulare accordi di armonizzazione.

Queste non servono a fermare la cessione, ma sono la condizione minima necessaria per mantenere la possibilità di salvare il posto di lavoro in quanto, nelle fasi dibattimentali dei processi, i giudici tengono conto se vi siano stati accordi sulla cessione. In presenza di un qualsiasi accordo si compromette notevolmente la possibilità di vittoria, per questo è importante che non si facciano accordi di armonizzazione ne prima ne dopo in Comdata Care. Quando non riesono a sottoscriverlo nel momento della cessione, ci riprovano dopo, passando ai ricatti (non elargendo benefits ecc.), cioè trattengono illecitamente e forzatamente parti della retribuzione, noi abbiamo dovuto denunciarli anche per questo.

Quello che dice di essersi interessato dall'avvocato, il quale ha detto che non serve a niente la diffida, mente, sta cercando di contribuire alla buona riuscita dei vostri licenziamenti.

Altra cosa molto importante:
i 7 anni di commessa non sono una garanzia del mantenimento del posto. Nel nostro caso, le aziende dei "rami" che hanno sottoscritto accordi di armonizzazione sono quelle messe peggio, da subito, appena firmato, hanno iniziato ristrutturazioni selvagge, messa in mobilità, ecc.
I trattamenti peggiori sono stati riservati a chi ha armonizzato, hanno ricevuto i benefts (in alcuni casi nemmeno quelli), ma sono stati decimati.

Esternalizzato Telecom

Anonimo ha detto...

I tl di Bologna stasera vanno tutti a Padova a festeggiare Varotto che se ne và........
Presumo pure manager di Bologna e Padove e tl di Padova.
Questi sono proprio dei rimbecilliti.

Anonimo ha detto...

MI HANNO DETTO CHE LA VIGILANZA ALL'URNA LA FANNO 3 DELEGATI DI OGNI SIGLA DIVERSA RSU.....................!!!IO GLI HO DETTO CHE NON MI FIDO E ABBIAMO LITIGATO

Anonimo ha detto...

ATTENZIONE, FONDAMENTALE CHE CHIEDIATE LA PRESENZA DI UNA COMMISSIONE ELTTORALE CON ESPONENTI DEL NO CHE VIGILINO SU URNA 24 ORE .

A FINE DI OGNI GIORNATA SPOGLIO SCHEDE.

SE QUESTE NON VENGONO CONCESSE ALLORA VERBALIZZATE TUTTO E CHIEDIAMO ANNULLAMENTO DEL VOTO. FORZA!

CHIEDETE LO SPOGLIO ALLA FINE DI OGNI ASSEMBLEA!!!!
PRETENDETELO!
ASSALTATE LA PRESIDENZA!

SCRIVETE TUTTO!
RIPORTATE TUTTO, MI RACCOMNADO.

CIAO DA BO

Anonimo ha detto...

Tre giorni per votare?????
Ma ci saranno trucchetti....altro che NO.
PASSERA' IL SI

Anonimo ha detto...

I tl di Bologna stasera vanno tutti a Padova a festeggiare Varotto che se ne và........
Presumo pure manager di Bologna e Padove e tl di Padova.
Questi sono proprio dei rimbecilliti.


SONO DEI SERVI, ALTRO CHE MERDE...

«Meno recenti ‹Vecchi   1 – 200 di 273   Nuovi› Più recenti»